La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Comunicazione Mediata dal Computer. Obiettivi e fonti > Presentare alcune caratteristiche salienti del testo elettronico e della comunicazione mediata.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Comunicazione Mediata dal Computer. Obiettivi e fonti > Presentare alcune caratteristiche salienti del testo elettronico e della comunicazione mediata."— Transcript della presentazione:

1 La Comunicazione Mediata dal Computer

2 Obiettivi e fonti > Presentare alcune caratteristiche salienti del testo elettronico e della comunicazione mediata da computer > Mostrare come la comunicazione sia una componente essenziale della creazione e gestione di contenuti digitali Cantoni L., N. Di Blas, Teorie e pratiche della comunicazione, 2002, Apogeo

3 CMC > Per Comunicazione Mediata da Computer sintende la comunicazione interpersonale via internet, intendendo in senso lato internet come il collegamento di più computer in rete, o in altri termini linterazione tra persone attraverso un computer. > Ciò che caratterizza questo tipo di comunicazione è dunque il mezzo, il canale, che separa e allo stesso tempo mette in contatto coloro che comunicano.

4 Convergenza digitale Grazie al fenomeno della convergenza digitale, vale a dire la progressiva integrazione in formato digitale dei diversi media, avviene che sempre più i diversi strumenti dialoghino tra di loro, scambiandosi i dati. Questa importante evoluzione fa sì che oggi si parli di multicanalità: le applicazioni vengono progettate per essere fruite su canali diversi (web, CD-rom, smartphone, iPOD…).

5 Il testo elettronico: caratteristiche (1) > Inaccessibile direttamente ai sensi - richiede la mediazione di un software e di un hardware per la sua riproduzione analogica - si lascia accostare solo parzialmente > perfetta riproducibilità - copiabile e replicabile allinterno di altri testi, trasportabile > sempre accessibile > modificabile a piacere > multimediale

6 Il testo elettronico: caratteristiche (2) Inoltre la CMC presenta caratteristiche di: > permanenza > interattività (dal messaggio unidirezionale - broadcasting, a maggiori opportunità di interazione) > personalizzazione

7 Ipertesto e ipermedia Ipertesto: struttura in cui elementi testuali diversi (nodo, o lessia) sono connessi fra di loro tramite collegamenti (link). Reticolo testuale, aperto a percorsi di lettura differenti, dipendenti dalle scelte del fruitore. Ipermedia: ipertesti in cui, accanto a elementi testuali, troviamo una grande varietà di altri elementi (elementi iconici, suoni, animazioni, filmati, ecc) Lettura dellipertesto: > Lettore: co-autore > Fruizioni lineari diverse (non fruizione non lineare) > Chi è più forte, lautore o il lettore?

8 > La natura ipertestuale della rete si manifesta attraverso i siti Web > Cosè un sito? Il Modello del bar: 1. un insieme di oggetti commestibili e fruibili 2. attrezzature che consentono la fruizione dei primi 3. una comunità di persone che lo frequentano 4. una comunità di persone che lo gestiscono > Un sito è dunque un insieme di contenuti, di messaggi, di posizioni sul mondo, dinterazioni e transazioni. Il sito WEB

9 La comunicazione su WEB > Richiede specifiche competenze > Gli ambiti di azione su cui è essenziale soffermarsi: 1) analizzare/valutare 2) progettare 3) produrre 4) mantenere

10 1)Accuratezza 2)Autorevolezza - Adeguatezza alloggetto (competenza del mittente) - Adeguatezza allinterlocutore (intenzioni benevole del mittente) 3)Obiettività 4)Aggiornamento - Attenzione ai deittici! - … e alle news 5)Ambito (cosa vogliamo comunicare? a chi? come?) Semplici regole del buon comunicare sul Web

11 La localizzazione Per comunicare qualcosa a pubblici molto diversi – per lingua e cultura – non mi è sufficiente offrire la traduzione dei contenuti nelle varie lingue, ma dovrò: > adattare il testo alle varie esperienze culturali > ricorrere a conoscenze enciclopediche > fare appello a conoscenze condivise > giudicare la comunicazione dalla parte del destinatario > verificare i presupposti di carattere valoriale

