La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il nuovo Statuto dellINFN: novita e tratti salienti Antonio Masiero PADOVA, 10 MARZO 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il nuovo Statuto dellINFN: novita e tratti salienti Antonio Masiero PADOVA, 10 MARZO 2011."— Transcript della presentazione:

1 Il nuovo Statuto dellINFN: novita e tratti salienti Antonio Masiero PADOVA, 10 MARZO 2011

2 Come ci siamo arrivati Il Regolamento Generale dellEnte sinora in vigore risale al 1995 (G.U. 24/06/1995) Delega al Governo in materia di riordino degli enti di ricerca: legge N.165 del 27/09/2007 Decreto Legislativo del 31/12/2009, n. 213, sul riordino degli enti di ricerca (cruciale per garantire lautonomia dellINFN): allart. 2 si stabilisce che gli enti devono adottare o adeguare I propri Statuti in conformita alla legge 27/9/2007,n.165, 21/4/2010: Nota del MIUR contenente indicazioni in merito agli Statuti suddetti e richiesta di un documento di vision 14/07/2010: deliberazione del CD con cui viene adottato lo schema di Statuto dellINFN e approvato il documento di vision richiesto; il 19/07/2010 invio al MIUR per I controlli di legittimita e di merito 15/09/2010: nota del MIUR con la scheda osservazioni sullo schema di Statuto inviato il 19/7

3 Come ci siamo arrivati (parte 2) il CD delibera ladozione dello Statuto dellINFN (in cui vengono recepiti i rilievi presenti nella nota del MIUR del 15/09/1030/09/2010: il CD, allargato con la presenza dei 5 esperti nominati dal MIUR ( 41 componenti) in seduta straordinaria, con 34 voti favorevoli su 34 presenti, delibera ladozione dello Statuto dellINFN (in cui vengono recepiti i rilievi presenti nella nota del MIUR del 15/09/10) e autorizza il Presidente ad apportare al testo finale dello Statuto da trasmettere per pubblicazione sulla G.U. gli aggiustamenti tecnici necessari (lo Statuto vine quindi inviato al MIUR); Approvazione dello StatutoApprovazione dello Statuto : in data 28 febbraio 2011 il Ministro Gelmini approva lo Statuto (esaminato il nuovo testo deliberato e preso atto che le modifiche apportate superano i rilievi di legittimità e di merito precedentemente formulati, si approva lo Statuto), con la richiesta di recepire, anteriormente alla pubblicazione dello stesso, alcune indicazioni tecniche riportate in una scheda allegata alla lettera di approvazione Il Presidente procede ad operare tali aggiustamenti tecnici sul testo dello Statuto, come previsto nella deliberazione del CD del 30/09/2010, e provvede ad inviare il testo dello Statuto, cosi emendato, sulla G.U, e sul sito Internet dellEnte

4 Riordino degli Enti di Ricerca e riconoscimento dellautomia dellINFN Con la legge delega, il Governo viene incaricato di decretare sul riordino degli enti di ricerca Il modello standard proposto dal governo per la governance degli enti vede un presidente nominato dal Ministro del MIUR su una rosa di candidati e un Consiglio di Amministrazione (CdA) di 5 membri di cui tre di nomina governativa Per lINFN viene prospettata una collocazione oltre il modello standard in cui in luogo del CdA e presente il Consiglio Direttivo (CD) e il Presidente viene designato dal CD e poi nominato dal Ministro Viene salvaguardata lautonomia dellINFN: importante risultato ottenuto grazie agli sforzi dellattuale Presidente che ha saputo evidenziare e valorizzare presso il MIUR quello che e il ruolo dellINFN nella ricerca italiana.

