La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli Studi di Perugia Facoltà di Ingegneria Corso di Impatto ambientale Modulo b) aspetti energetici prof. ing. Francesco Asdrubali a.a. 2007/2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli Studi di Perugia Facoltà di Ingegneria Corso di Impatto ambientale Modulo b) aspetti energetici prof. ing. Francesco Asdrubali a.a. 2007/2008."— Transcript della presentazione:

1 Università degli Studi di Perugia Facoltà di Ingegneria Corso di Impatto ambientale Modulo b) aspetti energetici prof. ing. Francesco Asdrubali a.a. 2007/2008 Cogenerazione

2 COGENERAZIONE Produzione combinata di energia meccanica (elettrica) e termica (calore) SCOPO: Migliore sfruttamento dellenergia chimica contenuta nei combustibili TUTTI I MOTORI TERMICI RILASCIANO UNA DETERMINATA QUANTITA DI CALORE CHE POSSIEDE UN CERTO PREGIO ENERGETICO. UTILIZZARE QUESTA ENERGIA RISULTA CONVENIENTE TERMODINAMICAMENTE ED ECONOMICAMENTE

3 Numerose applicazioni possono aver bisogno di calore a temperature non troppo elevate: PETROLCHIMICA:T = 150° ÷ 200°C ALIMENTARE:T = 130°C RISCALDAMENTO URBANO:T = 80° ÷ 180°C DISSALAZIONE:T = 120°C I motori termici possono fornire calore a temperature anche più elevate. ASPETTI TERMODINAMICI Y = INDICE ELETTRICO

4 COGENERAZIONE CON MOTORI DIESEL Si incontrano maggiori problemi con i motori a ciclo Otto 13 % 11 % 26 % 50 %

5 COGENERAZIONE CON TURBINE A VAPORE

6 COGENERAZIONE CON TURBINE A VAPORE A SPILLAMENTO

7 COGENERAZIONE CON TURBINE A GAS

8 CICLO COMBINATO La miglior tecnologia oggi disponibile per la produzione di energia elettrica

9 AMMODERNAMENTO DELLE CENTRALI TERMOELETTRICHE Gran parte delle centrali termoelettriche a vapore ha oltre 15 anni di vita; Sono alimentate con combustibili di basso pregio (olio combustibile BTZ o polverino di carbone) Per limitare le emissioni in ottemperanza ai limiti sempre più stringenti si può: sostituire il combustibile (ad es. con il gas naturale); inserire sistemi complessi (e costosi) di abbattimento degli inquinanti. Si può anche scegliere di modificare il ciclo di impianto, passando ad un sistema combinato: turbina a gas naturale con caldaia a vapore di recupero.

10 AMMODERNAMENTO DELLE CENTRALI TERMOELETTRICHE La trasformazione a ciclo combinato presenta numerosi vantaggi: incremento del rendimento elettrico (dal 40% al 50%); incremento della potenza (2,5 volte); riduzione delle emissioni di CO 2 ; assenza di ossidi di zolfo; vantaggio indiretto legato alla copertura di nuovi fabbisogni senza realizzare centrali ex-novo o nuove linee di trasmissione dellenergia elettrica.


Scaricare ppt "Università degli Studi di Perugia Facoltà di Ingegneria Corso di Impatto ambientale Modulo b) aspetti energetici prof. ing. Francesco Asdrubali a.a. 2007/2008."

Presentazioni simili


Annunci Google