La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Studiare le deformazioni subite da un oggetto registrando sulla stessa lastra due ologrammi successivi. Quando questa verra illuminata di nuovo si formeranno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Studiare le deformazioni subite da un oggetto registrando sulla stessa lastra due ologrammi successivi. Quando questa verra illuminata di nuovo si formeranno."— Transcript della presentazione:

1 Studiare le deformazioni subite da un oggetto registrando sulla stessa lastra due ologrammi successivi. Quando questa verra illuminata di nuovo si formeranno 2 immagini coerenti che daranno a loro volta fenomeni di interferenza: lologramma sara solcato da linee scure. La localizzazione delle frange dipende anche dalla deformazione e puo rivelare ad esempio distacchi di superfici pittoriche.

2

3 Santa Caterina Pier Francesco Fiorentino

4 Normali variazioni dei parametri ambientali Riscaldamento ad aria calda

5 Madonna della Misericordia Scuola del Perugino Interferometria olografica (deformazioni fino a qualche centesimo di millimetro con risoluzione del micron)

6 Olografia Interferometria olografica (deformazioni fino a qualche centesimo di millimetro con risoluzione del micron)

7 1.Rilevazione non distruttiva di strutture naturali e antropiche sepolte 2.Progettazione di interventi di scavo 3.Analisi del degrado 4.Monitoraggio del restauro

8 F = F N –m 2 Rcos F N = GMm/R 2 La forza di gravita dipende dalla posizione del corpo e dalla distribuzione delle masse allinterno della Terra Da un modello di composizione della Terra posso prevedere la forza a cui e soggetto un corpo di riferimento (valore normale) Deviazioni dal valore normale (anomalie di gravita) mettono in evidenza la presenza di corpi con densita anomala rispetto al mezzo inglobante. Cavita = 0 Terra = 2.3 ÷ 2.5 g/cm 3 FcFc FNFN Metodo laborioso Precedente campagna di livellazione topografica Difficile applicazione in zone urbane

9 Indagine gravimetrica a Porto Badisco Presenza di cavita (b,c,d,e) in corrispondenza del prolungamento di quelle note.

10 Campo Magnetico Terrestre 1.La parte principale ha origine nel nucleo terrestre 2.Contributi superficiali dovuti a elementi crostali 3.Contributo variabile nel tempo originato nella ionosfera 1.Si definisce il Campo di Riferimento = valore medio regionale 2.Si registrano le anomalie magnetiche. Efficace per lindividuazione di reperti a magnetizzazione termoresidua = rocce o manufatti soggetti a processi di riscaldamento e successivo raffreddamento muri, terrecotte, focolai, fornaci. Inadatto alle aree urbane

11 Legge di OhmV=RI R dipende da: 1.Materiale 2.Forma e dimensioni 1.Si definisce un valore di riferimento per R = valore medio regionale 2.Si registrano le anomalie, dovute al contrasto tra reperto e mezzo ospitante. Campioni rocciosi: porosita, presenza di acqua, concentrazione di sali, di minerali e argilla. Efficace per localizzare: strutture murarie in pietra, cavita, tombe sepolte in terreni argillosi e umidi, oppure manufatti in argilla o metallo sepolti in luoghi sabbiosi e secchi. R A B

12 Consente lidentificazione di discontinuita nel sottosuolo, dovute a strati o corpi solidi di composizione chimico-fisica diversa dallambiente circostante. Utile in ambienti a bassa conducibilita elettrica e non magnetici. La velocita di propagazione delle onde e.m. e:c=300000Km/s nel vuoto v=c/n nella materia Nei materiali geologici asciutti v= 80000÷150000Km/s Nellacqua v=30000Km/s In corrispondenza di superfici di discontinuita si ha: 1.riflessione 2.rifrazione Si invia unonda e si rileva londa riflessa Informazioni su forma e distanza della discontinuita. Per applicazioni archeologiche: = 200÷500MHz = 1.5 ÷0.6m Per applicazioni di restauro edilizio: = 1000÷1500MHz = 0.3 ÷0.2m

13

14 Georadar i Piazza Tito Schipa a Lecce Presenza di una cavita con volta a botte e di tubazioni.

15 Propagazione di onde meccaniche onde P o di compressione onde S o di taglio onde superficiali Hanno diverse velocita di propagazione, non si propagano nel vuoto. Le onde S non si propagano nei liquidi Le discontinuita del mezzo danno luogo a riflessione e rifrazione dellonda. Si possono mettere in evidenza brusche variazioni del grado di compattazione e dellelasticita dei materiali attraverso misure di velocita di propagazione dellonda.

16 : 3 = : 3 = : 3 = 1.07 Media = 1.15 Se si usano un gran numero di sorgenti e ricevitori, analizzando un gran numero di percorsi intersecantesi, con programmi opportuni si puo realizzare una tomografia.

17 Tomografia sismica su due colonne del Tempio di Antonio e Faustina a e b prima del restauro, c e d dopo

18 Volta della scarselle del Battistero di S. Giovanni in Firenze Campi di velocita sismiche Tomografia elettrica


Scaricare ppt "Studiare le deformazioni subite da un oggetto registrando sulla stessa lastra due ologrammi successivi. Quando questa verra illuminata di nuovo si formeranno."

Presentazioni simili


Annunci Google