La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CME TOSCANA AGENTI INCENDIARI T. Col. me PALMUCCI Giuseppe COMANDO MILITARE ESERCITO TOSCANA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CME TOSCANA AGENTI INCENDIARI T. Col. me PALMUCCI Giuseppe COMANDO MILITARE ESERCITO TOSCANA."— Transcript della presentazione:

1 CME TOSCANA AGENTI INCENDIARI T. Col. me PALMUCCI Giuseppe COMANDO MILITARE ESERCITO TOSCANA

2 CME TOSCANA AGENTI INCENDIARI Gli agenti incendiari sono sostanze che bruciano attraverso un processo di ossidazione con produzione di una potente reazione esotermica

3 CME TOSCANA Tecnologia della combustione in ambito militare Gli agenti incendiari differiscono da quelli esplosivi poiché la combustione viene mantenuta per un periodo di tempo più lungo (minuti) al fine di incrementare lignizione secondaria di sostanze infiammabili Gli agenti incendiari differiscono da quelli esplosivi poiché la combustione viene mantenuta per un periodo di tempo più lungo (minuti) al fine di incrementare lignizione secondaria di sostanze infiammabili

4 CME TOSCANA Tecnologia della combustione in ambito militare Irraggiamento Irraggiamento Conduzione Conduzione Convezione (forma predominante di propagazione del calore nelle armi incendiarie) Convezione (forma predominante di propagazione del calore nelle armi incendiarie) Le forme classiche di propagazione del calore sono:

5 CME TOSCANA Agenti incendiari Metalli Magnesio, Alluminio Agenti pirotecnici Termite, (Ophorite, Thermate) Agenti oleosi Napalm, Napalm B Metalli e Agenti oleosi Gelpirogeni, (Goop, PT1, PTV) Agenti pirofori Fosforo bianco, Zirconio, Tea Sost. Incendiarie Acqua-resistenti Sodio, potassio

6 CME TOSCANA Riferimenti Legislativi Art. 49 della Conferenza sul disarmo delle Nazioni Unite … prohibition of the use of incendiary weapons … Art. 49 della Conferenza sul disarmo delle Nazioni Unite … prohibition of the use of incendiary weapons …

7 CME TOSCANA ARMI INCENDIARIE Contenitore o involucro Contenitore o involucro Un agente incendiario Un agente incendiario Una carica esplosiva o uno spray di aria compressa Una carica esplosiva o uno spray di aria compressa Un ignitore Un ignitore Essenzialmente sono costituite da:

8 CME TOSCANA Categorie di armi incendiarie Armi incendiarie di fortuna (molotov cocktail; booby traps) Armi incendiarie di fortuna (molotov cocktail; booby traps) Granate e mine incendiarie Granate e mine incendiarie Lanciafiamme Lanciafiamme Razzi incendiari Razzi incendiari Bombe incendiarie Bombe incendiarie Bombe al Napalm Bombe al Napalm

9 CME TOSCANA FREQUENZA USTIONI IN GUERRA 1 G.M. 1 % 2 G.M. 1,5 % VIETNAM (VPS) % VIETNAM (USA) % ISRAEL % ISRAEL % FALKLANDS %

10 CME TOSCANA CAUSE DI USTIONI IN GUERRA INCIDENTI 51,2 % COMBATTIMENTO 43,2 % SCONOSCIUTE 5,6 %

11 CME TOSCANA CAUSE DI USTIONI IN COMBATTIMENTO PROIETTILI DI ARTIGLIERIA 30,9 % MINE ANTICARRO 30,1 % ABBATTIMENTO DI ELICOTTERI 22,6 % NAPALM- FOSFORO 11,6 % BOOBY TRAPS 4,8 % Vietnam, Allen 1970

12 CME TOSCANA MORTALITA E SUPERFICE CORPOREA INTERESSATA % SUP. CORP. % Pz MORTALITA2065, ,511, ,672, ,386,5 802,1100 Vietnam, Allen 1970

