La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Luigia Trabace Prof. Ordinario di Farmacologia Direttore Dipartimento Scienze Biomediche Università degli Studi di Foggia Convegno Medico-Scientifico Oltre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Luigia Trabace Prof. Ordinario di Farmacologia Direttore Dipartimento Scienze Biomediche Università degli Studi di Foggia Convegno Medico-Scientifico Oltre."— Transcript della presentazione:

1 Luigia Trabace Prof. Ordinario di Farmacologia Direttore Dipartimento Scienze Biomediche Università degli Studi di Foggia Convegno Medico-Scientifico Oltre il doping

2 Dai Greci….ai Romani Il doping non è una scoperta della società moderna Gli antichi lottatori greci (III secolo a.C.) assumevano una sostanza estratta da un fungo per aumentare l'aggressività Gli atleti romani ricorrevano a qualità differenti di carni Carne di capra per il saltatore carne di antilope per il corridore carne di toro per il lottatore …….con pane e vino (Milone)

3 ...ai marinai olandesi Il termine doping viene da doop, un miscuglio di sostanze energetiche che i marinai olandesi già quattro secoli fa ingerivano prima di affrontare una tempesta sullOceano. Nel Novecento nasce il verbo inglese to dope e il sostantivo doping cioè un additivo che modifica il rendimento.

4 In tempi più recenti Il ciclista inglese Arthur Linton vince la Parigi-Bordeaux del 1896 morendo subito dopo per uso eccessivo di sostanze eccitanti (etere-cocaina) Dorando Petri taglia il filo di lana della maratona, (Londra 1908) stroncato dalla fatica per aver assunto stricnina mescolata al cognac Nellottocento e nel novecento Arthur Linton

5 Già durante le più grandi guerre veniva fatto uso di sostanze stimolanti così da migliorare la velocità di reazione e vincere la paura Caccia della LuftWaffe in volo nei cieli dInghilterra Messerschmitt 109 Messerschmitt 110 Durante le grandi guerre

6 » Tra le vittime: ciclista Falzini alla Milano-Rapallo per assunzione di simpamina (1949) Nelle Olimpiadi del 1960 un ciclista danese, Knud Jensen, muore per avere usato amfetamine Nel 1968 la morte del calciatore francese Jean-Louis Quadri sempre per assunzione di amfetamine Per uso di amfetamine nel 1967 al Tour de France muore, scalando il Mont Ventoux, il ciclista inglese Tommy Simpson

7 Foto di Tommy Simpson poco prima della morte

8 Vani soccorsi a Tommy Simpson dopo la caduta al Tour

9 Una significativa spinta al doping deriva dal trasferimento in ambito sportivo della lotta politica USA-URSS con la corsa alle medaglie olimpiche Fonte: archivio Repubblica

10 Ben Jonshon rimane campione olimpico per meno di 24 ore. Viene squalificato per uso di steroidi anabolizzanti SEUL 1988

11 Olimpiadi di Atlanta: GH games Tre atleti bulgari trovati positivi fanno squalificare tutta la squadra di sollevamento pesi. I rumeni, nelle stesse condizioni, pagando una multa, vengono perdonati

12 Dopo la caduta del muro di Berlino, agli inizi degli anni 90 le autorità della Germania unificata scoprono i file con i nomi degli oltre atleti della Germania dellEst che avevano ricevuto sostanze dopanti come parte di un piano governativo segreto

13 Scannare titolo della ddr

14 IL CASO DDR Sistematica selezione di talenti naturali che venivano raccolti in speciali scuole Realizzato un uso sistematico di sostanze dopanti Frankle WW et al, Clinical Chemistry 1997

15 Nel 66 inizia luso di steroidi anabolizzanti tra gli atleti maschi Olimpiadi di Città del Messico nel 68: somministrazione di steroidi alle atlete La DDR è seconda nel medagliere olimpico nel A Montreal 76 la DDR di nuoto femminile vince 11 delle 13 gare in concorso Frankle WW et al, Clinical Chemistry 1997

16 Nei primi anni 70 inizia la somministrazione di steroidi a minorenni e luso di altre sostanze dopanti Letà di inizio assunzione varia in base alla pratica sportiva: anni per il sollevamento pesi, 14 per nuotatrici e ginnaste, 15 per il canottaggio. Frankle WW et al, Clinical Chemistry 1997

17 La clearance degli steroidi anabolizzanti veniva calibrata per ciascun atleta di punta, in modo da predire dopo quante ore dallultima somministrazione di testosterone il rapporto testosterone/epitestosterone (T/E) sarebbe ritornato nella norma Frankle WW et al, Clinical Chemistry 1997

