La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Divisione Corrispondenza - Marketing DOL DIVISIONE OPERAZIONI LOGISTICHE INCONTRO CON LE OO.SS. Venezia Mestre ottobre 2005.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Divisione Corrispondenza - Marketing DOL DIVISIONE OPERAZIONI LOGISTICHE INCONTRO CON LE OO.SS. Venezia Mestre ottobre 2005."— Transcript della presentazione:

1 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL DIVISIONE OPERAZIONI LOGISTICHE INCONTRO CON LE OO.SS. Venezia Mestre ottobre 2005

2 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL Poste Italiane si trova a dover affrontare uno scenario di: evoluzione delle esigenze dei clienti progressiva liberalizzazione del mercato postale con il recepimento della II Direttiva Europea con riduzione dellArea di riserva (1) presenza, in più settori del mercato italiano, di importanti operatori postali italiani e internazionali richiesta di continua innovazione di prodotto e di processo Il contesto di riferimento (1) Direttiva 2002/39/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 10 giugno 2002 che modifica la Direttiva 97/67/CE per quanto riguarda lulteriore apertura alla concorrenza dei servizi postali della Comunità

3 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL Prioritario Inbound Outbound Ordinario Standard J+1 J+3 Raccomandate & Assicurate Corriere NAZIONALE Corriere INTERNAZIONALE 89% 99% J+3 J+5 J+3 J+5 83% 99% 84% 99% 92% 99% 93% 99% 93% 99% 87% 99% 92% 99% 91% 98% J+3 J+5 J+3 J+5 88% 98% 90% 98% 88% 98% 92% 98% 93% 99% 89% 97% 2004 Velocità Affidabilità Velocità Il contesto di riferimento I risultati: la Qualità E 2 E dei Prodotti 93% 99% 87% 99% 93% 99% 90% 98% 91% 99%

4 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL Prioritario Inbound Outbound Ordinario Obiettivi J+1 J+3 Raccomandate & Assicurate Corriere NAZIONALE Corriere INTERNAZIONALE J+3 J+5 J+3 J+5 J+3 J+5 J+3 J+5 88% 99% 94% 99% 85% 97% 85% 97% ,5% 99% Velocità Affidabilità Il contesto di riferimento Obiettivi di qualità per il 2005

5 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL - 4 -

6 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL - 5 -

7 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL - 6 -

8 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL Andamento Volumi di Corrispondenza (dati in milioni di pezzi) +33% +30% Fonte: Elaborazioni DCO su dati Consuntivo 2002, Consuntivo 2003 e Chiusura % +9% Con quasi 2,3 miliardi di pezzi, i prodotti di corrispondenza dedicati al Direct Marketing fanno registrare, nel periodo , una crescita superiore allincremento medio realizzato dal totale volumi di DCO Il contesto di riferimento

9 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL Mercato e prodotti DCO - Incidenza DM e Servizi Innovativi Fonte: Elaborazioni DCO su dati Consuntivo 2003, Chiusura 2004 e Budget 2005 Ripartizione % Ricavi DCO, Il contesto di riferimento

10 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL Sviluppo del concetto di INNOVAZIONE di PRODOTTO, fortemente orientato a una maggiore integrazione con i processi del cliente INNOVAZIONE DI PRODOTTO Sviluppo portafoglio prodotti Obiettivi e direttrici di sviluppo Integrazione e valorizzazione portafoglio prodotti attuale Lancio di nuovi prodotti/servizi

11 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL Prodotti di base/ tradizionali Servizi aggiuntivi/ integrati sui singoli prodotti (es. SIN) Accesso multicanale (es. raccomandata online) Pacchetti di prodotti/servizi per segmento business Servizi di outsourcing per la gestione di processi specifici della clientela business (es. ELI2, Poste Solution, etc.) Prezzo unitario del prodotto Tipologia di prodotto / servizio Maggiore integrazione con i processi del Cliente Sviluppo portafogli prodotti EVOLUZIONE DELLOFFERTA DCO Obiettivi e direttrici di sviluppo