13 CME TOSCANA Napalm Rappresenta una delle armi incendiarie più utilizzate Rappresenta una delle armi incendiarie più utilizzate Viene considerata unarma tutto o nulla Viene considerata unarma tutto o nulla Originariamente era costituito dallacido naftenico e palmitico in una soluzione di petrolio al 3 – 4 % Originariamente era costituito dallacido naftenico e palmitico in una soluzione di petrolio al 3 – 4 %

14 CME TOSCANA Napalm Attualmente i sali di alluminio naftenico e palmitico sono stati rimpiazzati da un polimero di sintesi (polistirolo) mentre il petrolio da una miscela di benzene e kerosene o altri distillati (xilene o toluene)

15 CME TOSCANA Napalm B o Incendiarjell Polistirolo 50% Polistirolo 50% Benzene 25% Benzene 25% Benzina 25% Benzina 25% Non è un gel ma un liquido viscoso costituito da: Non è un gel ma un liquido viscoso costituito da:

16 CME TOSCANA Napalm B o Incendiarjell Lanciafiamme Lanciafiamme Bombe Bombe Cassette tattiche Cassette tattiche Viene usato in: Viene usato in:

17 CME TOSCANA Lesioni da Napalm B La palla di fuoco prodotta da questo agente incendiario può coprire unarea di almeno mq La palla di fuoco prodotta da questo agente incendiario può coprire unarea di almeno mq Raggiungere una temperatura al di sopra degli 800 – 1200 C° Raggiungere una temperatura al di sopra degli 800 – 1200 C° Colpo di calore: Colpo di calore:

18 CME TOSCANA Lesioni da Napalm B Sono dovute allinalazione di vapori, fumi e materiale particolato che provengono dalla ignizione primaria e secondaria Sono dovute allinalazione di vapori, fumi e materiale particolato che provengono dalla ignizione primaria e secondaria Sono responsabili di danno anatomico a differenti livelli delle vie aree e danno sistemico per assorbimento di sostanze xenobiotiche Sono responsabili di danno anatomico a differenti livelli delle vie aree e danno sistemico per assorbimento di sostanze xenobiotiche Lesioni da inalazione: Lesioni da inalazione:

19 CME TOSCANA Lesioni da Napalm B Il Napalm brucia così rapidamente che lassenza di ossigeno disponibile favorisce la combustione incompleta con liberazione di notevoli quantità di CO Il Napalm brucia così rapidamente che lassenza di ossigeno disponibile favorisce la combustione incompleta con liberazione di notevoli quantità di CO Avvelenamento da CO: Avvelenamento da CO: ISPETTORATO RFC DELLESERCITO

20 CME TOSCANA Lesioni da Napalm B È dovuta alle notevoli quantità di O 2 consumate durante la combustione È dovuta alle notevoli quantità di O 2 consumate durante la combustione Ipossiemia Ipossiemia ISPETTORATO RFC DELLESERCITO

21 CME TOSCANA Lesioni da Napalm B Dipende dalla % di superficie corporea interessata Dipende dalla % di superficie corporea interessata E aggravato dallo stress psico-fisico, dalle lesioni da inalazione e dagli effetti tossici del CO, del Benzene ed altre sostanze assorbite. E aggravato dallo stress psico-fisico, dalle lesioni da inalazione e dagli effetti tossici del CO, del Benzene ed altre sostanze assorbite. Shock da ustione Shock da ustione

22 CME TOSCANA Lesioni da Napalm B La soluzione viscosa di Napalm a contatto con la cute brucia per minuti a temperature intorno agli 800° C La soluzione viscosa di Napalm a contatto con la cute brucia per minuti a temperature intorno agli 800° C Le ustioni sono tipicamente estese e profonde con spiccata tendenza alla formazione di cheloidi Le ustioni sono tipicamente estese e profonde con spiccata tendenza alla formazione di cheloidi La loro gravità è in rapporto al grado di addestramento e di protezione dei colpiti La loro gravità è in rapporto al grado di addestramento e di protezione dei colpiti Ustioni cutanee e loro complicanze Ustioni cutanee e loro complicanze

