La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il modello di classificazione/analisi economico-reddituale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il modello di classificazione/analisi economico-reddituale."— Transcript della presentazione:

1 Il modello di classificazione/analisi economico-reddituale

2 Schemi di classificazione dei valori Valori di Stato Patrimoniale Valori di Conto Economico Relazioni Verticali (incidenza dei singoli valori inv./fin. sul totale) Orizzontali (trend storico) Verticali (risultato eco. generale, particolari e incidenza singoli valori sui ricavi di vendita) Orizzontali (trend storico)

3 Il modello economico - reddituale Modelli alternativi Punto di partenza Problemi Finalità Disponibilità di dati Conto Economico con costi e ricavi classificati per natura, art C. C. Ripartizione dei componenti di costo in rapporto alle differenti dimensioni di analisi economica Oneri finanziari impliciti

4 Conto Economico a CR della produzione Basato sulla contrapposizione tra i ricavi della produzione ed i costi sostenuti per realizzare tale produzione Punto di partenza Ricavi delle vendite e delle prestazioni di servizi Ordinarie (del periodo) Straordinarie (altri periodi) Al netto di Rettifiche (resi, abbuoni, premi, ret. fat.) Accantonamenti di fine periodo

5 Conto Economico a CR della produzione Valore complessivo della produzione caratteristica Ricavi delle vendite e delle prestazioni di servizi Integrati con ricavi in natura Variazioni rimanenze prodotti Incrementi delle immob. per lavori interni Significativa coincidenza con schema di bilancio Problemi Altri ricavi e proventi

6 Conto Economico a CR della produzione Reddito operativo caratteristico Determinazione Costi della produzione Problema: corretta correlazione dei valori oneri diversi di gestione In ottica gestionale conviene riclassificare dei valori Per determinare risultati operativi intermedi

7 Conto Economico a CR della produzione Determinazione del valore aggiunto Valore della produzione (-) Costi operativi esterni [ consumo materie e semilavorati esterni*, costi per servizi e per godimento beni di terzi, altri costi operativi esterni] Valore aggiunto (-) Costi per il personale dipendente, compresi acc. TFR Margine operativo lordo (-) Amm. immob. mat. e imm. (-) Svalutazione dei crediti e delle altre attività operative (-) Accantonamenti per rischi e oneri diversi operativi Reddito operativo caratteristico

8 Conto Economico a CR della produzione Gestione patrimoniale extra caratteristica Reddito prodotto da investimenti accessori (+) proventi finanziari Reddito operativo globale (-) oneri finanziari Risultato ordinario Gestione straordinaria Problema Definizione delloggetto Eventi casuali Op. occas. Rettif. Eserc. Pre. Alienazione fp

9 Conto Economico a CR del venduto Ricavi netti di vendita (-) Costo industriale del venduto [consumo di materie + costo del lavoro + ammortamenti - ricavi interni (costi capitalizzati, incremento magazzino pf semi. e p. in corso)] Risultato lordo industriale (-) Altri costi caratteristici [costi di ricerca e sviluppo, costi commerciali, costi amministrativi] Reddito operativo caratteristico … Reddito netto

10 Conto Economico marginalistico Ricavi di vendita (-) Costi variabili industriali del venduto [ - consumo materie e semilavorati esterni - costo del lavoro diretto industriale - costo dei servizi esterni variabili industriali (+/-) variazione del magazzino prodotti finiti ed in corso + costruzioni in economia ] Margine di contribuzione industriale (-) Costi variabili commerciali [prov., assicur. Crediti, ecc.] Margine di contribuzione totale (-) Costi fissi operativi Reddito operativo caratteristico...

11 Conto Economico marginalistico Consente di interpretare la gestione in unottica prospettica Margine di contribuzione - Volumi prod./vendita - prezzi-ricavo - prezzi-costo - rendimento fattori prod. - mix produzione/vendita Reddito operativo - Costi fissi Determinanti Aumento redditività

12 S.P. Il codice civile Art AttivoPassivo Classificazione principale Destinazione durevole Classificazione principale Natura delle fonti di finanziamento Due sezioni contrapposte

13 S.P. finanziario Modello finanziario AttivitàPassività Liquidità decrescente/crescente Esigibilità decrescente/crescente utile nella comprensione dellequilibrio tra tipi di impieghi e tipi di finanziamento, trova utilizzo soprattutto nelle analisi volte a valutare la solvibilità a breve termine dellazienda.

14 S.P. finanziario FASI 1)Aggiunta di voci non inserite (effetti scontati o ceduti sbf; immobilizzazioni acquisite tramite operazioni di leasing finanziario) 2)Classificazione attività in termini di liquidità decrescente 3)Classificazione passività e netto in termini di esigibilità decrescente

15 S.P. finanziario Impieghi Liquidità immediate (A) Liquidità differite (B) Disponibilità (D) Immobilizzazioni nette (F) Fonti Passività a breve (C) Passività M/L (E) Capitale netto (G) Attività a breve Capitale circolante netto (A+B+D-C) Margine di tesoreria (A+B-C) Margine di struttura (C+E-A-B-D)

16 S.P. funzionale Modello funzionale Legame alla gestione operativa Attività e passività legate alla gestione caratteristica Attività e passività estranee alla gestione caratteristica Utile per valutare il fabbisogno finanziario di fonti onerose e per una lettura delleconomicità complessiva

17 S.P. funzionale

18 Indici di bilancio Essendo un indice un rapporto tra due valori non è quindi sufficiente unanalisi che si limiti al dato numerico, ma è necessario risalire alle ragioni che sono alla base di un dato valore La validità dei quozienti come strumento di analisi risiede nella possibilità di effettuare confronti, sia nel tempo, sia nello spazio Nessun indice è quasi mai significativo se preso a se stante per cui non si può prescindere dalla disponibilità di uno schema interpretativo delle relazioni intercorrenti

19 Indici di bilancio capacità dellimpresa di far fronte ai propri impegni finanziari nel breve termine capacità dellimpresa di far fronte agli imprevisti (crisi di settore, ingresso di un nuovo concorrente, cambiamenti nella tecnologia, ecc.) capacità dellimpresa di produrre flussi di reddito congrui rispetto alla dimensione del capitale investito capacità dellimpresa di affrontare processi di crescita Liquidità Redditività Solidità Sviluppo

20 Indici di bilancio Indici di redditività Roe = Reddito netto Mezzi propri Roi = reddito operativo capitale investito Ros = reddito operativo fatturato Inc. della gestione extr. = Reddito netto reddito operativo 2% 6% 7% 15% 2% 13%

21 Indici di bilancio Indici di solidità Grado di capitaliz. = Mezzi propri Mezzi di terzi Leverage = Totale attivo capitale proprio Tasso coper. att. imm.= Pas. lt + netto immobilizzazioni 60% 100% > 5% K.O. - O.K. < 3% 0,3% 0,8%

22 Indici di bilancio Indici di liquidità Liquidità corrente = Attività correnti passività correnti Liq. imm.= Att. cor. - Disponibilità passività correnti Giorni medi di credito ai fornitori 90% 100% 80% 100% Giorni medi di credito dai fornitori Giorni di scorta media

23 Indici di bilancio Indici di sviluppo Δ % fatturato Δ % Capitale investito Δ % Mezzi propri Δ % Reddito operativo Δ % CCN


Scaricare ppt "Il modello di classificazione/analisi economico-reddituale."

Presentazioni simili


Annunci Google