12 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL La Germania rappresenta il mercato più grande a livello europeo, con investimenti pari a quasi 29 miliardi di euro: In Germania, Gran Bretagna e Francia la spesa in DM supera la spesa in comunicazione tradizionale. In particolare, il Direct Mailing rappresenta il mezzo di comunicazione diretta più utilizzato: la percentuale di investimenti in Direct Mail rispetto al totale dei principali Paesi Europei raggiunge quota 46% in Germania, 21% in Gran Bretagna e 40% in Francia. Il mercato del Direct Marketing in Europa mostra un andamento positivo, caratterizzato da una continua crescita. Il mercato del Direct Marketing in Europa Comunicazione tradizionale (mld/) Direct Marketing (mld/) Germania Gran Bretagna FranciaItaliaSpagna 15,213,68,17,65,4 28,916,910,73,83,5 Fonte: AssoComunicazione, Ricerca su scenario e investimenti di Direct Marketing in Italia e in Europa nel 2003, 2004 Obiettivi e direttrici di sviluppo Il Direct Marketing

13 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL LItalia presenta un forte ritardo rispetto ai principali Paesi europei, confermato dai dati sui volumi di corrispondenza pro-capite: Fonte: Elaborazioni su dati SWISS POST, Numero medio di invii pro-capite/anno -- Numero medio di invii di DM pro-capite/anno Fonte: Elaborazioni su dati IEM e SWISS POST, 2003 Il mercato del Direct Marketing in Italia Obiettivi e direttrici di sviluppo Il Direct Marketing

14 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL INNOVAZIONE TECNOLOGICA E DI PROCESSO INNOVAZIONE ORGANIZZATIVA RaccoltaTrasportoSmistamentoRecapito VELOCITÀ RECAPITO SERVIZI A VALORE AGGIUNTO Grazie al nuovo posizionamento dei prodotti postali, in relazione al prezzo ed al peso, oggi Poste Italiane, dotandosi di un nuovo modello organizzativo e sfruttando le nuove tecnologie, si differenzia sul mercato facendo leva sulla velocità di recapito - standard qualitativo - e sullerogazione di servizi a valore aggiunto, prevedendo anche linee di produzione dedicate Pick up Accettazione favorita c/o i Centri Rete Razionalizzazione in due reti Automazione impianti Smistamento al portalettere Messa in gita automatica Innovazione Tecnologica di processo e organizzativa

15 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL Il Progetto Nuova Rete Logistica: gli obiettivi Con il Progetto Nuova Rete Logistica Poste Italiane ha avviato nel 2000 lammodernamento dei Centri di Rete Postale attraverso linstallazione di sistemi di smistamento tecnologicamente avanzati. Adeguare la Rete Logistica Postale dellAzienda alle migliori realtà postali europee Gli obiettivi prefissati sono Utilizzare la nuova rete di smistamento automatizzato per supportare lo sviluppo di nuovi prodotti/servizi Adeguare la sicurezza degli impianti allo stato dellarte della tecnologia Migliorare gli ambienti di lavoro attraverso un programma di ristrutturazione e nuova edificazione immobiliare Innovazione tecnologica di processo e organizzativa

16 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL Obiettivi Linee guida Razionalizzazione della struttura di Rete, con centri di smistamento posizionati coerentemente ai flussi di origine e di destinazione del traffico postale Massimizzazione del livello di meccanizzazione attraverso la concentrazione delle operazioni di smistamento Semplificazione e riduzione delle operazioni lungo tutta la catena logistica postale, dalla raccolta al recapito Riduzione costi operativiRiduzione costi operativi: Razionalizzazione rete di smistamento Aumento del livello di meccanizzazione Miglioramento della qualitàMiglioramento della qualità: Aumento del livello di servizio Aumento dellaffidabilità Il Progetto Nuova Rete Logistica: adeguamento rete logistica Innovazione tecnologica di processo e organizzativa

17 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL In termini programmatici il Progetto Nuova Rete prevede ad oggi un assetto a regime basato su un totale di 60 Centri di cui: 22 CMP (Centri di Meccanizzazione Postale); 38 CPO (Centri Manuali) specializzati nelle lavorazioni manuali del prodotto prioritario. CENTRI MECCANIZZATI CENTRI SPECIALIZZATI PRODOTTO PRIORITARIO Ancona PESARO Bari FOGGIA; POTENZA; LECCE Bologna Brescia Cagliari NUORO;SASSARI Catania MESSINA; RAGUSA; CALTANISSETTA Firenze AREZZO; SIENA; PERUGIA Genova IMPERIA; ALESSANDRIA Lamezia T. COSENZA; REGGIO CALABRIA Milano P.B. Milano Ros. SONDRIO Napoli SALERNO; BENEVENTO Novara Padova VENEZIA; BELLUNO; TREVISO Palermo AGRIGENTO; TRAPANI Parma Pescara LAQUILA; CAMPOBASSO; TERAMO Pisa GROSSETO; LUCCA Roma VITERBO; LATINA; FROSINONE; RIETI; TERNI Torino AOSTA; CUNEO Udine Verona BOLZANO; TRENTO Il Progetto Nuova Rete logistica lassetto a regime

