La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I normanni Lez. 6 b I normanni Noi e gli altri [Roma e il mondo] appunti di storia medievale (IV-XV secolo) Prof. Marco Bartoli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I normanni Lez. 6 b I normanni Noi e gli altri [Roma e il mondo] appunti di storia medievale (IV-XV secolo) Prof. Marco Bartoli."— Transcript della presentazione:

1 I normanni Lez. 6 b I normanni Noi e gli altri [Roma e il mondo] appunti di storia medievale (IV-XV secolo) Prof. Marco Bartoli

2 Dallaltra parte dellEuropa La storia europea è tutta interconnessa. Dopo aver parlato dellItalia meridionale e aver sottolineato la sua centralità nella storia del mediterraneo, a partire dallXI secolo anche questa parte della Penisola entra a far parte stabilmente del processo politico europeo. La storia europea è tutta interconnessa. Dopo aver parlato dellItalia meridionale e aver sottolineato la sua centralità nella storia del mediterraneo, a partire dallXI secolo anche questa parte della Penisola entra a far parte stabilmente del processo politico europeo. In questo caso si tratta della straordinaria capacità militare e politica dei normanni che si erano stanziati nel nord della Francia, dove avevano costituito il ducato di Normandia. In questo caso si tratta della straordinaria capacità militare e politica dei normanni che si erano stanziati nel nord della Francia, dove avevano costituito il ducato di Normandia. Dalla Normandia presero avvio due grandi avventure di conquista: Dalla Normandia presero avvio due grandi avventure di conquista: –LItalia meridionale –La Gran Bretagna

3 Tutto ha inizio da un gruppo di pellegrini 1016 un gruppo di normanni, in pellegrinaggio al santuario di S. Michele sul monte Gargano, viene convinto da Melo di Bari a coinvolgersi nella sua rivolta antibizantina 1016 un gruppo di normanni, in pellegrinaggio al santuario di S. Michele sul monte Gargano, viene convinto da Melo di Bari a coinvolgersi nella sua rivolta antibizantina 1032 Rainulfo Drengot, che aveva partecipato alle lotte tra Napoli e il principato di Benevento, viene insignito della contea di Aversa 1032 Rainulfo Drengot, che aveva partecipato alle lotte tra Napoli e il principato di Benevento, viene insignito della contea di Aversa

4 La famiglia dAltavilla Tra i normanni giunti in Italia per esercitare il mestiere delle armi, Guglielmo dAltavilla, detto Braccio di Ferro, e suo fratello Drogone, si misero al servizio dei bizantini, acquisendo la contea di Melfi (nel 1046 Drogone si proclamava conte di Puglia e di Calabria) Tra i normanni giunti in Italia per esercitare il mestiere delle armi, Guglielmo dAltavilla, detto Braccio di Ferro, e suo fratello Drogone, si misero al servizio dei bizantini, acquisendo la contea di Melfi (nel 1046 Drogone si proclamava conte di Puglia e di Calabria) Altri due fratelli della stessa famiglia, Roberto, detto il Guiscardo, e Ruggero, venenro in Italia imponendosi rapidamente. Altri due fratelli della stessa famiglia, Roberto, detto il Guiscardo, e Ruggero, venenro in Italia imponendosi rapidamente.

5 La reazione pontificia Nel 1053 il papa Leone IX, rispondendo allinvito di Benevento, che ne aveva riconosciuto la sovranità, si mise a capo di unalleanza anti normanna. Nel 1053 il papa Leone IX, rispondendo allinvito di Benevento, che ne aveva riconosciuto la sovranità, si mise a capo di unalleanza anti normanna. Il 17 giugno a Civitate sul Fortore Roberto il Guiscardo sconfigge lesercito papale, facendo prigioniero il papa Il 17 giugno a Civitate sul Fortore Roberto il Guiscardo sconfigge lesercito papale, facendo prigioniero il papa scelse, però, di trattare con devozione il pontefice, ottenendo di essere riconosciuto come duca di Puglia e di Calabria scelse, però, di trattare con devozione il pontefice, ottenendo di essere riconosciuto come duca di Puglia e di Calabria Nel 1059 il successore di Leone IX, Niccolò II sancirà solennemente questalleanza con laccordo di Melfi. Nel 1059 il successore di Leone IX, Niccolò II sancirà solennemente questalleanza con laccordo di Melfi.

