La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

European Commission, DG Competition Brussels, 21 November 2008 Il nuovo approccio agli Aiuti di Stato - Le recenti riforme nel Piano dazione degli Aiuti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "European Commission, DG Competition Brussels, 21 November 2008 Il nuovo approccio agli Aiuti di Stato - Le recenti riforme nel Piano dazione degli Aiuti."— Transcript della presentazione:

1 European Commission, DG Competition Brussels, 21 November 2008 Il nuovo approccio agli Aiuti di Stato - Le recenti riforme nel Piano dazione degli Aiuti di Stato e i prossimi passi

2 European Commission, DG Competition La struttura della riforma Bente Tranholm Schwarz Juergen Foecking

3 European Commission, DG Competition Cosé il Piano dAzione degli Aiuti di Stato (PAAS)? Un documento di consultazione sulle modalità di riforma della politica degli aiuti di Stato Un documento di consultazione sulle modalità di riforma della politica degli aiuti di Stato Una tabella di marcia sulla revisione delle norme Una tabella di marcia sulla revisione delle norme E stato adottato dalla Commissione nel 2005 E stato adottato dalla Commissione nel 2005

4 European Commission, DG Competition Qualera lo scopo del PAAS? Supportare la rinnovata Strategia di Lisbona Supportare la rinnovata Strategia di Lisbona Una governance migliore e più trasparenza Una governance migliore e più trasparenza

5 European Commission, DG Competition In che modo promettiamo di raggiungere lo scopo? Attraverso un globale e coerente pacchetto di riforme sulla base di Aiuti meno numerosi e più miratiAiuti meno numerosi e più mirati Un approccio economico ridefinitoUn approccio economico ridefinito procedure più efficienti, una migliore attuazione, una maggiore prevedibilità e un'accresciuta trasparenzaprocedure più efficienti, una migliore attuazione, una maggiore prevedibilità e un'accresciuta trasparenza responsabilità condivisa tra la Commissione e gli Stati membriresponsabilità condivisa tra la Commissione e gli Stati membri

6 European Commission, DG Competition E stato globale? Comunicazione sullInnovazioneAdozione 2005 Decisioni/Linee Guida e Direttive su Servizi Economici di Interesse Generale - SGEI Adozione 2005 Comunicazione sulle Assicurazioni di credito a breve termine Adozione 2005 Adozione 2005 Linee guida sugli Aiuti Regionali Adozione 2006 Linee guida sui Capitali di Rischio Adozione 2006 Programma quadro Ricerca, Sviluppo & Innovazione Adozione 2006 Esenzioni di categoria sugli Aiuti Regionali Adozione 2006 Esenzioni di categoria De Minimis Adozione 2006 Linee guida sulla protezione ambientale Adozione 2008 Comunicazione sui tassi di sconto e di riferimento Adozione 2008 Comunicazione sulle Garanzie Adozione 2008 Regolamento generale di Esenzione per categoria Adozione 2008 Adozione 2008

7 European Commission, DG Competition E stata consistente? Le regole si basano sul Balancing test e su un approccio focalizzato sugli effetti Le regole si basano sul Balancing test e su un approccio focalizzato sugli effetti Le linee guida hanno la stessa struttura Le linee guida hanno la stessa struttura Le regole incorporano una nuova architettura di valutazione Le regole incorporano una nuova architettura di valutazione

8 European Commission, DG Competition Come la riforma assicurerà aiuti più mirati? Balancing test LAiuto é teso a obiettivi ben definiti di interesse comune? Le distorsioni della concorrenza e degli scambi sono limitati in modo da avere equilibrio positivo? LAiuto é ben progettato per raggiungere l'obiettivo d'interesse comune? RIDEFINIZIONE DELLAPPROCCIO ECONOMICO

9 European Commission, DG Competition Come funziona la nuova architettura di valutazione? Sistema a triplo stream: Linee guida Regolamento generale di Esenzione per categoria Valutazione standard Valutazione dettagliata

