La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I Disturbi Specifici dellApprendimento: Dislessia e Disortografia Criteri e strumenti per il riconoscimento. Modalità di intervento Lorenzo Caligaris Insegnante.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I Disturbi Specifici dellApprendimento: Dislessia e Disortografia Criteri e strumenti per il riconoscimento. Modalità di intervento Lorenzo Caligaris Insegnante."— Transcript della presentazione:

1 I Disturbi Specifici dellApprendimento: Dislessia e Disortografia Criteri e strumenti per il riconoscimento. Modalità di intervento Lorenzo Caligaris Insegnante di scuola primaria. Pedagogista Novate (MI) – 8 maggio 2006

2 Difficoltà di apprendimento e disturbi dellapprendimento (indicatori principali) Difficoltà di apprendimento –Dipendono da fattori ambientali (culturali, sociali, educativi) –Dipendono da deficit intellettivo, da disordini affettivi, ecc. –Hanno carattere pervasivo –Sono sensibili al trattamento Disturbi di apprendimento –Non dipendono da fattori ambientali –Sono intrinseci al sistema cognitivo –Sono circoscritti a specifiche abilità –Risultano particolarmente resistenti al trattamento

3 Dislessia evolutiva Disortografia evolutiva Discalculia evolutiva Lettura –Rapidità e correttezza Scrittura –Componente ortografica Calcolo –Procedure, strategie, automatismi Disturbi Specifici dellApprendimento e Abilità strumentali

4 Lettura Decodifica Processi automatici Attivazione preattentiva Inconsapevoli Basso consumo di risorse Funzionamento in parallelo Comprensione Processi controllati Attenzione volontaria Consapevoli Alto consumo di risorse Funzionamento seriale Difficoltà di letturaDifficoltà di comprensione ATTENZIONE Lettura a voce altaLettura silenziosa

5 Sistemi per lo sviluppo di unelaborazione efficiente ed efficace (Logan, 1988; 1997) Analisi della parola –Opera su unità discrete (fonemi) –Richiede risorse attentive –Ha una processazione lenta Parola globale –Opera in modo automatico –Non richiede attenzione –Ha una processazione veloce DECODIFICA RICONOSCIMENTO

6 Componenti del processo di lettura Lettura Comprensione decodificariconoscimento accesso fonologicoaccesso lessicale rapidità correttezza doppio sistema

7 Disturbo Specifico di Lettura Dislessia Evolutiva La dislessia è una disabilità specifica dellapprendimento di origine neurobiologica Le neuroimmagini funzionali offrono la possibilità di esaminare il funzionamento cerebrale durante lesecuzione di un compito cognitivo (i cambiamenti dellattività neurale possono essere misurati da tecniche come la risonanza magnetica funzionale – fMRI) (G. Reid Lyon, E. Shaywitz, B.A. Shaywitz; 2003)

8 Ciò che caratterizza le persone dislessiche è lincapacità di leggere in modo fluente. La fluenza è la capacità di leggere un testo rapidamente, accuratamente e con un buon livello di comprensione e costituisce il segno distintivo del lettore abile (G. Reid Lyon, E. Shaywitz, B.A. Shaywitz; 2003)

9 Dislessia Evolutiva criteri diagnostici LETTURA: 2 deviazioni standard sotto la media LIVELLO COGNITIVO: nella norma ( 85) Opportunità educative e di istruzione normali Assenza di deficit sensoriali e/o neurologici Interferenza significativa nelle attività scolastiche

10 Familiarità Pregressa o attuale presenza di difficoltà nel linguaggio verbale (Disturbo Specifico del Linguaggio) DISTURBI ASSOCIATI: Disortografia, Discalculia Dislessia Evolutiva Criteri diagnostici (correlazioni)

11 Dislessia evolutiva Età della diagnosi: –Al termine della classe seconda o allinizio della terza della scuola primaria (7 – 8 anni di età) Specialista della diagnosi: –Neuropsichiatra Infantile –Psicologo Incidenza del disturbo: –Circa il 4% della popolazione scolastica


Scaricare ppt "I Disturbi Specifici dellApprendimento: Dislessia e Disortografia Criteri e strumenti per il riconoscimento. Modalità di intervento Lorenzo Caligaris Insegnante."

Presentazioni simili


Annunci Google