La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto: MAIS Multichannel Adaptive Information System B. Pernici Milano, 3-4 dicembre 2002.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto: MAIS Multichannel Adaptive Information System B. Pernici Milano, 3-4 dicembre 2002."— Transcript della presentazione:

1 Progetto: MAIS Multichannel Adaptive Information System B. Pernici Milano, 3-4 dicembre 2002

2 2 Indice »Agenda »Presentazione del Progetto »Unità di ricerca »Presentazione del programma generale delle attività »Unità di Ricerca / WP »Gruppi di lavoro di impostazione delle attività in ciascun workpackage »Varie ed eventuali

3 3 Agenda 3 dicembre 2002 » presentazione generale del progetto (B. Pernici) presentazione delle unita' –Milano Bicocca –Roma 1 –Roma 3 –Lecce –Politecnico di Milano –Cefriel –Engineering –STMicroelectronics » pranzo WP1 Analisi dei sistemi informativi multicanale e modello generale: discussione generale (V. De Antonellis) » Riunione dei gruppi di lavoro dei WP 2, 3, 4, 5, 6, 7 » Cena di progetto

4 4 Agenda – 4 dicembre 2002 » Presentazione dei risultati dei gruppi di lavoro da parte dei coordinatori Discussione WP Discussione su laboratori, infrastruttura tecnologica, casi applicativi per il progetto Termine della riunione generale Nel pomeriggio (15-17) si terra' una riunione dei coordinatori delle unita' di ricerca e di workpackage per discutere gli aspetti organizzativi del progetto

5 5 Presentazione del Progetto »Parole chiave: –Sistemi informativi –Multicanalita –Adattativita

6 6 Dispositivi con diversa QoS Peer-to-peer local coordination INTERACTION ENABLING PLATFORM

7 7 RETE ADATTATIVA (rete fisica e protocolli) FILTRI DI GENERAZIONE INTERFACCE Context information SISTEMA DI COMPOSIZIONE DINAMICA DI E-SERVICE REPOSI TORIES ­ Descrizioni E-service ­ Application data ­ Control data Legacy IS CRM e-biz Other services DB DISPOSITIVI DI ACCESSO AI SERVIZIMicrochip per web PIATTAFORMA TRANSAZIONALE E protocolli Knowledge Management

8 8 Indice »Presentazione del Progetto »Presentazione delle unità di ricerca –Politecnico di Milano –Università degli Studi di Milano-Bicocca –CEFRIEL –Università degli Studi di Roma "La Sapienza" –Università Roma Tre –e-Business Management School (Univ. Lecce) –STMicroelectronics S.r.l. –Engineering Ingegneria Informatica S.p.A.

9 9 Indice »Presentazione del Progetto »Presentazione delle unità di ricerca »Presentazione del programma generale delle attività »Responsabili WP »Unità di Ricerca / WP »Discussione sulle scelte tecnologiche e sull'impostazione dei laboratori »Gruppi di lavoro di impostazione delle attività in ciascun workpackage »Varie ed eventuali

10 10 Presentazione del programma generale delle attività »WP1 Analisi dei sistemi informativi multicanale e modello generale (tutte le unità) 1.1 Studio delle caratteristiche dei canali disponibili (CEFRIEL, Polimi, Engineering) 1.2 Analisi delle caratteristiche dei servizi multicanale e del loro utilizzo nei sistemi esistenti (Polimi, Roma1, ISUFI, Engineering) 1.3 Definizione del modello generale (tutte le unità) »WP2 E-services (Polimi, Roma1, Bicocca, Engineering) 2.1 Modello di descrizione degli e-service (Polimi, Roma1) 2.2. Modello di composizione (Polimi, Roma1) 2.3 Strumenti di composizione adattativi ed evolutivi con gestione delle transazioni (Polimi, Roma1, Bicocca, Engineering) »WP3 Architetture riflessive per servizi context-aware (Bicocca, CEFRIEL, Roma1) 3.1 Modellazione O-O delle principali classi e sottoclassi di meta-oggetti. (Bicocca, CEFRIEL, Roma1) 3.2 Definizione e implementazione dei protocolli mid-tier (Roma1) 3.3 Design implementazione e utilizzo sperimentale delle metaclassi (Bicocca, CEFRIEL e Roma1) »WP4 Reti adattative (Polimi, Cefriel, Roma3) 4.1 Definizione di una infrastruttura tecnologica adattiva e riconfigurabile a livello fisico (Polimi, CEFRIEL) 4.2 Definizione del livello collegamento dati DLC/MAC (Polimi, CEFRIEL) 4.3 Definizione delle procedure interne tra strato di applicazione e strato rete (Polimi, CEFRIEL, Roma3) 4.4 Definizione dei protocolli end-to-end tra entità remote di applicazione (Polimi, CEFRIEL, Roma3) I IIIII Report ProdottoAttività Report costantemente distribuitiWork Package