10 European Commission, DG Competition Come il regolamento generale di esenzione per categoria puo semplificare la vita? Il RGEC é destinato a quelle misure: che individuino le carenze di mercato più evidentiche individuino le carenze di mercato più evidenti che sappiamo avere effetti di distorsione limitatiche sappiamo avere effetti di distorsione limitati Per le quali i criteri valutativi possono essere chiaramente articolati e implementati dagli Stati membriPer le quali i criteri valutativi possono essere chiaramente articolati e implementati dagli Stati membri Tali aiuti possono essere concessi dagli Stati Membri senza previa notifica alla Commissione

11 European Commission, DG Competition Quali tipi di misure sono coperte dal regolamento generale di Esenzione per categoria? Il RGEC offre un ampio e solido pacchetto di strumenti, in particolare per le PMI Il RGEC offre un ampio e solido pacchetto di strumenti, in particolare per le PMI 26 (da 10) misure incluse nel RGEC sono disponibili per le PMI, ad esempio, nei settori: 26 (da 10) misure incluse nel RGEC sono disponibili per le PMI, ad esempio, nei settori: Accesso ai finanziamentiAccesso ai finanziamenti Stimolo allo spirito imprenditorialeStimolo allo spirito imprenditoriale Ricerca & SviluppoRicerca & Sviluppo InnovazioneInnovazione FormazioneFormazione OccupazioneOccupazione AmbienteAmbiente NB! Le misure devono rispettare le condizioni del RGEC

12 European Commission, DG Competition Cosé la valutazione standard? La valutazione classica nel quadro delle linee guida precedenti al PAAS La valutazione classica nel quadro delle linee guida precedenti al PAAS Quella usata generalmente per I progetti Quella usata generalmente per I progetti

13 European Commission, DG Competition Cosé la valutazione dettagliata? Approccio economico ridefinito: Balancing test illustrato in casi individuali di alto interesse Approccio economico ridefinito: Balancing test illustrato in casi individuali di alto interesse Idea: distinguere gli effetti positivi e negativi derivanti dagli aiuti Idea: distinguere gli effetti positivi e negativi derivanti dagli aiuti Solo per casi in cui lammontare degli aiuti é molto alto Solo per casi in cui lammontare degli aiuti é molto alto Le informazioni richieste sono le normali informazioni che i beneficiari dovrebbero avere Le informazioni richieste sono le normali informazioni che i beneficiari dovrebbero avere La Valutazione dettagliata non implica necessariamente l'apertura della procedura o il divieto degli aiuti La Valutazione dettagliata non implica necessariamente l'apertura della procedura o il divieto degli aiuti

14 European Commission, DG Competition Cosa ha portato questa riforma? Aiuti globali e coerenti Aiuti globali e coerenti Migliore logica economica aiuti più mirati più Lisbona Migliore logica economica aiuti più mirati più Lisbona Nuova architettura di valutazione a triplo flusso Nuova architettura di valutazione a triplo flusso Semplificazione del pacchetto a venire … Semplificazione del pacchetto a venire … Una evoluzione, non una rivoluzione!

15 European Commission, DG Competition Analisi economica in pratica Alcuni casi di esperienze recenti Damien Neven Chief Economist DG COMP, European Commission* (*) Disclaimer: the views expressed in this presentation are those of the author and are not necessarily those of the European Commission.

16 European Commission, DG Competition Introduzione Introduzione Alcuni approfondimenti dopo due anni di attuazione Alcuni approfondimenti dopo due anni di attuazione Fallimenti di mercatoFallimenti di mercato Effetti di incentivazioneEffetti di incentivazione Distorsione della competizioneDistorsione della competizione Conclusioni Conclusioni Panoramica generale

