La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La tutela giuridica del design industriale Le regole e i vantaggi per le imprese Torino Incontra - Sala Giolitti 22 Novembre 2002 Le attività della Camera.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La tutela giuridica del design industriale Le regole e i vantaggi per le imprese Torino Incontra - Sala Giolitti 22 Novembre 2002 Le attività della Camera."— Transcript della presentazione:

1 La tutela giuridica del design industriale Le regole e i vantaggi per le imprese Torino Incontra - Sala Giolitti 22 Novembre 2002 Le attività della Camera di commercio di Torino per la tutela della proprietà industriale Mariangela Ravasenga Responsabile del Reparto Documentazione e Protocollo Centro PATLIB Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Torino

2 Kamil Idris - Direttore Generale dellOMPI 26 Aprile Giornata Mondiale della Proprietà Intellettuale La creatività delluomo, valorizzata dal sistema della proprietà industriale, è essenziale alla creazione di ricchezze, allinnalzamento del livello di vita ed allarricchimento del nostro patrimonio culturale a livello mondiale

3 Limpegno e linteresse che la Camera di commercio di Torino rivolge allinnovazione tecnologica ed alla divulgazione della cultura brevettuale trovano concreta realizzazione in tre servizi integrati: 0il Centro PATLIB 0il Reparto Brevetti e Marchi 0lALPS Innovation Relay Centre.

4 Il Centro PATLIB del Piemonte E la biblioteca brevettuale operativa presso lUfficio Documentazione camerale dal 1991, anno in cui lUfficio europeo dei Brevetti ha dato origine a quella rete documentaria che, attualmente, comprende 24 nazioni e che, solo sul territorio nazionale, annovera ä20 Patent Library Info Centres (PATLIB) e ä 37 Patent Information Point (PIP).

5 Il ruolo della rete PATLIB *Diffondere la cultura brevettuale *Sensibilizzare nei confronti della tutela della proprietà industriale *Informare circa le domande brevettuali europee ed internazionali (PCT) e sulle relative modalità di deposito

6 Il nostro utente-tipo 4Il PATLIB del Piemonte rivolge i propri servizi informativi a tutti coloro che intendono fruirne. Il target di utenza, comunque, è specifico e si compone di PMI, operatori economici, associazioni di categoria, ricercatori e professionisti.

7 A cosa serve una ricerca brevettuale Attraverso la consultazione delle banche dati brevettuali, la rete PATLIB fornisce informazioni che, nell80% dei casi, non sarebbero reperibili altrimenti, perché sono contenute esclusivamente in quelle specifiche pubblicazioni scientifiche che sono i brevetti.

8 Il valore aggiunto Accedere alle descrizioni e alle immagini delle invenzioni depositate significa: (Venire a conoscenza della singola scoperta Monitorare, a livello internazionale, lo stato dellarte dei singoli settori tecnologici

9 (Risparmiare nel settore della ricerca tecnologica: solo in Europa, ogni anno, si spendono 15 milioni di Euro in ricerche già svolte da altri! Il 30 % della ricerca NON E INNOVATIVO ! Individuare partners commerciali

10 (Identificare le tendenze di evoluzione tecnologica dei mercati, per orientare la propria politica di ricerca verso specifiche nicchie di sviluppo (Verificare lattività della concorrenza (Proteggere i propri prodotti da contraffazione ed imitazione anche nei paesi stranieri

11 I servizi offerti dal PATLIB del Piemonte /Il patrimonio documentario brevettuale disponibile presso il PATLIB del Piemonte è molteplice: libri, periodici, banche dati off- line e on-line sono in libera consultazione. Il loro elenco aggiornato è disponibile sul sito Internet camerale

12 Su trovi il PATLIB del Piemonte

13 .Le ricerche bibliografiche sono effettuate a titolo gratuito..Il costo delle stampe varia a seconda del tipo di documento richiesto, sulla base delle condizioni indicate dalla Convenzione decennale stipulata con il Ministero delle Attività produttive.

14 Sul mercato esistono quattro tipi diversi di archivi elettronici brevettuali off-line: +le banche dati che offrono il full-text dei documenti +i cd-rom di natura bibliografica, nei quali sono reperibili i dati essenziali di domande e brevetti Le banche dati off-line

15 +Gli archivi che raccolgono la giurisprudenza relativa al diritto industriale +Le basi dati complesse, prodotte da operatori commerciali, i quali le compilano con informazioni tratte da fonti diverse, riunendole in modo da consultare simultaneamente più archivi in uno.

16 +Attualmente la maggior parte delle banche dati off-line disponibili presso il PATLIB sono prodotte e distribuite dallEPO. +Le ricerche sono effettuabili in lingua inglese, francese e tedesca.