11 11 I »WP5 Architetture (Polimi, STMicroelectronics) 5.1 Architetture scalabili e flessibili a basso consumo di potenza integrate su chip per web support (Polimi, STMicroelectronics) 5.2 Microdatabase (Polimi) »WP6 Strumenti di monitoraggio per la valutazione dell'accesso ai servizi sui diversi canali (ISUFI, Engineering, Bicocca) 6.1 Modello di interazione knowledge-based degli utenti con la rete. (ISUFI, Bicocca, Engineering) 6.2 Integrazione di strumenti di knwledge management. (ISUFI, Bicocca, Engineering) »WP7 Metodologie e strumenti di progettazione e integrazione di canale (Polimi, CEFRIEL, Roma1, Roma3, ISUFI, Engineering) 7.1 Metodologie e strumenti di progettazione coordinata di sistemi informativi su più canali (Polimi, Engineering, CEFRIEL, ISUFI) 7.2 Strumenti di generazione di interfacce (Engineering, Polimi, Roma3) 7.3 Tecniche e strumenti per la valutazione dell'usabilità e dell'accessibilità (Roma1 e Polimi) »WP8 Exploitation (tutte le unità) 8.1 Pubblicazione dei Risultati (Tutte le unità) 8.2 Sperimentazione (Tutte le unità) »WP9 Gestione del progetto (Polimi) 6.1 Coordinamento e Gestione del Progetto (Polimi) IIIII Report ProdottoAttività Report costantemente distribuitiWork Package Presentazione del programma generale delle attività

12 12 WP1 Analisi dei sistemi informativi multicanale e modello generale 2002 N D G F M A M G L A S O N D Prof. Giampio Bracchi Responsabile Prof. De Antonellis Valeria 2003 Brioschi R Rapporto sui requisiti del modello di riferimento MAIS (tutte le unità) R Rapporto sulle caratteristiche delle diverse tipologie di canali R Rapporto sui requisiti di modello funzionale, architetturale e di contesto (tutte le unità) R Rapporto sull'evoluzione della catena del valore nei servizi basati su contenuti R Rapporto sulla esigenze specifiche dei sistemi multicanale 1.2 Analisi delle caratteristiche dei servizi multicanale e del loro utilizzo nei sistemi esistenti (Polimi, Roma1, ISUFI, Engineering) 1.3 Definizione del modello generale (tutte le unità) Analisi dei requisiti funzionali dei servizi multicanale: definizione del modello Rilevazione dei requisiti degli utenti di sistemi multicanale Valutazione della dimensione economica nell'uso dei servizi 1.1 Studio delle caratteristiche dei canali disponibili (CEFRIEL, Polimi, Engineering) »ATTIVITÁ Sotto-Attività Responsabile del Work-Package: Prof. De Antonellis Valeria 1/5 1/11 1/5 1/11 1/5 Report ProdottoAttività Report costantemente distribuitiWork Package R Rapporto sulla definizione di un modello di analisi dei requisiti funzionali dei servizi multicanale 1/11

13 13 Responsabile del Work-Package: Prof. Pernici Barbara 2002 N D G F M A M G L A S O N D Prof. Pernici Barbara Responsabile Prof. Pernici Barbara 2003 Prof. Pernici Barbara R Definizione del modello di rappresentazione degli e-service 2.2Modello di composizione (Polimi, Roma1) 2.3 Strumenti di composizione adattativi ed evolutivi con gestione delle transazioni (Polimi, Roma1, Bicocca, Engineering) Analisi delle proposte esistenti per i possibili linguaggi di specifica Definizione del sottomodello per le proprietà di specifica, con caratteristiche di adattabilità Analisi delle proposte esistenti per i modelli transazionali Definizione del sottomodello di transazionalità Definizione del sottomodello per le proprietà di transazionalità Progettazione del linguaggio di rappresentazione degli e-services, da esprimere sia come DTD che come XML Schema 2.1 Modello di descrizione degli e-service (Polimi, Roma1) »ATTIVITÁ Definizione di un meccanismo per descrivere la cooperazione tra organizzazioni Definizione di un linguaggio di rappresentazione del processo cooperativo, basato su linguaggi per la descrizione del workflow 2.2.3Definizione di tecniche per definire viste sui processi di una organizzazione Studio di un ambiente di composizione di e-services sicuro per lo scambio di informazioni con caratteristiche di confidenzialità, integrità, non ripudio e autenticità Definizione del modello di esecuzione delle parti transazionali degli e- service e delle politiche in caso di eccezioni In collaborazione con l'Attività 4.4, studio delle caratteristiche necessarie alla negoziazione peer-to-peer per la esecuzione di e-service su reti adattative WP2 E-services 1/5 1/11 1/2 1/11 Sotto-Attività Report ProdottoAttività Report costantemente distribuitiWork Package

