La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Daniela Gabellini – Product Manager Sanità Il Sistema di Controllo Appalto affidato ad Ente Terzo Indipendente STANDARD A.N.M.D.O. - CERMET Bari Venerdì,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Daniela Gabellini – Product Manager Sanità Il Sistema di Controllo Appalto affidato ad Ente Terzo Indipendente STANDARD A.N.M.D.O. - CERMET Bari Venerdì,"— Transcript della presentazione:

1 Daniela Gabellini – Product Manager Sanità Il Sistema di Controllo Appalto affidato ad Ente Terzo Indipendente STANDARD A.N.M.D.O. - CERMET Bari Venerdì, 30 Aprile 2010

2 Daniela Gabellini – Product Manager Sanità LO STANDARD A.N.M.D.O. - CERMET IL RUOLO DELLENTE TERZO Principi salvaguardati : imparzialità, indipendenza e quindi assenza di conflitti di interesse nella gestione tecnico- operativa delle attività di controllo Finalità ultima : esternalizzazione dei controlli

3 Daniela Gabellini – Product Manager Sanità IL SISTEMA DI CONTROLLO AUDIT DI PARTE TERZA Qualifica dellImpresa audit di «sistema» Ispezione dellAppalto audit di « processo/servizio » di tipo diretto audit di « processo/servizio » di tipo indiretto

4 Daniela Gabellini – Product Manager Sanità AUDIT DI PARTE TERZA QUALIFICA dellIMPRESA Audit «di sistema»: sono condotte a cadenza annuale, presso lorganizzazione dellimpresa in conformità allo Standard ANMDO - CERMET per il rilascio e il mantenimento periodico di un certificato che attesta lidoneità dellimpresa ad erogare servizi di pulizia e sanificazione ambientale in strutture sanitarie

5 Daniela Gabellini – Product Manager Sanità GLI ATTESTATI RILASCIATI

6 Daniela Gabellini – Product Manager Sanità GLI ATTESTATI RILASCIATI

7 Daniela Gabellini – Product Manager Sanità AUDIT DI PARTE TERZA ISPEZIONE dellAPPALTO Audit «di processo/servizio» diretti: sono condotti a cadenza trimestrale, presso il e/o i cantieri che limpresa vorrà coinvolgere nel procedimento in conformità ai documenti di gara ed al progetto offerta per il rilascio di un rapporto di ispezione appalto che lEnte Terzo inoltrerà al fornitore e allente appaltante

8 Daniela Gabellini – Product Manager Sanità AUDIT «DI PROCESSO/SERVIZIO» DIRETTI Lobiettivo specifico di tali audit è: - - verificare il rispetto da parte delloperatore delle procedure per lesecuzione del servizio distinte per i diversi protocolli stabiliti dallente appaltante - - verificare lappropriatezza quali e quantitativa delle dotazioni in consegna al personale rispetto ai piani della qualità stabiliti - - verificare la qualità della prestazione erogata in termini di sporco/pulito

9 Daniela Gabellini – Product Manager Sanità CRITERI DI CAMPIONAMENTO AUDIT «DI PROCESSO/SERVIZIO» DIRETTI AREEPERCENTUALE aree ad alto rischio infettivotutte su base annuale aree a medio rischio infettivotutte nel triennio aree a basso rischio infettivonel corso della verifica presso le aree campionate secondo criteri definiti vanno viste le aree ad alta intensità di traffico di accesso alle aree e/o di collegamento allinterno dellarea

10 Daniela Gabellini – Product Manager Sanità PIANO DI AUDIT TRIMESTRALE Es. AZ. OSPEDALIERA S.ORSOLA MALPIGHI Alto/medio rischioPadiglionePianoUnit à OperativeFascia di interventoData Verifica ALTO RISCHIO132°Rianimazione Pediatrica Baroncini (+ atrio ascensori piano terra pad. 13) ottobre 2009 ALTO RISCHIO135°Oncoematologia Pediatrica Degenza Masi ottobre 2009 ALTO RISCHIO042°U.O. T.I.Neonatale ottobre 2009 ALTO RISCHIO151°T.Int.Fisiop.Respiratoria Schiavina ottobre 2009 ALTO RISCHIO152°Emodialisi Stefoni ottobre 2009 ALTO RISCHIO16TERRAPronto Soccorso Generale ottobre 2009 MEDIO RISCHIO161°Degenza Med, D'Urgenza Cavazza ottobre 2009 MEDIO RISCHIO051°U.O. Degenza Otorino 5 gg (+ scala tra 0 e 1°piano) ottobre 2009 ALTO RISCHIO055°U.O. T.I.P.O ottobre 2009 MEDIO RISCHIO052°U.O. Degenza Radioterapia Barbieri Mazzarotto ottobre 2009 ALTO RISCHIO055°U.O. Degenza ALP ottobre 2009 ALTO RISCHIO251°Blocco operatorio chirurgia Generale 2° ottobre 2009 MEDIO RISCHIO251°Cardiochirurgia Di Bartolomeo ottobre 2009 MEDIO RISCHIO251°Degenza Chirurgia Generale Taffurelli Poggioli ottobre 2009 ALTO RISCHIO251°Centro Trapianti Pinna ottobre 2009 ALTO RISCHIO013°U.T.I.C. Sanguinetti ottobre 2009 ALTO RISCHIO015°U.O. Degenza Nefrologia Santoro ottobre 2009 MEDIO RISCHIO025°U.O. Medicina Interna Zoli ottobre 2009 MEDIO RISCHIO023°U.O. Degenza Geriatria Acuti Salsi ottobre 2009 (34 aree ad alto rischio infettivo / 66 aree a medio rischio 8ar/ 7mr su base trimestrale)

