La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA PSICOLOGIA SCOLASTICA: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo Trieste, 8 novembre 2008 INDAGINE sui Servizi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA PSICOLOGIA SCOLASTICA: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo Trieste, 8 novembre 2008 INDAGINE sui Servizi."— Transcript della presentazione:

1 LA PSICOLOGIA SCOLASTICA: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo Trieste, 8 novembre 2008 INDAGINE sui Servizi psicologici nella scuola svolta in collaborazione con IRRE Friuli Venezia Giulia Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta

2 Periodo di rilevazione dati: gennaio/maggio 2007 Modalità rilevazione: Questionario inviato all IRRE che ha provveduto alla diffusione nelle scuole e alla raccolta dei questionari compilati Questionari ricevuti: 45 2 Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008 Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo

3 Composizione sociodemografica del campione Media degli anni di servizio nei ruoli scolastici 27 SD Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008 Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo

4 Incarico ricoperto dai compilatori allinterno della scuola 4 Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008 Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo

5 Caratteristiche delle scuole 5 Ordine di scuola cui appartengono i compilatoriTipologia di scuola secondaria cui appartengono i compilatori Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008

6 6 Provincia di ubicazione delle scuole Caratteristiche delle scuole Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008 Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo

7 7 Le scuole sono situate per la maggior parte in comuni aventi meno di abitanti (57%) Il 67% delle scuole ha un numero di iscritti che va da meno di 200 a circa 600 Caratteristiche delle scuole Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008

8 8 Nel 96% delle scuole è stato svolto almeno un intervento nel trienno dinteresse Nel 26% dei casi gli psicologi hanno lavorato in equipe Nel 45% dei casi lo psicologo è intervenuto per richiesta diretta della scuola Rapporto scuola e figure professionali Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008

9 9 L 82% delle scuole si è avvalsa di altre figure professionali FIGURE PROFESSIONALI INTERVENUTE Medico29% Neuropsichiatra infantile49% Pedagogista11% Psicomotricista16% Sociologo38% Logopedista10% Neuropsichiatra infantile49% Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008

10 10 Capacità professionali maggiormente gradite dalla scuola Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008 Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo

11 11 Percezione della psicologia da parte dei compilatori L89% dei compilatori ritiene che la psicologia possa essere molto utile allinterno della scuola Il 78% considera necessaria, per gli psicologi che lavorano nella scuola, una formazione specifica e un training di approfondita conoscenza della scuola Il 91% ritiene che gli psicologi dovrebbero lavorare a contatto con gli insegnanti Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008

12 12 Problematiche ritenute più gravi La motivazione allo studio dei ragazzi e la loro capacità di studiare Il rapporto con i genitori dei ragazzi La disciplina nella classe I rapporti degli allievi con gli insegnanti La presenza di allievi che creano problemi agli altri 76% 58% 51% 44% 60% Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008

13 13 Attività svolte dagli psicologi Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008

14 14 Ambiti nei quali i compilatori ritengono utile lintervento dello psicologo Assistenza psicologica e consigli personali a chi lo richiede (sportello di consulenza) 91% Intervento sulle classi sulle tecniche e metodi di studio 58% Analisi degli interessi e delle attitudini degli studenti ai fini di orientamento 71% Interventi per ragazzi con problemi di apprendimento 93% Interventi per ragazzi con deficit o handicap particolari 91% Discussioni con studenti su aspetti del loro comportamento (temi quali collaborazione, regole sociali, conflitti, dinamiche di gruppo) 84% Discussioni e lezioni su temi di salute (fumo, droga, alimentazione, incidenti...) 69% Assistenza psicologica e consigli personali a chi lo richiede (sportello di consulenza) 91% Interventi per ragazzi con problemi di apprendimento 93% Interventi per ragazzi con deficit o handicap particolari 91% Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008

15 15 Ambiti nei quali i compilatori ritengono utile lintervento dello psicologo Discussioni e lezioni su temi sessuali e affettivi76% Interventi con gli studenti sul bullismo e la violenza98% Consulenza agli insegnanti per condurre sperimentazioni didattiche49% Consulenza agli insegnanti per leffettuazione di ricerche33% Consulenza agli insegnanti sulla conduzione della classe e/o gestione della disciplina 64% Consulenza agli insegnanti sulle dinamiche interne della scuola e tra colleghi/e 58% Consulenza agli insegnanti su problemi di psicologia delladolescenza80% Consulenza agli insegnanti su problemi di psicologia delladolescenza 80% Interventi con gli studenti sul bullismo e la violenza 98% Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008 Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo

16 16 Ambiti nei quali i compilatori ritengono utile lintervento dello psicologo Formazione agli insegnanti sulle dinamiche relazionali 84% Consulenza nella stesura e realizzazione dei progetti dellautonomia scolastica 7% Formazione agli insegnanti sui saperi trasversali 27% Formazione agli insegnanti sul meta-apprendimento: ( meta-memoria, meta- cognizione ) 60% Consulenza per migliorare lofferta formativa 20% Consulenza allorganizzazione scolastica 7% Formazione agli insegnanti sulle dinamiche relazionali 84% Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008 Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo

17 17 Immagine ideale dello psicologo Più del 80% dei compilatori ritiene che lo psicologo idealmente dovrebbe: Ascoltare e fornire supporto alle singole persone in difficoltà Diagnosticare i disturbi cognitivi Sviluppare la capacità delle persone di lavorare in gruppo Aiutare le persone a riflettere su quello che accade loro Sostenere e favorire lo sviluppo delle potenzialità personali Intervenire sullo sviluppo della motivazione negli studenti Sviluppare e migliorare le relazioni tra le persone Effettuare diagnosi sui comportamenti disfunzionali Intervenire per il miglioramento delle dinamiche di gruppo Utilizzare opportuni strumenti di diagnosi dei disturbi 91% 86% Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008

18 18 Meno del 20% dei compilatori ritiene che lo psicologo idealmente dovrebbe: Intervenire nella verifica e nella valutazione oggettiva degli apprendimenti Intervenire sul funzionamento organizzativo della scuola Supportare lo sviluppo dei diversi progetti previsti dallorganizzazione scolastica Favorire la messa in atto della valutazione distituto 2% 4% Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008 Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo Immagine ideale dello psicologo

19 19 Più del 70% dei compilatori ritiene che le attività tipiche dello psicologo allinterno della scuola siano: La consulenza Gli interventi su comportamenti disfunzionali La valutazione diagnostica Lo sportello dascolto Lorientamento Meno del 20% dei compilatori ritiene che le attività tipiche dello psicologo allinterno della scuola siano: Ricerca Progettazione Valutazione degli apprendimenti Immagine ideale dello psicologo Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008

20 20 Fonte risposte Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008

21 21 Conclusioni Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008

22 22 Conclusioni Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008

23 23 Conclusioni Psicologia scolastica: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo Percezione della psicologia nelle scuole Prof. Carlo Trombetta Trieste, 8 novembre 2008


Scaricare ppt "LA PSICOLOGIA SCOLASTICA: nuove prospettive per le istituzioni educative e per la professione di psicologo Trieste, 8 novembre 2008 INDAGINE sui Servizi."

Presentazioni simili


Annunci Google