La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

14 novembre 2005L'Italia al CERN LE PROCEDURE DACQUISTO DEL CERN Dante Gregorio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "14 novembre 2005L'Italia al CERN LE PROCEDURE DACQUISTO DEL CERN Dante Gregorio."— Transcript della presentazione:

1

2 14 novembre 2005L'Italia al CERN LE PROCEDURE DACQUISTO DEL CERN Dante Gregorio

3 14 novembre 2005 L'Italia al CERN INTRODUZIONE Lacceleratore LHC è composto principalmente da magneti superconduttori e da un sistema centrale di criogenia. In più, cè bisogno del genio civile, della radio frequenza, del vuoto, dell installazione elettrica, dell elettronica e dell informatica. La politica generale del CERN è di subappaltare il lavoro per il quale l industria possiede più esperienza ed è meglio attrezzata.

4 14 novembre 2005 L'Italia al CERN INTRODUZIONE Questa politica da la possibilità alle imprese dei vari Paesi Membri di diventare fornitori o sub-fornitori del CERN. Inoltre, il CERN non lavora soltanto con le imprese di grandi dimensioni: la maggior parte dellelettronica, della strumentazione di ricerca, della meccanica di precisione e del software viene fornita dalle piccole e medie imprese.

5 BUDGET MEMBER STATES CONTRIBUTIONS Amounts in Swiss francs Germany20.12% Norway 1.86% United Kingdom 17.80% Poland 1.82% France 15.90% Denmark 1.69% Italy 12.43% Finland 1.26% Spain 7.68% Greece 1.39% Netherlands 4.24% Portugal1.11% Switzerland 3.20% Czech Republic 0.72% Belgium 2.65% Hungary 0.85% Sweden2.59% Slovak Republic 0.32% Austria 2.18% Bulgaria 0.19% Total 100% CHF

6 14 novembre 2005 L'Italia al CERN

7 14 novembre 2005 L'Italia al CERN

8 14 novembre 2005 L'Italia al CERN IL SERVIZIO ACQUISTI

9 14 novembre 2005 L'Italia al CERN IL SISTEMA ACQUISTI DEL CERN Dal primo gennaio 1994 le procedure d'acquisto hanno subito una modifica importante: n La nozione di paese favorito (detto anche equilibrato) o sfavorito é stata introdotta per la scelta delle ditte da contattare nei vari Paesi Membri del CERN e dei criteri di aggiudicazione dei contratti. n Oggi, queste procedure si applicano unicamente alle gare (acquisti oltre i franchi).

10 14 novembre 2005 L'Italia al CERN LE PROCEDURE DACQUISTI n Acquisti inferiori a franchi: Effettuati senza particolare formalità; n Acquisti tra i e franchi: Richieste un minimo di tre offerte; n Acquisti oltre i franchi: Emissione di domande dofferta e di gare.

11 14 novembre 2005 L'Italia al CERN ACQUISTI SUPERIORI AI FRANCHI n Le domande dofferta: fino ai franchi; n Le gare: oltre i franchi. n Le gare sono le sole programmate e vengono pubblicate ogni trimestre

12 14 novembre 2005 L'Italia al CERN LE DOMANDE DOFFERTA n Queste domande sono corredate da: -specifiche tecniche -disegni -schemi costruttivi n Il tempo di risposta concesso è di un minimo di 4 settimane dalla data di spedizione; n Una copia di tutte le domande dofferta oltre i franchi è inviata al ILO di ogni Paese Membro

13 14 novembre 2005 L'Italia al CERN LE AGGIUDICAZIONI n Le aggiudicazioni sono fatte sulla base di prezzi: Franco Fabbrica (Ex-works) n Il criterio di aggiudicazione è, a qualitá corrispondente ed a data di consegna richiesta, l'offerta più bassa.

14 14 novembre 2005 L'Italia al CERN LE GARE Il sondaggio di mercato (market survey): n Permette al CERN di aggiornare la banca dati dei fornitori; n Permette al CERN di ottenere delle informazioni sulle imprese interessate ad un acquisto; n Permette ai Delegati ed all ILO, di proporre i nominativi delle imprese potenziali; n Incorraggia le imprese di scambiare rapidamente delle informazioni tecniche con il CERN; n Permette al CERN di finalizzare la specifica tecnica e la lista di fornitori tecnicamente validi.

15 14 novembre 2005 L'Italia al CERN IL SONDAGGIO DI MERCATO n Lettera di accompagnamento; n Riassunto della specifica tecnica; n Criteri di qualifica; n Questionario tecnico. n 6 settimane per rispondere. n La validità è di 12 mesi.

16 14 novembre 2005 L'Italia al CERN LE GARE n Lettera di accompagnamento; n Specifica tecnica dettagliata + annessi tecnici + disegni tecnici; n Documento di sottomissione; n Questionario tecnico. n Il tempo di risposta concesso è di un minimo di 6 settimane dalla data di spedizione.

17 14 novembre 2005 L'Italia al CERN LA LISTA DELLE AZIENDE n A titolo di direttiva generale la lista definitiva comprenderà al massimo: n 5 imprese per contratti < a franchi; n 10 imprese per contratti tra i e i franchi; n 15 imprese per contratti > a franchi.

