La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Flussi di armamenti e politica internazionale. Ricostruire gli assi geopolitici con la network analysis.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Flussi di armamenti e politica internazionale. Ricostruire gli assi geopolitici con la network analysis."— Transcript della presentazione:

1 Flussi di armamenti e politica internazionale. Ricostruire gli assi geopolitici con la network analysis

2 OBIETTIVI DELLINDAGINE - Ricostruire la rete di alleanze stipulata dagli stati-nazione nel periodo post-Guerra Fredda attraverso l'analisi dello scambio di armamenti. - Metodologia utilizzata: Network Analysis. Tecnica in grado di individuare i flussi relazionali in chiave sincronica e diacronica.

3 L ABBRACCIO TECNOLOGICO TRA STATI SUI SISTEMI DARMA La cessione di un sistema darma non solo unoperazione commerciale: know how, progressi tecnologici, investimenti nel settore industriale e della ricerca scientifica spesso, consentono al contraente di fare un balzo in avanti notevole sul piano tecnologico, operativo, strategico e industriale; Vantaggi per il venditore: -fedeltà politica, emolumenti, compensazioni industriali, scambi con materie prime o risorse strategiche; -abbraccio prolungato nel tempo : addestramento, manutenzione, aggiornamenti -possibilità di influire sullimpiego operativo di alcuni sistemi darma da parte dellacquirente (doppia chiave); -cessazione di un tale rapporto: conseguenze disastrose, per il paese acquirente: specialmente nel contesto contemporaneo, difficilmente un paese acquirente di un sistema darma tenderà a schierarsi apertamente contro il proprio fornitore o alleati stretti del proprio fornitore. Vantaggi per lacquirente: credito nei confronti del compratore; lo sta privilegiando in un mercato in cui la competizione è feroce; sta consentendo al paese fornitore di conservare in vita linee produttive notoriamente difficili da mantenere; consente al venditore di rispendere la vittoria del proprio sistema darma con maggiore profitto su altri mercati; può ottenere dal paese venditore di installare (spesso a costi ridotti) sul proprio territorio imprese atte alla revisione del sistema darma in oggetto o alla produzione di pezzi di ricambio.

4 Postibolarismo diviso in tre fasi: : in cui lassetto generale dei flussi di tecnologia bellica, risente del vecchio ordine risalente alla guerra fredda; 1997–2002: i flussi di tecnologie e le alleanze strategiche cominciano a distaccarsi decisamente dalle logiche della guerra fredda (ad es. allargamento della Nato); : avvicinamento allunipolarismo imperfetto, elemento portante del sistema internazionale almeno nel prossimo decennio (ascesa nuovi attori regionali, ritorno della Russia). NB: il criterio temporale è arbitrario. E possibile generare matrici su base annuale come su base decennale e oltre. Tuttavia è generalmente consigliabile svolgere analisi di ampio respiro temporale per identificare le dinamiche in atto.

5 LE FASI DELLA RICERCA reperimento dei dati relazionali – S.I.P.R.I. creazione delle matrici: analisi di 194 stati; caricamento dei dati allinterno delle matrici - sistemi darma divisi in sei categorie: mezzi aerei con e senza pilota - Sistemi di difesa antiaerea (missilistici e cannonieri) Artiglieria e missili terra-terra da interdizione e non guidati - Mezzi corazzati cingolati e ruotati - Missili aria-suolo, terra-terra, antinave, anticarro, aria-aria, anti-radar, balistici, da crociera, siluri antinave e antisommergibile, bombe guidate e proietti di artiglieria guidati - Unità navali di superficie e subacquee Adozione di un criterio di ponderazione valido per ogni singolo trasferimento (focus sulla qualità non sulla quantità). inserimento delle matrici nel software Ucinet 6; creazione dei grafi ritenuti rilevanti; analisi e descrizione degli output matriciali e dei grafi risultanti secondo le modalità ritenute discriminanti; nel complesso sono stare realizzate 28 matrici composte da celle (194x194) ciascuna più una serie di elaborazioni ad hoc per indagare settori specifici del pianeta

6

7 LANALISI DELLE MATRICI Dalle matrici sono stati costruiti 4 indici sintetici: un indice ponderato di fornitura di armamenti che individua il livello tecnologico dei sistemi darma esportati da ciascuno stato; un indice ponderato di acquisizione di armamenti che individua il livello tecnologico dei sistemi darma importati da ciascuno stato; un indice di densità relazionale che specifica lampiezza della rete di rapporti di ciascuno stato fornitore di sistemi darma; un indice di densità relazionale che specifica lampiezza della rete di rapporti di ciascuno stato che acquisisce sistemi darma;