18 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL Roll-out della Nuova Rete – Avvio impianti Attuale roll-out aprile 05 1.Roma Fco 2.Milano PB 3.Milano Roserio 4.Napoli 5.Bologna 6.Padova 7.Lamezia 8.Firenze 9.Catania 10.Bari + Anticipi a BS, VR, PE 11. Torino 12. Cagliari 13. Palermo + altre installazioni a Roserio, Brescia, FIrenze e Bari 14. Genova 15. Pescara + altre installazioni a Milano Roserio 16.Novara 17.Brescia 18.Pisa 19.Ancona 20.Parma 21.Verona Nel 2005 verranno avviati gli impianti di Torino, Cagliari, Palermo e verranno effettuate altre installazioni a Milano Roserio, Firenze, Brescia e Bari % 60% 84% 71% 100% 87% 78% I volumi indicati si riferiscono allintero bacino allargato. Fonte DCO/PNR, Piano di Sviluppo. 97% 96% 22.Udine 2008 Peso bacini in volumi di posta ordinaria Peso bacini in volumi di posta prioritaria Siti avviati a ottobre 2004 Previsione siti avviati a fine 2005 Previsione siti avviati a fine 2006 Previsione siti avviati a fine 2007 Previsione siti avviati a fine %

19 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL Il Progetto Nuovo Rete: i risultati sulla sicurezza degli impianti Risposta agli interventi degli organi di controllo (prescrizioni ASL sulle apparecchiature della vecchia rete nazionale) Eliminazione di tutte le apparecchiature non rispondenti alle norme di sicurezza vigenti (DPR 547/55) Scelta di nuove apparecchiature con minimo rischio residuo (ai sensi del D.lgs 626/94) Miglioramento ergonomico del posto di lavoro Formazione, informazione e addestramento di tutti gli addetti agli impianti (ex artt. 21 e 22 del D.lgs 626/94) Obiettivi:

20 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL Lattuale modello organizzativo dei centri di Rete Postale prevede la ripartizione dei CRP in: Centro complesso Centro base Centro base Centro semplice Centro semplice distinti principalmente in base al numero di risorse presenti nel centro, al livello di meccanizzazione e alla presenza di funzione da HUB e/o A.T. Il nuovo modello organizzativo dei Centri di Rete Postale I Centri di Smistamento Postale I Centri di Smistamento Postale hanno subito nel corso degli anni una naturale evoluzione dovuta essenzialmente ai seguenti fattori: Nuova Rete Logistica Progetto Nuova Rete Logistica che ha generato una decisa spinta in termini di meccanizzazione degli impianti con evidenti ricadute sulle lavorazioni e sul numero di risorse utilizzate; Nascita/sviluppo di nuovi prodotti e servizi a valore aggiunto; Obiettivi di Qualità maggiormente sfidanti. Innovazione tecnologica e di processo

21 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL Obiettivo della nuova organizzazione dei Centri di Rete Postali Adeguare lattuale modello organizzativo al fine di garantire risposte efficaci alle nuove dinamiche di riferimento.Azioni CMP: realizzare interventi dal punto di vista della struttura organizzativa, dei processi operativi e delle competenze professionali. CPO: coerentizzare il modello organizzativo alle necessità legate allimplementazione del Progetto Nuova Rete.

