La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli Studi di Perugia Corso di Laurea in Fisioterapia IL TIROCINIO CLINICO NELLA FORMAZIONE DEL FISIOTERAPISTA Foligno 19 settembre 2008 LAPPRENDIMENTO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli Studi di Perugia Corso di Laurea in Fisioterapia IL TIROCINIO CLINICO NELLA FORMAZIONE DEL FISIOTERAPISTA Foligno 19 settembre 2008 LAPPRENDIMENTO."— Transcript della presentazione:

1 Università degli Studi di Perugia Corso di Laurea in Fisioterapia IL TIROCINIO CLINICO NELLA FORMAZIONE DEL FISIOTERAPISTA Foligno 19 settembre 2008 LAPPRENDIMENTO PER PROBLEMI: PROPOSTA DI PBL PER STUDENTI AL 3° ANNO DI CORSO GRUPPO DI STUDIO: Edizione n°2 del 6 e 7 giugno 2008 Relatore: A. Moretti

2 ASL 1 OSPEDALE GUALDO neurologica ortopedica Palestra Riabilitazione Collebrusco Bettelli ASL 2 DISTRETTO PONTE S. GIOVANNI neurologica Riabilitazione Territoriale neurologica Moretti Costantini DISTRETTO DI MAGIONE infanzia Servizio Riabilitazione Età Evolutiva Giommini DISTRETTO DI MARSCIANO infanzia Servizio Riabilitazione Età Evolutiva Maggi Boncini CORI PASSIGNANO neurologica ortopedica Degenza/DH Rasimelli Vaselli Migliorati Dondi Smacchi Nicodemo

3 ASL 3 OSPEDALE FOLIGNO pneumologica Servizio Riabilitazione Respiratoria Turchetti UORIN TREVI neurologica Degenza Gravi Cerebrolesioni Sagrestani Baronci Giorgetti Silvestri neurologicaDegenza Benedetti Puletti neurologica ortopedica D. H. Monesi Pergolesi OSPEDALE SPOLETO infanzia Servizio Riabilitazione Età Evolutiva Sgamma Scarabottini neurologica ortopedica Riabilitazione adulti Virgili Deli DISTRETTO FOLIGNO neurologica ortopedica Riabilitazione Territoriale Visani Nieri AZIENDA OSPEDALIERA TERNI OSPEDALE TERNI ortopedica Degenza ospedaliera Fabrizi cardiologica Degenza ospedaliera Massoli

4 AZIENDA OSPEDALIERA PERUGIA OSPEDALE MATER MISERICORDIAE ortopedica dipartimento ortopedia Falini Mollo pneumologica Servizio riabilitazione respiratoria Mantovani Menichetti cardiologica dipartimento cardiologia Petranizzi Bordighini oncologica Servizio riabilitazione oncologica Susta Mancini neurologicaUnità Spinale Bambagioni Gaburri Porzi Maso PROSPERIUS UMBERTIDE PROSPERIUS UMBERTIDE neurologica ortopedica Palestra Riabilitazione Valloni Raschi Capriani SAGISC Madonna degli Angeli ortopedica Ortopedia Salvatori Cupello

5 InsegnamentoModuliDocente Medicina specialistica e tecniche applicate E 1 MED/48 - Scienze fisioterapiche applicate alla medicina specialistica Mantovani Maria Elisa L'assistenza Riabilitativa in Area Critica E 2 MED/48 - Scienze fisioterapiche applicate all'Area Critica De Dominicis Pierangelo MED/50 - Scienze logopediche Moretti Rita Scienze della Prevenzione e Riabilitazione Viscerale F 1 MED/48 - Metodologie e tecniche della riabilitazione viscerale Saiu Maria Pia Scienze dei Servizi Sanitari e principi del Management Sanitario F 2 MED/48 – Principi del Management sanitario e metodologie della ricerca in fisioterapia Di Matteo Rocco Corso di Laurea in Fisioterapia PROGRAMMAZIONE DIDATTICA Ambito Scienze Fisioterapiche e logopediche

6 conoscere l'organizzazione della struttura riabilitativa sede di tirocinio; essere pienamente inserito allinterno del team riabilitativo; prendere in carico lutente, gestendo in autonomia il trattamento riabilitativo dalla fase di accoglienza fino alla verifica del raggiungimento degli obiettivi terapeutici individuati; saper gestire la relazione con i familiari dellutente, sotto la guida del tutor; saper impostare uno studio clinico in base alle indicazioni fornite dallEvidence Based Medicine; OBIETTIVI GENERALI DEL TIROCINIO 3° ANNO

