La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Stefano Ceri, Florian Daniel, Federico Facca, Maristella Matera Modellazione concettuale di applicazioni Web personalizzate e context-aware Estensione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Stefano Ceri, Florian Daniel, Federico Facca, Maristella Matera Modellazione concettuale di applicazioni Web personalizzate e context-aware Estensione."— Transcript della presentazione:

1 Stefano Ceri, Florian Daniel, Federico Facca, Maristella Matera Modellazione concettuale di applicazioni Web personalizzate e context-aware Estensione WebML - WP7.1 Milano – 18 Novembre 04

2 Modellazione concettuale 2 Linguaggio grafico (e testuale) di modellazione per applicazioni Web data-intensive Supporta personalizzazione lungo due dimensioni Contenuti personalizzati rispetto ad utenti Interfacce ipertestuali personalizzate rispetto a gruppi WebML adattativo Personalizzazione dellapplicazione non solo rispetto all identità dellutente, ma anche rispetto al suo contesto. Dimensioni di adattività (cosa vogliamo ottenere?) Adattamento automatico di contenuti Esecuzione automatica di azioni di navigazione o servizi Adattamento automatico dellipertesto (site view) Per ulteriori dettagli: rapporto R WebML & Adattività Descrizione generale

3 Modellazione concettuale 3 Pagine C presentano comportamento adattativo Aggiornamento pagina tramite meccanismo di refresh automatico Azioni di adattamento: specificano il comportamento adattativo e sono eseguite a ogni refresh automatico Aree C permettono di raggruppare operazioni da eseguire per ogni pagina C contenuta Contenitori interni ereditano azioni da quelli esterni WebML adattativo: Overview Contenitori context-aware

4 Modellazione concettuale 4 WebML adattativo: Computo di pagine dinamiche

5 Modellazione concettuale 5 WebML adattativo: Computo di pagine context-aware

6 Modellazione concettuale 6 Esempio: Primo prototipo P (mese 20) Strumenti per la produzione di siti Web multicanale personalizzati Scenario di riferimento Portale Agenzia Viaggi: due sotto-scenari Travel Planner (Cefriel/Engineering): ricerca destinazioni e selezione pacchetti viaggio Adattamento della presentazione al contesto Accesso multi-dispositivo Interazione multimodale Travel Assistant (Polimi): informazioni di supporto sul luogo di destinazione Mantenimento modello del contesto Adattamento di contenuti e navigazione

7 Modellazione concettuale 7 Esempio: Modello dei dati Adattamento di contenuti ed azioni di navigazione automatiche

8 Modellazione concettuale 8 Esempio: Ipertesto adattativo (frammento semplificato) Adattamento di contenuti ed azioni di navigazione automatiche

9 Modellazione concettuale 9 Esempio: screenshot prototipo

10 Modellazione concettuale 10 Implementazione Prototipo Runtime Framework WebML Implementazione Java/Struts Paradigma MVC (Model/View/Controller) Prototipo: soluzione esterna Indipendente dal Runtime Framework di WebML Agisce come filtro di richieste HTTP Implementato a mano Sviluppo futuro: soluzione interna Integrazione nel Runtime Framework Implementazione di primitive e logica di computo Generazione automatica del codice

11 Modellazione concettuale 11 Deliverable Mese 24 Valutazione del primo prototipo Accesso ai prototipi Approcci adottati dalle unità coinvolte Dimensioni di valutazione (qualitative) Stabilità Scalabilità Sicurezza/Privacy Uso di risorse (System Requirements) Usabilità Performance generale

12 Modellazione concettuale 12 WP 7.1: I lavori delle unità coinvolte… Polimi Modellazione concettuale di applicazioni Web adattative (multi-versione): estensione di WebML Personalizzazione di contenuti rispetto al profilo utente Engineering Deployment multi-canale di applicazioni WebML Adattamento della presentazione al canale utilizzato Cefriel Deployment multi-modale Sincronizzazione di due canali di deployment separati

