La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Moving into the Future La professione dellAttuario dott. Gian Paolo Clemente Milano, 9 Febbraio 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Moving into the Future La professione dellAttuario dott. Gian Paolo Clemente Milano, 9 Febbraio 2009."— Transcript della presentazione:

1 1 Moving into the Future La professione dellAttuario dott. Gian Paolo Clemente Milano, 9 Febbraio 2009

2 2 Lattuario: chi è? Lattuario è il matematico o lo statistico delle assicurazioni che studia le probabilità di rischio contenute in una determinata situazione e cerca di dare indicazioni sulle possibilità che un evento si verifichi Percorso formativo obbligato per coloro che aspirano alla professione di attuario è il corso di laurea con indirizzo statistico- attuariale Si tratta di una professione riconosciuta dallo Stato, vale a dire che per il suo svolgimento è necessario il conseguimento di un titolo di studio specifico che permette l'iscrizione in un albo professionale.

3 3 Il principale sbocco professionale - Il collocamento lavorativo più naturale dopo il raggiungimento della laurea è rappresentato dal lavoro dipendente presso compagnie di assicurazione vita e danni o presso compagnie di riassicurazione. - Grazie a specifiche competenze nella valutazione dei rischi finanziari ed assicurativi, le sue attività possono comprendere: lelaborazione di metodologie per il calcolo dei premi assicurativi e delle riserve. Monitorare e stimare a intervalli periodici la congruità e l'andamento dei premi, in modo che la compagnia di assicurazioni non si trovi a pagare agli assicurati di più di quanto riscuote in premi.

4 4 Le principali attività svolte Le attività che principalmente svolge lattuario sono le seguenti: -costruzione e valutazione di prodotti finanziari ed assicurativi; -analisi statistiche e gestione informatica dei dati sui mercati finanziari; -certificazione dei bilanci delle imprese di assicurazione e dei fondi pensione; -valutazione patrimoniale ed economica di aziende;

5 5 Un possibile organigramma di una compagnia di assicurazioni Vita Presidente Amm. Delegato Risk ManagementInternal Audit OrganizzazioneGestione ClientiCommercialeDirezione Tecnica Contabilità Generale e Tecnica AttuariatoFinanza e ALM Controllo di Gestione Prodotti Bilancio Attuariale Embedded Value Titoli e Investimenti ALM Finanza Call Center Comunicazioni Legale Portafoglio e Liquidazioni Bilancio Fiscale Societario Servizi Generali Normativa e Procedure Aziendali Servizi e Tecnologie Risorse e Personale Logistica e Sicurezza

6 6 Un trade-off tra teoria e pratica Questa professione è un importante punto di contatto tra la teoria (rappresentata dai modelli matematici e statistici) e la pratica, ovvero lapplicazione di tali modelli al fine di valutare problematiche reali. La maggior parte delle valutazioni fatte dallattuario (dal calcolo dei premi, alle riserve) prevede infatti: –lanalisi di serie storiche (mediante modelli statistici) legate al verificarsi di determinati eventi osservati –la formulazione di ipotesi statistiche e probabilistiche sul comportamento di determinati fenomeni –la proiezione al futuro (mediante opportuni modelli attuariali e finanziari)

7 7 Un esempio: il calcolo dei premi Quanto costa? Quanti se ne osservano? Le diverse valutazioni portano alla determinazione del premio Vanno valutati alcuni fattori (variabili) che influenzano il rischio Letà e il sesso La zona territoriale Il tipo di macchina

8 8 Altri sbocchi professionali Ulteriori possibilità di inserimento nel mondo del lavoro sono rappresentate da: Società di consulenza finanziaria e assicurativa Istituti di previdenza (Inps e Inail) Fondi pensione Banche e società finanziarie Organismi istituzionali con funzioni di vigilanza (Isvap, Banca dItalia) Libera Professione e Studi Professionali

9 9 Lattuario incaricato Limportanza della figura dellattuario è cresciuta anche con lintroduzione dellobbligo per le compagnie Vita e Danni (RcAuto) di avere un attuario incaricato. Tale figura, che può essere interna o esterna alla compagnia, svolge: –attività di controllo e supporto di alcune attività tecniche (attuariali) svolte dalla compagnia (controllo che le valutazioni tecniche siano uniformate alle disposizione di legge) –ha la responsabilità (relativamente ad alcune valutazioni attuariali) nei confronti dellautorità di vigilanza. Tale figura viene nominata per un prefissato periodo di tempo e deve soddisfare alcuni requisiti: –Onorabilità e professionalità (non aver subito provvedimenti displicinari ne avere carichi penali) –Iscrizione allalbo e un numero di anni di esperienza pregressa (almeno tre degli ultimi sette nel settore) –Non siano presenti situazioni di incompatibilità con altri ruoli svolti