17 European Commission, DG Competition Introduzione Logica economica per controllo degli aiuti di Stato Logica economica per controllo degli aiuti di Stato Gli Stati membri mirano a favorire il prorpio sviluppo economico attirando gli investimenti. Gli Stati membri mirano a favorire il prorpio sviluppo economico attirando gli investimenti. Essi possono anche incidere sulla posizione concorrenziale delle imprese nazionali sui mercati internazionali Essi possono anche incidere sulla posizione concorrenziale delle imprese nazionali sui mercati internazionali Gli Stati membri non considerano gli effetti di ricaduta su altri paesi (sul lavoro,gli affitti, la riduzione degli investimenti all'estero) Gli Stati membri non considerano gli effetti di ricaduta su altri paesi (sul lavoro,gli affitti, la riduzione degli investimenti all'estero) Azioni non coordinate possono degenerare in eccessivo sostegno Azioni non coordinate possono degenerare in eccessivo sostegno Ma gli aiuti di stato possono comunque contribuire a raggiungere obbiettivi in una saggia politica pubblica, pertanto non dovrebbero essere aboliti Ma gli aiuti di stato possono comunque contribuire a raggiungere obbiettivi in una saggia politica pubblica, pertanto non dovrebbero essere aboliti

18 European Commission, DG Competition Introduzione Introduzione Aiuti meno numerosi e più mirati ": migliorare l'efficacia degli aiuti di Stato da trovare un migliore equilibrio tra: Aiuti meno numerosi e più mirati ": migliorare l'efficacia degli aiuti di Stato da trovare un migliore equilibrio tra: Benefici degli aiuti di statoBenefici degli aiuti di stato efficienza: correggere i fallimenti del mercato efficienza: correggere i fallimenti del mercato equità: ridistribuzione/coesione equità: ridistribuzione/coesione Costi degli aiuti di stato (distorsioni)Costi degli aiuti di stato (distorsioni) Formulati come nel balancing test Formulati come nel balancing test Art. 87(3) EC Art. 87(3) EC La revisione economica riguarda aiuti più mirati – non riguarda il livello degli aiuti La revisione economica riguarda aiuti più mirati – non riguarda il livello degli aiuti

19 European Commission, DG Competition Balancing test 1.LAiuto é teso a obiettivi ben definiti di interesse comune? 2.LAiuto é ben progettato per raggiungere l'obiettivo d'interesse comune? In particolare, l'aiuto proposto affronta un fallimento del mercato (efficienza) o migliora l'equità Laiuto di stato é uno strumento politico appropriato?Laiuto di stato é uno strumento politico appropriato? Cé un effetto incentivo, i.e. laiuto porta cambiamenti nel comportamento delle aziende?Cé un effetto incentivo, i.e. laiuto porta cambiamenti nel comportamento delle aziende? La misura di aiuto è proporzionale al problema affrontato, i.e.: lo stesso cambiamento di comportamento potrebbe essere ottenuto con meno aiuti?La misura di aiuto è proporzionale al problema affrontato, i.e.: lo stesso cambiamento di comportamento potrebbe essere ottenuto con meno aiuti? le distorsioni della concorrenza e incidenza sugli scambi sono limitate, in modo che il bilancio complessivo sia positivo?le distorsioni della concorrenza e incidenza sugli scambi sono limitate, in modo che il bilancio complessivo sia positivo?

20 European Commission, DG Competition Implementazione Le Linee Guida/BER (regolamento per le esenzioni di categoria) Le Linee Guida/BER (regolamento per le esenzioni di categoria) Capitali di rischio (2006) Capitali di rischio (2006) R&S&I (2006) R&S&I (2006) Aiuti regionali (2006) Aiuti regionali (2006) BER (2008), Aiuti ambientali (2008) BER (2008), Aiuti ambientali (2008) I Casi I Casi Fin ora sopratutto nel campo di R&S&I (Neoval, Soitec, Homes, TVMSL, Bernin, Osiris, ITP, Genesis,, Maxssimm, Quero, Minimage, VHD, LowCo2motion, H2E, ADNA …) Fin ora sopratutto nel campo di R&S&I (Neoval, Soitec, Homes, TVMSL, Bernin, Osiris, ITP, Genesis,, Maxssimm, Quero, Minimage, VHD, LowCo2motion, H2E, ADNA …) Casi di training sugli aiuti di stato Casi di training sugli aiuti di stato