23 CME TOSCANA Fosforo Bianco o Giallo È un incendiario piroforico, cioè brucia spontaneamente quando esposto allaria È un incendiario piroforico, cioè brucia spontaneamente quando esposto allaria Non si trova libero in natura ma viene estratto dal Fosforo tricalcico dellapatite Non si trova libero in natura ma viene estratto dal Fosforo tricalcico dellapatite

24 CME TOSCANA Fosforo Bianco o Giallo Negli ordigni militari si trova sotto forma plasticizzata Negli ordigni militari si trova sotto forma plasticizzata Viene utilizzato come tracciante, fumogeno, agente incendiario oppure come arma anti- uomo o antigruppo Viene utilizzato come tracciante, fumogeno, agente incendiario oppure come arma anti- uomo o antigruppo

25 CME TOSCANA Fisiopatologia In presenza di ossigeno brucia spontanemamente liberando vapori di PO 2 In presenza di ossigeno brucia spontanemamente liberando vapori di PO 2 Il PO 2 si combina con lacqua dei tessuti per formare Ac. Fosforico secondo la formula: Il PO 2 si combina con lacqua dei tessuti per formare Ac. Fosforico secondo la formula: P H 2 O = 2 H 3 PO 4

26 CME TOSCANA Fosforo Bianco o Giallo Il fosforo continua la sua azione caustica fino alla completa ossidazione a meno che non venga neutralizzato o diluito con acqua Il fosforo continua la sua azione caustica fino alla completa ossidazione a meno che non venga neutralizzato o diluito con acqua

27 CME TOSCANA Ustioni-causticazioni di secondo e terzo grado Ustioni-causticazioni di secondo e terzo grado Sono in genere multiple Sono in genere multiple Di colore giallastro Di colore giallastro Con tipico odore agliaceo Con tipico odore agliaceo Fosforo Bianco o Giallo Lesioni localizzate Lesioni localizzate

28 CME TOSCANA Fosforo Bianco o Giallo Lesioni epatiche (necrosi) Lesioni epatiche (necrosi) blocco delle lipoproteine e dei trigliceridi blocco delle lipoproteine e dei trigliceridi Lesioni cardiache (aritmie) Lesioni cardiache (aritmie) ipocalcemia e iperpotassiemia ipocalcemia e iperpotassiemia Lesioni renali (IRA) Lesioni renali (IRA) iperfosfaturia e ipoperfusione iperfosfaturia e ipoperfusione Tossicità sistemica Tossicità sistemica

29 CME TOSCANA Fosforo Bianco o Giallo 1 – 1,5 mg/Kg Dose letale Una ustione del 15% della superficie corporea in un uomo di 70 Kg, può favorire un assorbimento del 1,5 – 5 mg/Kg

30 CME TOSCANA Fosforo Bianco o Giallo Solfato di rame al 5% È un inibitore competitivo Solfato di rame al 5% È un inibitore competitivo della 6-fosfato deidrogenasi della 6-fosfato deidrogenasi Antidoto Antidoto

31 CME TOSCANA Fosforo Bianco o Giallo Emolisi intravascolare massiva Emolisi intravascolare massiva Emoglobinemia Emoglobinemia Emoglobinuria Emoglobinuria IRA IRA Danno epatico Danno epatico Tossicità Antidotale Tossicità Antidotale

32 CME TOSCANA Fosforo Bianco o Giallo Solfato di rame al 3% Solfato di rame al 3% Bicarbonato di sodio al 5% Bicarbonato di sodio al 5% Idrossi-etil-cellulosa 1% Idrossi-etil-cellulosa 1% Solfato di laurile 1% Solfato di laurile 1% Soluzione neutralizzante di Ben Hur Soluzione neutralizzante di Ben Hur


Scaricare ppt "CME TOSCANA AGENTI INCENDIARI T. Col. me PALMUCCI Giuseppe COMANDO MILITARE ESERCITO TOSCANA."

Presentazioni simili


Annunci Google