La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giancarlo Rando - a.a. 2009/2010 Il diritto di voto ed i sistemi elettorali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giancarlo Rando - a.a. 2009/2010 Il diritto di voto ed i sistemi elettorali."— Transcript della presentazione:

1 Giancarlo Rando - a.a. 2009/2010 Il diritto di voto ed i sistemi elettorali

2 Capacità elettorale Capacità elettorale nella Costituzione italiana: Requisiti positivi (art. 48, c. 1): – cittadinanza; – maggiore età. – incapacità civile; Requisiti negativi (art. 48, c. 4): – sentenza penale irrevocabile; – altri casi di indegnità morale stabiliti dalla legge.

3 Capacità elettorale: gli italiani allestero L. c. 1/2000 introduce c. 3 in art. 48, Cost. Istituzione di una circoscrizione estero

4 Caratteristiche del voto Ex art. 48, c. 1, il voto è: – personale; – eguale; – libero; – segreto.

5 Elettorato Camera dei Deputati Art. 56 Cost.: Elettorato attivo: 18 anni Elettorato passivo: 25 anni

6 Elettorato Senato Art. 58 Cost.: Elettorato attivo: 25 anni Elettorato passivo: 40 anni

7 Sistemi elettorali Sistema elettorale : indica tutti gli elementi che incidono sul procedimento elettorale Formula elettorale : è la formula matematica di traduzione dei voti in seggi Definizioni:

8 Sistemi elettorali Elementi del sistema elettorale: Circoscrizioni Preferenze Primarie Informazione e propaganda Finanziamento

9 Sistemi elettorali - Plurality - Majority 1. Maggioritari2. Proporzionali A seconda delle formule utilizzate: - Metodo DHondt - Metodo Sainte-Lagüe - Formula dei resti più alti Due famiglie di sistemi

10 Sistemi elettorali: sistemi maggioritari Modello di tipo plurality : - maggioranza semplice dei voti Esempio: Sig. A 42% Sig. B 41% Sig. C 17% - es. sistema elettorale Gran Bretagna

11 Sistemi elettorali: sistemi maggioritari Modello di tipo majority : - maggioranza assoluta dei voti; - eventuale ballottaggio; - es. sistema elettorale francese. Esempio 1: Sig. X 51% Sig. Y 46% Sig. Z 3% Esempio 2: Sig. X 42% Sig. Y 45% Sig. Z 13% Sig. X e Sig. Y vanno al ballottaggio

12 Formule proporzionali Metodo DHont (dei divisori) Esempio: Circoscrizione assegna 12 seggi SEGGI Per 5 Per 4 Per 3 Per 2 Per 1 Lista ELista DLista CLista BLista ADivisore:

13 Sistemi elettorali: sistemi proporzionali Metodo Sainte-Lagüe (esempio) 12225SEGGI Per Per Per Per Per 1 Lista ELista DLista CLista BLista ADiviso: Nella circoscrizione si assegnano 12 seggi:

14 Formule proporzionali Formula dei resti più alti Quoziente elettorale: Voti espressi Numero seggi Esempio: circoscrizione che assegna 20 seggi Quoziente elett.: = (nessun resto) Lista Lista Lista Lista Lista = 6 seggi = 4 seggi ( voti di resto) = 3 seggi (5.000 voti di resto) = 1 seggio ( voti di resto) = 4 seggi ( voti di resto)

15 Formule proporzionali Esempio: 2 circoscrizioni che assegnano 3 seggi ciascuna Circoscrizione 1: 3 seggi Lista voti Lista voti Lista voti Circoscrizione 2: 3 seggi Lista voti Lista voti Lista voti Q.E. Circ. 1: = Q.E. Circ. 2: = s voti 1 s voti 0 s voti 1 s voti 1 s voti 0 s voti Circoscrizione: 6 seggi Lista voti Lista voti Lista voti Esempio: 1 circoscrizione che assegna 6 seggi Q.E. Circ.: = s voti 2 s voti 0 s voti Lista 1 3 seggi Lista 2 3 seggi Lista 3 0 seggi Lista 1 3 seggi Lista 2 2 seggi Lista 3 1 seggi