18 14 novembre 2005 L'Italia al CERN IL COEFFICIENTE DI RITORNO INDUSTRIALE n Il Coefficiente di Ritorno Industriale per un Paese Membro per il periodo di unanno civile determinato si definisce per: Il rapporto tra la parte della percentuale degli acquisti che riceve (inclusi contratti di ricerca e sviluppo) durante i quattro anni civili precedenti (tranne le spese inerenti a fonti di energia, telecomunicazioni e assicurazioni) e la percentuale di contribuzione di questo Paese al budget del CERN durante lo stesso periodo.

19 14 novembre 2005 L'Italia al CERN PAESE SFAVORITO n Un Paese è dichiarato sfavorito se il suo Coefficiente di Ritorno Industriale è situato sotto la somma ponderata dei coefficienti di ritorno di: - 0,93 per i contratti di forniture; - 0,40 per i contratti di servizi industriali.

20 14 novembre 2005 L'Italia al CERN PAESI FAVORITI n Per le gare inviate tra il et il i Paesi favoriti, per i contratti di forniture, sono: LAustria, il Belgio, la Svizzera, la Finlandia, la Francia, lItalia, la Slovakia; n Per le gare inviate tra il et il i Paesi favoriti, per i contratti di servizi industriali,sono: il Belgio, la Svizzera, la Danimarca, la Francia, la Germania, la Grecia, il Portogallo, l Italia, lOlanda, la Pologna, il Regno Unito.

21 14 novembre 2005 L'Italia al CERN OFFERTE FATTE DA UN CONSORZIO n Quando più ditte presentano insieme unofferta, questa è trattata come quella appartenente ad un Paese sfavorito, a condizione che il valore del materiale proposto dalla o dalle ditte di un Paese sfavorito non sia inferiore al 51% del valore totale del contratto, per i contratti di forniture e al 40% per i contratti di servizi industriali. n Nel caso contrario, l offerta è trattata come quella di una ditta di un Paese favorito.

22 14 novembre 2005 L'Italia al CERN LE AGGIUDICAZIONI n Le gare: n Quando lofferta più bassa è fatta da una ditta situata in un Paese in condizione sfavorita, il contratto le sarà attribuito; n Quando lofferta più bassa è fatta da una ditta proveniente da un Paese in situazione favorita, il CERN effettua delle trattative con i due offerenti meno cari nei Paese membri sfavoriti, ma solo nel caso che lo scarto tra le loro offerte e quella più bassa non superi il 20%; n Se la ditta meno cara di un Paese sfavorito accetta di allinearsi sullofferta piu bassa, il contratto le sarà attribuito.

23 14 novembre 2005 L'Italia al CERN PAESE DORIGINE Conformemente alle norme imposte dalla Comunità Economica Europea (no. 2913/92 del Consiglio, 12 ottobre 1992): n Per i contratti di forniture, il Paese dorigine è quello in cui la merci è stato fabricato oppure dove lultima trasformazione maggiore ha avuto luogo; n Per i contratti di servizi industriali, il Paese dorigine è quello in cui limpresa aggiudicataria del contratto ha la sua sede.

24 14 novembre 2005 L'Italia al CERN GLI SPERIMENTI LHC n I rivelatori LHC saranno costruiti e finanziati da collaborazioni composte da numerosi Istituti ed Università del mondo, compreso anche il CERN; n Le procedure d acquisto da seguire dipendono dal finanziamento del acquisto; n Leggere con attenzione i documenti del sondaggio di mercato e della gara; n Nel dubbio, contattare il responsabile commerciale.

25 14 novembre 2005 L'Italia al CERN COME FARSI CONOSCERE n I Paesi Membri sono incoraggiati ad organizzare delle mostre nazionali al CERN: n Contatto: Caroline Laignel Tel Fax n Inoltre, unimpresa può fare la domanda per organizzare una mostra tecnica di un giorno al CERN.

26 14 novembre 2005 L'Italia al CERN COME FARSI CONOSCERE n Le imprese sono invitate a mettere degli annunci sul Corriere del CERN il quale è distribuito al CERN ed ad altri istituti scientifici; n Le imprese sono invitate a contattare la parte tecnica e commerciale. n L ufficio acquisti può aiutare ad identificare degli utilizzatori potenziali.

27 14 novembre 2005 L'Italia al CERN COME FARSI CONOSCERE n Il CERN mette a disposizione un questionnario per far conoscere e mettere a giorno le attività principali di un impresa: n Contatto: Rachel Bray Tel Fax

28 14 novembre 2005 L'Italia al CERN CONTATTI Thierry Lagrange Responsabile del Servizio Acquisti Tel Fax Segretariato Tel

29 14 novembre 2005 L'Italia al CERN CONTATTI Anders Unnervik Responsabile Sezione Acceleratore Tel Fax Segretariato Tel

30 14 novembre 2005 L'Italia al CERN CONTATTI Cristina Lara Responsabile Sezione Servizi Industriali Tel Fax Segretariato Tel

31 14 novembre 2005 L'Italia al CERN CONTATTI Dante Gregorio Contatto commerciale al CERN per l Italia Tel Fax Segretariato Tel

32 14 novembre 2005 L'Italia al CERN CONTATTI n I compratori - vedi lista di compratori: n Responsabile Relazioni con l Industria (ILO) Prof. S. Centro Università degli studi di Padova Dipartimento di Fisica « G. Galilei » INFN Sezione de Padova Via F. Marzolo Padova


Scaricare ppt "14 novembre 2005L'Italia al CERN LE PROCEDURE DACQUISTO DEL CERN Dante Gregorio."

Presentazioni simili


Annunci Google