La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di laurea in Scienze internazionali e diplomatiche corso di POLITICA ECONOMICA Prof. SAVERIA CAPELLARI Qualche elemento in più: Dinamica e stabilizzazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di laurea in Scienze internazionali e diplomatiche corso di POLITICA ECONOMICA Prof. SAVERIA CAPELLARI Qualche elemento in più: Dinamica e stabilizzazione."— Transcript della presentazione:

1 Corso di laurea in Scienze internazionali e diplomatiche corso di POLITICA ECONOMICA Prof. SAVERIA CAPELLARI Qualche elemento in più: Dinamica e stabilizzazione del debito pubblico Equivalenza ricardiana

2 Dinamica del debito Il debito va rapportato al Pil perché questultimo dà una misura delle capacità dello Stato di ripagarlo. Perciò il vincolo di bilancio dello Stato diventa: Se indichiamo : -(G-T) /PY, il disavanzo primario rapportato al PIL, con a -e B/PY, il rapporto debito PIL, con b, possiamo scrivere: (2)

3 Dinamica del debito Differenziando rispetto al tempo il termine B/PY, e chiamando y il tasso di crescita del reddito e, come di consueto, linflazione otteniamo e quindi sostituendo nella (2) riscrivendo

4 Dinamica del debito Poi ricordando ricordando lequazione di Fisher i =r+ E semplificando Lequazione dice che il rapporto debito /PIL, b, tende a crescere se a, il disavanzo primario (generato dalla politica fiscale del Governo) è positivo e se r è maggiore di y

5 La stabilizzazione del rapporto debito/pil La condizione per stabilizzare il debito - fare sì cioè che il debito non cresca ulteriormente si trova ponendo b =0 Si ottiene: -a è il saldo primario stabilizzante : il disavanzo primario (in rapporto al pil) che non fa crescere il debito

6 Stabilizzazione del debito y r condizione favorevole alla riduzione del rapporto debito/PIL: se da un certo punto in poi il governo attua una politica di bilancio in pareggio il debito alla lunga si azzera y r condizione sfavorevole alla riduzione del rapporto debito/PIL che tende anzi a crescere autonomamente. Perciò, per giungere ad una stabilizzazione del rapporto debito/PIL, bisogna generare un avanzo primario proporzionale allo stock di debito accumulato

7 Andamento del rapporto debito/pil in Italia Audizione Draghi in parlamento

8

9 Determinanti della variazione del rapporto debito/Pil

10 Una impostazione alternativa: lequivalenza ricardiana Ipotesi di base della teoria tradizionale: Una variazione delle imposte cambia il reddito disponibile e la spesa per consumi. Teoria ricardiana: Il reddito/ricchezza dei consumatori sta veramente crescendo?

11 Equivalenza ricardiana Di fonte ad una riduzione delle imposte finanziata con deficit La ricchezza e il reddito in valore scontato NON aumentano a fronte di un taglio delle imposte finanziato con debito perché il maggiore reddito odierno viene compensato da un minor reddito futuro (più imposte) Finanziare spesa pubblica con debito o imposte è equivalente.

12 Ipotesi di base dellER Lequivalenza ricardiana non funziona nei casi in cui: I consumatori sono MIOPI e non perfettamente razionali Esistono vincoli allindebitamento Il debito verrà ripagato dalle generazioni future e non esiste perfetto altruismo intergenerazionale.


Scaricare ppt "Corso di laurea in Scienze internazionali e diplomatiche corso di POLITICA ECONOMICA Prof. SAVERIA CAPELLARI Qualche elemento in più: Dinamica e stabilizzazione."

Presentazioni simili


Annunci Google