La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UN DISTRETTO CULTURALE SEBINO – FRANCIACORTA? Palazzolo s/O, 13 maggio 2008 UN DISTRETTO CULTURALE SEBINO – FRANCIACORTA? Palazzolo s/O, 13 maggio 2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UN DISTRETTO CULTURALE SEBINO – FRANCIACORTA? Palazzolo s/O, 13 maggio 2008 UN DISTRETTO CULTURALE SEBINO – FRANCIACORTA? Palazzolo s/O, 13 maggio 2008."— Transcript della presentazione:

1 UN DISTRETTO CULTURALE SEBINO – FRANCIACORTA? Palazzolo s/O, 13 maggio 2008 UN DISTRETTO CULTURALE SEBINO – FRANCIACORTA? Palazzolo s/O, 13 maggio 2008

2 DATI STATISTICI Provincia di Brescia: Sebino – Franciacorta: sistema urbano sovracomunale di sistema urbano sovracomunale di 206 Comuni 24 Comuni, da Adro a Zone ( 8% del territ.) Zone ( 8% del territ.) abitanti abitanti 232 abitanti per Km2 338 abitanti per Km2 (14 % della popolaz.) (14 % della popolaz.) Crescita pop1971/2000: Crescita pop. 1971/2000: Prov. Brescia: 16% Sebino – Franciacorta: 73%

3 DATI STATISTICI Provincia di Brescia Sebino -Franciacorta Imprese: ( 13%) Imprese: ( 13%) Addetti: (14%) Addetti: (14%) 42,6% degli abitanti 42,4% degli abitanti 42,6% degli abitanti 42,4% degli abitanti Densità attività econ. Densità attività econ. Densità attività econ. Densità attività econ. 99 addetti/Km2 165 addetti/Km2 99 addetti/Km2 165 addetti/Km2

4 SEBINO- FRANCIACORTA Crescita attività economiche dal 1991 al 2000: più del 100% Crescita attività economiche dal 1991 al 2000: più del 100% Suolo urbanizzato Suolo urbanizzato nel 1950: nel 2000: nel 1950: nel 2000: 8,3 milioni di mq 46,5 milioni di mq Una superficie 6 volte superiore in 50 anni Lo sviluppo consuma il territorio Lo sviluppo consuma il territorio

5 SEBINO- FRANCIACORTA Dimensione delle imprese Numero medio di addetti per impresa: 4,4 nella Provincia di Brescia 4,5 nel Sebino – Franciacorta Indice di specializzazione manifatturiera per Comune rispetto alla Provincia di BS: 1,2 Erbusco, Sulzano, Monte Isola: da 1,5 a 2,00 (specializzazione nel settore turistico)

6 SEBINO- FRANCIACORTA La Franciacorta è unarea con una media densità di attività economiche in forte espansione ma abbastanza equilibrata nelle diverse componenti, appartenente al Distratto Industriale N.9 Negli ultimi 10 anni Brescia città ha perso ogni anno una parte dei suoi residenti italiani autoctoni: da 197 a 244 abitanti di Brescia si sono trasferiti nella cintura Il territorio del Sebino - Franciacorta rappresenta unarea di attrazione di residenti

7 SEBINO- FRANCIACORTA Il territorio è anche agricolo ma questo settore sta perdendo addetti in seguito allo sviluppo delle imprese manifatturiere, commerciali, alberghiere. Il territorio è anche agricolo ma questo settore sta perdendo addetti in seguito allo sviluppo delle imprese manifatturiere, commerciali, alberghiere. Il 90% del prodotto agricolo proviene dal settore agro – zootecnico (produzione di carne e latte) Il 90% del prodotto agricolo proviene dal settore agro – zootecnico (produzione di carne e latte) Il settore vinicolo rappresenta il 3% del prodotto dellarea Il settore vinicolo rappresenta il 3% del prodotto dellarea

8 SEBINO- FRANCIACORTA SINTESI Il Sebino –Franciacorta è unarea con : specializzazione manifatturiera specializzazione manifatturiera modesta specializzazione terziaria modesta specializzazione terziaria forte attrattiva residenziale forte attrattiva residenziale alcuni Comuni integrati nellarea metropolitana ed altri più autonomi alcuni Comuni integrati nellarea metropolitana ed altri più autonomi

9 DISTRETTO CULTURALE AVANZATO MODELLO 1: UN DISTRETTO CHE: Si regge su una specializzazione turistica e culturale Si regge su una specializzazione turistica e culturale È in grado di attrarre visitatori per le sue capacità ambientali, artistiche e culturali È in grado di attrarre visitatori per le sue capacità ambientali, artistiche e culturali È in grado di sviluppare uneconomia di servizi a supporto di tali attività È in grado di sviluppare uneconomia di servizi a supporto di tali attività

10 DISTRETTO CULTURALE AVANZATO MODELLO 2: UN DISTRETTO CHE: Punta ad uno sviluppo equilibrato e sostenibile dei vari settori produttivi Punta ad uno sviluppo equilibrato e sostenibile dei vari settori produttivi È in grado di essere attrattivo per i turisti È in grado di essere attrattivo per i turisti È in grado di attrarre residenti di elevato potenziale per la qualità ambientale, economica e sociale del territorio È in grado di attrarre residenti di elevato potenziale per la qualità ambientale, economica e sociale del territorio È capace di sviluppare attività economiche ad alto contenuto innovativo e ad alto valore aggiunto È capace di sviluppare attività economiche ad alto contenuto innovativo e ad alto valore aggiunto

11 DISTRETTO CULTURALE AVANZATO UN ESEMPIO DI COME SI POSSA SVILUPPARE UN DISTRETTO CON FORTE SPECIALIZZAZIONE: IL SETTORE VITIVINICOLO

12 OPPORTUNITÀ E SFIDE 1 MODELLO 1 Opportunità: Presenza di alcuni indubbi asset turistico – culturali: il vino, il lago,lambiente in generale, alcuni luoghi, monumenti di valenza artistico – culturale Dubbi: Possono gli asset elencati trascinare lintera economia dellarea?

