La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RUOLO COMPLEMENTARE DELLANALISI PER FLUSSI: ANALISI FINANZIARIE DÀ CONTO DELLE VARIAZIONI INTERVENUTE NEGLI ELEMENTI DEL PATRIMONIO ANALIZZA LE CAUSE DELLE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RUOLO COMPLEMENTARE DELLANALISI PER FLUSSI: ANALISI FINANZIARIE DÀ CONTO DELLE VARIAZIONI INTERVENUTE NEGLI ELEMENTI DEL PATRIMONIO ANALIZZA LE CAUSE DELLE."— Transcript della presentazione:

1 RUOLO COMPLEMENTARE DELLANALISI PER FLUSSI: ANALISI FINANZIARIE DÀ CONTO DELLE VARIAZIONI INTERVENUTE NEGLI ELEMENTI DEL PATRIMONIO ANALIZZA LE CAUSE DELLE VARIAZIONI ANALISI PER INDICI: INFO SU FORMAZIONE DEL REDDITO E ASSETTO PATRIMONIALE- FINANZIARIO ANALISI PER FLUSSI: DA CONTO DEI CAMBIAMENTI AVVENUTI NELLESERCIZIO FOCUS SU FABBISOGNI DI FONDI E RELATIVA COPERTURA G.Riccio 1

2 ASPETTI REDDITUALI E FINANZIARI VARIAZIONI REDDITUALI CORRELATE A VARIAZIONI FINANZIARIE-ESERCIZIO E(x-1) RISCONTI (COSTI E RICAVI SOSPESI) RISCONTI (COSTI E RICAVI SOSPESI) CORRELATE A VARIAZIONI FINANZIARIE-ESERCIZIO E(x) REDDITO ESERCIZIO E(x) REDDITO ESERCIZIO E(x) RATEI (COSTI E RICAVI FUTURI) CORRELATE A VARIAZIONI FINANZIARIE-ESERCIZIO E(x+1) G.Riccio 2

3 CONTO ECONOMICO E STATO PATRIMONIALE A.CONTO ECONOMICO: FLUSSI REDDITUALI (VARIAZIONI DEL CAPITALE NETTO INTERVENUTE IN UN ESERCIZIO) CAPACITÀ DI GENERARE REDDITO, MA NON FORNISCE INFO SUI MOVIMENTI FINANZIARI B. IL CFR. FRA 2 S.P. FORNISCE LA VARIAZIONE DI OGNI ELEMENTO DEL PATRIMONIO FRA 2 ESERCIZI, PERO: B1) SI TRATTA DI VARIAZIONE GREZZA (PUO ESSERE IL SALDO DI MOVIMENTI DI SEGNO OPPOSTO) B2) NON SPIEGA LE CAUSE CHE LHANNO DETERMINATA IN SINTESI: C.E. E S.P NON FORNISCONO INFO SU ANDAMENTI FINANZIARI DELLA GESTIONE IN SINTESI: C.E. E S.P NON FORNISCONO INFO SU ANDAMENTI FINANZIARI DELLA GESTIONE G.Riccio 3

4 4 UN DOCUMENTO CHE SPIEGHI LE CAUSE CHE HANNO DETERMINATO I FLUSSI DI LIQUIDITÀ E LA CONSEGUENTE VARIAZIONE CHE DIA INFORMAZIONI 3- PER VALUTARE LE SCELTE DI FINANZIAMENTO 2- PER VALUTARE LA POLITICA DEGLI INVESTIMENTI 1- SULLA CAPACITÀ DELLA GESTIONE DI GENERARE RISORSE FINANZIARIE

5 G.Riccio 5 EQUILIBRIO GENERALE DELLAZIENDA EQUILIBRIO ECONOMICO EQUILIBRIO PATRIMONIALE EQUILIBRIO FINANZIARIO

6 G.Riccio 6 RENDICONTO FINANZIARIO 1.ILLUSTRA LA DINAMICA DEI FLUSSI FINANZIARI IN UN DETERMINATO ESERCIZIO: 1º ESPONE LA VARIAZIONE COMPLESSIVA DELLA RISORSA FINANZIARIA CONSIDERATA 2º COLLEGA LA VARIAZIONE ALLE OPERAZIONI AZIENDALI (CAUSE) CHE LE HANNO DETERMINATE