21 European Commission, DG Competition " La teoria di economia non fornisce un insieme di conclusioni immediatamente applicabili alla politica. E' un metodo, piuttosto che una dottrina, una forma mentale che aiuta chi ne è in possesso a trarre conclusioni corrette." Keynes " La teoria di economia non fornisce un insieme di conclusioni immediatamente applicabili alla politica. E' un metodo, piuttosto che una dottrina, una forma mentale che aiuta chi ne è in possesso a trarre conclusioni corrette." Keynes

22 European Commission, DG Competition Equilibrio Un esercizio di equilibrio richiede un quadro comune per valutare gli elementi che devono essere ponderati Un esercizio di equilibrio richiede un quadro comune per valutare gli elementi che devono essere ponderati Analizzare l'impatto che gli aiuti di Stato hanno sul benessere di tutti i soggetti interessati (destinatari, concorrenti, fornitori di input, consumatori) Analizzare l'impatto che gli aiuti di Stato hanno sul benessere di tutti i soggetti interessati (destinatari, concorrenti, fornitori di input, consumatori) Aiuti modificano gli incentivi ei vincoli dei beneficiari (inducono lingresso, i ritardi o accelerano l'uscita, espandono la produzione, R & S) Aiuti modificano gli incentivi ei vincoli dei beneficiari (inducono lingresso, i ritardi o accelerano l'uscita, espandono la produzione, R & S) Questo scatena cambiamenti nella strategia dei concorrenti (produzione, investimenti, R & S) Questo scatena cambiamenti nella strategia dei concorrenti (produzione, investimenti, R & S)

23 European Commission, DG Competition Obiettivi di interesse comune: Possono essere formulati in termini di efficienza (contribuiscono alla crescita della produzione/reddito) e/o di equità (come sono distribuiti) Possono essere formulati in termini di efficienza (contribuiscono alla crescita della produzione/reddito) e/o di equità (come sono distribuiti) Lefficienza é misurata in termini di fallimenti di mercato Lefficienza é misurata in termini di fallimenti di mercato Equità: Equità: Gli effetti positivi vengono recepiti anche nelle regioni meno sviluppate?Gli effetti positivi vengono recepiti anche nelle regioni meno sviluppate? I gruppi socialmente svantaggiati hanno benefici ?I gruppi socialmente svantaggiati hanno benefici ? Potenziale compensazione/bilanciamento Potenziale compensazione/bilanciamento

24 European Commission, DG Competition Fallimento del mercato Non si riferisce ai mercati perfetti Non si riferisce ai mercati perfetti Piuttosto una serie di fattori che portano le imprese a prendere decisioni errate da una prospettiva di politica pubblica Piuttosto una serie di fattori che portano le imprese a prendere decisioni errate da una prospettiva di politica pubblica Esternazioni positive / espansione della conoscenza Esternazioni positive / espansione della conoscenza Informazioni imperfette e asimmetriche: Informazioni imperfette e asimmetriche: Incapacità di affidare/ trasmettere informazioni in modo credibile => l'inadeguatezza dei finanziamentiIncapacità di affidare/ trasmettere informazioni in modo credibile => l'inadeguatezza dei finanziamenti Contratti incompleti => problemi di coordinazioneContratti incompleti => problemi di coordinazione Effetti di rete, soddisfazione individuale delle aspettative => problemi di coordinamentoEffetti di rete, soddisfazione individuale delle aspettative => problemi di coordinamento

25 European Commission, DG Competition

26 Fallimento del mercato Fallimento del mercato Incomprensioni. E.g. rischio Incomprensioni. E.g. rischio Un attento esame di principi di base (ad esempio effetti esterni monetari) Un attento esame di principi di base (ad esempio effetti esterni monetari) La validazione rimane rozza La validazione rimane rozza Frequenti esternazioni ambientali Frequenti esternazioni ambientali Fallimenti del governo Fallimenti del governo

