La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Decreto interministeriale ANTI-INCHINI Contenuto e recepimento dello stesso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Decreto interministeriale ANTI-INCHINI Contenuto e recepimento dello stesso."— Transcript della presentazione:

1 Decreto interministeriale ANTI-INCHINI Contenuto e recepimento dello stesso

2 Decreto interministeriale del 02/03/2012 Art 2 comma 1 b: nella laguna di Venezia: 1)è vietato il transito nel Canale di San Marco e nel Canale della Giudecca delle navi adibite al trasporto di merci e passeggeri superiori a tonnellate di stazza lorda; 2)al fine di conseguire i più elevati livelli di sicurezza anche ambientale lAutorità Marittima, sentita lAutorità Portuale, con ordinanza disciplina, secondo la stazza lorda delle navi, la distanza minima alla quale le stesse devono mantenersi luna dallaltra qualora navighino nello stesso senso.

3 Decreto interministeriale del 02/03/2012 Art 3 comma 1 b: Il divieto di cui allarticolo 2, comma 1, lettera b), punto 1), si applica a partire dalla disponibilità di vie di navigazione praticabili alternative a quelle vietate, come individuate dallAutorità marittima con proprio provvedimento. Nelle more di tale disponibilità, l Autorità marittima, dintesa con il Magistrato alle acque di Venezia e lAutorità portuale, adotta misure finalizzate a mitigare i rischi connessi al regime transitorio perseguendo il massimo livello di tutela dellambiente lagunare

4 Recepimento decreto ordinanza CP n.23/12 DISTANZA MINIMA Art 2 comma 1 b Nuova norma Le navi che navigano nel canale Malamocco – Marghera qualora navighino nello stesso senso devono mantenersi a distanza non inferiore 0,7 miglia dalla poppa della nave che la precede. Tale distanza è elevata a 1,0 miglia tra le navi passeggeri di stazza superiore a GT Vecchia norma Le navi che navigano nel canale Malamocco – Marghera qualora navighino nello stesso senso devono mantenersi a distanza non inferiore 1000 mt. (pari 0,53 miglia) dalla poppa della nave che la precede.

5 Recepimento – decreto ordinanza CP n.23/12 DISTANZA MINIMA Art 2 comma 1 b Le navi che entrando dalla bocca di Lido attraversano i canali di grande navigazione San Marco – Giudecca qualora navighino nello stesso senso devono mantenersi a distanza non inferiore ad 0,7 miglia dalla poppa della nave che la precede. Tale distanza è elevata a 2,0 miglia TRA le navi passeggeri di stazza superiore a GT

6 Recepimento decreto ordinanza CP n.23/12 MITIGAZIONE RISCHI Art 3 - RIMORCHIO Nuova norma Nel Canale di San Marco (Riva Sette Martiri) e nel Canale della Giudecca(Marittima), le navi di stazza lorda superiore a GT sono obbligate ad operare con lassistenza di almeno 2 (due) rimorchiatori con cavo voltato. Vecchia norma Nel tratto compreso tra Riva Sette Martiri del Canale marittimo Lido-Marittima, le navi di lunghezza uguale o superiore a 250 metri sono obbligate ad operare con lassistenza di almeno 2 (due) rimorchiatori con cavo voltato.

7 Recepimento decreto ordinanza CP n.23/12 MITIGAZIONE RISCHI Art 3 - PILOTAGGIO Nuova norma E reso obbligatorio limpiego del 2^ PILOTA (…) per le navi uguali o superiori a G.T. se adibite al trasporto passeggeri. Vecchia norma E reso obbligatorio limpiego del 2^ PILOTA (…) per le navi uguali o superiori a G.T. se adibite al trasporto passeggeri.

8 Recepimento decreto ordinanza CP n.23/12 MITIGAZIONE RISCHI Art 3 – RIVA SETTE MARTIRI Lormeggio di Riva Sette Martiri è vietato alle navi di stazza superiore a GT.


Scaricare ppt "Decreto interministeriale ANTI-INCHINI Contenuto e recepimento dello stesso."

Presentazioni simili


Annunci Google