La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

completa eliminazione dei microrganismi contaminanti sterilizzazione Endospore Virus Miceti Batteri.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "completa eliminazione dei microrganismi contaminanti sterilizzazione Endospore Virus Miceti Batteri."— Transcript della presentazione:

1

2 completa eliminazione dei microrganismi contaminanti sterilizzazione Endospore Virus Miceti Batteri

3 LA STERILIZZAZIONE PREVEDE UN TRATTAMENTO CHE PROVOCA LA COMPLETA DISTRUZIONE DI TUTTI GLI ORGANISMI E POICHÉ LE ENDOSPORE SONO LE FORME MAGGIORMENTE RESISTENTI E SONO PRATICAMENTE UBIQUITARIE, LE PROCEDURE DI STERILIZZAZIONE VENGONO OPPORTUNAMENTE PROGRAMMATE PER LA LORO ELIMINAZIONE

4 calore filtrazione radiazioni agenti chimici come si ottiene?

5 È L'AGENTE STERILIZZANTE PIÙ EFFICACE E PIÙ UTILIZZATO QUANDO LA TEMPERATURA SUPERA LA TEMPERATURA MASSIMA CHE CONSENTE LA CRESCITA CELLULARE INIZIANO A MANIFESTARSI FENOMENI DI LETALITÀ IL CALORE

6 Il tempo necessario per una sterilizzazione sarà più lungo se si opera a bassa temperatura piuttosto che a temperatura più alta E` NECESSARIO DETERMINARE IL TEMPO E LA TEMPERATURA DI TRATTAMENTO PER OTTENERE UNA STERILIZZAZIONE EFFICACE Il numero di cellule che muoiono aumenta progressivamente in funzione del tempo di esposizione

7 STERILIZZAZIONE MEDIANTE CALORE SECCO Incenerimento: (sulla fiamma o in bruciatori) strumenti di laboratorio metallici (anse, aghi) distruzione di tessuti, materiale cartaceo Calore secco (stufa): 160°C/2ore or 170°C/1ora vetreria, metallo, e oggetti che non fondono (aghi, anse, ecc..) CALORE UMIDO Autoclave (vapore sotto pressione): 121°C per 15 minuti si utilizza per sterilizzare quasi ogni cosa, tranne le sostanze termolabili che verranno denaturate o distrutte Bollitura intermittente (bagnomaria): 100°C per 30 minuti per 3 volte, portando agni volta la temperatura del bagnomaria alla temperatura ambiente soluzioni e sostanze termolabili

8 calore umido (autoclave) vettore = vapore acqueo elevato potere di penetrazione calore secco (stufa) vettore = aria basso potere di penetrazione ANCHE IL VETTORE USATO PER LA DIFFUSIONE DEL CALORE È IMPORTANTE

9 T (°C)P (atm) Tempo (min.) 112+0, Tempi di sterilizzazione a diverse T in autoclave T (°C) Tempo (min.) Tempi di sterilizzazione a diverse T in stufa a secco

10 batteri 0, m virus 10 nmcellulosa Millipore (diametro = 0,22 micron) I virus per le loro piccole dimensioni passano attraverso i filtri sterilizzanti. FILTRAZIONE può essere utilizzata per sterilizzare soluzioni contenenti sostanze termolabili Le MEMBRANE FILTRANTI sono costituite da dischetti molto resistenti di acetato di cellulosa o nitrato di cellulosa e sono costruiti in modo tale da creare nello spessore del filtro molti pori di piccolissime dimensioni attraverso il quale viene fatta passare la soluzione da sterilizzare

11 RADIAZIONI UV (Lampade germicide) efficacia = ottima ma limitata alle superfici esposte (radiazioni non penetranti) impieghi = superfici (laboratori, sale operatorie) radiazioni ionizzanti (raggi gamma da 60 Co) efficacia = ottima (radiazioni penetranti) ma costo elevato impieghi = strumentario in plastica (siringhe, cateteri, piastre, pipette) Microonde efficacia = limitata alle superfici esposte impieghi = piccolissimi oggetti DISTRUGGONO O ALTERANO GLI ACIDI NUCLEICI

12 OSSIDO DI ETILENE molto attivo contro microrganismi e spore Meccanismo d'azione: alterazione dei gruppi attivi, COOH, NH 2, SH 2, OH, con blocco delle attività enzimatiche efficacia = ottima (notevole capacità di penetrazione). impieghi = strumenti medici o chirurgici che non sopportano esposizione ad elevate temperature FORMALDEIDE GLUTARALDEIDE AGENTI CHIMICI UCCIDONO OGNI FORMA DI VITA ALTAMENTE TOSSICI

13 INIBIZIONE O INATTIVAZIONE DELLE FORME MICROBICHE PRESENTI SULLA CUTE O IN ALTRI TESSUTI VIVENTI ANTISEPSI

14 DISTRUZIONE DI MICRORGANISMI ALLO STATO VEGETATIVO PRESENTI NELLAMBIENTE DISINFEZIONE

15 come si ottiene? calore a temperature più basse e per tempi inferiori rispetto a quelli necessari per la sterilizzazione agenti chimici acqua ossigenata alogeni: cloro, iodio alcoli: etilico, isopropilico aldeidi: formica, glutarica fenoli saponi detergenti sintetici clorexidina

16 Tempo Temperatura Concentrazione Presenza di sostanze organiche Natura del microrganismo FATTORI CHE INFLUENZANO LA DISINFEZIONE

17 AMBIENTE/MATERIALE Temperatura (20-37°C) pH del mezzo in cui deve agire il disinfettante Natura del materiale Presenza di materiale organico (sangue, pus) Inattivazione principio attivo Rivestimento superficie batterica Adsorbimento (eliminazione) del principio attivo DISINFETTANTE Concentrazione del principio attivo Tempo di applicazione MICRORGANISMO Tipologia Carica microbica FATTORI CRITICI PER LA DISINFEZIONE

18 Esteso spettro di azione (sporicida, tubercolicida, viricida) Rapidità dellazione disinfettante (basso tempo minimo di applicazione): 1-10 minuti Non irritante per occhi, mucose, cute Assenza di residui tossici No colorazioni Non corrosivo Stabilità per diluizioni e tempi consigliati (anche in presenza di materiale organico) Buona capacità di penetrazione e detersione Costo ragionevole (economicità) CARATTERISTICHE DI UN BUON DISINFETTANTE


Scaricare ppt "completa eliminazione dei microrganismi contaminanti sterilizzazione Endospore Virus Miceti Batteri."

Presentazioni simili


Annunci Google