La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dallautoreferenzialità alla contrattazione nella RSI: la necessità di una normativa promozionale e di sostegno Angelo Marinelli Dipartimento Democrazia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dallautoreferenzialità alla contrattazione nella RSI: la necessità di una normativa promozionale e di sostegno Angelo Marinelli Dipartimento Democrazia."— Transcript della presentazione:

1 Dallautoreferenzialità alla contrattazione nella RSI: la necessità di una normativa promozionale e di sostegno Angelo Marinelli Dipartimento Democrazia economica, Economia sociale, Fisco, Previdenza e Formazione sindacale

2 2 Letica non può essere imposta obbligatoriamente e non può che affermarsi tramite unadesione libera e consapevole dei soggetti che se ne fanno carico non solo soddisfare pienamente gli obblighi giuridici, ma anche andare al di là, investendo di più nel capitale umano, nell'ambiente e nei rapporti con le altre parti interessate La RSI è l'integrazione volontaria, da parte delle imprese, delle preoccupazioni sociali ed ambientali nelle loro operazioni commerciali e nei loro rapporti con le parti interessate. Essere socialmente responsabili significa non solo soddisfare pienamente gli obblighi giuridici, ma anche andare al di là, investendo di più nel capitale umano, nell'ambiente e nei rapporti con le altre parti interessate (Libro verde Commissione europea, 2001) «Il consumatore è sovrano quando, disponendo liberamente del proprio potere d'acquisto risulta essere in grado di orientare, seguendo il suo sistema di valori, i soggetti di offerta: sia sui modi di realizzare i processi produttivi che sulla composizione dellinsieme dei beni da produrre» (J.S. Mill, On liberty, 1954) 2 Cisl – A. Marinelli, Dip. Dem. Economica, Economia sociale, Fisco, Previdenza e Formazione sindacale

3 3 Il perimetro del diritto amplia o restringe lottica della RSI I processi di globalizzazione accentuano le preoccupazioni sui rischi del dumping sociale determinato dalla diversa intensità della protezione giuridica dei lavoratori e dellambiente; Le fonti del diritto internazionale cercano una protezione generale attraverso i Codici di condotta che contengono regole ispirate a principi assolutamente ovvii e vaghi o per la cui violazione è già contemplata una specifica sanzione negli ordinamenti nazionali; Da un lato la RSI – se vista dal punto dottica sovranazionale e internazionale – è il tentativo di diffondere regole minime di comportamento; dallaltro – se si scende dal punto dottica nazionale – è quello di difendere gli standard giuridici e contrattuali del diritto legittimamente posto; A livello europeo lU.e. assume ruolo di incubatrice delle migliori prassi in tema di RSI A livello nazionale la RSI non può corrispondere al rispetto delle norme giuridiche ma deve proiettarsi oltre 3 Cisl – A. Marinelli, Dip. Dem. Economica, Economia sociale, Fisco, Previdenza e Formazione sindacale

4 4 Volontarietà non implica lagiuridicità RSI valore giuridicamente riconosciuto e protetto perché esalta lutilità sociale delliniziativa economica (art. 41 della Costituzione R.I.); La Costituzione individua un vincolo esterno alliniziativa economica, in favore dei lavoratori, che hanno diritto a collaborare, nei modi e nei limiti stabiliti dalle leggi, alla gestione delle aziende; La RSI non può coincidere con il rispetto della legalità e quindi ladesione alle sue pratiche non può che essere volontaria, poiché la disciplina giuridica definisce i confini tra tra rispetto del diritto positivo e linsieme dei valori e dei principi che definiscono il diritto naturale; Lutilità sociale dei comportamenti RSI può giustificare ladozione di una disciplina di sostegno (incentivi) e di una disciplina volta alla prevenzione e alla repressione di abusi e rischi di manipolazione nelladozione di doppi o tripli standard di RSI che possono alterare la percezione degli stakeholders Va costruito un modello di produzione normativa e di regolazione contrattuale volto a compensare o completare gli ordinamenti di Common law