13 Modellazione concettuale 13 WP 7.1: … ed integrazione degli approcci

14 Multimodalità e context awareness Dimostratore MAIS WP 7.1.1: contributo Cefriel

15 Modellazione concettuale 15 Attività Cefriel WP 7.1 Tematiche di interesse Delivery multimodale di ipertesti Progettazione e realizzazione di una piattaforma Che supporti diverse modalità di interazione contemporaneamente anche su dispositivi diversi Per ambienti mobili e nomadici Per applicazioni nuove Delivery context-aware di servizi Progettazione e realizzazione di una piattaforma Per ambienti mobili e nomadici Per lerogazione di servizi che si adattino al contesto di fruizione Per applicazioni nuove

16 Modellazione concettuale 16 Delivery multimodale: definizioni di riferimento Web Vision: extending the Web to allow multiple modes of interaction (W3C) ipertestiMultimodalità per gli ipertesti speakwrite typehearsee Multimodal interaction will enable the user to speak, write and type, as well as hear and see using a more natural user interface than today's single mode browsers (W3C) vocetesto scritto visualeSupporto per voce, testo scritto (input e output) e rappresentazione visuale dei contenuti Approccio Server-side Non sono richieste particolari risorse sui dispositivi Non si devono imporre particolari vincoli Semplificare luso dei piccoli dispositivi portatili Utilizzare più dispositivi contemporaneamente

17 Modellazione concettuale 17 multimodal integrator interaction manager (W3C) Il multimodal integrator è limplementazione di un interaction manager (W3C) Visual mode Vocal mode Modello WebML M 3 L Framework Voice gateway TTS ASR VoiceXML Browser HTML HTML browser User Developer M 3 L documents Servlets Multimodal integrator VoiceXML La piattaforma M3L: architettura

18 Modellazione concettuale 18 Servizi web context-aware Siti Web context-aware OBIETTIVI: Adattare presentazione, navigazione, contenuti al variare delle proprietà dellambiente al fine di migliorare lutilizzo del servizio da parte dellutente. APPROCCIO: Compliance con WebML tramite utilizzo di properties Gestione di più elementi di contesto riferiti alla particolare situazione Context awareness & situation awareness Esempi di dimensioni del contesto: Dispositivo, Posizione, Stato di movimento, attività, modalità di interazione … SOLUZIONE: Definire delle proprietà di adattamento nella progettazione dellipertesto Definire lipertesto anche in funzione delle proprietà definite (es. il testo da mostrare se è vera una condizione su una proprietà) Definire delle regole che adattano lipertesto (presentazione, navigazione, contenuti, modalità di interazione) in funzione del valore delle variabili di contesto

19 Modellazione concettuale 19 Le proprietà associate al servizio: esempi Dispositivo Valori possibili Stato di movimento Nome proprietà Attività Le dimensioni del contesto abilitano la gestione della situazione Desktop Palmare Cellulare... Fermo In movimento... Posizione Seduto In piedi … Spare time Working time...

20 Modellazione concettuale 20 SELEZIONE L D MENU_SCELTA SCROLLING_DETTAGLI Zona NEST Ristorante Zona Ristorante MENU_SCELTA1 MENU_SCELTA2 Zona Ristorante DETTAGLI_RIST Ristorante Palmare Ristorante Promozione DETTAGLI_PROMO Promozione A Desktop Nome rist Indirizzo Menu odierno Posti disponibili Foto HQ Foto LQ Capienza Categoria Numero Civico TO PRENOTAZIONE Nome rist Indirizzo Menu odierno Posti disponibili Numero Civico Menu costo minimo Palmare Desktop Fermo In movimento Desktop In movimento Servizio e-WebMLESEMPIO SELEZIONA_RIST

21 Gabriele Giunta Lattività Engineering nel WP7 Milano – 11 Novembre 2004

22 Modellazione concettuale 22 Dynamic Presentation Manager: una visione dinsieme Il Dynamic Presentation Manager (DPM) è un modulo per la generazione adattiva al contesto di pagine di presentazione Le informazioni da presentare sono dati prodotti dalla logica di business, e la presentazione è funzione dei dati contestuali generati dellinfrastruttura di context- sensing. Sia i dati di business sia i dati contestuali sono espressi in formato XML.

