La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Cotta-Verzichelli, Il sistema politico italiano, Il Mulino, 2011 Capitolo IX. Le istituzioni dello stato di diritto. Poteri neutrali e conflitto con la.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Cotta-Verzichelli, Il sistema politico italiano, Il Mulino, 2011 Capitolo IX. Le istituzioni dello stato di diritto. Poteri neutrali e conflitto con la."— Transcript della presentazione:

1 Cotta-Verzichelli, Il sistema politico italiano, Il Mulino, 2011 Capitolo IX. Le istituzioni dello stato di diritto. Poteri neutrali e conflitto con la politica Le istituzioni dello stato di diritto. Poteri neutrali e conflitto con la politica 1

2 Cotta-Verzichelli, Il sistema politico italiano, Il Mulino, 2011 Capitolo IX. Le istituzioni dello stato di diritto. Poteri neutrali e conflitto con la politica Presentare le principali istituzioni del sistema giurisdizionale italiano Descrivere le loro articolazioni interne Ripercorrere la loro evoluzione nel corso degli anni Illustrare il rapporto tra le varie istituzioni giurisdizionali e il potere politico Obiettivi del capitolo 2

3 Cotta-Verzichelli, Il sistema politico italiano, Il Mulino, 2011 Capitolo IX. Le istituzioni dello stato di diritto. Poteri neutrali e conflitto con la politica Politica e magistratura prima del 1948 Nello stato liberale la magistratura, specialmente i pubblici ministeri, era dipendente dall'esecutivo Prima dell'avvento del fascismo inizia il processo di professionalizzazione dei magistrati e aumenta l'indipendenza (nasce il Csm) Il regime fascista interrompe questo processo e cerca di fascistizzare la magistratura, pur non riuscendoci fino in fondo (per la repressione politica viene creato un tribunale speciale) 3

4 Cotta-Verzichelli, Il sistema politico italiano, Il Mulino, 2011 Capitolo IX. Le istituzioni dello stato di diritto. Poteri neutrali e conflitto con la politica La carta dei diritti nella costituzione del 1948 Lo Statuto Albertino non dava grande rilievo ai diritti individuali La costituzione repubblicana è rigida: la maggioranza semplice non è sufficiente a cambiarla. I suoi contenuti hanno quindi una dignità maggiore rispetto alla legge ordinaria I diritti civili, politici ed economici sono enunciati nella prima parte della costituzione Prevista una Corte costituzionale Assicurata l'indipendenza del potere giudiziario I principi e gli equilibri della costituzione sono teorici Emergono problemi di interpretazione dei dettami e di implementazione delle norme Corte costituzionale e Consiglio Superiore della Magistratura applicati solo negli anni 50 Progressiva propensione della magistratura ad applicare i diritti sanciti dalla carta senza tenere conto dei punti di vista delle elite politiche e economiche 4

5 Cotta-Verzichelli, Il sistema politico italiano, Il Mulino, 2011 Capitolo IX. Le istituzioni dello stato di diritto. Poteri neutrali e conflitto con la politica La Corte costituzionale: composizione e poteri La Corte è composta da 15 membri: 5 nominati dal capo dello stato, 5 dal parlamento e 5 magistrati di grado elevato. Il mandato dei giudici costituzionali è di 9 anni La Corte costituzionale ha i seguenti poteri – giudizio di costituzionalità sulle leggi – giudizio in caso di conflitto tra poteri dello stato – giudice in caso di messa in stato d'accusa del capo dello stato – decide l'ammissibilità dei referendum 5

6 Cotta-Verzichelli, Il sistema politico italiano, Il Mulino, 2011 Capitolo IX. Le istituzioni dello stato di diritto. Poteri neutrali e conflitto con la politica La Corte costituzionale viene istituita solo nel 1956 Il clima politico dellepoca era segnato da una dura contrapposizione con la sinistra. La Dc non riteneva più che la Corte fosse una priorità Una volta entrata in funzione, la Corte costituzionale ha costantemente aumentato la sua attività, soprattutto nel giudizio di costituzionalità delle leggi La Corte costituzionale: funzionalità 6

7 Cotta-Verzichelli, Il sistema politico italiano, Il Mulino, 2011 Capitolo IX. Le istituzioni dello stato di diritto. Poteri neutrali e conflitto con la politica Il sistema giudiziario nella costituzione Tre le importanti novità nellassetto repubblicano: – la pubblica accusa diventa parte dell'ordine giudiziario – il potere giudiziario diventa autonomo dall'esecutivo – si crea un organo costituzionale al fine di garantire l'autonomia e l'autogoverno della magistratura: nasce il Consiglio Superiore della Magistratura (Csm) Confermati i tre corpi giudiziari separati: ordinario, amministrativo e contabile 7

