La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I LICEI Febbraio 2010. COME CAMBIANO I LICEI VIENE CONFERMATA LIDENTITA LICEALE strumenti culturali e metodologici per comprensione approfondita della.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I LICEI Febbraio 2010. COME CAMBIANO I LICEI VIENE CONFERMATA LIDENTITA LICEALE strumenti culturali e metodologici per comprensione approfondita della."— Transcript della presentazione:

1 I LICEI Febbraio 2010

2 COME CAMBIANO I LICEI

3 VIENE CONFERMATA LIDENTITA LICEALE strumenti culturali e metodologici per comprensione approfondita della realtà atteggiamento razionale, creativo, progettuale e critico conoscenze, abilità e competenze coerenti con capacità e scelte personali adeguate per proseguimento degli studi inserimento nella vita sociale e nel mondo del lavoro. (ART. 2 REGOLAMENTO – IDENTITA DEI LICEI – comma 2) Profili licei

4 CAMBIA LARTICOLAZIONE DEL QUINQUENNIO Il curricolo liceale si articola in due bienni e un quinto anno primo biennio iniziale acquisizione di conoscenze, abilità, competenze assolvimento dellobbligo di istruzione secondo biennio approfondimento e sviluppo di conoscenze, abilità, competenze caratterizzanti le singole articolazioni liceali quinto anno piena realizzazione del profilo educativo, culturale e professionale consolidamento del percorso di orientamento agli studi successivi o inserimento mondo del lavoro (ART. 2. REGOLAMENTO – IDENTITA DEI LICEI comma 3, 4, 5, 6)

5 ANCHE PER I LICEI INIZIATIVE DI STUDIO/LAVORO CON SOGGETTI ESTERNI … a partire dal secondo biennio università istituzioni dellalta formazione artistica, musicale e coreutica istruzione e formazione tecnica superiore istituti tecnici superiori … approfondimento di conoscenze, abilità e competenze prosecuzione degli studi inserimento nel mondo del lavoro … alternanza scuola-lavoro iniziative di studio-lavoro per progetti esperienze pratiche e stage (ART. 2. REGOLAMENTO – IDENTITA DEI LICEI - comma 7)

6 Conoscenze, abilità e competenze in una dimensione europea raccomandazione del Parlamento europeo qualifiche per lapprendimento permanente (EQF) mobilità sul territorio dellUnione europea (ART. 10 REGOLAMENTO – ORARIO ANNUALE E ATTIVITÀ DIDATTICHE – comma 1/a)

7 COMPOSIZIONE DELLORARIO ANNUALE Lorario annuale comprendente quota riservata alle regioni alle istituzioni scolastiche autonome allinsegnamento della religione cattolica è articolato in attività e insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti insegnamenti eventualmente previsti dal POF (ART. 10. COMMA 1/b REGOLAMENTO – ORARIO ANNUALE E ATTIVITA DIDATTICHE)

8 AUTONOMIA E QUADRI ORARI quota dei piani di studio lasciata allautonomia delle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico annualmente assegnato tenuto conto delle richieste degli studenti e delle loro famiglie non può essere superiore a: 20 per cento del monte ore complessivo nel primo biennio 30 per cento nel secondo biennio 20 per cento nel quinto anno lorario previsto dal piano di studio di ciascuna disciplina non può essere ridotto più di un terzo nellarco dei cinque anni non possono essere soppresse le discipline previste nellultimo anno di corso. (ART. 10. REGOLAMENTO – ORARIO ANNUALE E ATTIVITA E DIDATTICHE comma1/c)

9 ORARIO ANNUALE CLASSICO 891 ore AL BIENNIO 1023 ore AL TRIENNIO SCIENTIFICO – LINGUISTICO – SCIENZE UMANE 891 ore AL BIENNIO 990 ore AL TRIENNIO MUSICALE 1056 ore AL BIENNIO 1056 ore AL TRIENNIO ARTISTICO 1122 ore AL BIENNIO 1155 ore AL TRIENNIO

10 AUTONOMIA E QUADRI ORARI quota dei piani di studio lasciata allautonomia delle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico annualmente assegnato tenuto conto delle richieste degli studenti e delle loro famiglie non può essere superiore a: 20 per cento del monte ore complessivo nel primo biennio 30 per cento nel secondo biennio 20 per cento nel quinto anno lorario previsto dal piano di studio di ciascuna disciplina non può essere ridotto più di un terzo nellarco dei cinque anni non possono essere soppresse le discipline previste nellultimo anno di corso. (ART. 10. REGOLAMENTO – ORARIO ANNUALE E ATTIVITA E DIDATTICHE comma1/c)

