La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La diffusione del Cyberbullismo tra gli studenti delle scuole di Asti Istituto A. Monti Asti Bullismo e Cyberbullismo Asti, 29 novembre 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La diffusione del Cyberbullismo tra gli studenti delle scuole di Asti Istituto A. Monti Asti Bullismo e Cyberbullismo Asti, 29 novembre 2010."— Transcript della presentazione:

1 La diffusione del Cyberbullismo tra gli studenti delle scuole di Asti Istituto A. Monti Asti Bullismo e Cyberbullismo Asti, 29 novembre 2010

2 Bullismo Il bullismo scolastico è una forma di comportamento aggressivo con caratteristiche peculiari e distintive quali: lintenzionalità la sistematicità lasimmetria di potere (Olweus, 1993)

3 Tipi di Bullismo Bullismo diretto –Bullismo fisico (es., botte, rompere oggetti) –Bullismo verbale (es., offese) Bullismo indiretto (es. esclusione, diffamazione) Cyberbullismo

4 Cyberbullismo Perpetuato attraverso luso di dispositivi elettronici come cellulari e Internet, con messaggi, immagini, ecc. inviati direttamente alla vittima, ma anche con messaggi, immagini, ecc. riguardanti la vittima ma inviati ad altri o diffusi sulla rete. Sta diventando più prevalente con la diffusione delle nuove tecnologie di comunicazione: dal 6% (GB) al 15% (USA) degli studenti sono stati vittime di cyberbullismo (Smith, 2008).

5 Effetti del Cyberbullismo Sintomi di stress Disturbi emotivi (sentirsi estremamente nervosi, spaventati o imbarazzati) Sintomi depressivi (Raskauskas, Stoltz, 2007)

6 Metodologia Lo scopo dello studio era quello di rilevare la presenza di cyberbullismo tra gli adolescenti delle scuole di Asti. La ricerca è stata condotta in collaborazione con la classe 5CP dellIst. Monti nellambito del corso Metodologia della ricerca psicologica. Gli studenti quindi sono stati coinvolti in tutte le fasi della ricerca: progettazione, somministrazione questionari, inserimento e interpretazione dei dati.

7 Il Campione 419 adolescenti frequentanti 7 scuole superiori: –Castigliano –Giobert –Istituto d'arte Alfieri –Istitito Monti –Istituto Penna –Quintino Sella –Vercelli

8 Il Campione 419 adolescenti frequentanti le classi prime, terze e quinte Età media: 16,6 anni (range 14–19) 55% maschi, 45% femmine 95% usano regolarmente il cellulare 93% usano regolarmente Internet

9 Il Questionario 15 domande a risposta multipla in linea con le indagine effettuate a livello europeo per: Rilevare la presenza del cyberbullismo a scuola e fuori da scuola; Valutare la percezione dellimpatto del cyberbullismo rispetto a quello del bullismo tradizionale; Evidenziare le reazioni degli adolescenti vittime di cyberbullismo.

10 Risultati: Presenza Studenti che hanno subito prepotenze almeno due o tre volte al mese: Non ci sono differenze significative per quanto riguarda il genere e letà Il cyberbullismo dura almeno sei mesi nel 3% dei casi Bullismo Tradizionale Cyberbullismo a Scuola Cyberbullismo fuori da Scuola 3,8%1,2%1,7%

11 Risultati: Bullismo tradizionale Tipi di bullismo tradizionale a scuola (più risposte): Fisico28% Verbale69% Indiretto o relazionale60%

12 Risultati: Cyberbullismo Bullismo via SMS24% Bullismo con Immagini o Video12% Chiamate telefoniche (sgradevoli, silenziose…) 35% Bullismo via 6% Bullismo in Chat26% Prepotenze tramite msg istantanei14% Bullismo via siti internet2%

13 Risultati: Percezione impatto Il cyberbullismo è percepito avere un Minore19% Uguale36% Maggiore22% Non so23% Impatto sulla vittima rispetto al bullismo tradizionale

14 Risultati: Reazione Reazione aggressiva A mia volta insulto o minaccio 81% Reazione passiva Scappo o piango 12% Reazione strumentale Cambio o nick-name 19% Reazione assertiva Gli chiedo di smettere… autorità 44%

15 Risultati: Informazioni Hai ricevuto informazioni? No informationi53% Dagli insegnanti9% Dai genitori6% Dagli amici11% Dai media32%

16 Risultati: Cosa sarebbe utile Per contrastare il cyberbullismo? Più controllo di internet55% Punire i cyberbulli51% Interventi informativi/educativi a scuola 33% Coinvolgere i genitori20%

17 Conclusioni Il cyberbullismo è meno frequente del bullismo tradizionale e viene riportato più fuori da scuola che a scuola. Coinvolge sia i maschi ch ele femmine. Esso viene perpetuato più frequentemente con chiamate telefoniche, SMS e in chat. Limpatto del cyberbullismo è percepito come paragonabile a quello del bullismo tradizionale. Gli adolescenti reagiscono in modo aggressivo. Si riscontra un basso livello di informazione rispetto al cyberbullismo.

18 Conclusioni Le informazioni potrebbero essere fornite via Internet e a scuola. È utile predisporre interventi educativi per promuovere una reazione assertiva in caso di cyberbullismo (interventi simili si sono già stati sperimentati con successo nel bullismo tradizionale).


Scaricare ppt "La diffusione del Cyberbullismo tra gli studenti delle scuole di Asti Istituto A. Monti Asti Bullismo e Cyberbullismo Asti, 29 novembre 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google