12 Usabilità USABILITÀ = lefficacia, lefficienza e la soddisfazione con cui specifici utenti possono conseguire specifici risultati in particolari contesti Lusabilità, comporta sempre una relazione fra chi utilizza, ciò che viene utilizzato (lo strumento), gli obiettivi per cui lo strumento viene utilizzato, il contesto duso; estrapolare il solo strumento e attribuirgli gradi dusabilità senza un riferimento esplicito agli altri elementi in gioco risulta senzaltro incompleto e – spesso – fuorviante.

13 Narrazione multimediale: cosè Con il termine narrazione multimediale si intende in generale una narrazione ipermediale, non lineare, ricca di multimedialità, ma che al contempo emozioni e racconti una storia. Una narrazione multimediale multicanale può venire fruita attraverso diversi canali, nel nostro caso Internet, cd-rom e iPod. STRUMENTO: 1001storia è un motore online sviluppato dal Politecnico di Milano, che consente di creare narrazioni multimediali multicanale. Con 1001storia sviluppare una narrazione è semplice, veloce ed economico; 1001storia è facile da apprendere, e permette di focalizzarsi solo sui contenuti, nascondendo la complessità dell'implementazione.

14 Narrazione multimediale: la struttura (1) La struttura informativa di una narrazione multimediale è una STRUTTURA AD ALBERO ARGOMENTI SOTTOARGOMENTI

15 Narrazione multimediale: la struttura (2) I link di navigazione prevedono tre percorsi: Navigazione breve (il passaggio da un tema all'altro, senza approfondimenti, è automatico) Navigazione lunga (il passaggio da un tema all'altro, con gli approfondimenti, è automatico) Navigazione manuale (lutente è libero di selezionare ad ogni passo temi o approfondimenti da esplorare) Navigazione in loop

16 Narrazione multimediale: workflow Creazione del piano editoriale Creazione dei contenuti oIntervista oinformazioni aggiuntive (di contesto) Comunicazione visiva Audio provvisorio Prima versione completa Versione finale e presentazione

17 Narrazione multimediale: esempi Alcuni esempi: Il risparmio energetico nel nostro territorio: problemi e prospettive (Liceo Scientifico Machiavelli di Pioltello)Il risparmio energetico nel nostro territorio: problemi e prospettive Creazionismo vs evoluzionismo (I.T.I.S. Albert Einstein di Vimercate)Creazionismo vs evoluzionismo Mathematicus in fabula (Liceo Scientifico "Angelo Messedaglia" di Verona)Mathematicus in fabula L'ho fatto solamente perchè sono un uomo": Giorgio Perlasca (ITC Calvi di Padova)L'ho fatto solamente perchè sono un uomo": Giorgio Perlasca E altro ancora…

18 Alcuni suggerimenti Concentrarsi sul contenuto (definizione delle tematiche e stesura del piano editoriale) Continuità nel seguire gli incontri Lavoro extra-laboratoriale (produzione di contenuti, ricerca di media a supporto, realizzazione di interviste) Melius abundare quam deficere

19 Informazioni necessarie per iniziare Login: Password: !machiavelli Guida al motore 1001storia: Queste slides:

20 Bibliografia Enciclopedia medica Malattie genetiche umane (slides di introduzione) 08.pdf 08.pdf Classificazione delle malattie genetiche I miti genetici (pregiudizi sulle malattie genetiche) Introduction to Genes and Disease (INGLESE) Genetic Disorders (INGLESE)

21 Grazie per lattenzione! Per qualsiasi suggerimento: Luisa Marini Barbara Di Santo


Scaricare ppt "La Comunicazione Mediata dal Computer. Obiettivi e fonti > Presentare alcune caratteristiche salienti del testo elettronico e della comunicazione mediata."

Presentazioni simili


Annunci Google