18 Il sistema della DDR fu unico: Per il diretto controllo governativo Per il sistema di selezione dei talenti Per il trattamento di molti atleti senza il loro consenso IL CASO DDR Frankle WW et al, Clinical Chemistry 1997

19 La differenza è che: non esiste un diretto controllo governativo il sistema è in genere organizzato in piccoli circoli che fanno perno per ciascuno sport su un dato preparatore Non solo nella DDR Frankle WW et al, Clinical Chemistry 1997

20 Non solo nella DDR Commission of Inquiry into the Use of Drugs and Banned Practices Intended to Increase Athletic Performance. Ottawa: Canadian Government Publishing Centre, 1990 Dott. R. Kerr: ha dichiarato di avere prescritto steroidi anabolizzanti a oltre 20 vincitori di medaglie alle Olimpiadi del 1984

21 Australia Parliament Drugs in Sport: An Interim Report of the Senate Standing Committee on Environment Commonwealth of Australia, 1989 Il 70% degli atleti professionisti australiani usa sostanze dopanti Non solo nella DDR

22 Corridore kamikaze:Avrei bevuto un litro di benzina per arrivare quinto Erwan Menthéour, francese, ex corridore professionista dal 95 al 97, racconta come il doping sia ormai parte integrante delle stesse tecniche di allenamento. O accetti di sparare il cannone oppure non arrivi.

23 LO SPAGNOLO MANZANO: 12 INIEZIONI AL GIORNO

24 Il diario di un ciclista professionista Dalla Repubblica del 13/03/05 EPO Testosterone GH Fruttosio Insulina Vitamina B12 Aminoacidi (15 g) Vitamine

25 Il diario di un ciclista professionista Dalla Repubblica del 13/03/05 Testosterone GH GnRH Fruttosio Vitamina B12 Tramadolo Vitamine Teofillina L-carnitina Sertralina GHRF

26 Il diario di un ciclista professionista Dalla Repubblica del 13/03/05 Testosterone Stanazolo Oxandrolone Gonadotropina corionica EPO Vitamine Proteine (30 g) Aminoacidi (10-15 g)

27 27 atlete cinesi allontanate dalla squadra Le squadre bulgare e romene di sollevamento pesi vengono espulse Lo staff medico degli USA rinuncia ai test La ginnasta rumena Andrea Raducan: assunzione di efedrina alletà di 17 anni

28 Il PREZZO DELLA GLORIA: DAL DOPING ALLA DROGA Ken Caminiti muore a 41 anni per arresto cardiaco. In una intervista a Sport Illustrated, prima della morte ammette luso di anabolizzanti per gli oltre 15 anni della sua carriera agonistica: Ero diventato fortissimo e velocissimo. Avevo messo su muscoli enormi. Ma i tendini si strappavano perché i muscoli erano troppo potenti. Ora il mio fisico non produce più testosterone. Come ci si sente in queste condizioni? Si vive come in letargo. E avvilente. Io cadevo spesso in depressione. Fonte: E. Capodacqua, giornalista

29 I controlli antidoping avranno un valore retroattivo ed il CIO si riserva fino al 2012 di ritirare le medaglie conquistate in questa edizione dei giochi Adrian Annus - medaglia doro rifiuto dei controlli Ferenc Gyurkovics- medaglia dargentostanazolo Leonidas Sabani- medaglia di bronzo testosterone ATENE 2004

30

31

32

33 Il desiderio di vincere tra gli atleti di vertice 98% degli atleti rispose di SI In unindagine, condotta nel 1997 in USA, a 198 atleti di vertice venne chiesto se sarebbero stati disposti ad assumere una sostanza illegale che garantiva la vittoria di una medaglia doro alle Olimpiadi senza essere scoperti Bamberger and Yaeger, Sports Illustrated 1997; 86:64 Venne inoltre chiesto se sarebbero stati disposti ad assumere una sostanza illegale che garantiva loro di vincere, per 5 anni, tutte le gare a cui partecipavano ma che li avrebbe fatti poi morire a causa degli effetti avversi > 50% degli atleti rispose di SI

34 DOPING AMATORIALE Il modello proposto al vertice, con la caccia al risultato ad ogni costo, si ripercuote anche ai livelli non professionisti Ciò contamina dalle basi la corretta impostazione dei valori legati allo sport e prefigura un preoccupante allargamento del rischio sanitario