17 Le banche dati on-line Consultazione gratuita per le banche dati on-line: äEpoline äSIMBA äetc. etc....

18 I periodici A corollario delle banche dati si aggiungono testate periodiche, disponibili su supporto cartaceo o on-line: 7Diritto industriale 7Honesty & Patent IP Wire

19 7Korea IP News 7Managing intellectual property 7Marques internationales World intellectual property report

20 Intorno ai brevetti Il Centro PATLIB camerale è parte integrante di un Centro di Documentazione dove è possibile reperire lintero patrimonio di norme UNI e CEI ed aggiornata documentazione relativa a qualità, marketing ed economia aziendale, diritto, sicurezza del lavoro, e-commerce etc.

21 La rete documentaria delle CCIAA piemontesi jNel 1999 le CCIAA di AL, BI, CN, NO, TO e VB hanno varato un progetto per condividere le proprie disponibilità documentarie ed i propri servizi bibliografici. Questo ha portato al riconoscimento ufficiale come PIP della CCIAA di CN.

22 Di fatto, il PATLIB di Torino è il punto di riferimento per le altre 5 CCIAA piemontesi per le ricerche brevettuali (e non) necessarie alla rispettiva utenza. 6 sportelli sul territorio regionale per evitare perdite di tempo in inutili spostamenti !

23 Collaboriamo con lUniversità di Torino ad un progetto di alfabetizzazione brevettuale rivolto agli studenti dellAteneo, ai quali intendiamo proporre degli incontri seminariali modulati sugli specifici interessi delle singole Facoltà di appartenenza. I nostri progetti di collaborazione

24 Lintenzione è quella di rendere lesperienza continuativa e di poterla estendere anche alle scuole superiori. A questo proposito, stiamo definendo gli estremi di un progetto di collaborazione con il Politecnico di Torino (presso cui è stato istituito un PIP nel 2001).

25 Insieme con lALPS-IRC lavoriamo allorganizzazione di incontri tematici aperti agli operatori del settore e riguardanti le principali problematiche legate alluso di marchi e brevetti nei singoli settori produttivi.

26 Siamo disponibili a collaborazioni costruttive con lintera rete PATLIB, con i PIP presenti sul territorio piemontese con tutte le organizzazioni interessate a far entrare nella vita di tutti i giorni i brevetti ed i marchi!

27 PATLIB del Piemonte c/o Reparto Documentazione e Protocollo *Via Carlo Alberto, Torino &Tel. 011/ %Fax 011/ ) )oppure

28 Il Reparto Brevetti e Marchi della CCIAA di Torino 8E lo sportello provinciale che riceve le domande per i brevetti ed i marchi italiani. 8Esso partecipa allimplementazione ed allaggiornamento costante di SIMBA, la banca dati nazionale (rete InfoCamere) che fornisce informazioni su brevetti, modelli di utilità e marchi registrati a partire dal 1. Gennaio 1980 (data di deposito).

29 8Presso il Reparto Brevetti è possibile consultare larchivio elettronico, allinterno del quale, peraltro, possono riscontrarsi lacune per quanto attiene alle domande più recenti depositate in alcune province. Le richieste possono essere inoltrate: *allo sportello di Via San Francesco da Paola, 16 %via fax, componendo il numero 011/ )via , allindirizzo

30 ALPS Innovation Relay Centre 0Si tratta di un consorzio, coordinato dalla Camera di commercio di Torino, competente per l'area geografica comprendente il Piemonte, la Liguria e la Valle d'Aosta. Esso fa parte di una rete di centri di consulenza comprendente 68 Innovation Relay Centre dislocati nei 15 paesi dell'UE, nei paesi dell'Europa Centrale e Orientale, in Norvegia, Islanda, Israele e Svizzera.

31 L'obiettivo principale di questo network, nato per sostenere la competitività europea attraverso il rafforzamento tecnologico delle piccole e medie imprese europee, è quello di incrementare la competitività dell'industria europea promuovendo il trasferimento dei risultati della ricerca e delle tecnologie innovative.

32 LALPS-IRC raggiunge i propri obiettivi tramite 0Assistenza nel trasferimento tecnologico transnazionale in base alle specifiche esigenze delle industrie locali 0Promozione della cooperazione tecnologica tra imprese europee 0Assistenza per laccesso da parte delle piccole e medie imprese ai risultati di ricerca

33 I servizi dellALPS-IRC ØPromozione e diffusione dei risultati di ricerca ØRicerca partner a livello internazionale ØAudit tecnici per identificare offerte/richieste tecnologiche Promozione allestero delle capacità tecnologiche locali

34 ØAssistenza nelle fasi di negoziazione ØOrganizzazione di seminari su tematiche riguardanti linnovazione tecnologica ØPartecipazione ad eventi di brokeraggio tecnologico ØOrganizzazione di missioni ØAssistenza nellindividuazione di eventuali finanziamenti nazionali o europei

35 LALPS Innovation Relay Centre ha sede in +Via San Francesco da Paola, 37 &Tel. 011/ )

36 Grazie per lattenzione e … VENITECI A TROVARE !!!


Scaricare ppt "La tutela giuridica del design industriale Le regole e i vantaggi per le imprese Torino Incontra - Sala Giolitti 22 Novembre 2002 Le attività della Camera."

Presentazioni simili


Annunci Google