5 DESIGNAZIONE E NOMINA DEL PRESIDENTEDESIGNAZIONE E NOMINA DEL PRESIDENTE: la procedura di designazione del Presidente diviene esplicita e riconosciuta come il solo input per la nomina da parte del Ministro

6 Il ruolo della GIUNTA Esecutiva: da un ruolo de facto al nero su bianco di un articolo di legge

7 Autonomia dei Direttori delle Strutture in materia di accordi regionali e dei programmi di assegni di ricerca e contratti post-doc

8 CONSIGLIO TECNICO-SCIENTIFICO Introduzione del CONSIGLIO TECNICO-SCIENTIFICO

9 DIRETTORE GENERALE Introduzione di un DIRETTORE GENERALE

10

11 Il Direttore Generale assiste alle riunioni della Giunta Esecutiva e del Consiglio Direttivo e assolve alle proprie funzioni in stretta collaborazione con il Presidente

12 composizione della Giunta Esecutiva Modica alla composizione della Giunta Esecutiva

13 Nuova attribuzione al CD in materia di organizzazione complessiva dellEnte (soggetta ad approvazione da parte del Ministero vigilante)

14 Due modifiche nelle dispozioni transitorie e finali SEI MESI …in vigore dal primo giorno del mese successivo a quello della pubblicazione

15 NOVITA e (qualche) COMMENTO sul nuovo STATUTO

16 Autonomia dellEnte preservata, anzi, per certi aspetti, per la prima volta scritta a chiare lettere in una legge Limpianto dellente nella sua autonomia sulle decisioni di programmazione scientifica e gestionale mi sembra ampiamente garantito (nel quadro generale del riordino degli enti di ricerca, il nuovo Statuto dellINFN emerge per le chiare indicazioni a favore della sua autonomia CD invece di CdA, Presidente nominato dal Ministro su designazione del CD, un membro su 6 della Giunta di nomina governativa, Direttore Generale scelto dal Presidente e che opera nel rispetto delle direttive stabilite dalla GE e delle prerogative di questultima

17 Ente piu snello nella sua attivita gestionale Ambiti di azione e autonomia della Giunta finalmente scritti in modo esplicito in una legge; Federalismo delle Strutture (Sezioni, Laboratori) con maggiore autonomia dei Direttori

18 Potenziali vantaggi nella gestione amministrativa nel nuovo Statuto Il Direttore Generale e chiamato ad assicure il coordinamento delle attivita amministrative centrali e periferiche e la loro unitarieta operativa e dindirizzo; Il componente della Giunta designato dal MIUR avra specifiche competenze amministrative e gestionali. Importante avere anche un legame diretto col Ministero attraverso questo membro di Giunta (naturalmente, laltro lato della medaglia e quello di monitorare lautonomia nelle scelte di programmazione scientifica della GE)

19 Potenzialita di una maggiore efficienza e determinazione nelle scelte di programmazione scientifica Maggiori potenzialita di unefficiente programmazione scientifica con decisioni strategiche del Direttivo che recepiscano le cruciali indicazioni provenienti dalle Commissioni Scientifiche Nazionali, ma che poi trascendano i particolari interessi della singola Commissione Mantenimento dellinsostituibile ruolo delle CSN nel fornire un autorevole parere sullo sviluppo delle linee scientifiche e nellelaborazione delle proposte di programmazione scientifica e relativi preventivi finanziari per la preparazione dei piani di sviluppo pluriennali dellINFN, tenendo conto anche delle necessita tecnico-finanziarie e di risorse umane degli esperimenti gia in corso; viene poi sottolineata la funzione delle CSN nella valutazione e consuntivo annuale dellattivita svolta da ogni singola iniziativa di ricerca Istituzione del Consiglio Tecnico-Scientifico chiamato a valutare la congruita delle risorse umane ed economiche e ladeguatezza delle infrastrutture dei singoli progetti

20 Commenti finali sul nuovo Statuto fatti dal Presidente in occasione della Giornata di Studio sul Piano Triennale al LNGS, 13-14/10/2010


Scaricare ppt "Il nuovo Statuto dellINFN: novita e tratti salienti Antonio Masiero PADOVA, 10 MARZO 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google