La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Francia della Quinta Repubblica: un caso di presidenzializzazione della politica? di Nicola Genga Corso di Scienza Politica – Prof. Marco Cilento -

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Francia della Quinta Repubblica: un caso di presidenzializzazione della politica? di Nicola Genga Corso di Scienza Politica – Prof. Marco Cilento -"— Transcript della presentazione:

1 La Francia della Quinta Repubblica: un caso di presidenzializzazione della politica? di Nicola Genga Corso di Scienza Politica – Prof. Marco Cilento - A. A. 2010/2011 – Lunedì 23 Maggio 2011

2 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011 Prof. Marco Cilento Pagina 2 Perché Quinta repubblica ? Perché Quinta repubblica ? Le Repubbliche francesi : dalla Convenzione a Napoleone : da Luigi Napoleone a Napoleone III : la «Repubblica dei deputati» : la «Repubblica dei partiti» : la «Repubblica dei cittadini»

3 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011 Prof. Marco Cilento Pagina 3 Pluralismo polarizzato: tripartito (Mrp, Sfio, Pcf )+ Rpf + destra (radicali, Cnip) + sinistra (UDSR, radicali). Episodio poujadista nel 56 (12%) Instabilità dei governi e parlamentarismo assembleare: 24 esecutivi in 12 anni. Dalla Seconda guerra mondiale alla Crisi algerina: da de Gaulle a de Gaulle Il 1958: fine della IV Repubblica

4 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 4 Le coup dÉtat permanent: pieni poteri a de Gaulle 13 maggio: putsch di Algeri 29 maggio: Coty chiama de Gaulle 1 giugno: de Gaulle presidente del Consiglio 3 giugno: legge costituzionale per la revisione della costituzione 28 settembre: referendum 21 dicembre: de Gaulle presidente della Repubblica Il 1958: dalla IV alla V

5 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 5 Un disegno istituzionale imperniato sul presidente della Repubblica Titolo II: Le Président de la Republique prior in tempore potior in iure Principali prerogative del capo dello Stato: nomina il governo (art. 8) può sciogliere lAssemblea nazionale (art. 12) presiede il Consiglio dei ministri (art. 9) può convocare un referendum legislativo (art. 11) Il 1958: la V repubblica Il 1958: la V repubblica

6 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 6 Elezione diretta del Presidente della Repubblica Interpretazione estensiva delle prerogative presidenziali a scapito del primo ministro Ruolo dei referendum come plebisciti pro o contro de Gaulle La riforma del 62: plebiscitarismo ?

7 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 7 La Quinta Repubblica: 6 presidenti in 52 anni

8 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 8 Che cosè il gollismo? Ideologia politica Partito Regime (Bartolini, 1981) Le fasi: il Gollismo e oltre Le fasi: il Gollismo e oltre

9 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina : una nuova era della Quinta repubblica? Laicizzazione del presidenzialismo (Coldagelli) Giscard dEstaing è il primo presidente non gollista Bipolarizzazione elettorale: verso la quadriglia Chaban-Delmas al 15%: gollismo storico emarginato, fine dellÉtat-UDR Leadership contendibile: dibattito Mitterrand - Giscard Le fasi: il Gollismo e oltre Le fasi: il Gollismo e oltre

10 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina : lAlternanza Primo presidente di sinistra: François Mitterrand, eletto con il 51,76% dei voti Maggioranza assoluta dellassemblea nazionale al Ps: 285 seggi su 491 (58%) Fino al 1986: 3 governi frontisti di Mauroy e governo Fabius Le fasi: il Gollismo e oltre Le fasi: il Gollismo e oltre

11 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 11 Semi-presidenzialismo (Duverger, 1970) Autorità duale piuttosto che monocentrica: doppia legittimazione 1. Capo dello Stato eletto dal popolo 2. Parlamentarismo razionalizzato (Debré) Il sistema politico: le costanti Il sistema politico: le costanti

12 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 12 Il sistema politico: visione dinsieme Il sistema politico: visione dinsieme

13 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 13 Sistema bicefalo, ortopedico, camaleontico Due teste diseguali in oscillazione fra loro Diarchia flessibile e alternanza di motori (Sartori) Maggioranza unificata: presidente prevale, primo ministro fusibile o commesso Il sistema politico: le costanti Il sistema politico: le costanti

14 La coabitazione: come funziona? Maggioranza presidenziale e maggioranza parlamentare non coincidono Articolo 20 e 21 acquistano valore sostanziale I casi: presidenza Mitterand ( ; ); presidenza Chirac ( ) Domaine reservé: potere di firma sugli atti, difesa (artt. 5 e 15) e politica estera (14), poteri di emergenza (16), influenza sulle nomine dei ministri (8) Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 14 Il sistema politico: la variante Il sistema politico: la variante

15 La coabitazione: come funziona? Complicità interessata dei primi ministri: caso Chirac La via duscita dello scioglimento: il caso di Mitterrand Lo scioglimento paradossale: Chirac nel 1997 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 15 Il sistema politico: la variante Il sistema politico: la variante

16 Semi-presidenzialismo: le critiche di Coldagelli Non è un prototipo studiato a tavolino Sistema senza verità costituzionale Presidenzialismo di fatto, frutto di una logicaextracostituzionale Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 16 Il sistema politico: come classificarlo? Il sistema politico: come classificarlo?