35 Quali sono i fattori che spingono gli atleti al doping? Pensare che gli avversari fanno ricorso al doping Il desiderio di vincere La pressione degli allenatori, dei dirigenti sportivi Le aspettative della comunità (il pubblico) Considerazioni economiche Influenza dei media Credere che migliori la performance

36 Quali sono i fattori che favoriscono la diffusione del doping? La pressione dei genitori… …o il loro disinteresse

37 Art. 1 Finalità della legge Lattività sportiva è diretta alla promozione della salute individuale e collettiva e informata al rispetto dei principi etici e dei valori educativi richiamati dalla Convenzione di Strasburgo Ad essa si applicano i controlli a tutela della salute e della regolarità delle gare e non può essere svolta con lausilio di tecniche, metodologie o sostanze che possano mettere in pericolo lintegrità psicofisica degli atleti Legge n. 376 del 18/12/2000: Disciplina della tutela sanitaria delle attività sportive e della lotta contro il doping

38 Costituiscono doping la somministrazione o lassunzione di farmaci o di sostanze biologicamente o farmacologicamente attive e ladozione o la sottoposizione a pratiche mediche non giustificate da condizioni patologiche ed idonee a modificare le condizioni psicofisiche o biologiche dellorganismo al fine di alterare le prestazioni agonistiche degli atleti Articolo 1 comma 2 Articolo 1 comma 3 Sono equiparate al doping la somministrazione di farmaci o di sostanze biologicamente o farmacologicamente attive e ladozione di pratiche mediche, non giustificate da condizioni patologiche, finalizzate e comunque idonee a modificare i risultati dei controlli sulluso dei farmaci, delle sostanze e delle pratiche indicate nel comma 2

39 DM 24 settembre 2003 Letichettatura dellimballaggio esterno delle confezioni di tali medicinali deve includere il seguente pittogramma Medicinali contenenti sostanze vietate per doping

40 Art. 3 Commissione per la vigilanza ed il controllo sul doping e per la tutela della salute nelle attività sportive è istituita presso il Ministero della Salute Legge 14 dicembre 2000, n. 376

41 Commissione Vigilanza doping Predispone classi di sostanze e pratiche vietate Determina casi, criteri e metodologie dei controlli Individua competizioni e attività sportive il cui controllo sanitario è effettuato da laboratori accreditati CIO o altro organismo internazionale Effettua controlli antidoping e a tutela della salute in gara e fuori gara Predispone programmi di ricerca Collabora con il Servizio Sanitario Nazionale Rapporti internazionali con UE e altri organismi internazionali Promuove campagne informative e di prevenzione

42 Le sostanze proibite

43

44 Classi di sostanze vietate Proibiti in gara e fuori gara S.1 Agenti anabolizzanti S.2 Ormoni e sostanze correlate S.3 Beta-2 agonisti S.4 Agenti con attività antiestrogenica S.5 Diuretici ed agenti mascheranti proibiti in gara S.6 Stimolanti S.7 Narcotici S.8 Derivati della cannabis sativa e indica S.9 Corticosteroidi proibiti solo in particolari sport P.1 Alcool P.2 Betabloccanti

45 M1 Aumento del trasporto di ossigeno a)doping ematico b)sostanze che aumentano artificialmente la cattura, il trasporto o il rilascio di ossigeno M2 Manipolazioni chimiche e fisiche Uso di metodi che tentano di alterare i campioni raccolti per i test antidoping (es. cateterismi, sostituzione urine). Infusioni e.v. sono proibite, tranne che per legittimi trattamenti medici acuti M3 Doping genetico Uso non terapeutico di cellule, geni, elementi genetici o la modulazione dellespressione genica che hanno la capacità di aumentare la performance atletica Metodi proibiti sia in gara che fuori

46 Art. 9 Sanzioni penali Chi procura ad altri Chi somministra Chi assume Chi favorisce luso di sostanze dopanti Reclusione da 3 mesi a 3 anni e multa da a Legge 14 dicembre 2000, n. 376

47 Art. 9 Aggravanti di pena Se dal fatto deriva un danno per la salute Se il fatto è commesso nei confronti di un minorenne Se il fatto è commesso da un componente o da un dipendente del CONI Se il fatto è commesso da chi esercita una professione sanitaria alla condanna segue linterdizione della professione Legge 14 dicembre 2000, n. 376