7 G.Riccio 7 QUALE RISORSA FINANZIARIA - CNN: CAPITALE CIRCOLANTE NETTO - LIQUIDITÀ: CASSA, DEPOSITI A VISTA, EQUIVALENTI

8 G.Riccio 8 SCHEMA OPERATIVO DELLE AZIENDE DI PRODUZIONE Mezzi monetari Finanziamenti a titolo di credito Finanziamenti a titolo di capitale proprio Investimenti in Fattori Produttivi Caratteristici Investimenti accessori Trasformazioni Interne Tecnico- Economiche Realizzi di Prodotti Residui di Fattori Produttivi

9 G.Riccio 9 STATO PATRIMONIALE A BLOCCHI LIQUIDITÀ IMMEDIATE LIQUIDITÀ DIFFERITE PASSIVITÀ CORRENTI RIMANENZE PASSIVITÀ CONSOLIDATE ATTIVITÀ IMMOBILIZZATE CAPITALE NETTO Capitale proprio Capitale di terzi MT MS

10 G.Riccio 10 FONTI DI CASSAIMPIEGHI DI CASSA GESTIONE CORRENTE VENDITA DI ATTIVITA IMMOBILIZZATE ACQUISIZIONE DI IMMOBILIZZAZIONI VENDITA DI ATTIVITA NON IMMOBILIZZATE ACQUISTO DI ATTIVITA NON IMMOBILIZZATE ACCENSIONE DI DEBITIPAGAMENTO DI DEBITI EMISSIONE DI AZIONIACQUISTO DI AZIONI PROPRIE RENDICONTO FINANZIARIO

11 G.Riccio 11 GESTIONE CORRENTE ACQUISTO-TRASFORMAZIONE-VENDITA INCASSI PAGAMENTI CLIENTIFORNITORI INTERESSI ATTIVIPERSONALE DIVIDENDITASSE ALTRI

12 G.Riccio 12 INVESTIMENTI E ALIENAZIONI INCASSI PAGAMENTI PER ALIENAZIONE DI TERRENI, FABBRICATI, IMPIANTI, MACCHINARI PER ACQUISTO DI TERRENI, FABBRICATI, IMPIANTI, MACCHINARI PER VENDITA DI PARTECIPAZIONIPER ACQUISTO DI PARTECIPAZIONI DI CREDITI FINANZIARI A L.T.PER PRESTITI FINANZIARI A L.T. ALTRI

13 G.Riccio 13 OPERAZIONI FINANZIARIE INCASSI PAGAMENTI CONTRAZIONE DI NUOVI PRESTITIRESTITUZIONE DI PRESTITI A L.T. NUOVI APPORTI DI CAPITALEPAGAMENTO DIVIDENDI VENDITA DI AZIONI PROPRIEACQUISTO DI AZIONI PROPRIE ALTRI

14 G.Riccio 14 QUALE INFORMAZIONE - ESEMPIO 1 LIQUIDITA GENERATA (ASSORBITA) DALLA GESTIONE CORRENTE LIQUIDITA GENERATA (ASSORBITA) DALLATTIVITA DI INVESTIMENTO (9.800) LIQUIDITA GENERATA (ASSORBITA) DALLATTIVITA FINANZIARIA (150) FLUSSO DI LIQUIDITA NEL PERIODO 50 LIQUIDITA INIZIALE400 LIQUIDITA FINALE450 IL FLUSSO DI CASSA DELLATTIVITA OPERATIVA E STATO UTILIZZATO PER FINANZIARE GLI INVESTIMENTI (SITUAZIONE STABILE) IL FLUSSO DI CASSA DELLATTIVITA OPERATIVA E STATO UTILIZZATO PER FINANZIARE GLI INVESTIMENTI (SITUAZIONE STABILE)