17 Il dibattito Hauriou e Gicquel presidenzialismo tout court Vedel ultrapresidenziale Quagliariello incardinatura presidenziale delle istituzioni Duhamel distingue tra regime costituzionale misto sistema politico presidenzialista a eccezione coabitazionista Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 17 Il sistema politico: come classificarlo? Il sistema politico: come classificarlo?

18 Il paradosso del Monarca repubblicano Il presidente deve il suo potere alla situazione contingente Duverger: la costituzione ha lettura univoca ma ammette applicazioni diverse Coldagelli: regime consuetudinario Elia: scommessa sulla congiuntura più che sulla struttura Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 18 Il sistema politico: come classificarlo? Il sistema politico: come classificarlo?

19 Legge elettorale …. Doppio turno chiuso per lelezione presidenziale Majority per lelezione dei deputati: soglia di accesso al 12,5% degli aventi diritto Proporzionale Europee (a un turno) Regionali (con doppio turno e apparentamenti) Legislative (parentesi del 1986) Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 19 Elezioni e sistema di partito

20 …. e sistema partitico Anni 70-80: quadriglia bipolare. Affermazione di una meccanica bipolare centrodestra vs centrosinistra e passaggio da pluralismo estremo a pluralismo limitato Anni 80-90: destrutturazione. Ascesa Front National e Verdi, declino del Pcf Anni 00: verso bipartitismo o riaggregazione bipolare ? Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 20 Elezioni e sistema di partito

21 Che cos è la presidenzializzazione? È un fenomeno che riguarda la personalizzazione dei ruoli istituzionali, si manifesta nella prevalenza dellesecutivo sugli altri poteri ed è favorito dallelezione diretta del leader politico Secondo Poguntke e Webb si tratta di a process by which regimes are becoming more presidential in their actual practice without, in most cases, changing their formal structure, that is, their regime- type Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 21 Presidenzializzazione della politica?

22 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 22 Presidenzializzazione della politica? Più nel dettaglio… Prerogative legislative allesecutivo (in Francia, tra 58 e 07, il 90% delle leggi ha origine governativa) Centralizzazione dei processi di governo: maggiori poteri al Capo del governo per coordinare i flussi decisionali tra esecutivo nazionale e istituzioni sovranazionali Campagne elettorali candidate-centered Rafforzamento dei leader e dei loro staff personali nella struttura di potere dei partiti

23 La riforma del Quinquennato …. Proposta di Pompidou nel 73 Referendum del 2 ottobre 2000 (Chirac): mandato presidenziale da 7 a 5 anni …. e linversione del calendario elettorale Modifica del codice elettorale del marzo 2001 Effetti: trascinamento delle presidenziali e tendenziale sincronia dei due mandati Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 23 Presidenzializzazione della politica?

24 Revisione costituzionale del 2008 Modifica di 47 articoli Riconoscimento implicito della presidenzializzazione: limite di due mandati consecutivi (art. 6) e diritto di messaggio al Congresso (art. 18) Ampliamento dei poteri del parlamento sulla metà dellodg e statuto dellopposizione Limitazione della ghigliottina alle sole leggi finanziarie (art. 49) e prevedendo una mozione di censura Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 24 Presidenzializzazione della politica?

25 Revisione costituzionale del 2008 I nodi irrisolti della Sesta Repubblica mancata Presidenzialismo incompiuto: esecutivo ancora formalmente bicefalo Irresponsabilità politica del presidente Prerogative parlamentari legate allespressione di una maggioranza di cui il presidente è leader politico Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 25 Presidenzializzazione della politica?

26 Concentrazione del potere decisionale al vertice dello Stato Produzione delle politiche pubbliche è controllata da esecutivo e alta amministrazione Forte sovrapposizione tra dirigenza politica e dirigenza pubblica formata negli istituti di istruzione superiore (Grandes Écoles) Cabinéts ministeriali e comitati interministeriali come interfaccia tra politica e amministrazione Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 26 Una macchina statale efficiente…

27 Bassissima partecipazione elettorale alle elezioni legislative Dalla media dell80% degli anni 50 al 68,9% degli anni 90 al 62,4% del Lastensione è in aumento, in generale, in tutte le elezioni con voto di lista Europee: dal 39% del 79 al 59% del 2009 Regionali: 53,67% del 2010 Le presidenziali sono lunico appuntamento mobilitante Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 27 … ma una democrazia disconnessa

28 Controtendenza: le presidenziali restano mobilitanti… … ulteriore indicatore di presidenzializzazione Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 28 … ma una democrazia disconnessa

29 Membership partitica … in picchiata Il numero degli iscritti ai partiti è sceso da degli anni 40 a dei primi anni del 2000 Negli ultimi 25 anni calo del 65% Nel rapporto tra iscritti ai partiti e corpo elettorale la Francia è al 19°posto su 20 paesi europei (fonte: Mair e van Biezen, 2001) Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 29 … ma una democrazia disconnessa

30 Debolezza del parlamento e dei partiti Disaffezione popolare Rischio partiti antisistema: caso Le Pen Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 30 … ma una democrazia disconnessa

31 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Scienza Politica /2011Pagina 31 … 2012?


Scaricare ppt "La Francia della Quinta Repubblica: un caso di presidenzializzazione della politica? di Nicola Genga Corso di Scienza Politica – Prof. Marco Cilento -"

Presentazioni simili


Annunci Google