22 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL MODELLO ORGANIZZATIVO ATTUALE CMP NUOVO MODELLO ORGANIZZATIVO CMP COMPLESSO CMP CPO BASE CPO SEMPLICE CENTRO LOGISTICO DI RECAPITO CENTRO POSTALE OPERATIVO Levoluzione organizzativa

23 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL STRUTTURA CENTRO MECCANIZZATO POSTALE DIRETTORE Risorse umane Amministrazione e acquisti Programmazione operativa e controllo di gestione Monitoraggio qualità e audit processi Servizio Trasporti e collegamenti Servizio Smistamenti Controllo e miglioramento processi Manutenzione e garage Capi Turno Settori operativi Controllo e miglioramento processi Manutenzione impianti Capi Turno Capi Squadra Settori operativi Capi Squadra Addetti Il modello organizzativo dei Centri di Rete Postale

24 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL Struttura organizzativa CMP complesso Direttore CMP Capo Turno Capo Squadra Addetti Accettazione Grandi Clienti Accettazione Grandi Clienti Reparto corrisponden za 2 Reparto corrisponden za 1 Reparto corrisponden za registrata Reparto corrispondenz a da ripartire (II° livello) Reparto Arrivi/ Partenze Amm.ne e controllo Amm.ne e controllo Membri del Meeting di stabilimento Ove presente Hub Aeroporto ** * Nei CMP di Roma Fium. e Milano PB ** Nel CMP di Roma Fium Reparto corrisponden za Estero* Processi e Qualità Processi e Qualità Impianti Risorse Umane Risorse Umane Produzione Trasporti 9 CMP COMPLESSI Bari Bologna Firenze Milano P.B. Milano Ros. Napoli Padova Roma Torino Capi Settore Operativi

25 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL Struttura organizzativa CMP Direttore CMP Accettazione Grandi Clienti Accettazione Grandi Clienti Amm.ne e controllo Amm.ne e controllo Processi e Qualità Processi e Qualità Impianti Risorse Umane Risorse Umane Produzione Trasporti Reparto corrispondenza Reparto corrispondenza registrata Reparto corrispondenza da ripartire (II° livello) Reparto Arrivi/ Partenze Membri del Meeting di stabilimento 13 CMP Ancona Brescia Cagliari Catania Genova Lamezia Terme Novara Palermo Parma Pescara Pisa Udine Verona Capi Settore Operativi Capo Turno Capo Squadra Addetti

26 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL UFFICI DI RECAPITO ADDETTI L. I. PORTALETTERE ACCETTAZIONE G.C. CAPOSQUADRA PTL CAPOSQUADRA LAVORAZIONI INTERNE E SERVIZI SPECIALISTICI OVE PRESENTI MONITORAGGIO QUALITA MIGLIORAMENTO PROCESSI UDR POLO CORRISPONDENZA TERRITORIALE RECAPITO DI POLO UdR Metropolitani e Provinciali non allinterno dei Centri di Rete Postali

27 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL STRUTTURA CENTRO POSTALE BASE DIRETTORE Risorse umane Amministrazione e acquisti Programmazione operativa e Monitoraggio Qualità Servizio Smistamenti/Trasporti Controllo e miglioramento processi Capi Turno Capi Squadra Addetti Il modello organizzativo dei Centri di Rete Postale Ufficio di Recapito interno Ufficio di Recapito esterno

28 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL STRUTTURA CENTRO POSTALE SEMPLICE DIRETTORE Capi Turno Capi Squadra Addetti Il modello organizzativo dei Centri di Rete Postale Ufficio di Recapito interno Ufficio di Recapito esterno STAFF Struttura di supporto per il monitoraggio il controllo e la gestione delle attività del Centro

29 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL Il CPO: il nuovo assetto organizzativo Centro Postale Operativo STAFF Processi Monitoraggio Qualità PCG RU Segreteria Tecnica ACCETTAZIONE G.C. SMISTAMENTI/ TRASPORTI RECAPITO Attività di consegna della corrispondenza, svolta sul territorio agli indirizzi indicati sugli invii. Accettazione (contabilizzazione e controllo) delle spedizioni effettuate da clienti titolari di un contratto commerciale con Poste Italiane. Affrancatura meccanica Attività di allestimento delle spedizioni Attività funzionale al Recapito Attività di smistamento prodotto prioritario verso la provincia Attività trasporti e collegamenti da e per la provincia del prodotto ordinario/prioritario registrata Attività ripartizione prodotto prioritario/ ordinario per la città.

30 Divisione Corrispondenza - Marketing DOL Centro Logistico di Recapito STAFF Monitoraggio Qualità PCG RU Segreteria Tecnica RECAPITO ACCETTAZIONE TRASPORTI Il CLR: il nuovo assetto organizzativo


Scaricare ppt "Divisione Corrispondenza - Marketing DOL DIVISIONE OPERAZIONI LOGISTICHE INCONTRO CON LE OO.SS. Venezia Mestre ottobre 2005."

Presentazioni simili


Annunci Google