8

9

10 LANALISI DEI GRAFI. Il cuore della ricerca è costituito dai grafi: diagrammi che raffigurano gli attori (stati) come punti e le relazioni (trasferimenti) come linee orientate. ELEMENTI IMPORTANTI il principio di equivalenza strutturale, gli attori con comportamento simile in posizione più vicina nel grafo. la leggibilità dei grafi può essere migliorata variando il peso tecnologico dei trasferimenti (ad esempio visualizzando solo quelli più importanti). Cosa è possibile visualizzare: - Grafi per segmento temporale; - Grafi per sistema darma; - Grafi focalizzati su un singolo stato; - Grafi di specifici gruppi di stati (es. Medio Oriente, America Latina). E possibile combinare tra di loro tutte queste modalità di visualizzazione (es. grafo del periodo , mezzi navali, Medio Oriente).

11 Grafo 1. Flussi di tutti i sistemi darma – livello 5 e superiori.

12 Grafo 2. Flussi mezzi aerei Livello 4 e superiori.

13 Grafo 3. Ego-Network Cina 91-08, liv. 3 e superiori

14 Grafo 4. Rete regionale Medio Oriente 91-08, liv. 4 e superiori

15 Grafo 4. Rete regionale America Latina 91-08, liv. 4 e superiori

16 Grafo 6. Rete regionale Asia sudorientale 91-08, liv. 4 e superiori

17 Grafo 7. Africa subsahariana, , livello 3 e superiori.

18 Dallanalisi delle matrici e dei grafi è stato possibile identificare 7 tipologie di stati: 1. Stati fornitori di sistemi darma ad alta tecnologia con reti relazionali aperte e processi di acquisizione reciproca; questi paesi operano in senso globale come fornitori, ma quando devono acquisire sistemi darma tendono a farlo solo organizzando transazioni tra di loro. Es. Francia, Germania, Italia, Gran Bretagna, Svezia, Israele, Stati Uniti 2. Stati fornitori di sistemi darma ad alta tecnologia con reti relazionali chiuse che tendono ad agire in modo unilaterale come fornitori e quasi mai importano sistemi darma dallesterno: in questa categoria rientrano, ad es., Russia, Ucraina e Bielorussia. 3. Stati prevalentemente fornitori, che, nello stesso tempo hanno ancora bisogno di importare sistemi darma ad alta tecnologia da paesi ancora più avanzati di loro: nella categoria rientrano Cina, Spagna, Olanda, Svezia, Svizzera, Rep. Ceca, Sudafrica, Polonia, Canada, Bulgaria, Norvegia, Slovacchia, Austria e Belgio. 4. Stati che operano importanti acquisizioni di sistemi darma, ma che hanno iniziato a sviluppare una industria bellica tale da agire anche come fornitori di rilievo; fanno parte di questo gruppo: Brasile, Australia, Corea del Sud, Turchia, Finlandia, 5. Stati che operano rilevanti acquisizioni di tecnologia militare con un ruolo limitato sul piano delle esportazioni; in questo gruppo troviamo: Singapore, Indonesia, Giordania, Emirati Arabi, Egitto, Grecia, Romania, Danimarca, Pakistan, India, Cile. 6. Stati che operano rilevanti acquisizioni di tecnologia militare e con scarsa o nulla capacità di operare esportazioni; rientrano nella categoria: Malesia, Thailandia, Sri Lanka, Bangladesh, Iran, Arabia, Saudita, Oman, Yemen, Kuwait, Iraq, Portogallo, Ungheria, Georgia, Perù, Venezuela, Colombia, Uruguay, Ecuador, Messico, Nuova Zelanda, Angola, Algeria, Sudan, Eritrea. 7. Stati che attivano flussi di acquisizioni di sistemi darma con un grado medio-basso e con scarsa o nulla capacità (o volontà, nel caso del Giappone) di operare esportazioni: Giappone, Taiwan, Vietnam, Cambogia, Filippine, Myanmar, Tunisia, Marocco, Ciad, Nigeria, Ghana, Costa dAvorio, Kenya, Congo Rdc, Etiopia, Uganda, Zimbabwe, Botswana, Nepal, Afghanistan, Azerbaijan, Bahrain, Irlanda, Cipro, Estonia, Lettonia, Lituania, Slovenia, Croazia, Bosnia, Macedonia, I paesi restanti attivano dei flussi di acquisizione di sistemi darma a livelli così bassi da risultare trascurabili o non operano alcuna transazione in entrata e in uscita.


Scaricare ppt "Flussi di armamenti e politica internazionale. Ricostruire gli assi geopolitici con la network analysis."

Presentazioni simili


Annunci Google