16 Formule proporzionali Formula dei resti più alti Quoziente elettorale: Voti espressi Numero seggi Quozientenaturale Con modificatori Quoziente elettorale: Voti espressi N.ro seggi +1 o +2

17 l. 4 agosto 1993, n. 276 (legge elettorale per il Senato); l. 4 agosto 1993, n. 277 (legge elettorale per la Camera dei Deputati). La stagione dei referendum elettorali ( ): 1991: referendum sulla preferenza multipla; 1993: referendum sul sistema elettorale del Senato. La normativa elettorale: Sistema elettorale italiano

18 Sistema elettorale italiano ( ) Sistema elettorale misto: a) 3/4 maggioritario b) 1/4 proporzionale Maggioritario a turno unico ( plurality ) Collegi uninominali

19 Sistema elettorale italiano (riforma 2005) l. 21 dicembre 2005, n. 270 Caratteri comuni dei sistemi elettorali di Camera e Senato: sistemi proporzionali … … con eventuale premio di maggioranza. Possibilità di aggregazione delle liste in coalizioni Sottoscrizione di un programma comune ed indicazione di un «capo della coalizione»

20 Sistema elettorale italiano (riforma 2005) a) Camera dei deputati Sistema di voto: Distribuzione proporzionale a livello di Ufficio centrale nazionale Attribuzione eventuale di un premio di maggioranza (sempre a livello nazionale) N.B.: Lelettore dispone di una sola scheda in cui esprime il voto per una lista al fine della distribuzione proporzionale dei seggi Liste circoscrizionali bloccate

21 Sistema elettorale italiano (riforma 2005) Sistema degli sbarramenti: a) Coalizioni di liste: 10% e che contengano almeno una lista che abbia ottenuto più del 2% b) Liste allinterno delle coalizioni: 2% c) Liste esterne alle coalizioni: 4% Accedono alla ripartizione dei seggi le liste che: 1. comprese in coalizioni che abbiano superato il 10%, raggiungano il 2% dei voti 2. esterne a coalizioni o comprese in coalizioni che non abbiano raggiunto il 10%, abbiano almeno il 4% dei voti Divisione dei seggi con la formula del quoziente naturale tra le liste che superano gli sbarramenti a livello di coalizioni

22 Operazioni di distribuzione dei seggi: Camera dei deputati 1. Ufficio centrale nazionale somma tutti i voti ottenuti in ogni circoscrizione da tutte le liste presenti e calcola le percentuali di ogni lista e coalizione a livello nazionale 2. Eliminazione dei voti delle coalizioni e delle liste esterne che non abbiano raggiunto il quorum di sbarramento 3. Sulla base di questo risultato prima distribuzione ( provvisoria ) dei seggi in base alla formula del quoziente naturale Sistema elettorale italiano (riforma 2005)

23 a. La lista o la coalizione di liste più votata raggiunge 340 seggi (su 617, pari al 54%) b. La lista o la coalizione di liste più votata non raggiunge i 340 seggi … Si procede alla suddivisione dei seggi tra le liste secondo il sistema proporzionale … scatta il premio di maggio- ranza e ottiene egualmente i 340 seggi Verifica del risultato elettorale della lista o coalizione di liste che abbia ottenuto più voti I restanti 277 seggi sono divisi tra le altre coalizioni e liste che abbiano superato lo sbarramento

24 Sistema elettorale italiano (riforma 2005) b) Senato Sistema di voto: Distribuzione proporzionale per liste bloccate a livello di circoscrizioni regionali Attribuzione (eventuale) di un premio di maggioranza in ogni Regione, proporzionale ai seggi assegnati nella circoscrizione N.B.: Stesso meccanismo previsto per la Camera dei deputati ma su scala regionale e non nazionale

25 Sistema elettorale italiano (riforma 2005) Sistema degli sbarramenti: a) Coalizioni di liste: 20% e contengano almeno una lista che abbia ottenuto più del 3% b) Liste allinterno delle coalizioni: 3% c) Liste esterne alle coalizioni: 8% Eccezioni: Regione Valle dAosta e Regione Trentino - Alto Adige Sistema maggioritario


Scaricare ppt "Giancarlo Rando - a.a. 2009/2010 Il diritto di voto ed i sistemi elettorali."

Presentazioni simili


Annunci Google