11 Daniela Gabellini – Product Manager Sanità CRITERI DI CAMPIONAMENTO AUDIT «DI PROCESSO/SERVIZIO» DIRETTI AREEPERCENTUALE aree ad alto-medio rischio infettivonellambito di unarea (es. reparto di degenza, sala operatoria, terapia intensiva…) va visto almeno un ambiente per tipologia (camera di degenza, bagno, guardiola, magazzino, cucinetta…) e tutti gli elementi ivi presenti critici e non critici

12 Daniela Gabellini – Product Manager Sanità TABELLA ELEMETI

13 Daniela Gabellini – Product Manager Sanità CONTROLLI VISIVI E STRUMENTALI CRITERI DI CAMPIONAMENTO La verifica sporco-pulito degli elementi avviene immediatamente dopo lo svolgimento delle pulizie e si basa principalmente su due modalità: - -modalità di rilevazione visiva tutti gli elementi - -modalità di rilevazione strumentale ( BIOLUMINOMETRO ) 10% degli elementi critici (rif. UNI ISO :2007 Procedimenti di campionamento nell'ispezione per attributi - Parte 1: Schemi di campionamento indicizzati secondo il limite di qualità accettabile (AQL) nelle ispezioni lotto per lotto )

14 Daniela Gabellini – Product Manager Sanità LA RAPPRESENTAZIONE DEI RISULTATI Numero degli elementi non conformi rispetto al totale di quelli verificati critici e non critici rappresentati per: Area di rischio U.O. / Reparto Tipo di locale Tipologia di elemento AUDIT «DI PROCESSO/SERVIZIO» DIRETTI

15 Daniela Gabellini – Product Manager Sanità GLI AUDIT DI PARTE TERZA ISPEZIONE dellAPPALTO Audit «di processo/servizio» indiretti: sono condotti in itinere, attraverso unazione di monitoraggio continuo sui controlli di prima, seconda e terza parte e sulle azioni correttive successive messe in atto per la rimozione delle eventuali non conformità rilevate

16 Daniela Gabellini – Product Manager Sanità Lobiettivo specifico di tali audit è: - - raccogliere i report dei controlli di prima, seconda e terza parte effettuati ai diversi livelli; - - effettuare una elaborazione statistica dei risultati dei controlli e relativi trend ( concentrazione nc, andamento ac/am ) ; - - individuare le aree critiche rispetto alle quali si rendono necessarie azioni strutturate di intervento per garantire il miglioramento della qualità del servizio; - - sorvegliare sulla efficace attuazione delle azioni correttive e/o di miglioramento intraprese dallimpresa su indicazione dellente appaltante. AUDIT «DI PROCESSO/SERVIZIO» INDIRETTI

17 Daniela Gabellini – Product Manager Sanità

18 INOLTRA DOMANDA CON INDICAZIONE CANTIERI DA ASSOGGETARE AD AUDIT APPROVA LA DOMANDA E PIANIFICA LATTIVITA DI VALUTAZIONE APPROVA LA DOMANDA E PIANIFICA LATTIVITA DI VALUTAZIONE SVOLGE LATTIVITA DI VALUTAZIONE ATTIVA EVENTUALI AC MANTENIMENTO DELLA QUALIFICA VERIFICA DI SISTEMA a cadenza annuale VERIFICA DI SISTEMA a cadenza annuale VERIFICA DI PROCESSO/SERVIZIO DIRETTA a cadenza trimestrale VERIFICA DI PROCESSO/SERVIZIO DIRETTA a cadenza trimestrale VERIFICA DI PROCESSO/SERVIZIO INDIRETTA in itinere VERIFICA DI PROCESSO/SERVIZIO INDIRETTA in itinere SOSPENSIONE / REVOCA / ANNULLAMENTO ATTIVA EVENTUALI AC ATTESTATO QUALIFICA REPORT ISPEZIONE STATO CONTROLLI e NC STRUMENTI PER IL PRESIDIO APPALTO IMPRESA CERMET ENTE APPALTANTE IL SISTEMA DI CONTROLLO PREVEDENDO IL COINVOLGIMENTO DI A.N.M.D.O.

19 Daniela Gabellini – Product Manager Sanità IL SISTEMA DI CONTROLLO ELEMENTI di FORZA Dinamico Trasferibile Sostenibile riproduce elementi di garanzia a tutela delle parti (clienti – fornitori - parti interessate - utenti) che stanno alla base della sostenibilità nel tempo del processo di esternalizzazione dei servizi in ambito sanitario ANMDO e CERMET si impegnano alla revisione periodica dello Standard al fine di mantenerlo aggiornato rispetto allo stato dellarte e garantirne il continuo miglioramento i criteri assunti a riferimento per la definizione del Sistema di Controllo hanno valenza generale declinabili alle diverse tipologie di servizi di fornitura


Scaricare ppt "Daniela Gabellini – Product Manager Sanità Il Sistema di Controllo Appalto affidato ad Ente Terzo Indipendente STANDARD A.N.M.D.O. - CERMET Bari Venerdì,"

Presentazioni simili


Annunci Google