La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Determinazione quantitativa del profilo acidico del latte con particolare riferimento agli isomeri coniugati dellacido linoleico Relatore: Prof. Schiavon.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Determinazione quantitativa del profilo acidico del latte con particolare riferimento agli isomeri coniugati dellacido linoleico Relatore: Prof. Schiavon."— Transcript della presentazione:

1 Determinazione quantitativa del profilo acidico del latte con particolare riferimento agli isomeri coniugati dellacido linoleico Relatore: Prof. Schiavon Stefano Correlatori: Dr. Dal Maso Matteo Dr. Grigoletto Luca Laureando: Pellegrin Nicola ANNO ACCADEMICO 2007 – 2008 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI AGRARIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE ANIMALI TESI DI LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE E TECNOLOGIE AGRARIE

2 Il latte: frazioni lipidiche Acidi grassi insaturi (con 1 o + doppi legami): - polinsaturi o PUFA (con più doppi legami es: acido linoleico C 18:2) - omega-3 (acidi grassi insaturi essenziali) quando l'ultimo doppio legame è presente sul terzo carbonio a partire dalla fine (es: acido linolenico C 18:3) - CLA sono isomeri geometrici dellacido linoleico che presentano doppi legami in posizione , o assumendo sia forme cis che trans.

3 OBIETTIVI Messa a punto di una nuova metodica di determinazione quanti-qualitativa dei singoli acidi grassi, comprese le diverse forme isomeriche CLA, utilizzando come metodica di base quella già operativa presso il Dipartimento di Scienze Animali apportando le opportune variazioni: Scelta della colonna costruzione delle rette di taratura verifica della ripetibilità delle misure

4 Materiale e Metodi Messa punto di una nuova metodica Analisi del profilo acidico del latte di bovine sottoposte a integrazione lipidica a base di CLA

5 Messa a punto della nuova metodica colonna di separazione (colonna capillare HP-88, lunga 100 m); Utilizzo di uno standard specifico (F.A.M.E, mix n. LB-49737) costruzione delle rette di taratura (in funzione dello standard utilizzato); verifica della ripetibilità delle misure (per la validazione della metodica).

6 Metodica utilizzata 1.Analisi del campione 2.Preparazione 3.Estrazione dei lipidi 4.Trans-esterificazione 5.Determinazione gascromatografica 6.Espressione dei risultati

7 Espressione dei risultati Analisi quantitativa eseguita col metodo dello standard interno per confronto con la curva di calibrazione (costruita utilizzando il software specifico) Concentrazione di ogni acido grasso: Dove: [C] : concentrazione di acido grasso nel campione in mg/100gr. QRC : quantità di estere metilico di acido grasso da curva di calibrazione in mg. PC : peso del campione in g. FAi : fattore di conversione da estere metilico a corrispondente acido grasso.

8 Analisi della composizione acidica del latte Metodica applicata a campioni di latte prelevati in una sperimentazione in corso presso lazienda della facoltà: Prova: somministrazione di un integratore, contenente isomeri CLA, a tre gruppi di bovine omogenei per produzione, giorni di lattazione, body condition score e ordine di parto.

9 PERIODI BOX 1BOX 2BOX 3 (4 Vacche) ADATTAMENTO AD (7 d) TRATTAMENTO 1 CTRLCLA 40CLA 80 - Settimana 1 - Settimana 2 SOSPENSIONE - Settimana 3 TRATTAMENTO 2 CLA 40CLA 80CTRL - Settimana 1 - Settimana 2 SOSPENSIONE - Settimana 3 TRATTAMENTO 3 CLA 80CTRLCLA 40 - Settimana 1 - Settimana 2 SOSPENSIONE - Settimana 3 Quadrato latino:

10 Risultati e discussione

11 Rette di taratura Rette di taratura accurate hanno permesso di individuare valori precisi dei vari analiti, in particolare: valori di correlazione pari a 0,9998 x il CLA C18:1 cis-9, trans-11 e 0,9994 x il CLA C18:2 trans10,cis12 Ciò ha permesso di ottenere un cromatogramma accurato, completo e leggibile per tutti gli acidi grassi analizzati.

12 Verifica della ripetibilità Le misure sono più precise allaumentare degli atomi di carbonio dei singoli acidi grassi, con valori più accurati compresi fra i 14 ed i 18 atomi di carbonio. deviazione standard media 1,63%: valore minimo di 0,35% acido oleico - C18:1 cis n-9 valore massimo di 7,58% per lacido cervonico (C22:6 n3).

13 Composizione acidica del latte Dalle analisi effettuate è stato riscontrato che: lutilizzo di integratori a base di CLA, provoca una diminuzione della quantità di grasso nel latte ed un tendenziale aumento della produzione di latte e proteine. Nelle bovine si è notato che aumentando la quantità di integratore cè un aumento significativo degli acidi grassi mono e poli insaturi con 18 atomi di carbonio, gli acidi grassi più trasferiti nel latte sono stati lacido vaccenico e i due isomeri CLA oggetto di in prova.

14 Valutazione della variabilità individuale dei profili acidici del latte Livelli di CLA C18:2 trans10,cis12 nella dieta: 3,072 g/d 40 g/d di integratore 6,51 6,144 g/d 80 g/d di integratore 5,55 Nel grafico si nota come la percentuale di trasferimento dellisomero CLA trans10,cis12 nel latte sia molto variabile a livello individuale con livelli di trasferimento su livelli medi del 5,54 ± 2,13% % di trasferimento nel latte

15 Conclusioni La metodica messa a punto è risultata valida Lutilizzo degli acidi grassi protetti nellalimentazione delle bovine da latte promuove laumento dei CLA nel latte


Scaricare ppt "Determinazione quantitativa del profilo acidico del latte con particolare riferimento agli isomeri coniugati dellacido linoleico Relatore: Prof. Schiavon."

Presentazioni simili


Annunci Google