11 È possibile organizzare nei limiti delle disponibilità di bilancio distituto attività ed insegnamenti facoltativi coerenza profilo educativo – POF scelta facoltativa per gli studenti frequenza obbligatoria e valutazione risorse in rete contratti dopera con esperti (ART. 10 REGOLAMENTO – ORARIO ANNUALE E ATTIVITA E DIDATTICHE - comma 2/c) INSEGNAMENTI FACOLTATIVI/1

12 INSEGNAMENTI FACOLTATIVI/2 entro dotazioni organiche personale docente definite annualmente con decreto interministeriale contingente dorganico da assegnare alle singole istituzioni scolastiche e/o disponibile attraverso accordi di rete è possibile: potenziare gli insegnamenti obbligatori per tutti attivare ulteriori insegnamenti raggiungimento degli obiettivi previsti dal POF diversificazione e personalizzazione dei piani di studi (ART. 10 REGOLAMENTO – ORARIO ANNUALE E ATTIVITA DIDATTICHE – comma 3)

13 INSEGNAMENTO IN LINGUA STRANIERA quinto anno degli indirizzi liceali diversi dal liceo linguistico (3°) una disciplina non linguistica (CLIL) scelta tra insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti insegnamenti facoltativi/2 attivabili nei limiti del contingente di organico ad esse annualmente assegnato Tale insegnamento deve essere attivato in ogni caso nei limiti degli organici determinati a legislazione vigente. (ART. 10 REGOLAMENTO – ORARIO ANNUALE E ATTIVITA DIDATTICHE – comma 5)

14 AUTONOMIA E INNOVAZIONI ORGANIZZATIVE/1 Le istituzioni scolastiche possono costituire senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica Dipartimenti articolazioni funzionali del collegio dei docenti progettazione formativa didattica ART. 10 REGOLAMENTO (Orario annuale e attività didattiche) - COMMA 2/a

15 AUTONOMIA E INNOVAZIONI ORGANIZZATIVE/2 Le istituzioni scolastiche possono dotarsi senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica comitato scientifico docenti e di esperti del mondo del lavoro, della ricerca scientifica e tecnologica, delle università, dellalta formazione artistica, musicale e coreutica funzioni consultive e di proposta autonomia e flessibilità ai componenti del comitato non spettano compensi a nessun titolo ART. 10 REGOLAMENTO (Orario annuale e attività didattiche) - COMMA 2/b

16 ARTICOLAZIONE DEL SISTEMA DEI LICEI Il sistema dei licei comprende i licei: Artistico Classico Linguistico Musicale e coreutico Scientifico delle scienze umane ART. 3 REGOLAMENTO (Articolazione del sistema dei licei)

17 LICEO ARTISTICO/1 Il percorso del liceo artistico è indirizzato allo studio dei fenomeni estetici e alla pratica artistica. Favorisce lacquisizione dei metodi specifici della ricerca e della produzione artistica e la padronanza dei linguaggi e delle tecniche relative. Fornisce allo studente gli strumenti necessari per conoscere il patrimonio artistico nel suo contesto storico e culturale e per coglierne appieno la presenza e il valore nella società odierna. Guida lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità e a maturare le competenze necessarie per dare espressione alla propria creatività e capacità progettuale nellambito delle arti. ART. 4 REGOLAMENTO (Liceo artistico) - COMMA 1

18 LICEO ARTISTICO/2 Il percorso del liceo artistico si articola, a partire dal secondo biennio, nei seguenti indirizzi: a. arti figurative; b. architettura e ambiente; c. design; d. audiovisivo e multimediale; e. grafica; f. scenografia. ART. 4 REGOLAMENTO (Liceo artistico) - COMMA 2 ORARI

19 LICEO CLASSICO Il percorso è indirizzato allo studio della civiltà classica e umanistica. Favorisce una formazione letteraria, storica e filosofica idonea a comprenderne il ruolo nello sviluppo della civiltà e della tradizione occidentali e nel mondo contemporaneo sotto un profilo simbolico, antropologico e di confronto di valori. Favorisce lacquisizione dei metodi propri degli studi classici e umanistici, allinterno di un quadro culturale che, riservando attenzione anche alle scienze matematiche, fisiche e naturali, consente di cogliere le intersezioni fra i saperi e di elaborare una visione problematica e critica della realtà. Guida lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità e a maturare le competenze a ciò necessarie. ART. 5 REGOLAMENTO (Liceo classico) - COMMA 1

20 LICEO LINGUISTICO/1 Il percorso del liceo linguistico è indirizzato allo studio di più sistemi linguistici e culturali. Guida lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità, a maturare le competenze necessarie per acquisire la padronanza comunicativa di tre lingue, oltre litaliano e per comprendere criticamente lidentità storica e culturale di tradizioni e civiltà diverse. ART. 6 REGOLAMENTO (Liceo linguistico) - COMMA 1