5 5 La normativa promozionale ed incentivante i motivi per incentivare letica dimpresa sono individuabili: nell'opportunità di gestire i rischi ed evitare il sorgere dei costi sociali dovuti a comportamenti socialmente non compatibili; ridurre il rischio di comportamenti illeciti tesi ad appropriarsi di riconoscimenti reputazionali non dovuti (esigenza di comparabilità dei dati); negli effetti indiretti in termini di innovazione, produttività e crescita dell'organizzazione; Nellesigenza di preservare il patrimonio sociale, storico e culturale delle diverse comunità Nelle pressioni sociali indirizzate alla costruzione di un modello di sviluppo globale rispettoso della vita sociale e dell'ambiente, contro lo sfruttamento derivante dall'iniqua distribuzione della ricchezza a livello planetario

6 6 Perché è fondamentale definire il perimetro della RSI? Quindi lattenzione del legislatore a definire lambito normativo della RSI può essere determinata da una pluralità di fattori, quali: controllare il sorgere di possibili perturbazioni della concorrenza e del mercato; necessità di proteggere la reputazione dellel imprese oggetto di valutazioni negative (in base alladozione di screaning negativi); Individuare la penalizzazione (economica o reputazionale) che ricade su chi è coinvolto in scandali; gli effetti positivi sulla costruzione della marca basata sulla responsabilità sociale e su un livello accettabile di compatibilità economica e ambientale dei sistemi produttivi e dei servizi.

7 7 Per una disciplina della trasparenza e correttezza La cultura della sostenibilità richiede soprattutto un adeguato livello di diffusione dell'informazione, ed una normativa che ne garantisca la veridicità dei contenuti e la trasparenza, condizione essenziale per evitare perturbazioni nella concorrenza e nel mercato Principi generali di correttezza e buona fede (art c.c.); Diritto promozionale diverso dal giudizio morale Evitare che linformazione sulladozione di pratiche di RSI o certificazioni fondate sul rispetto di indicatori posti al di sotto della produzione normativa vigente risulti mistificatoria con (es. con riferimento alle imprese domestiche lapplicazione della certificazione SA (8000)

8 8 Possibili aree di intervento normativo Informativa precontrattuale allacquisto; Informativa in corso di contratto criteri di redazione del bilancio sociale; trasparenza, chiarezza e pubblicità dei criteri di SRI adottati negli investimenti finanziari (Linee Guida per la trasparenza sugli aspetti ambientali, sociali ed etici per le Forme Pensionistiche Complementari); obblighi e criteri di selezione dellauditing; Definizione dei criteri positivi di inclusione e negativi, di esclusione nellinvestimento SRI Comunicazioni periodiche agli stakeholders Disciplina dei criteri e delle modalità di controllo e valutazione preriodiche Trasparenza e pubblicità degli aspetti di responsabilità sociale che nel corso dellanno si sono modificati e che possono in maniera rilevante essere oggetto di valutazioni sensibili da parte degli stakeholders (fusioni societarie,cessioni di ramo dazienda, modifica dei criteri utilizzati nellattività di investimento, ecc.)

9 9 Conclusioni La volontarietà non implica autoreferenzialità; Gli stakeholders sono portatori di diritti nei confronti della disciplina legislativa e portatori di interessi nei confronti delle responsabilità estese Il diritto deve prevenire e reprimere comportamenti mistificatori e assicurare uninformazione corretta e trasparente; Il diritto positivo deve incentivare e promuovere i comportamenti virtuosi dellimpresa e unautoregolamentazione trasparente; Potrebbe essere utile riunire e coordinare in un testo unico legislativo di livello nazionale i diversi diritti di informazione già esistenti (clausole sociali, pari opportunità, ambiente, bilancio sociale, ecc.)al fine di definire lambito minimo utile a comparazioni che richiedono confronti fra dati omogenei Luso dello strumento contrattuale può consentire di garantire un accettabile compromesso fra volontarietà e non autoreferenzialità, tramite la procedimentalizzazione dei poteri dellimprenditore. Tale produzione normativa costituisce un bene meritorio anche per gli stakeholders non coinvolti nel processo contrattuale; Occorre contrastare la tendenza a superare il modello giuridico di regolazione dei rapporti contrattuali e di lavoro con un modello nato per compensare, completare ed estendere ordinamenti di common law; questo è possibile mediante la produzione di una normativa legislativa tesa ad incentivare e promuovere ordinamenti di tipo contrattuale


Scaricare ppt "Dallautoreferenzialità alla contrattazione nella RSI: la necessità di una normativa promozionale e di sostegno Angelo Marinelli Dipartimento Democrazia."

Presentazioni simili


Annunci Google