48 Meccanismi dazione e reazioni avverse delle principali sostanze dopanti

49 Problema farmacologico Luso di sostanze dopanti è accompagnato da effetti collaterali

50 Sono ormoni steroidei (testosterone, nandrolone ecc.) che potenziano la muscolatura e riducono il grasso Mr. Olympia Ms. Olympia Lenda Murray Ronald Coleman Anabolizzanti - Vietati in-out competizione

51 Aumento della massa muscolare Diminuzione della massa grassa Aumento della resistenza alla fatica Diminuzione azione catabolica dei glucocorticoidi Aumento della sintesi dei globuli rossi Aumento della densità ossea Nel maschio (età pre- puberale) Blocco crescita ossa lunghe) Inibizione della spermogenesi Nel maschio (età adulta) Oligospermia/azospermia Atrofia testicolare Ipertrofia prostatica Alterazione della funzione epatica con possibilità di tumori Aumento dei lipidi plasmatici Nella donna Soppressione della funzione ovarica Atrofia della ghiandola mammaria Virilizzazione Alterazione della funzione epatica con possibilità di tumori Aumento Densità ossea Blocco crescita ossa lunghe Acne Danni funzione riproduttiva Danni epatici Aumento trigliceridi e colesterolo Massa muscolare Massa grassa Aumento sintesi dei globuli rossi Lesioni tendinee Agenti anabolizzanti: Testosterone, Nandrolone.. EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI

52 Steroidi anabolizzanti di uso comune Testosterone* Stanazolo Danazolo Nandrolone Diidrotestosterone (DHT) Deidropiandrosterone (DHEA) Androstenedione Metandienone Tetraidrogestrinone (THG) Ecc. ecc. C.J. Hunter: positivo per nandrolone (2000) *In giallo gli ormoni naturali

53 Leffetto placebo Effetto dellallenamento nel sollevamento pesi Effetto dellallenamento + placebo* nel sollevamento pesi *Gli atleti pensavano di assumere Dianabol

54 Gli steroidi anabolizzanti Possono in meno di due anni trasformare un atleta Jennifer Capriati

55 Qualche volta sono così efficaci…....da trasformare direttamente una donna in un uomo come Heidi Krieger Heidi Krieger

56 Glucocorticosteroidi Potente azione anti-infiammatoria Effetto euforizzante Aumentata capacità di resistere a stimoli nocivi Alterazione del bilancio elettrolitico Ipertensione Iperglicemia Iperlipidemia Iperuricemia Aumento della suscettibilità alle infezioni Ulcera peptica Osteoporosi Insonnia Cataratta Alterazioni idroelettrolitiche Aumentata suscettibilità alle infezioni Iperglicemia Ipertensione Azione anti-infiammatoria Aumentata Resistenza a stimoli nocivi Proibiti per via orale, rettale, im. o ev. per le altre vie è richiesta certificazione medica Osteoporosi Ulcera gastroduodenale Euforia EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI

57 Stimolanti: Amfetamina, Efedrina, Cocaina… Sistema nervoso centrale Tremori, eccitazione, aggressività Perdita del senso critico Cefalea Insonnia Vomito, anoressia Iperpiressia (colpo di calore) Convulsioni Forte stato depressivo, psicosi Sistema cardiocircolatorio Vasocostrizione Ipertensione Tachicardia Disturbi del ritmo Infarto del miocardio EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Spiccata azione stimolante sul sistema nervoso centrale (aumento dellattenzione della competitività, senso di benessere, euforia, riduzione del senso di fatica Aumento della frequenza cardiaca Aumento della glicemia e degli acidi grassi liberi Riduzione del senso di fame (effetto anoressizzante) Riduzione fatica, euforia Aumento Frequenza cardiaca Colpo di calore Eccitazione, Irrequietezza, Insonnia, aggressività Dipendenza Tossicomania Dispnea Stimolo metabolismo energetico Vomit o Ictus

58 Le amfetamine sono una classe di stimolanti usati in molti sport per la loro capacità di: aumentare lattenzione aumentare la competitività ridurre il senso di fatica dare euforia stimolare il metabolismo energetico Stimolanti - Vietati solo in competizione

59 È responsabile della ricerca delle gratificazioni naturali che hanno valore per la sopravvivenza: ricerca del cibo,acqua, sesso e calore materno La dopamina è il principale neurotrasmettitore di questo sistema Il sistema di gratificazione - Reward Pathway

60 Leffetto immediato delluso di droghe è un incremento di dopamina (DA) Luso continuativo riduce la produzione di dopamina cerebrale Dato che la DA è parte del sistema di gratificazione, il cervello viene forzato a credere che la droga abbia valore di sopravvivenza per lorganismo Il sistema di gratificazione risponde con un comportamento di ricerca della droga Inizia il craving ed eventualmente la dipendenza

