La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RISPARMIO ENERGETICO ED ENERGIE RINNOVABILI IN ZOOTECNIA (CORSO REER) prof. Massimo Lazzari Dip. VSA- Veterinaria e Sicurezza alimentare - Università Milano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RISPARMIO ENERGETICO ED ENERGIE RINNOVABILI IN ZOOTECNIA (CORSO REER) prof. Massimo Lazzari Dip. VSA- Veterinaria e Sicurezza alimentare - Università Milano."— Transcript della presentazione:

1 RISPARMIO ENERGETICO ED ENERGIE RINNOVABILI IN ZOOTECNIA (CORSO REER) prof. Massimo Lazzari Dip. VSA- Veterinaria e Sicurezza alimentare - Università Milano prof. Marco Fiala Dip. Ingegneria Agraria - Università Milano

2 2 DI CHE COSA CI OCCUPEREMO PROGRAMMA ARGOMENTO Definizione di biomassa Colture energetiche Biomasse forestali Processi di trasformazione energetica DIsponibilità

3 In termini scientifici si considera ogni tipo di materiale di origine biologica, quindi legato alla chimica del carbonio BIOMASSE Reflui zootecnici Residui delle industrie per la lavorazione del legno Residui di interventi di taglio (utilizzazioni e residui di interventi colturali (diradamenti) Colture energetiche COSA SONO LE BIOMASSE

4 ERBACEE Annuali Colture non alimentari Poliennali Vantaggi Fornire un ottimo approvvigionamento di biomassa Alcune colture possono essere destinate totalmente a produzione energetica, mentre altre (es. semi di girasole) solo singole parti Riduzione dellerosione del suolo agricolo Utilizzazione su aree marginali Possibilità di sfruttamento economico Girasole Il Colza Barbabietola da zucchero Sorgo zuccherino Kenaf Sorgo da fibra Cardo Miscanto Canna Comune Ginestra COLTURE ENERGETICHE

5 SPECIE LEGNOSE S HORT R OTATION F ORESTRY Colture non alimentari Impianti AGRO-FORESTALI a turno breve Turni di 10 – 15 anni con capacità di ricrescita dopo il taglio ed elevata produttività per ettaro Pioppo Il loro utilizzo è principalmente diffuso, in Germania, Austria, Svizzera, Italia del Nord Salice Robinia Eucalipto COLTURE ENERGETICHE

6 Cippato si intendono le componenti organiche ottenute dalla lavorazione delle colture forestali: potature, tagli forestali, residui e sottoprodotti lignocellulosici. Pellets Gusci legnosi Trasformazioni Applicazione di sistemi Cogenerativi BIOMASSE FORESTALI

7 Disponibilità delle biomasse Rifiuti degli allevamenti zootecnici Rifiuti degli allevamenti zootecnici Scarti delle lavorazioni agroindustriali Scarti delle lavorazioni agroindustriali Rifiuti organici delle industrie di trasformazione Rifiuti organici delle industrie di trasformazione Rifiuti solidi urbani e speciali (RSU, RS e CDR) Rifiuti solidi urbani e speciali (RSU, RS e CDR) Scarti delle lavorazioni agroforestali Scarti delle lavorazioni agroforestali Scarti delle industrie di trasformazione del legno Scarti delle industrie di trasformazione del legno

8 Valore Energetico delle Biomasse Disponibilità: Mt/anno Potere calorifico medio: 34,7 kWh/t Disponibilità di energia: 5-10 Mtep/anno RICHIESTA ENERGETICA COMPLESSIVA 180 Mtep/anno

9 FILIERA DI UTILIZZO (FULL-LINE) Tutte le FASI devono essere congruenti Essiccazione, densificazione, depezzatura Immagazzinamento (stagionale combustibile) Conversione energetica Recupero/raccolta IMPIANTO STOCCAGGIO CENTRO TRATTAMENTO BIOMASSA Trasporto extra-aziendale CIRCUITO CORTO (<10-20 km) Trasporto intra-aziendale Trasporto in/extra-aziendale PROCESSI DI TRASFORMAZIONE

10 10 PROCESSI DI TRASFORMAZIONE U 40 TRASFORMAZIONI TERMOCHIMICHE U > 30% C/N < 40 TRASFORMAZIONI BIOCHIMICHE BIOMASSE

11 LIQUIDI: da TRATTAMENTO di BIOMASSE ALCOLI Etanolo (fermentazione alcoolica amidi e zuccheri) Metanolo (distillazione ligno-cellulosiche) OLII Oli vegetali (spremitura, esterificazione) GASSOSI: da TRATTAMENTO di BIOMASSE Gas biologico (biogas) (fermentazione anaerobica) Gas povero (gassificazione) CARATTERISTICHE Elevato tenore H 2 S (biogas) e particolati (gas povero) (filtri) Basso PCI PROCESSI DI TRASFORMAZIONE

12 COMBUSTIBILI SOLIDI RINNOVABILI CARATTERISTICHE Rapporto C/N > 30 (PCI = f (C%)) U < 40% su base umida (PCI = f (U%)) Elevato tenore SV (controllo combustione, rendimento) Elevato tenore Ceneri (< 10% peso) bassofondenti (automazione) Sottoprodotti agricoli (paglia, stocchi e tutoli di mais; residui di potatura fruttiferi, vite, olivo) Legna Scarti lavorazione (segatura, sanse, vinace, noccioli, gusci) Carbone di legna PROCESSI DI TRASFORMAZIONE

13


Scaricare ppt "RISPARMIO ENERGETICO ED ENERGIE RINNOVABILI IN ZOOTECNIA (CORSO REER) prof. Massimo Lazzari Dip. VSA- Veterinaria e Sicurezza alimentare - Università Milano."

Presentazioni simili


Annunci Google