14 14 WP3 Architetture riflessive per servizi context-aware 2002 N D G F M A M G L A S O N D Prof. Baldoni Roberto Responsabile Prof. Arcelli Fontana Francesca 2003 Prof. Tisato Francesco R Definizione delle meta-classi R Rapporto di definizione dell'architettura mid-tier 3.2 Definizione e implementazione dei protocolli mid-tier (Roma1) 3.3 Design implementazione e utilizzo sperimentale delle metaclassi (Bicocca, CEFRIEL e Roma1) 3.1 Modellazione O-O delle principali classi e sottoclassi di meta-oggetti. (Bicocca, CEFRIEL, Roma1) »ATTIVITÁ Responsabile del Work-Package: Prof. Tisato Francesco 1/11 1/2 1/5 1/11 Sotto-Attività Report ProdottoAttività Report costantemente distribuitiWork Package

15 15 WP4 Reti Adattative 2002 N D G F M A M G L A S O N D Musumeci Responsabile Musumeci 2003 Redaelli R Definizione di un insieme di procedure per linoltro di richieste di connessione e definizione delle modalità di risposta daparte della rete R Definizione interfaccia utente 4.2 Definizione del livello collegamento dati DLC/MAC (Polimi, CEFRIEL) 4.4 Definizione dei protocolli end-to-end tra entità remote di applicazione (Polimi, CEFRIEL, Roma3) 4.1 Definizione di una infrastruttura tecnologica adattiva e riconfigurabile a livello fisico (Polimi, CEFRIEL) »ATTIVITÁ Responsabile del Work-Package: Prof. Tartara Guido 1/11 1/2 4.3 Definizione delle procedure interne tra strato di applicazione e strato rete (Polimi, CEFRIEL, Roma3) Redaelli R Scouting tecnologico delle tecnologie adattative R I requisiti del livello MAC in una rete adattativa 1/11 1/2 1/11 1/2 1/11 1/2 Sotto-Attività Report ProdottoAttività Report costantemente distribuitiWork Package

16 16 WP5 Architetture 2002 N D G F M A M G L A S O N D Responsabile Microdatabase 5.1 Architetture scalabili e flessibili a basso consumo di potenza integrate su chip per web support »ATTIVITÁ Responsabile del Work-Package: Prof. Sami MariaGiovanna R Rapporto sull'analisi delle alternative architetturali 1/ Analisi del sistema su piattaforme proprietarie ST Scelta dell'architettura piu`adatta e sua ottimizzazione Analisi e verifica della compatibilità della piattaforma stessa con i requisiti del modello P2P applicato agli apparati wireless. 1/5 Sotto-Attività Report ProdottoAttività Report costantemente distribuitiWork Package

17 17 WP6 Strumenti di monitoraggio per la valutazione dell'accesso ai servizi sui diversi canali 2002 N D G F M A M G L A S O N D Responsabile 2003 Prof. Giuseppina Passiante 6.2 Integrazione di strumenti di knowledge management (ISUFI, Bicocca, Engineering) 6.1 Modello di interazione knowledge-based degli utenti con la rete (ISUFI, Bicocca, Engineering) »ATTIVITÁ Responsabile del Work-Package: Elia Valerio Sotto-Attività Report ProdottoAttività Report costantemente distribuitiWork Package Prof. Giuseppina Passiante