27 European Commission, DG Competition Effetti di incentivazione Effetto di incentivazione: l'aiuto modifica il comportamento della ditta? Effetto di incentivazione: l'aiuto modifica il comportamento della ditta? Cosa avrebbe fatto la ditta 0senza aiuti? Cosa avrebbe fatto la ditta 0senza aiuti? Indicatori : Indicatori : Valore attuale netto (documenti interni, piani aziendali, analisi di finanziamento del progetto)Valore attuale netto (documenti interni, piani aziendali, analisi di finanziamento del progetto) Probabilità di successo? Diversi scenari. Opzione di salvataggio in caso di fallimentoProbabilità di successo? Diversi scenari. Opzione di salvataggio in caso di fallimento critica della probabilità di successocritica della probabilità di successo Costo del capitaleCosto del capitale

28 European Commission, DG Competition Effetti di incentivazione Vincoli finanziari Vincoli finanziari Interni ? Possibilità di abusoInterni ? Possibilità di abuso Esterni ? Prestiti di banca e equityEsterni ? Prestiti di banca e equity Fiducia nei numeri presentati dalle parti Fiducia nei numeri presentati dalle parti Ma miglioramenti nel business plan Ma miglioramenti nel business plan Rapporti degli analisti, le banche Rapporti degli analisti, le banche Effetto marginale del sostegno pubblico sul totale delle prospettive finanziarie Effetto marginale del sostegno pubblico sul totale delle prospettive finanziarie

29 European Commission, DG Competition Distorsione degli scambi e della competizione Generale preoccupazione per incentivi dinamici. I prestiti sono assegnati dai governi, piuttosto che dalla libera concorrenza Generale preoccupazione per incentivi dinamici. I prestiti sono assegnati dai governi, piuttosto che dalla libera concorrenza Effetti sui concorrenti, che a loro volta rispondono e influenzano i risultati di mercato: riduzione della produzione, RSI, investimenti - Particolare preoccupazione per gli effetti al di là delle frontiere Effetti sui concorrenti, che a loro volta rispondono e influenzano i risultati di mercato: riduzione della produzione, RSI, investimenti - Particolare preoccupazione per gli effetti al di là delle frontiere Effetti sull'occupazione (e, più in generale, i mercati di ingresso) in altri Stati membri Effetti sull'occupazione (e, più in generale, i mercati di ingresso) in altri Stati membri Focus sui concorrenti e i fornitori di input. Effetti sui consumatori come criteri secondari Focus sui concorrenti e i fornitori di input. Effetti sui consumatori come criteri secondari

30 European Commission, DG Competition Distorsione degli scambi e della competizione Il pacchetto di strumenti della competizione economica è utile per comprendere e valutare gli effetti sulla concorrenza di mercato e I risultati Il pacchetto di strumenti della competizione economica è utile per comprendere e valutare gli effetti sulla concorrenza di mercato e I risultati Definizione del mercato per capire quali sono i concorrenti interessati (sostituzioni tra prodotti) Definizione del mercato per capire quali sono i concorrenti interessati (sostituzioni tra prodotti) E fuorviante suggerire questo perché gli aiuti di stato controllano la competizione tra stati e disciplinano il mercato interno, non bisognerebbe focalizzarsi sulla distorsione della competizione tra le ditte E fuorviante suggerire questo perché gli aiuti di stato controllano la competizione tra stati e disciplinano il mercato interno, non bisognerebbe focalizzarsi sulla distorsione della competizione tra le ditte Linterazione tra gli stati avviene attraverso imprese e mercati. Linterazione tra gli stati avviene attraverso imprese e mercati.

31 European Commission, DG Competition Conclusioni Progresso importante – si impara Progresso importante – si impara Trade-of trasparenti Trade-of trasparenti Attenzione ai risultati - auto selezione Attenzione ai risultati - auto selezione Complementarità con le riforme procedurali Complementarità con le riforme procedurali

32 European Commission, DG Competition Brussels, 21 November 2008 Il nuovo approccio agli Aiuti di Stato Il nuovo approccio agli Aiuti di Stato - Le recenti riforme nel Piano dazione degli Aiuti di Stato e i prossimi passi

33 European Commission, DG Competition RIFORMA PROCEDURALE: LA STRADA PER LA SEMPLIFICAZIONE RIFORMA PROCEDURALE: LA STRADA PER LA SEMPLIFICAZIONE The New Approach to State Aids: Recent reforms under the SAAP and next steps, Brussels, 21 November Barbara BRANDTNER Harold NYSSENS

