La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Analisi di bilancio Particolari tecniche adottate per linterpretazione dei dati contenuti nel bilancio e per individuare: –sintomi e indizi della gestione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Analisi di bilancio Particolari tecniche adottate per linterpretazione dei dati contenuti nel bilancio e per individuare: –sintomi e indizi della gestione."— Transcript della presentazione:

1

2 Analisi di bilancio Particolari tecniche adottate per linterpretazione dei dati contenuti nel bilancio e per individuare: –sintomi e indizi della gestione aziendale –apprezzare la situazione storica –fissare gli obiettivi futuri –per analizzare la propria azienda –per analizzare le aziende concorrenti

3 Analisi di bilancio I soggetti interessati soggetti interni : –amministratori e sindaci –azionisti –manager soggetti esterni : –gli organi fiscali –le banche e altri soggetti finanziatori –gli investitori –le società specializzate in analisi finanziarie –I clienti e fornitori Metodologie –analisi per indici di tipo statica perché si basa su dati storici –analisi per flussi di tipo dinamica perché analizza i flussi cioè le variazioni subite da alcune risorse finanziarie 3

4 consiste nel calcolare, partendo dai dati dello Stato patrimoniale e del Conto economico, opportunamente revisionati e riclassificati, indici (quozienti, espressi talvolta anche in percentuale) che mettono a confronto gruppi di valori, anche di diversa natura. Che cosa si vuol analizzare dellazienda? Produttività, cioè efficienza gestionale vale a dire operare con il minor spreco di risorse situazione patrimoniale, vale a dire lattitudine dellimpresa a mantenere nel tempo una composizione di fonti e impieghi che le consente di continuare a operare in condizioni dequilibrio; situazione finanziaria, in pratica lattitudine della gestione aziendale a mantenere nel tempo (breve – medio – lungo periodo) lequilibrio fra entrate e uscite monetarie; situazione economica, vale a dire lattitudine a realizzare risultati positivi tali da remunerare in modo adeguato tutti i fattori produttivi che essa impiega. 4

5 Gli obiettivi delle analisi di bilancio Nellanalisi degli indici si cerca di sapere se lazienda è: –solida –ha prodotto liquidità –è in grado di rinnovarsi –presenta redditività soddisfacente –è efficiente

6 Il processo di analisi di Bilancio Interpretazione del Bilancio Riclassificazione dello S.P. e del C.E. Calcolo Indici Interpretazione finale 6

7 7 Interpretazione letterale Consiste nellindividuazione del significato delle voci del bilancio, in modo da comprenderne il contenuto. Questa fase è facilitata dalla normativa sul bilancio, che ha imposto alle imprese di applicare modelli omogenei e di fornire informazioni integrative nelle note esplicative e richiede conoscenze contabili limitate per la comprensione delle voci tecniche (per esempio la voce ratei e risconti). Interpretazione revisionale Consiste nella verifica dellattendibilità e veridicità del bilancio, al fine di accertare il rispetto della normativa civilistica nella fase di stesura e la sua rispondenza alla situazione contabile

8 8 Interpretazione prospettica Ha lo scopo di estrapolare dai dati storici contenuti nel bilancio desercizio elementi di conoscenza per interpretare gli andamenti futuri in relazione alla possibile evoluzione della situazione economica, finanziaria e patrimoniale dellazienda. Linterpretazione prospettica è quindi proiettata al futuro e il suo scopo è di effettuare previsioni per orientare le decisioni di investimento. Ciò si attua completando le informazioni degli schemi contabili con quelle contenute nella Nota integrativa e confrontando i dati aziendali sia nella loro sequenza temporale ( correlazione temporale), sia con quelli medi del settore merceologico di appartenenza ( correlazione spaziale).