15 G.Riccio 15 QUALE INFORMAZIONE - ESEMPIO 2 LIQUIDITA GENERATA (ASSORBITA) DALLA GESTIONE CORRENTE LIQUIDITA GENERATA (ASSORBITA) DALLATTIVITA DI INVESTIMENTO (500) LIQUIDITA GENERATA (ASSORBITA) DALLATTIVITA FINANZIARIA (9.550) FLUSSO DI LIQUIDITA NEL PERIODO (50) LIQUIDITA INIZIALE300 LIQUIDITA FINALE250 IL FLUSSO DI CASSA DELLATTIVITA OPERATIVA E STATO ASSORBITO DALLATTIVITA FINANZIARIA (MIGLIORAMENTO DELLA POSIZIONE FINANZIARIA)

16 G.Riccio16 QUALE INFORMAZIONE - ESEMPIO 3 LIQUIDITA GENERATA (ASSORBITA) DALLA GESTIONE CORRENTE LIQUIDITA GENERATA (ASSORBITA) DALLATTIVITA DI INVESTIMENTO LIQUIDITA GENERATA (ASSORBITA) DALLATTIVITA FINANZIARIA (21.950) FLUSSO DI LIQUIDITA NEL PERIODO 50 LIQUIDITA INIZIALE300 LIQUIDITA FINALE250 IL FLUSSO DI CASSA DELLATTIVITA OPERATIVA E DEL DISINVESTIMENTO E UTILIZZATO PER RIMBORSARE I DEBITI (RIDUZIONE DEI DEBITI E DEGLI INVESTIMENTI) IL FLUSSO DI CASSA DELLATTIVITA OPERATIVA E DEL DISINVESTIMENTO E UTILIZZATO PER RIMBORSARE I DEBITI (RIDUZIONE DEI DEBITI E DEGLI INVESTIMENTI)

17 G.Riccio 17 QUALE INFORMAZIONE - ESEMPIO 4 LIQUIDITA GENERATA (ASSORBITA) DALLA GESTIONE CORRENTE (10.000) LIQUIDITA GENERATA (ASSORBITA) DALLATTIVITA DI INVESTIMENTO LIQUIDITA GENERATA (ASSORBITA) DALLATTIVITA FINANZIARIA FLUSSO DI LIQUIDITA NEL PERIODO 100 LIQUIDITA INIZIALE200 LIQUIDITA FINALE300 LATTIVITA OPERATIVA IN PERDITA VIENE FINANZIATA CON DISINVESTIMENTO E DEB ITO (POTENZIALE CRITICITÁ )

18 G.Riccio18 REDAZIONE DEL RENDICONTO 1.METODO DIRETTO: CODIFICA ENTRATE E USCITE DI CASSA IN BASE ALLA LORO CAUSALE AL MOMENTO DELLA LORO RILEVAZIONE 2. METODO INDIRETTO: IL RISULTATO DI ESERCIZIO VIENE RETTIFICATO PER PASSARE DALLA COMEPTENZA ECONOMICA ALLA COMPETENZA DI CASSA

19 G.Riccio19 Schema per la determinazione dei flussi di Cassa con il metodo indiretto-Sintetico GESTIONE REDDITUALE Risultato d'esercizio +COSTI NON MONETARI +Ammortamenti + Accantonamenti ai fondi di svalutazione dell'attivo fisso e/o dell'attivo corrente (es. acc.ti al f/do svalutazione crediti, al fondo svalutazione titoli, al fondo svalutazione magazzino) + Accantonamenti ai fondi rischi e ai fondi spese future classificati fra i debiti consolidati e/o i debiti correnti, al netto degli utilizzi effettuati nell'esercizio (es. acc.ti ai fondi TFR, al fondo manutenzioni, al fondo rischi di garanzia e collaudo, ecc.) +minusvalenze iscritte in bilancio su beni patrimoniali +minusvalenze realizzate su beni patrimoniali (partecipazioni, titoli, immobilizzazioni tecniche, ecc.) -RICAVI NON MONETARI -plusvalenze iscritte in bilancio su beni patrimoniali -plusvalenze realizzate su beni patrimoniali (partecipazioni, titoli, immobilizzazioni tecniche, ecc.) +'/'-' PIU' Riduzioni (MENO Aumenti) di crediti correnti (es. Crediti v/so clienti, Crediti diversi, anticipi a fornitori per il magazzino, Ratei e Risconti attivi, ecc.) +'/'-'PIU' Riduzioni (MENO Aumenti) di scorte di magazzino +'/'-' PIU' Aumenti (MENO Riduzioni) di debiti correnti (es. Debiti v/so fornitori, debiti diversi, anticipi da clienti, ratei e risconti passivi, debiti per imposte, ecc.)