34 European Commission, DG Competition MAPPA DELLA SEMPLIFICAZIONE IMPEGNO COMUNE: STATI MEMBRI E COMMISSIONE Cooperazione rafforzata Procedure degli aiuti di Stato pi ù rapide, trasparenti prevedibili Migliore attuazione a livello nazionale COMPONENTI CODICE DELLE BUONE PRATICHE PROCEDURA SEMPLIFICATA AVVISO DI ESECUZIONE OBIETTIVI E COMPONENTI

35 European Commission, DG Competition UNA PIANIFICAZIONE MUTUALMENTE CONCORDATA (MAP) UNA PROCEDURA PRESTABILITA PER LE CONTROVARSIE SUSPENSIONE CONCORDATA DELLA PROCEDURA PREDIVIDIBILITA EFFICIENZA TRASPARENZA I- CODICE DELLE BUONE PRATICHE

36 European Commission, DG Competition RAFFORZARE I CONTATTI DI PRE-NOTIFICA SCAMBIO CONTINUO DI INFORMAZIONI RISPETTO DELLE SCADENZE – RAFFORZARE IL RISPETTO DEI MEZZI PROCEDURALI ESISTENTI I- CODICE DELLE BUONE PRATICHE PREDIVIDIBILITA EFFICIENZA TRASPARENZA

37 European Commission, DG Competition SINTESI DELLE PUBBLICAZIONI DI NOTIFICHE STATO DI AVANZAMENTO DELLE RIUNIONI MIGLIORI INFORMAZIONI SULLE DENUNCE I- CODICE DELLE BUONE PRATICHE PREDIVIDIBILITA EFFICIENZA TRASPARENZA

38 European Commission, DG Competition RAPIDA APPROVAZIONE DEI CASI SEMPLICI: PORTI SICURI; CASI PRE-ESISTENTI CHIARE GARANZIE E ESCLUSIONI FUSIONE DEI PRECEDENTI SEMPLIFICAZIONE PREDIVIDIBILITA TRASPARENZA II- UNA PROCEDURA SEMPLIFICATA

39 European Commission, DG Competition CONTATTI PRE-NOTIFICA PRESENTAZIONE DELLA NOTIFICA COMPLETA PROCEDURA ACCELLERATA DI 1 MESE SEMPLIFICAZIONE PREDIVIDIBILITA TRASPARENZA II- UNA PROCEDURA SEMPLIFICATA

40 European Commission, DG Competition LISTA ILLUSTRATIVA DEI POTENZIALI CANDIDATI PUBLICAZIONE DI SINTESI DELLE NOTIFICHE PASSI DETTAGLIATI SEMPLIFICAZIONE PREDIVIDIBILITA TRASPARENZA II- UNA PROCEDURA SEMPLIFICATA

41 European Commission, DG Competition PROCEDIMENTO ESECUTIVO SANO A LIVELLO NAZIONALE PREVENZIONE DI AIUTI ILLEGALI, RECUPERI, DANNI, MISURE TEMPORANEE BASATI SU CASI LEGALI DEFINITI GUIDA COOPERAZIONE III- NOTIFICA DI PROCEDIMENTO ESECUTIVO

42 European Commission, DG Competition SCAMBIO SEMPLIFICATO TRA LA COMMISSIONE E LE GIURISDIZIONI RICHIESTA DI INFORMAZIONI - OPINIONI BASATI SU PRATICHE ANTITRUST GUIDA COOPERAZIONE III- NOTIFICA DI PROCEDIMENTO ESECUTIVO

43 European Commission, DG Competition ALLA FINE DEL PERCORSO… Esenzioni generali per categoria Procedure semplifica te Codice delle buone pratiche Porti sicuri/ Precedenti Altri casi Casi di esenzione ARCHITETTURA MODERNA Notifica di procedimento esecutivo - Corti Nazionali

44 European Commission, DG Competition Nuove sfide La crisi finanziaria Blanca Rodriguez The new approach to State Aid 21 November 2008