7 gestire laccoglienza del pz., e adottare un setting riabilitativo idoneo al paziente; stabilire una relazione efficace con il pz. e la famiglia, se necessario; condurre autonomamente la valutazione riabilitativa specifica, verificata dal tutor, in riferimento a quanto appreso nel corso del tirocinio e delle lezioni teoriche; elaborare autonomamente limpostazione del programma di trattamento riabilitativo, supervisionato dal tutor, in riferimento a quanto appreso nel corso del tirocinio e delle lezioni teoriche, definendone gli obiettivi prioritari; OBIETTIVI SPECIFICI DEL TIROCINIO 3° ANNO

8 eseguire autonomamente (con supervisione) il trattamento riabilitativo; effettuare lintervento terapeutico di riabilitazione in area Pediatrica, Adulta e Geriatrica, supervisionato dal tutor; agire secondo le indicazioni fornite del codice deontologico, dal Profilo Professionale del Fisioterapista e secondo le norme della Privacy; effettuare ricerche su banche dati inerenti un compito specifico concordato con il tutor. OBIETTIVI SPECIFICI DEL TIROCINIO 3° ANNO

9 Percorso formativo che indirizza lo studente alla ricerca autonoma di possibili soluzioni ad uno specifico problema, stimolando il ragionamento critico ed una forma di studio autodiretto e di gruppo, permettendo così la gestione autonoma delle sue attività di apprendimento. LAPPRENDIMENTO PER PROBLEMI

10 I 9 SALTI 1. Chiarire termini e dati non immediatamente comprensibili 2. Definire il problema e le sue componenti 3. Ricercare le ipotesi esplicative 4. Schematizzare e classificare le ipotesi 5. Formulare obiettivi di studio 6. Studiare individualmente e raccogliere ulteriori informazioni al di fuori del gruppo 7. Sintetizzare e valutare le informazioni 8. Formulare le domande di ricerca 9. Valutare il lavoro di gruppo

11

12 PBL

13 Il sig. Ernesto di 75 anni, dopo una caduta in casa ha fratturato il collo del femore. In ospedale si è optato per lintervento di artroprotesi di anca. Ha iniziato il percorso riabilitativo in terza giornata ed è stato dimesso in ottava giornata con deambulazione possibile con due canadesi e una buona gestione delle ADL in ospedale. Dopo 15 giorni la badante lo ha riaccompagnato in ospedale in visita per linsorgenza di forte dolore, incapacità a deambulare e stato dansia a seguito delluso del bidet.

14 Frattura collo del femore Intervento di artroprotesi danca Intervento riabilitativo in fase di ricovero Dimissione con buona gestione delle ADL (in ospedale) Descrizione del caso

15 Definizione del problema Forte dolore Incapacità a deambulare

16 Pz protesizzato 23 giorni prima; Familiari non presenti, accompagnato dalla badante; Comparsa dellimpotenza funzionale dopo luso del bidet. Componenti del problema

17 Lussazione protesi; Mancata verifica dellapprendimento delle informazioni date in fase di dimissione (addestramento care-giver); Mancata verifica della corretta idoneità degli ausili eventualmente prescritti e/o consigliati. Ipotesi esplicative

18 Aree di approfondimento Funzione di prevenzione ed educazione alla salute: Addestramento del care-giver Indicazioni al pz Funzione riabilitativa: ADL Passaggi posturali Ausili e relativo addestramento Protocolli riabilitativi specifici

19 Obiettivi del PBL Ridefinizione del quadro patologico; Rivalutazione ed eventuale riprogettazione del programma riabilitativo; Rivedere la comunicazione con la badante e pz Fornire possibili soluzioni e azioni propositive.

20 Obiettivi Generali Prendere in carico lutente, gestendo in autonomia il trattamento riabilitativo dalla fase di accoglienza fino alla verifica del raggiungimento degli obiettivi terapeutici individuati; Gestire laccoglienza del pz. e adottare un setting riabilitativo idoneo al paziente;


Scaricare ppt "Università degli Studi di Perugia Corso di Laurea in Fisioterapia IL TIROCINIO CLINICO NELLA FORMAZIONE DEL FISIOTERAPISTA Foligno 19 settembre 2008 LAPPRENDIMENTO."

Presentazioni simili


Annunci Google