6 Si completa la conquista Nel 1060 il Guiscardo conquista Reggio Calabria Nel 1060 il Guiscardo conquista Reggio Calabria Nel 1061 Ruggero inizia la conquista della Sicilia (che sarà completata 30 anni dopo) Nel 1061 Ruggero inizia la conquista della Sicilia (che sarà completata 30 anni dopo) Nel 1076 il Guiscardo conquista Amalfi Nel 1076 il Guiscardo conquista Amalfi Nel 1076 si completa la conquista del principato di Salerno: il Guiscardo sposa la principessa longobarda Sichelgaita Nel 1076 si completa la conquista del principato di Salerno: il Guiscardo sposa la principessa longobarda Sichelgaita

7 LItalia meridionale non basta più Negli stessi anni, approfittando delle difficoltà della corte di Bisanzio, il Guiscardo concepisce il progetto di impadronirsi dellImpero di Costantinopoli e, a questo scopo, sbarca a Durazzo. Negli stessi anni, approfittando delle difficoltà della corte di Bisanzio, il Guiscardo concepisce il progetto di impadronirsi dellImpero di Costantinopoli e, a questo scopo, sbarca a Durazzo. Il nuovo imperatore, Alessio Commeno, riesce a sbarrargli il cammino, mentre, con laiuto di Venezia, gli impedisce i rifornimenti attraverso lAdriatico Il nuovo imperatore, Alessio Commeno, riesce a sbarrargli il cammino, mentre, con laiuto di Venezia, gli impedisce i rifornimenti attraverso lAdriatico 1082: Venezia riceve la Bolla doro con la quale venivano riconosciuti importanti privilegi al suo commercio a Bisanzio 1082: Venezia riceve la Bolla doro con la quale venivano riconosciuti importanti privilegi al suo commercio a Bisanzio 1084 il Guiscardo è richiamato in Italia da Gregorio VII, che è prigioniero in Castel SantAngelo 1084 il Guiscardo è richiamato in Italia da Gregorio VII, che è prigioniero in Castel SantAngelo

8 I successori del Guiscardo Nel 1085 il Guiscardo muore Nel 1085 il Guiscardo muore Il figlio di primo letto Boemondo (che guidava la spedizione verso Bisanzio) rientra in Italia. Il figlio di primo letto Boemondo (che guidava la spedizione verso Bisanzio) rientra in Italia. Lerede designato, il secondo figlio Ruggero Borsa, riesce con difficoltà a imporsi sugli irrequieti signori normanni Lerede designato, il secondo figlio Ruggero Borsa, riesce con difficoltà a imporsi sugli irrequieti signori normanni Nel 1096 Boemondo e altri signori partono per la crociata Nel 1096 Boemondo e altri signori partono per la crociata Nel 1111 Ruggero Borsa muore, gli succede il figlio Guglielmo Nel 1111 Ruggero Borsa muore, gli succede il figlio Guglielmo Nel 1127 muore Guglielmo: lItalia meridionale peninsulare passa al conte di Sicilia Ruggero II Nel 1127 muore Guglielmo: lItalia meridionale peninsulare passa al conte di Sicilia Ruggero II

9 Intanto in Sicilia Ruggero, chiamato il gran Conte, completa la conquista nel 1091 Ruggero, chiamato il gran Conte, completa la conquista nel 1091 Costruisce uno stato multietnico, in cui il potere politico e militare era in mano ai normanni, ma lamministrazione, la cultura e la vita artistica vedevano una buona partecipazione di tutti i sudditi (compresi gli arabi) Costruisce uno stato multietnico, in cui il potere politico e militare era in mano ai normanni, ma lamministrazione, la cultura e la vita artistica vedevano una buona partecipazione di tutti i sudditi (compresi gli arabi) Nel 1101 gli succede il figlio Ruggero II Nel 1101 gli succede il figlio Ruggero II