45 European Commission, DG Competition Sommario 1. La storia recente del controllo degli aiuti di Stato nel settore bancario: agosto 2007-settembre Settembre 2008: Intensificazione della crisi bancaria e bisogno di risposte adeguate 3. Nuovo quadro normativo: art 87 e 3 b e Comunicazione bancaria 4. La prassi finora sviluppata: giurisprudenza, dati e parametri di riferimento 5. Cosa viene in seguito: fase di revisione e ristrutturazione 6. Conclusioni

46 European Commission, DG Competition Storia recente Agosto 2007-Settembre Casi individuali in alcuni Stati Membri 2. Northern Rock (UK), Sachsen LB(G), IKB (G), WestLB (G), Bayern LB (G), Roskilde (DK) 3. Richieste per una nuova base giuridica: articolo 87, 3b) …l'uso del classico quadro giuridico: articolo 87 3 c) e valutazioni di salvataggio / ristrutturazione 5. Ma agiamo velocemente

47 European Commission, DG Competition Settembre 2008… 1. Intensificazione della crisi che colpisce banche fondamentalmente sane e sistemi di banche 2. Misure strutturali che potenzialmente vanno al di là dei consueti 6 mesi delle fasi di salvataggio 3. Nuove forme di intervento dello Stato: regimi generali di salvataggio più che misure volte a singole banche 4. Diverse forme di interventi dello Stato: garanzie, ricapitalizzazione, acquisto di beni....

48 European Commission, DG Competition Nuovo quadro normativo… 1. Una diversa base giuridica che consente eccezionali misure di emergenza = 87 art 3, lettera b) 2. Nuovo orientamento: comunicazione bancaria 3. I principi fondamentali - Non discriminazione - Limitazione nel tempo - Aiuti limitati al minimo - Contributo di beneficiari - Impegni comportamentali - Adeguamenti strutturali

49 European Commission, DG Competition La prassi finora sviluppata … 1. Alcune cifre: 21 schemi di salvataggio in esame, di cui 11 già approvati, e una serie di misure in favore di determinate banche autorizzate 2. Parametri Comuni di riferimento sviluppato da questa nuova giurisprudenza: - Ammissibilità: filiali di banche estere, filiali a sportelli multipli -6 mesi come durata normale dei regimi con clausole di revisione -Limitazioni alle emissioni di garanzie, limitazioni alla maturazione del debito (3 anni) -Remunerazione minima del capitale…

50 European Commission, DG Competition Il futuro prossimo… 1. I prossimi 6 mesi: Riconsiderazione delle misureRiconsiderazione delle misure Notifica dei piani di ristrutturazione per gli enti beneficiariNotifica dei piani di ristrutturazione per gli enti beneficiari 2. Valutazione della adeguatezza delle misure e dei loro effetti di distorsione

51 European Commission, DG Competition Conclusione Le norme sugli aiuti di Stato sono parte della soluzione, non parte del problema! Grazie mille Grazie mille l

52 European Commission, DG Competition Prospettiva Herbert Ungerer Deputy Director General DG Competition European Commission

53 European Commission, DG Competition

54 No alle corse alle sovvenzioni tra Stati membri

55 European Commission, DG Competition Sfide La crisi La crisi Energia/Cambiamento climatico, R&S&I, capitale di rischio, sviluppo regionale Energia/Cambiamento climatico, R&S&I, capitale di rischio, sviluppo regionale PMI PMI

56 European Commission, DG Competition Elementi essenziali Velocità Velocità Disciplina Disciplina Stabilire gli obiettivi Stabilire gli obiettivi

57 European Commission, DG Competition Brussels, 21 November 2008 Il nuovo approccio agli Aiuti di Stato Il nuovo approccio agli Aiuti di Stato - Le recenti riforme nel Piano dazione degli Aiuti di Stato e i prossimi passi


Scaricare ppt "European Commission, DG Competition Brussels, 21 November 2008 Il nuovo approccio agli Aiuti di Stato - Le recenti riforme nel Piano dazione degli Aiuti."

Presentazioni simili


Annunci Google