La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

5. Il Consiglio dei Ministri A.Storia Consiglio (Speciale) dei Ministri previsto dal Trattato di Parigi (1951) Consiglio (Speciale) dei Ministri previsto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "5. Il Consiglio dei Ministri A.Storia Consiglio (Speciale) dei Ministri previsto dal Trattato di Parigi (1951) Consiglio (Speciale) dei Ministri previsto."— Transcript della presentazione:

1 5. Il Consiglio dei Ministri A.Storia Consiglio (Speciale) dei Ministri previsto dal Trattato di Parigi (1951) Consiglio (Speciale) dei Ministri previsto dal Trattato di Parigi (1951) Istituzione rappresentante gli Stati Membri (S.M.) per bilanciare i poteri della (supranazionale) Alta Autorità. Istituzione rappresentante gli Stati Membri (S.M.) per bilanciare i poteri della (supranazionale) Alta Autorità. Nel 1957: Consiglio delle Comunità Europee Nel 1957: Consiglio delle Comunità Europee Stesso nome, ma poteri diversi: Stesso nome, ma poteri diversi: - assicurare coordinamento delle politiche economiche generali S.M. - avere il potere di prendere decisioni

2 5. Il Consiglio dei Ministri A.Storia 3 fasi principali 1. I primi anni ( ) 2. Rafforzamento del Consiglio (metà 60 – metà 80) - crisi della sedia vuota - compromesso di Lussemburgo 3. Uso del voto a maggioranza qualificata (QMV) (metà 80 in poi)

3 5. Il Consiglio dei Ministri B. Composizione e organizazzione La gerarchia del Consiglio: un triangolo a strati La gerarchia del Consiglio: un triangolo a strati Consiglio Europeo Consiglio dei Ministri COREPER e altri gruppi Unampio numero di working groups La Presidenza presiede ognuno di questi livelli La Presidenza presiede ognuno di questi livelli Gerarchia determinata dal segretariato del Consiglio Gerarchia determinata dal segretariato del Consiglio

4 5. Il Consiglio dei Ministri B. Composizione e organizzazione: Formazioni 1 Consilgio, riunioni in diverse formazioni 1 Consilgio, riunioni in diverse formazioni Formazioni dipendono dalle materie in agenda: Formazioni dipendono dalle materie in agenda: : 16 formazioni : 9 formazioni 1.Affari Generali e Relazioni Esterne (incl. sicurezza e difesa e cooperazione) 2.Economia e Finanza (incluso budget) 3.Giustizia e Affari Interni (incluso protezione civile) 4.Occupazione, politica sociale, salute e consumatori 5.Competitività, mercato interno, industria e ricerca (incluso turismo) 6.Trasporti, telecomunicazioni e energia 7.Agricoltura e pesca 8.Ambiente 9.Istruzione, gioventù e cultura (compreso audiovisivi)

5 5. Il Consiglio dei Ministri B. Composizione e organizzazione Circa 100 riunioni del consiglio lanno Circa 100 riunioni del consiglio lanno Riunioni a Bruxelles (aprile, giugno e ottobre: a Lussemburgo) Riunioni a Bruxelles (aprile, giugno e ottobre: a Lussemburgo) Titolo permanente: ministri partecipano come rappresentanti del loro governo Titolo permanente: ministri partecipano come rappresentanti del loro governo

6 5. Il Consiglio dei Ministri B. Composizione e organizzazione : Presidenza Presidenza ruota tra SM, secondo un ordine stabilito nel 1995 con decisione del Consiglio Presidenza ruota tra SM, secondo un ordine stabilito nel 1995 con decisione del Consiglio Ordine attuale: Italia, Irlanda, Paesi Bassi, Lussemburgo, Gran Bretagna, Austria, Germania, Finlandia, Portogallo, Francia, Svezia, Belgio, Spagna, Danimarca, Grecia Ordine attuale: Italia, Irlanda, Paesi Bassi, Lussemburgo, Gran Bretagna, Austria, Germania, Finlandia, Portogallo, Francia, Svezia, Belgio, Spagna, Danimarca, Grecia La presidenza è mantenuta per 6 mesi, comincia il 1° gennaio e il 1° luglio La presidenza è mantenuta per 6 mesi, comincia il 1° gennaio e il 1° luglio

7 5. Il Consiglio dei Ministri C. Poteri Decision-making nei tre pilastri Decision-making nei tre pilastri Adozione senza discussioni dei punti adottati al livello più basso (Coreper, WGs): punti A Adozione senza discussioni dei punti adottati al livello più basso (Coreper, WGs): punti A Negoziazione sui punti controversi: punti B Negoziazione sui punti controversi: punti B Problemi di coordinamento Problemi di coordinamento

8 5. Il Consiglio dei Ministri C. Poteri: voto al Consiglio 1. Maggioranza semplice (quando non specificato diversamente): - ogni SM ha un voto - 8 voti richiesti per prendere una decisione (UE 15) - per lo più per questioni procedurali 2. Unanimità - ogni SM può usare veto su una decisione - astensione non impedisce la decisione - per lo più per politiche molto sensibili o per emendare la proposta della Commissione

9 5. Il Consiglio dei Ministri C. Poteri: voto al Consiglio 3. Voto a Maggioranza Qualificata (QMV) - ogni SM ha un numero di voti - soglia stabilita per ottenere la la maggioranza - soglia attuale (totale=87): 10 voti: Germania, GB, Francia, Italia 8 voti : Spagna 8 voti : Spagna 5 voti : Paesi Bassi, Grecia, Belgio, Portogallo 5 voti : Paesi Bassi, Grecia, Belgio, Portogallo 4 voti : Svezia, Austria 4 voti : Svezia, Austria 3 voti : Danimarca, Finlandia, Irlanda 3 voti : Danimarca, Finlandia, Irlanda 2 voti : Lussemburgo 2 voti : Lussemburgo Maggioranza Qualificata = 62; Minoranza di blocco = 26

10 5. Il Consiglio dei Ministri C. Poteri: voto al Consiglio 3. Voto a Maggioranza Qualificata (QMV) - meccanismo di voto sempre più esteso - aiuta ad accelerare il processo di integrazione - principale oggetto di negoziazione alla Convenzione per estendere la sua applicazione - il Trattato di Nizza richiede una tripla maggioranza: 1. A maggioranza qualificata di voti ponderati 2. A maggioranza di SM 3. A maggioranza demografica del 62% popolazione (su richiesta) - La Convenzione ha cercato di semplificare questa proposta

11 5. Il Consiglio dei Ministri D. Futuro La Presidenza dellUnione: due anni e mezzo (Conv.) La Presidenza dellUnione: due anni e mezzo (Conv.) - stabilità - visibilità Le politiche sotto QMV Le politiche sotto QMV Semplificazione della QMV Semplificazione della QMV Un Ministro degli Affari Esteri (?): Costituzione Un Ministro degli Affari Esteri (?): Costituzione


Scaricare ppt "5. Il Consiglio dei Ministri A.Storia Consiglio (Speciale) dei Ministri previsto dal Trattato di Parigi (1951) Consiglio (Speciale) dei Ministri previsto."

Presentazioni simili


Annunci Google