23 Modellazione concettuale 23 Schema architetturale del DPM (1/2) Business DB Communication Servlet Page Formatter Business Logic XSL Engine Rule Engine Stylesheet Repository User Agent Generic Rules Business dependent Rules Generic Rules Business dependent Rules DPM

24 Modellazione concettuale 24 Schema architetturale del DPM (2/2) Il DPM è costituito dai moduli: Page Formatter XSL Engine Rule Engine XSL Stylesheet Repository LXSL Engine realizza la trasformazione XSLT applicando un foglio di stile ai dati di business. Il risultato di questa trasformazione è la pagina di presentazione. Il Rule Engine seleziona il foglio di stile per l XSL Engine dopo lesecuzione delle regole di presentazione. L XSL Stylesheet Repository contiene i fogli di stile dellapplicazione da realizzare.

25 Modellazione concettuale 25 Schema funzionale del DPM Page Formatter Rule Engine Business data Context data XSL Engine Presentation Rules XSLT Repository (DATA ctx ) (rXSLT ctx,[ PARAMS ctx ]) ((X)HTML/WML) Presentation Page (DATA bss ) 5 6

26 Modellazione concettuale 26 Le regole di generazione della presentazione (1/2) I contenuti vengono adattati in funzione del profilo utente dalla logica di business Le regole adattano la presentazione in funzione del: Configurazione del device Dimensione dello schermo Protocollo applicativo (HTTP/WAP) Stato fisico del device Livello di carica della batteria Movimento Regole di presentazione implementate: Resize del font dei widget; Sostituzione dei widget; Scelta dei colori.

27 Modellazione concettuale 27 Le regole di generazione della presentazione (2/2) (defrule PDADeviceRule (START_PRESENTATION) (CONTEXT USER_ID ?user_id) (CONTEXT CHANNEL http) (CONTEXT DEVICE pda) (CONTEXT SCREENSIZE ?screensize) => (assert (PRESENTATION_COMPONENT (id xsltPDA))) (assert (PRESENTATION_COMPONENT_PARAMETER (id xsltPDA) (name displayWidth)(value ?screensize)))) Esempio di unimplementazione JESS

28 Modellazione concettuale 28 Deployment multicanale Lo scenario utilizzato è quello relativo alla Preparazione Viaggio (Scenario in ambito turistico ). Sono state modellate con WebML+ le seguenti pagine: Planner Home Country Details Travel Package Recommendation System per destinazioni turistiche

29 Modellazione concettuale 29 Modellazione dei dati in WebML+

30 Modellazione concettuale 30 Screenshot dellapplicazione multicanale (1/5) * Interazione iniziale attraverso PC *

31 Modellazione concettuale 31 Screenshot dellapplicazione multicanale (2/5) * Primo cambio di canale: da PC a PDA *

32 Modellazione concettuale 32 Screenshot dellapplicazione multicanale (3/5) * Secondo cambio di canale: da PDA a Mobile Phone *

33 Modellazione concettuale 33 Screenshot dellapplicazione multicanale (4/5) * Adattamento al contesto (im movimento) mediante il resize del font *

34 Modellazione concettuale 34 Screenshot dellapplicazione multicanale (5/5) * Adattamento al contesto (batteria scarica) mediante linvio di una mail *


Scaricare ppt "Stefano Ceri, Florian Daniel, Federico Facca, Maristella Matera Modellazione concettuale di applicazioni Web personalizzate e context-aware Estensione."

Presentazioni simili


Annunci Google