61 Effetto dellecstasy sulle capacità del ragno a tessere la tela Dopo ecstasyCondizioni basali

62 Emorragia cerebrale da cocaina

63 Ghiandola pituitaria Anteriore adenoipofisi Posteriore neuroipofisi Sella Turcica Ciascuna delle due parti ha un ruolo distinto nella regolazione ormonale

64

65 normalizzare la velocità di crescita e la statura in età pediatrica consentire il raggiungimento di una statura adulta nella norma, adeguata al bersaglio genetico Scopo della terapia con GH nel bambino Terapia del deficit di GH nel bambino

66 Aumento sintesi proteica Aumentata immissione in circolo delle sostanze energetiche Cardiopatia Ipertensione Danni muscolari ed articolari Aumento della sintesi proteica Aumento della crescita del tessuto muscolare Incremento della crescita staturale nel giovane (gigantismo) Aumento della lipolisi Aumento della glicemia Acromegalia nelladulto Ritenzione idrica ed edema (generalizzato e periferico) Artropatie; sindrome del tunnel carpale Cardiomiopatia Ipertensione arteriosa Iperglicemia Diabete Aumento dimensioni estremità Aumento degli organi interni Diabete EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI Ormone della crescita (GH) Stimolo crescita ossea

67

68 Florence Griffith

69 Flo Jo Griffith ( ) contrasse una malattia infettiva per abuso di ormone della crescita estratto da cadavere. Aveva detto: quando arrivi sempre seconda, puoi accettarlo o tentare di diventare la numero uno.

70 Riccardo Riccò

71 L'eritropoietina (EPO) rappresenta il più importante fattore di crescita dell'eritropoiesi.

72

73

74 La sua produzione è "totale o nulla" e quantità misurabili di EPO sono sempre individuabili nel plasma (produzione costitutiva: mU/mL) e riflettono il suo stato di produzione e la costanza della massa dei globuli rossi. I livelli di EPO consentono il mantenimento della massa eritrocitaria circolante. Non esistono scorte di EPO preformate a livello tissutale. La produzione non è influenzata né dall'età, né dal sesso e né dal suo livello nel plasma.

75 Funzioni fisiologiche delleritropoietina (Epo) Rene Cervello Utero rene astrocita Vaso ematico neurone endometrio vaso ematico Angiogenesi Estradiolo (E2) Ipossia Eritropoiesi Sopravvivenza neuronale Di-estro Pro-estro EstroPost-estro Ipossia Organo Funzione Induzione da

76 Eritropoietina e darbepoietina: Anemia in corso di IRC Anemia provocata da antivirali e antitumorali Mieloma Sindromi mielodisplasiche

77 Aumenta la produzione di eritrociti e quindi il trasporto di ossigeno MA HA PESANTI EFFETTI COLLATERALI rende il sangue denso come marmellata aumenta di 4 volte il rischio di morte per trombosi disidratazione EPO

78 Il campione più scuro contiene sangue talmente denso da non scendere giù quando si capovolge la provetta EPO

79 Stimolo della produzione dei globuli rossi Aumento della capacità di trasporto dellossigeno Poliglobulia Aumento della viscosità del sangue Infarto del miocardio Trombosi Ictus Embolia polmonare Convulsioni Poliglobulia trombosi Insufficienza cardiaca Stimolo produzione di globuli rossi Eritropoietina (EPO) EFFETTI EFFETTI INDESIDERATI

80 Esiste, tuttavia, anche un altro motivo per cui l'eritropoietina sintetica è molto pericolosa per la salute dell'atleta………………

81 Più che «CERA» ce nè!

82 Il consumo di farmaci nella pratica sportiva Medicalizzazione dellatleta Questo uso / abuso di farmaci può essere espresso con un termine specifico

83 Reazioni avverse a Farmaci, in un atleta, non sono del tutto studiate e conosciute Possono comparire anche dopo lungo tempo dallassunzione Gli atleti, in corso di attività, si trovano al limite delle proprie condizioni fisiologiche: frequenza cardiaca, respiratoria, metabolismo endogeno, disidratazione… Medicalizzazione dellatleta

84

85 Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "Luigia Trabace Prof. Ordinario di Farmacologia Direttore Dipartimento Scienze Biomediche Università degli Studi di Foggia Convegno Medico-Scientifico Oltre."

Presentazioni simili


Annunci Google