10 Coronazione di Ruggero II Dopo aver acquisito anche i territori continentali, Ruggero II è per la prima volta, signore di tutta lItalia meridionale, ma ha bisogno di una legittimazione, che non può venire che dal papa, cui già il Guiscardo aveva riconosciuto lalta sovranità. Dopo aver acquisito anche i territori continentali, Ruggero II è per la prima volta, signore di tutta lItalia meridionale, ma ha bisogno di una legittimazione, che non può venire che dal papa, cui già il Guiscardo aveva riconosciuto lalta sovranità. Loccasione si presenta nel 1130: nello scisma che contrappone Innocenzo II a Anacleto II, Ruggero si schiera per questultimo, che lo fa coronare solennemente a Palermo re di Sicilia Loccasione si presenta nel 1130: nello scisma che contrappone Innocenzo II a Anacleto II, Ruggero si schiera per questultimo, che lo fa coronare solennemente a Palermo re di Sicilia Quando poi lo scisma si risolve e resta come unico papa Innocenzo II, questi riconosce il passo compiuto dal suo avversario. E nato il Regno di Sicilia. Quando poi lo scisma si risolve e resta come unico papa Innocenzo II, questi riconosce il passo compiuto dal suo avversario. E nato il Regno di Sicilia.

11 LInghilterra Quasi contemporaneamente alla conquista dellItalia meridionale, i normanni procedettero alla conquista dellInghilterra. Quasi contemporaneamente alla conquista dellItalia meridionale, i normanni procedettero alla conquista dellInghilterra. Limpresa fu militarmente assai più impegnativa. Limpresa fu militarmente assai più impegnativa. Nel 1066 il duca di Normandia, Guglielmo (detto poi il Conquistatore), che era stato designato erede al trono dal re Edoardo III il Confessore, sbarca in Inghilterra per contrapporsi allusurpatore Aroldo di Kent Nel 1066 il duca di Normandia, Guglielmo (detto poi il Conquistatore), che era stato designato erede al trono dal re Edoardo III il Confessore, sbarca in Inghilterra per contrapporsi allusurpatore Aroldo di Kent Il 29 settembre 1066 nella battaglia di Hastings, i normanni ebbero la meglio Il 29 settembre 1066 nella battaglia di Hastings, i normanni ebbero la meglio Il giorno di Natale dello stesso anno, Guglielmo era coronato re a Westminster Il giorno di Natale dello stesso anno, Guglielmo era coronato re a Westminster

12 Le caratteristiche del regno dInghilterra Guglielmo confiscò i feudi ai fedeli del sovrano sconfitto, sostituendoli con signori normanni (ma distribuendo piccoli feudi dispersi nel regno) Guglielmo confiscò i feudi ai fedeli del sovrano sconfitto, sostituendoli con signori normanni (ma distribuendo piccoli feudi dispersi nel regno) Tutti gli obblighi e gli impegni vennero registrati nel Domesday Book (1086) Tutti gli obblighi e gli impegni vennero registrati nel Domesday Book (1086) Si crea lorganizzazione degli sheriff Si crea lorganizzazione degli sheriff

13 Alla morte di Guglielmo Nel 1087, alla morte di Guglielmo il conquistatore, contrariamente alle sue intenzioni, il ducato di Normandia e il regno di Inghilterra passarono nelle mani dellunico figlio superstite, Guglielmo II il Rosso (che era quindi, in quanto duca, fedele del re di Francia) Nel 1087, alla morte di Guglielmo il conquistatore, contrariamente alle sue intenzioni, il ducato di Normandia e il regno di Inghilterra passarono nelle mani dellunico figlio superstite, Guglielmo II il Rosso (che era quindi, in quanto duca, fedele del re di Francia) Dopo di lui governò Enrico I, il quale, prima di morire senza eredi maschi, designò alla successione la figlia Matilde (1127), che sposò Goffredo Plantageneto, conte dAngiò Dopo di lui governò Enrico I, il quale, prima di morire senza eredi maschi, designò alla successione la figlia Matilde (1127), che sposò Goffredo Plantageneto, conte dAngiò Il figlio di Matilde, Enrico II, fu il più grande re dellInghilterra medievale, iniziatore della dinastia dei Plantageneti. Il figlio di Matilde, Enrico II, fu il più grande re dellInghilterra medievale, iniziatore della dinastia dei Plantageneti.


Scaricare ppt "I normanni Lez. 6 b I normanni Noi e gli altri [Roma e il mondo] appunti di storia medievale (IV-XV secolo) Prof. Marco Bartoli."

Presentazioni simili


Annunci Google