8 Cotta-Verzichelli, Il sistema politico italiano, Il Mulino, 2011 Capitolo IX. Le istituzioni dello stato di diritto. Poteri neutrali e conflitto con la politica I principali uffici giudiziari La Corte di Cassazione è un giudice di legittimità, non di merito: non decide sulla sostanza di un caso, ma sulla correttezza della sentenza di un giudice di livello inferiore. 8

9 Cotta-Verzichelli, Il sistema politico italiano, Il Mulino, 2011 Capitolo IX. Le istituzioni dello stato di diritto. Poteri neutrali e conflitto con la politica Reclutamento e carriera dei magistrati Il reclutamento dei magistrati avviene tramite un concorso molto selettivo I meccanismi che regolano la struttura di carriera hanno subito alcune modifiche: – inizialmente i magistrati avanzavano tramite un sistema di esami e valutazioni interne – dalla fine degli anni '60 la progressione di carriera è legata solo all'anzianità Il Csm decide l'attribuzione delle posizioni in base a valutazioni comparative (ma orientate politicamente) 9

10 Cotta-Verzichelli, Il sistema politico italiano, Il Mulino, 2011 Capitolo IX. Le istituzioni dello stato di diritto. Poteri neutrali e conflitto con la politica Consiglio superiore della magistratura 10

11 Cotta-Verzichelli, Il sistema politico italiano, Il Mulino, 2011 Capitolo IX. Le istituzioni dello stato di diritto. Poteri neutrali e conflitto con la politica Csm: funzioni e sviluppo È stato creato per regolare e disciplinare il potere giudiziario Al ministro della Giustizia resta il potere di promuovere l'azione disciplinare Con lo sviluppo dell'Associazione nazionale magistrati (Anm), il Csm ha introdotto nei suoi lavori una logica politica Nell'Anm esistono movimenti di destra, sinistra e centro La riforma del sistema di elezione (2002) ha ridotto i membri togati e la natura proporzionale della rappresentanza delel fazioni dentro il CSM 11

12 Cotta-Verzichelli, Il sistema politico italiano, Il Mulino, 2011 Capitolo IX. Le istituzioni dello stato di diritto. Poteri neutrali e conflitto con la politica Il potere giudiziario e il conflitto politico Il fenomeno di Mani pulite (1992) rappresenta il più grande caso di conflitto tra potere giudiziario e politico Le inchieste dei magistrati non sono state l'unica causa che ha portato al crollo della Prima repubblica, ma sono servite da detonatore Dopo il 1992 i magistrati sono più volte entrati nel campo politico con prese di posizione pubbliche o direttamente I processi a carico di Silvio Berlusconi hanno scatenato una guerra giudiziaria, che è proseguita anche nel corso della XVI legislatura 12

13 Cotta-Verzichelli, Il sistema politico italiano, Il Mulino, 2011 Capitolo IX. Le istituzioni dello stato di diritto. Poteri neutrali e conflitto con la politica Le recenti riforme giudiziarie Riforma del centro-destra (l.150/2005) – Separazione della carriere per pubblici ministeri e giudici – Carriera regolata da valutazioni ed esami – Più poteri di sanzione al ministro della Giustizia Contro-riforma del centro-sinistra (l.111/2007) – Mitigazione della separazione delle carriere – Mitigazione dei poteri di sanzione del ministro di Giustizia Nuova proposta di riforma del centro-destra (disegno di l. cost. 2011) - Separazione delle carriere e riorganizzazione Csm: - Corte di disciplina per le sanzioni nei confronti dei giudici - Responsabilità civile dei magistrati - Inappellabilità delle sentenze di proscioglimento 13

14 Cotta-Verzichelli, Il sistema politico italiano, Il Mulino, 2011 Capitolo IX. Le istituzioni dello stato di diritto. Poteri neutrali e conflitto con la politica Alla ricerca di un equilibrio Elementi positivi emersi con la transizione – L'azione della magistratura ha protetto i diritti costituzionalmente garantiti – La Corte costituzionale gode di grande prestigio Elementi critici – I processi rimangono molto lunghi – La comunanza di carriere tra giudici e PM mette la difesa in situazione di debolezza – L'indipendenza dei PM li ha sottratti a ogni responsabilità – Persistente conflitto legato anche (ma non solo alla personalizzazione della politica) 14


Scaricare ppt "Cotta-Verzichelli, Il sistema politico italiano, Il Mulino, 2011 Capitolo IX. Le istituzioni dello stato di diritto. Poteri neutrali e conflitto con la."

Presentazioni simili


Annunci Google