9 Criterio finanziario: Gli impieghi (attivo) devono essere esposti in ordine (crescente oppure decrescente) di liquidabilità, ossia in relazione al tempo da essi impiegato a trasformarsi in moneta. prevede la suddivisione in : Attivo fisso ( o Immobilizzazioni ) Attivo circolante ( o Corrente ) I finanziamenti (passivo) devono invece essere indicati in ordine (crescente o decrescente) alla loro esigibilità, vale a dire in relazione al tempo più o meno lungo entro il quale si prevede di sostenere luscita monetaria connessa al rimborso. prevede la suddivisione in: Patrimonio netto Passività consolidate Passività correnti Riclassificazione stato patrimoniale: 9 Cioè evidenziare la struttura degli impieghi e la composizione delle fonti di finanziamento predisponendo uno Stato patrimoniale redatto secondo il ………………………….. Il presupposto indispensabile per trarre dal bilancio le informazioni prospettiche desiderate, attraverso lanalisi per indici e per flussi, è costituito dalla rielaborazione o riclassificazione del bilancio stesso.

10 Stato patrimoniale riclassificato secondo il criterio finanziario 10

11 Capitale fisso Immobilizzazioni nette Immateriali Materiali Finanziarie Immobilizzazioni Capitale circolante Attivo circolante Rimanenze Disponibilità non liquide Crediti Attività finanziarie Ratei e risconti Disponibilità liquide differite Disponibilità liquide Disponibilità liquide immediate Struttura del capitale investito

12 Capitale permanente Capitale proprio Patrimonio netto Patrimonio Capitale di terzi Fondi per rischi e oneri Trattamento di fine rapporto Debiti a medio lungo di finanziamento Debiti a medio lungo termine di funzionamento Ratei e Risconti pluriennali (per tutto ciò che si presume abbia manifestazione negli anni successivo al prossimo) Passività consolidate Capitale corrente Capitale di terzi Fondi per rischi e oneri* Trattamento di fine rapporto * Debiti a breve di finanziamento Debiti a breve termine di funzionamento Ratei e Risconti a breve (per tutto ciò che si presume abbia manifestazione nellanno in corso) Passività correnti Struttura del capitale acquisito

13 Scissione della gestione in aree gestionali Area operativa (o caratteristica o tipica) Area finanziaria Area accessoria o atipica Area straordinaria Area tributaria o fiscale RICLASSIFICAZIONE CONTO ECONOMICO: 1)A valore aggiunto 2)A costo del venduto MEDIANTE 13

14 Rv Ricavi netti di vendita + Ricavi complementari collegati alla gestione tipica Vp Valore della produzione ottenuta -Costo delle materie consumate -Costo dei servizi consumati - altri costi diversi di gestione Va = Valore aggiunto - Costi del personale MOL = Margine operativo lordo o anche chiamato EBITDA - Ammortamento - Altri accantonamenti operativi Ro = Reddito operativo o anche chiamato EBIT +-Risultato della finanziaria +/-Risultato della gestione atipica Reddito della gestione ordinaria +/ saldo della gestione straordinaria Rn Reddito prima delle imposte -imposte sul reddito Reddito netto dellesercizio Conto economico riclassificato a valore aggiunto 14

15 Rv Ricavi netti di vendita + Ricavi complementari tipici Ricavi Complessivi netti - Costo del venduto MLI = Margine Lordo industriale -Costi commerciali -Costi amministrativi Ro = Reddito Operativo EBIT + Proventi finanziari - oneri finanziari + Proventi atipici o patrimoniali - Oneri atipici o patrimoniali = Reddito della gestione ordinaria + Proventi straordinari - Oneri straordinari Rn Reddito al lordo delle imposte -imposte sul reddito Reddito netto dellesercizio Conto economico riclassificato a costo del venduto 15

16 Determinazione del costo del venduto Acquisti di materie prime e di materie di consumo + costi industriali + variazione rimanenze di materie prime sussidiarie e di consumo - variazione rimanenze di prodotti finiti, semilavorati e in corso di lavorazione - costi patrimonializzati per lavori interni


Scaricare ppt "Analisi di bilancio Particolari tecniche adottate per linterpretazione dei dati contenuti nel bilancio e per individuare: –sintomi e indizi della gestione."

Presentazioni simili


Annunci Google