La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof. Giuseppe Mastrangelo Università di Padova Dipartimento di Medicina Ambientale e Sanità Pubblica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof. Giuseppe Mastrangelo Università di Padova Dipartimento di Medicina Ambientale e Sanità Pubblica."— Transcript della presentazione:

1 Prof. Giuseppe Mastrangelo Università di Padova Dipartimento di Medicina Ambientale e Sanità Pubblica

2

3 1. BACKGROUND European Surveys on Working Conditions condotta nel 1990, 1995, 2000, e 2005 da European Foundation for the Improvement of Living and Working Conditions (Eurofound) in 15 paesi della Comunità Europea. 2. SOGGETTI 5108 lavoratori, dipendenti e autonomi, selezionati dagli elenchi telefonici del Veneto. 3. METODI Intervista telefonica (durata di 10 minuti circa) con questionario Eurofund modificato, per indagare la percezione che i lavoratori hanno delle proprie condizioni di lavoro e di salute, e delle azioni adottate per la prevenzione. La percezione dei rischi nei lavoratori del Veneto Indagine telefonica in un campione di 5000 lavoratori

4

5 Ansia vs esigenze OR=4.35 Insonnia vs esigenze OR=7.14 Irritabilità vs esigenze OR=5.91 Stress vs esigenze OR=2.60

6 Gastralgia vs esigenze OR=12.03 Cardiop. vs esigenze OR=8.33 Cefalea vs esigenze OR=3.32

7 Stress lavorativo in 2174 lavoratori di 30 aziende della Regione Veneto

8 In questo campo lo strumento di misura è modello-dipendente. Per misurare lo stress lavorativo percepito è stato usato il questionario di Robert A. Karasek, pubblicato nel Strumento di misura dello stress

9 1.la domanda lavorativa (job demand, JD), che si compone di due sottodimensioni: la domanda fisica, che fa riferimento a condizioni lavorative che richiedono lesecuzione di compiti caratterizzati da attività fisica statica e dinamica, e la domanda psicologica, che si riferisce ad un carico di natura mentale derivante dallo svolgere mansioni che necessitano ad es. di lunghi periodi di concentrazione, con scarsa chiarezza organizzativa, forte pressione temporale; 2.lautonomia decisionale (decision latitude, DL), definita da due componenti: skill discretion, che identifica condizioni connotate dalla possibilità di imparare cose nuove, dal grado di ripetitività dei compiti e dallopportunità di valorizzare le proprie competenze, decision authority: individua fondamentalmente il livello di controllo dellindividuo sulla programmazione ed organizzazione del lavoro. Modello di Karasek: Due dimensioni del lavoro

10 Strumento di misura dello stress Le due principali dimensioni lavorative (domanda vs. controllo) sono considerate variabili indipendenti. Dicotomizzando in base alla mediana le due dimensioni, e ponendole su assi ortogonali, il diagramma viene suddiviso in 4 categorie.

11 Secondo lapproccio quadrant term, è possibile descrivere gli ambienti di lavoro in base di 4 categorie di esposizione: Low strain; Active; High strain; Passive [Karasek 1979]. In estrema sintesi, il modello originale suggerisce che la relazione tra elevata domanda lavorativa (job demand, JD) e bassa libertà decisionale (decision latitude, DL) definisce una condizione di high strain o perceived job stress (stress lavorativo percepito), in grado di spiegare i livelli di stress cronico e lincremento del rischio cardiovascolare. Quadrant term approach

12 Strumento di misura dello stress

13 1.High Strain corrisponde alla percezione di vivere una condizione lavorativa caratterizzata da elevata domanda congiuntamente ad un basso controllo sul compito; è la situazione più avversa, caratterizzata da fatica, ansia, depressione, esaurimento, malattie psicologiche, e ad elevato rischio di CVD, associati ad assenze per malattia e assenteismo 2.la condizione di Active è caratterizzata da stress medio, con apprendimento, crescita e aumento nella motivazione per il lavoro che si sta facendo 3.Low Strain è la condizione di basso stress, dove il lavoratore percepisce di avere molto controllo ed una domanda lavorativa bassa 4.la condizione di Passive, infine, è quella causata da una sequenza di situazioni di lavoro che respingono le eventuali iniziative dei lavoratori, con conseguente mancanza di stimoli e di apprendimento

14 Campionamento a palla di neve 6 medici competenti 30 aziende 2174 lavoratori Comparti lavorativi: alimentare, vetrario, chimico, galvanico, siderurgico, ceramico, meccanico, metalmeccanico, tessile, ecologico-ambientale, logistico, commercio, socio-sanitario, trasporti.

15 Cronologia di osservazione Intervista Eventi nei 12 mesi precedenti Condizioni di lavoro prima dellevento Nessun evento Condizioni di lavoro attuali

16 1.Diffusione dello stress lavorativo 2.Relazione di infortuni sul lavoro e assenza per malattia con lo stress e altri fattori di rischio Risultati

17

18 Diffusione dello stress lavorativo *

19 * * *

20 * * * * * * * * *

21 * * * ** * * * * *

22 * * * *

23 Rischi di infortuni sul lavoro * * * * * * * *

24

25 Rischi di assenze dal lavoro per malattia * * *

26

27 OR per infortuni nei terzili di JD e DL (regressione logistica) TerziliORICp Job demand I terzile1.00- II terzile – III terzile – Decision latitude III terzile1.00- II terzile – I terzile –

28 MenWomen OR95%CIPOR95%CIP Job stressors Quantitative workload Cognitive demands (high) Job control (low) Skill underutilization (high) Conflict at workplace Job future ambiguity (high) Psychological stress reactions Job satisfaction (low) Depressive symptoms Risks of Occupational Injury in Men and Women

29 OR per assenze per malattia nei terzili di JD e DL (regressione logistica) TerziliORICp Job demand I terzile JD1.00- II terzile JD – III terzile JD – Decision latitude III terzile1.00- II terzile – I terzile –

30 Frequency/mean (SD) of scores related to psychosocial environment in groups with different sickness absence in the Maastricht study [ Andrea, 2003 ] < 8 days 8–29 days 1–3 months 3–6 months >6 months Job demands 34.6 (6.2) 34.6 (5.8) 35.1 (6.0) 35.2 (6.3) 35.9 (6.5) Decision latitude 69.8 (12.6) 66.7 (12.3)** 65.6 (13.2)*** 64.5 (12.4)*** 62.7 (11.7)*** Social support 21.8 (3.6) 21.4 (3.4) 21.2 (3.5)* 20.9 (3.9)* 20.7 (3.7)** Low job satisfaction 17.0%20.2%25.5%**27.9%**32.0%**

31 Determinanti%ORPARΣ PAR Fuma < 9 sigarette Fuma sigarette Fuma > 20 sigarette Totale Uso abituale di alcol Totale JD: III terzile DL: I terzile Totale Determinanti degli infortuni sul lavoro in 2174 lavoratori: frazione di esposti tra i casi (%), odds ratio (OR), population attributable risk (PAR)

32 Determinanti%ORPARΣ PAR Fuma sigarette Totale 7.6 Uso abituale psicofarmaci Totale 6.1 JD: III terzile DL: I terzile Totale Determinanti delle assenze dal lavoro per malattia in 2174 lavoratori: frazione di esposti tra i casi (%), odds ratio (OR), population attributable risk (PAR)


Scaricare ppt "Prof. Giuseppe Mastrangelo Università di Padova Dipartimento di Medicina Ambientale e Sanità Pubblica."

Presentazioni simili


Annunci Google