18 18 Responsabile del Work-Package: Prof. Atzeni Paolo 2002 N D G F M A M G L A S O N D Prof. Atzeni Paolo Responsabile Prof. Catarci Tiziana 2003 Prof. Ceri Stefano 7.2 Strumenti di generazione di interfacce (Engineering, Polimi, Roma3) 7.3 Tecniche e strumenti per la valutazione dell'usabilità e dell'accessibilità (Roma1 e Polimi) 7.1 Metodologie e strumenti di progettazione coordinata di sistemi informativi su più canali (Polimi, Engineering, CEFRIEL, ISUFI) »ATTIVITÁ WP7 Metodologie e strumenti di progettazione e integrazione di canale 1/5 R Specifica di un modello per la produzione di siti Web multicanale personalizzati 1/5 R Descrizione del modello delle UAI. Sotto-Attività Report ProdottoAttività Report costantemente distribuitiWork Package 1/11 R Studio preliminare e specifiche per uno strumento per la produzione di siti Web adattativi, che tenga conto delle varie coordinate di adattamento sopra citate: dispositivo, tempo, versione, lingua, profilo utente R Definizione delle tipologie di utenti. 1/11

19 19 WP8 Exploitation 2002 N D G F M A M G L A S O N D Prof. Pernici Barbara Responsabile 2003 Prof. Pernici Barbara R Realizzazione del sito Web di progetto R Specifica degli e-services nelle tre applicazioni R Rapporto su norme e regole per disabili 8.2Sperimentazione 8.1 Pubblicazione dei Risultati »ATTIVITÁ Sotto-Attività Responsabile del Work-Package: Prof. Pernici Barbara 1/5 1/11 Report ProdottoAttività Report costantemente distribuitiWork Package R X Rapporti tecnici, specifiche di prototipi, pubblicazioni. R Rapporto sulle caratteristiche del sito Web di progetto R Progetto della rete di comunicazione nella sperimentazione 1/11

20 20 WP9 Gestione del Progetto 2002 N D G F M A M G L A S O N D Responsabile 2003 Prof. Pernici Barbara Prof. Mainetti Stefano R Rapporto di Avanzamento del Progetto 9.1 Coordinamento e Gestione del progetto »ATTIVITÁ Sotto-Attività Responsabile del Work-Package: Prof. Pernici Barbara 1/5 Report ProdottoAttività Report costantemente distribuitiWork Package P Sito Internet del Progetto R Piano di Progetto complessivo R Rapporto di Avanzamento del Progetto 1/5 1/11

21 21 Indice »Presentazione del Progetto »Presentazione delle unità di ricerca »Presentazione del programma generale delle attività »Unità di Ricerca / WP »Discussione sulle scelte tecnologiche e sull'impostazione dei laboratori »Gruppi di lavoro di impostazione delle attività in ciascun workpackage »Varie ed eventuali

22 22 Unità di Ricerca /WP WP1WP2WP3WP4WP5WP6WP7WP8WP9 POLITECNICO DI MILANO ENGINEERING INGEGNERIA INFORMATICA SPA CEFRIEL STMICROELECTRONICS S.R.L. UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI LECCE UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI ROMA "LA SAPIENZA" UNIVERSITÁ DEGLI STUDI ROMA TRE Coordinamento Partecipazione Collaborazione

23 23 Indice »Presentazione del Progetto »Risultati Attesi »Presentazione delle unità di ricerca »Definizione di aspetti organizzativi »Presentazione del programma generale delle attività »Responsabili WP »Unità di Ricerca / WP »Discussione sulle scelte tecnologiche e sull'impostazione dei laboratori »Gruppi di lavoro di impostazione delle attività in ciascun workpackage »Varie ed eventuali

24 24 Gruppi di lavoro »Riunione dei gruppi di lavoro dei WP 2, 3, 4, 5, 6, 7 –impostazione generale del lavoro –definizione obiettivi e impostazione della ricerca per il primo anno –Analisi dellallegato tecnico della proposta e soluzione problemi –definizione modalita' di collaborazione –Referenti per ciascuna unità –discussione input per WP1 »Dove –WP 2 ufficio Pernici –WP 3 auletta –WP 4 ufficio Tartara (III piano) –WP 5 uffici Sami e Schreiber (I piano) –WP 6 auletta –WP 7 sala conferenze »Formazione dei gruppi di lavoro

25 25 Indice »Presentazione del Progetto »Risultati Attesi »Presentazione delle unità di ricerca »Definizione di aspetti organizzativi »Presentazione del programma generale delle attività »Responsabili WP »Unità di Ricerca / WP »Discussione sulle scelte tecnologiche e sull'impostazione dei laboratori »Gruppi di lavoro di impostazione delle attività in ciascun workpackage »Varie ed eventuali

26 26 Varie ed eventuali


Scaricare ppt "Progetto: MAIS Multichannel Adaptive Information System B. Pernici Milano, 3-4 dicembre 2002."

Presentazioni simili


Annunci Google