21 LICEO LINGUISTICO/2 Dal terzo anno è impartito linsegnamento in lingua straniera di una disciplina non linguistica, scelta tra gli insegnamenti obbligatori o tra gli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico ad esse assegnato. Dal quarto anno è previsto inoltre linsegnamento, in una diversa lingua straniera, di una disciplina non linguistica, compresa nellarea delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nellarea degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico ad esse assegnato ART. 6 REGOLAMENTO (Liceo linguistico) - COMMA 2

22 LICEO MUSICALE E COREUTICO Il percorso del liceo musicale e coreutico, articolato nelle rispettive sezioni, è indirizzato allapprendimento tecnico-pratico della musica e della danza e allo studio del loro ruolo nella storia e nella cultura. Guida lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità e a maturare le competenze necessarie per acquisire la padronanza dei linguaggi musicali e coreutici sotto gli aspetti della composizione, interpretazione, esecuzione e rappresentazione, maturando la necessaria prospettiva culturale, storica, estetica, teorica e tecnica. Assicura la continuità dei percorsi formativi per gli studenti provenienti dai corsi ad indirizzo musicale (art 11 comma 9 L 3/5/99, n. 124) Liscrizione al liceo musicale e coreutico è subordinata al superamento di una prova di verifica del possesso di specifiche competenze musicali o coreutiche. ART. 7 REGOLAMENTO (Liceo musicale e coreutico) - COMMA 1 e 2

23 LICEO SCIENTIFICO Il percorso del liceo scientifico è indirizzato allo studio del nesso tra cultura scientifica e tradizione umanistica. Favorisce lacquisizione delle conoscenze e dei metodi propri della matematica, della fisica e delle scienze naturali. Guida lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità e a maturare le competenze necessarie per seguire lo sviluppo della ricerca scientifica e tecnologica e per individuare le interazioni tra le diverse forme del sapere, assicurando la padronanza dei linguaggi, delle tecniche e delle metodologie relative, anche attraverso la pratica laboratoriale. ART. 8 REGOLAMENTO (Liceo scientifico) - COMMA 1

24 LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE Nellambito della programmazione regionale dellofferta formativa, può essere attivata lopzione scienze applicate che fornisce allo studente competenze particolarmente avanzate negli studi afferenti alla cultura scientifico-tecnologica, con particolare riferimento alle scienze matematiche, fisiche, chimiche, biologiche e allinformatica e alle loro applicazioni ART. 8 REGOLAMENTO (Liceo scientifico) – COMMA 2

25 LICEO DELLE SCIENZE UMANE Il percorso è indirizzato allo studio delle teorie esplicative dei fenomeni collegati alla costruzione dellidentità personale e delle relazioni umane e sociali. Guida lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità e a maturare le competenze necessarie per cogliere la complessità e la specificità dei processi formativi. Assicura la padronanza dei linguaggi, delle metodologie e delle tecniche di indagine nel campo delle scienze umane. ART. 9 REGOLAMENTO (Liceo delle scienze umane) – COMMA 1

26 LICEO DELLE SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE Nellambito della programmazione regionale dellofferta formativa, può essere attivata lopzione economico-sociale che fornisce allo studente competenze particolarmente avanzate negli studi afferenti alle scienze giuridiche, economiche e sociali. ART. 9 REGOLAMENTO (Liceo delle scienze umane) – COMMA 2

27 PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO A partire dalle prime classi – nel 2010/2011 i licei di ogni tipo e indirizzo e relative sperimentazioni confluiscono nei nuovi licei secondo quanto previsto dalla tabella allegato I Le classi successive alla prima proseguono ad esaurimento i percorsi in atto. ART. 13 REGOLAMENTO (Passaggio al nuovo ordinamento) - COMMA 1

28 LA MAPPA DEI DOCUMENTI Allegato A Allegati B, C, D, E, F, G Allegato H Allegato I Allegato L Profili dei Licei. Risultati di apprendimento comuni a tutti i Licei e distinti per singolo percorso Quadri orario di ciascun percorso liceale Insegnamenti aggiuntivi attivabili sulla base del Piano dellOfferta Formativa Tabella di confluenza degli attuali percorsi liceali in quelli del nuovo ordinamento Tabella di corrispondenza titoli di studio vecchio e nuovo ordinamento

29 FINE THE END


Scaricare ppt "I LICEI Febbraio 2010. COME CAMBIANO I LICEI VIENE CONFERMATA LIDENTITA LICEALE strumenti culturali e metodologici per comprensione approfondita della."

Presentazioni simili


Annunci Google