10 10 Lalbo professionale Al raggiungimento della laurea (triennale o specialistica) è possibile iscriversi allalbo professionale (Ordine Nazionale degli Attuari) Attualmente circa 850 persone sono iscritte allalbo (sezione A) Liscrizione allalbo è condizionata al superamento di un esame di stato (tale esame consiste in due prove scritte, una prova pratica, un esame orale e verte su materie affini a quelle studiate nellambito del percorso accademico)

11 11 Le due figure di Attuario Allinterno dellalbo sono previste due sezioni: –Agli iscritti della sezione A, cui spetta il titolo di attuario è richiesto il possesso della laurea specialistica. –Agli iscritti della sezione B, cui spetta il titolo di attuario junior è richiesto il possesso della laurea triennale. Lattuario junior è una figura del tutto nuova, con possibilità di lavoro chiaramente inferiori a quelle dellattuario, e generalmente ha due profili dapplicazione: –quello della gestione, procedure di controllo e di validazione, dei dati di portafogli di rischi, propri dei sistemi assicurativi privati e sociali, delle strutture e dei mercati finanziari; –quello della gestione operativa dellofferta di servizi assicurativi e previdenziali, finanziari da parte di imprese assicuratrici, istituti di credito, società di intermediazione mobiliare, società di gestione del risparmio ed altre istituzioni operanti nel campo della previdenza e della finanza.

12 12 Le prospettive di lavoro e le tipologie contrattuali Secondo l'Istat l'occupazione per un attuario, tre anni dopo aver conseguito la laurea, è del 100% mentre i docenti universitari di questa materia osservano che oltre il 20% degli studenti trova un regolare impiego prima ancora di terminare gli studi. Il settore non conosce la disoccupazione. Anzi non si riescono ad assumere tutti i professionisti di cui ci sarebbe invece bisogno" Dal punto di vista delle tipologie contrattuali, generalmente entro un massimo di un paio danni la posizione si traduce in un contratto a tempo indeterminato. Alcune società prevedono particolari tipologie di inserimento come contratti a progetto e la possibilità di svolgere stage durante lultimo anno di corso. Il settore prevede la possibilità di svolgere la libera professione.

13 13

14 14

15 15 In quali città Il mercato più grosso numericamente è proprio quello milanese. Basti pensare che l'80% degli attuari lavora nelle compagnie di assicurazione e che la maggior parte di esse ha sede nel capoluogo lombardo. Possibilità di impiego sono previste anche in altre città (in particolare Roma, Torino e Firenze) La professione permette anche la possibilità di lavorare in mercati esteri (Inghilterra, Francia, Germania, ecc.)

16 16 Le competenze necessarie Solide conoscenze statistiche e matematiche Conoscenze in ambito attuariale e finanziario Conoscenza della Lingua Inglese Conoscenza degli strumenti informatici Capacità di applicazione di modelli teorici alla realtà pratica Capacità di analisi e di Problem-solving Capacità di relazione con persone con competenze diverse da quelle attuariali Aggiornamento delle proprie conoscenze alla luce dellevoluzione del settore Rispetto del codice deontologico

17 17 Il percorso formativo Il corso di laurea (suddiviso tra una laurea triennale ed una specialistica) si propone di fornire: –una formazione di base statistica e matematica allo scopo di offrire strumenti utili per limpiego della metodologia statistica ed informatica in diversi ambiti applicativi. –una formazione tecnica finanziaria e assicurativa (in modo particolare nella laurea specialistica) legata al controllo dei rischi finanziari e demografici, nellambito dei sistemi assicurativi privati e sociali, nel settore bancario e delle grandi imprese finanziarie. La formazione si arricchisce con lapprendimento della lingua inglese e la presenza di insegnamenti appartenenti al settore economico, aziendale e giuridico; ciò al fine di consentire linserimento del laureato in diversi contesti lavorativi ed agevolare linterazione con esperti di altre discipline. Al raggiungimento della laurea è prevista la possibilità di compiere ulteriori specializzazioni mediante lo svolgimento di un Master o di un Dottorato di Ricerca Durante lattività lavorativa generalmente vengono svolti corsi di Formazione e Aggiornamento allo scopo di mantenere le conoscenze aggiornate con levoluzione (normativa e tecnica) del settore ed acquisire nuove competenze.

18 18 Alcuni contatti


Scaricare ppt "1 Moving into the Future La professione dellAttuario dott. Gian Paolo Clemente Milano, 9 Febbraio 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google