20 G.Riccio20 AFlusso di Cassa generato (assorbito) dalla gestione reddituale GESTIONE CONSOLIDATA (Finanziaria e per investimenti) + Riduzioni di attività fisse (es. disinvestimento di beni patrimoniali, rimorsi di finanziamenti attivi, ecc.) - Aumenti di attività fisse (es. investimenti, anticipi a fornitori per beni strumentali, concessione di finanziamenti attivi, ecc.) + Aumenti di debiti consolidati (es. incasso di finanziamenti passivi, quali mutui, prestiti obbligazionari, finanziamenti dei soci, ecc.) - Riduzione di debiti consolidati (es. rimborso di finanziamenti passivi quali mutui, prestiti obbligazionari, finanziamenti dei soci, ecc.) + Aumenti di patrimonio (es: versamenti degli azionisti per sottoscrizione di azioni, per sovrapprezzo azioni, ecc.) - Riduzioni di patrimonio (es: pagamento di dividendi, rimborso di azioni, acquisto di azioni proprie, ecc.) B Flusso di Cassa generato (assorbito) dalla gestione consolidata (area finanziaria e area investimenti) CFLUSSO DI CASSA COMPLESSIVO Schema per la determinazione dei flussi di Cassa con il metodo indiretto-Sintetico

21 G.Riccio21 COMOCHI SPA - Rendiconto finanziario delle variazioni di liquidità - Sintetico FONTI DI LIQUIDITA' Liquidità generata dalla gestione reddituale Risultato d'esercizio SP COSTI NON MONETARI +Ammortamento immobilizz. Immateriali19.104CEInvestimenti +Ammortamento immobilzz. Materiali CEMateriali NI +Accantonamento al Fondo svalutazione crediti10.782CE-NI Finanziari (Crediti tra le immobilizz. Finanz.)15.810SP +Accantonamento ai Fondi TFR56.980NIFinanziari (Partecipazioni)1.000SP -Utilizzo Fondo TFR (TFR pagato) NIImmateriali34.572NI + Accantonamento F/di rischi e oneri (trattam.quiescenza)23.824NIAnticipi a fornitori per investimenti0 -Utilizzo Fondo Trattamento di quiescenza NI +Minusvalenze iscritte in bilancio su beni patrimoniali Riduzione finanziamenti passivi +Minusvalenze realizzate su beni patrimoniali Rate mutui pagate (quota capitale)82.533SP Estinzione di debiti vs/ altri finanziatori SP RICAVI NON MONETARI -Plusvalenze iscritte in bilancio su beni patrimoniali -Plusvalenze realizzate su beni patrimoniali Concessione finanziamenti attivi Crediti vs/ altri (nell'attivo circ.) SP

22 G.Riccio22 PIU' Diminuzione (meno aumento) crediti vs/ clienti SP-NI (Utilizzo F/do svalut. crediti) PIU' Diminuzione (meno aumento) crediti tributari SP PIU' Diminuzione (meno aumento) ratei e risconti attivi SP Diminuzione di capitale netto PIU' Diminuzione (meno aumento) rimanenze805SPPagamento dividendi0SP-NI PIU' Aumento (meno diminuzione) f/do imposte-9.161NI PIU' Aumento (meno diminuzione) debiti vs/ fornitori SP PIU' Aumento (meno diminuz.) deb tributari, previd.,altri SP FLUSSO DI CASSA DALLA GEST. REDDITUALE COMOCHI SPA - Rendiconto finanziario delle variazioni di liquidità - Sintetico

23 G.Riccio23 COMOCHI SPA - Rendiconto finanziario delle variazioni di liquidità - Sintetico Realizzo di investimenti Valore di vendita immobilizz. Materiali AZ Valore di vendita immobilizz. Immateriali Aumento di finanziamenti passivi Debiti a breve con banche SP-NI Aumenti di patrimonio Fondo contributi L.R. 19/96 Cooper.4.823SP-NI Totale Fonti di liquidità Totale Impieghi di liquidità Diminuzione di Cassa (come da S. P.)