13 OPPORTUNITÀ E SFIDE 2 MODELLO 1 La presenza di un tessuto economico – manifatturiero cospicuo, ormai irreversibile che richiede di essere meglio governato per salvaguardare il territorio ma che non va smantellato dando il certo per lincerto La presenza di un tessuto economico – manifatturiero cospicuo, ormai irreversibile che richiede di essere meglio governato per salvaguardare il territorio ma che non va smantellato dando il certo per lincerto Una delle sfide maggiori: un maggiore coordinamento per evitare un uso spesso non conforme alla qualità del territorio che vogliamo sviluppare Una delle sfide maggiori: un maggiore coordinamento per evitare un uso spesso non conforme alla qualità del territorio che vogliamo sviluppare

14 OPPORTUNITÀ E SFIDE 3 MODELLO 1 Debolezza strutturale del servizio turistico – commerciale che va riqualificato e potenziato attraverso una politica di sviluppo del settore che richiede scelte e investimenti importanti Debolezza strutturale del servizio turistico – commerciale che va riqualificato e potenziato attraverso una politica di sviluppo del settore che richiede scelte e investimenti importanti Rischio di uneconomia e una società a due velocità: quella turistica, ricca, ma di nicchia e il resto delleconomia e della società che si impoveriscono Rischio di uneconomia e una società a due velocità: quella turistica, ricca, ma di nicchia e il resto delleconomia e della società che si impoveriscono

15 OPPORTUNITÀ E SFIDE 4 MODELLO 2 Presenza di un tessuto industriale interessante, moderno e dinamico Presenza di un tessuto industriale interessante, moderno e dinamico Condizioni ambientali complessivamente attrattive Condizioni ambientali complessivamente attrattive Rapporti con larea metropolitana della città capoluogo Rapporti con larea metropolitana della città capoluogo Presenza di un nucleo di residenti di elevata potenzialità Presenza di un nucleo di residenti di elevata potenzialità Esistono le condizioni per seguire un modello di sviluppo neo - industriale ( imprese, innovazione, rispetto dellambiente) ad alta intensità di conoscenza e valore aggiunto Esistono le condizioni per seguire un modello di sviluppo neo - industriale ( imprese, innovazione, rispetto dellambiente) ad alta intensità di conoscenza e valore aggiunto

16 OPPORTUNITÀ E SFIDE 5 MODELLO 2 Per lo sviluppo del nostro territorio si richiede un salto di qualità per il raggiungimento dellobiettivo più importante: linnalzamento del livello di istruzione delle persone Per lo sviluppo del nostro territorio si richiede un salto di qualità per il raggiungimento dellobiettivo più importante: linnalzamento del livello di istruzione delle persone Se ci misuriamo con i paesi più sviluppati, abbiamo la più bassa percentuale di laureati e diplomati: 4% di laureati rispetto al 15 % - 30% di S.U.A., Svezia, Germania Se ci misuriamo con i paesi più sviluppati, abbiamo la più bassa percentuale di laureati e diplomati: 4% di laureati rispetto al 15 % - 30% di S.U.A., Svezia, Germania

17 OPPORTUNITÀ E SFIDE 6 MODELLO 2 Per vincere la sfida dello sviluppo si richiedono ai giovani flessibilità, istruzione e un background culturale che permetta loro di essere attivi attori del cambiamento Per vincere la sfida dello sviluppo si richiedono ai giovani flessibilità, istruzione e un background culturale che permetta loro di essere attivi attori del cambiamento Cè la necessità di tutelare meglio il territorio e di evitare forme non compatibili di crescita sia industriali che residenziali Cè la necessità di tutelare meglio il territorio e di evitare forme non compatibili di crescita sia industriali che residenziali È necessario un maggiore coordinamento tra Comuni È necessario un maggiore coordinamento tra Comuni

18 OPPORTUNITÀ E SFIDE 7 Quando si dice di non distruggere il territorio non ci si schiera contro lindustria ma si afferma la necessità di scegliere il tipo di industria, i luoghi degli insediamenti industriali Quando si dice di non distruggere il territorio non ci si schiera contro lindustria ma si afferma la necessità di scegliere il tipo di industria, i luoghi degli insediamenti industriali Anche il turismo, ma non solo il turismo Anche il turismo, ma non solo il turismo Maggiore collegamento tra i Comuni e con la città capoluogo Maggiore collegamento tra i Comuni e con la città capoluogo Salvaguardare il nostro patrimonio ambientale e storico - culturale Salvaguardare il nostro patrimonio ambientale e storico - culturale


Scaricare ppt "UN DISTRETTO CULTURALE SEBINO – FRANCIACORTA? Palazzolo s/O, 13 maggio 2008 UN DISTRETTO CULTURALE SEBINO – FRANCIACORTA? Palazzolo s/O, 13 maggio 2008."

Presentazioni simili


Annunci Google