La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I 150 ANNI DELLUNITA D ITALIA LA VICENDA STORICA Il 17 marzo 1861 venne proclamata la nascita del Regno dItalia dopo anni di lotte, di società segrete,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I 150 ANNI DELLUNITA D ITALIA LA VICENDA STORICA Il 17 marzo 1861 venne proclamata la nascita del Regno dItalia dopo anni di lotte, di società segrete,"— Transcript della presentazione:

1

2 I 150 ANNI DELLUNITA D ITALIA

3 LA VICENDA STORICA Il 17 marzo 1861 venne proclamata la nascita del Regno dItalia dopo anni di lotte, di società segrete, di oppressione di popoli stranieri..Anche se non tutti i territori italiani erano stati del tutto liberati, lideale di uno stato unito era stato realizzato grazie al patriottismo di Garibaldi che consegnò i territori conquistati al re dItalia Vittorio Emanuele II. Unificato il territorio, urgenti e gravi erano i problemi che dovevano essere affrontati al fine di garantire al giovane Stato la sopravvivenza. Grandi erano le differenze di usi, costumi, mentalità che secoli di divisione avevano acuito tra il Nord ed il Sud. A dirigere il nuovo Stato furono i moderati preoccupati soprattutto di non toccare al nord gli interessi della borghesia industriale e finanziaria. Le idee che avevano animato molti patrioti venivano deluse, ancor più delusi erano i contadini che, dopo lo sbarco dei Mille, a cui avevano partecipato, non vedevano realizzati i loro sogni di liberazione dalla miseria e dalloppressione.

4 IL MITO DI GARIBALDI Ma chi era Garibaldi? Giuseppe Garibaldi entrò giovanissimo nella Marina Sarda e aderì alla Giovine Italia di Mazzini. Condannato a morte fuggì in Sud America dove combatté per lindipendenza dellUruguay e del Rio Grande. Tornato in Italia si mise al servizio del Piemonte ma nonostante che i suoi successi gli facevano conquistare le simpatie del popolo, fu sempre trattato con diffidenza dalle autorità a causa della sua fama di eroe popolare e delle sue vecchie idee Repubblicane. Vero artefice del Risorgimento italiano, dopo limpresa dei Mille, si ritirò in solitudine nellisola di Caprera.

5 Fratelli dItalia LItalia sè desta, Dellelmo di Scipio Sè cinta la testa. Dovè la vittoria? Le porga la chioma Ché schiava di Roma Iddio la creò. Stringiamoci a coorte, Siam pronti alla morte LItalia chiamò. Noi siamo da secoli Calpesti, derisi, Perché non siam popolo, Perché siam divisi: Raccolgaci unUnica Bandiera. Una speme: Di fonderci insieme Già lora suonò. Uniamoci, amiamoci, LUnione e lamore Rivelano ai popoli Le vie del signore; Giuriamo far libero Il suolo natio: Uniti per Dio, Chi vincer ci può? Stringiamoci a coorte, Siam pronti alla morte LItalia chiamò. DallAlpi a Sicilia Dovunque è Legnano, Ogn uom di Ferruccio Ha il core, ha la mano, I bimbi dItalia Si chiaman Balilla, Il suon dogni squilla I Vespri suonò. Son giunchi che piegano Le spade vendute: Ah laquila dAustria Le penne ha perdute- Il sangue dItalia bevè, col Cosacco Il sangue polacco: Ma il cor le bruciò. Stringiamoci a coorte, Siam pronti alla morte LItalia chiamò. GOFFREDO MAMELI

6 Nasce la bandiera italiana: il tricolore a strisce verticali verde-bianco-rosso. Verde il colore della speranza Bianco il colore della neve delle nostre montagne Rosso il colore del sangue versato dalla nostra gente Per il nostro Inno Nazionale il Mameli utilizza molti mezzi di suggestione emotiva: il richiamo alla grandezza della storia di Roma, gli appelli religiosi allunione e allamore, alla bellissima immagine dellaquila asburgica spennacchiata e piena di sangue. E un grande richiamo che rende fervidi gli animi riuniti stretti, a coorte come nelle legioni romane, per mandare via lo straniero. LItalia si è svegliata, si è coperta la testa dellelmo vittorioso di Scipione e come lui vuole vittoria. Viva lItalia!!!

7 LA QUESTIONE MERIDIONALE GIUSTIZIA, il Sud vuole il riscatto. Già dallUnità dItalia nel Meridione Vi era una grande differenza tra il Nord ed il Sud: nel Nord si viveva dignitosamente, si progrediva con industrie e ferrovie, con il commercio che dava da vivere a molte persone; nel Sud vi era la miseria, scarso lavoro, tanto analfabetismo,tasse sul grano. Il Brigantaggio fu lespressone del popolo deluso di quello stato che non aveva equilibrato le parti. Ancora oggi dopo ben 150 anni di storia è presente questo divario e il Sud continua a volere il proprio Riscatto: più lavoro, più interesse da parte del Governo. La politica di oggi vorrebbe fortificare questi grandi solchi: si richiede il federalismo, la revisione di alcuni articoli della Costituzione …. Non lo permettiamo !!! lItalia è uno stato unito, libero, repubblicano e la sua bandiera è il tricolore.

8 In questi 150 In questi 150 anni….. Il mito del progresso(elettricità, Telegrafo, fonografo) Il decollo economico dellItalia(Pirelli, Fiat, Olivetti) La 1^ Guerra Mondiale La 2^ Guerra Mondiale La bomba Atomica La nascita della Nato La conquista dello spazio Giovanni Paolo II La moneta europea Le nuove tecnologie informatiche

9 BUON COMPLEANNO ITALIA MIA!!!


Scaricare ppt "I 150 ANNI DELLUNITA D ITALIA LA VICENDA STORICA Il 17 marzo 1861 venne proclamata la nascita del Regno dItalia dopo anni di lotte, di società segrete,"

Presentazioni simili


Annunci Google