24 G.Riccio24 COMOCHI SPA - Rendiconto finanziario delle variazioni di liquidità - Sintetico Risultato netto Rettifiche al reddito Ammortamenti Accantonamento F/do svalutazione crediti Accantonamento TFR TFR pagato Accantonamento ai F/di rischi e oneri Utilizzo F/do trattamento quiescenza Diminuzione crediti vs/ Clienti Aumento crediti tributari Aumento ratei e risconti attivi Diminuzione rimanenze805 Diminuzione F/do imposte Diminuzione debiti vs/ Fornitori Diminuzione deb. tributari, previdenziali, altri FLUSSO DI CASSA DELLA GEST. CORRENTE

25 G.Riccio25 COMOCHI SPA - Rendiconto finanziario delle variazioni di liquidità - Sintetico Acquisto di immobilizzazioni tecniche Ricavi da alienazione di immobilizzazioni tecniche Acquisizione di immobilizzazioni finanziarie Acquisizione di immobilizzazioni immateriali FLUSSO DI CASSA PER INVESTIMENTI Rate mutui pagate Estinzione di debiti vs/ altri finanziatori Concessione di finanziamenti attivi Aumento debiti a breve t. con banche Aumento di patrimonio netto4.823 FLUSSO DI CASSA DELLA GEST. FINANZ Diminuzione della Cassa ed equivalenti

26 G.Riccio26 LIQUIDITA GENERATA (ASSORBITA) DALLA GESTIONE CORRENTE LIQUIDITA GENERATA (ASSORBITA) DALLATTIVITA DI INVESTIMENTO LIQUIDITA GENERATA (ASSORBITA) DALLATTIVITA FINANZIARIA ( ) FLUSSO DI LIQUIDITA NEL PERIODO ( ) LIQUIDITA INIZIALE LIQUIDITA FINALE COMOCHI SPA - RENDICONTO DI CASSA

27 G.Riccio27 1.QUANTA LIQUIDITA HA PRODOTTO LA GESTIONE CORRENTE 2.LIMPRESA IMPIEGA LA LIQUIDITA IN ECCESSO PER LO SVILUPPO O PER MIGLIORARE LA POSIZIONE FINANZIARIA? 3.SE LIMPRESA STA INVESTENDO PER NUOVI PRODOTTI/NUOVE TECNOLOGIE 4.CON QUALI MEZZI FINANZIARI STA FINANZIANDO NUOVI INVESTIMENTI: CASH FLOW O FONTI ESTERNE? 5.TRA LE FONTI ESTERNE, PREVALE IL DEBITO O LEQUITY? 6.QUALI EFFETTI HANNO LE SCELTE SULLA STRUTTURA FINANZIARIA? 7.SE LIMPRESA STA RIMBORSANDO I DEBITI ATTRAVERSO IL DISINVESTIMENTO, QUALI PROBLEMI IN PROSPETTIVA IN TERMINI DI COMPETITIVITA/REDDITIVITA? QUALI INFO I FLUSSI DI CASSA ASSOCIATI ALLE VOCI DEL RENDICONTO DANNO LUMI:

28 G.Riccio28 RENDICONTO FINANZIARIO - COD. CIV.: NON PREVISTO ESPLICITAMENTE - PRINCIPIO CONTABILE N. 12: LO CONSIDERA PARTE INTEGRANTE DELLA RAPPRESENTAZIONE CHIARA, VERITIERA E CORRETTA (MA ESONERA LE AZIENDE MINORI) - IAS 1, PAR. 8: CASH FLOW STATEMENT DEVE PRESENTARE I FLUSSI FINANZIARI AVVENUTI NELLESERCIZIO CLASSIFICATI TRA ATTIVITA OPERATIVA, DI INVESTIMENTO E FINANZIARIA


Scaricare ppt "RUOLO COMPLEMENTARE DELLANALISI PER FLUSSI: ANALISI FINANZIARIE DÀ CONTO DELLE VARIAZIONI INTERVENUTE NEGLI ELEMENTI DEL PATRIMONIO ANALIZZA LE CAUSE DELLE."

Presentazioni simili


Annunci Google