La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Roma, 25 marzo 2009 LA VALUTAZIONE DELLE POLITICHE DI SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE NEI PIANI DELLE VALUTAZIONI Laura Tagle UVAL-DPS-MISE Coordinamento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Roma, 25 marzo 2009 LA VALUTAZIONE DELLE POLITICHE DI SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE NEI PIANI DELLE VALUTAZIONI Laura Tagle UVAL-DPS-MISE Coordinamento."— Transcript della presentazione:

1 Roma, 25 marzo 2009 LA VALUTAZIONE DELLE POLITICHE DI SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE NEI PIANI DELLE VALUTAZIONI Laura Tagle UVAL-DPS-MISE Coordinamento del Sistema Nazionale di Valutazione della Politica Regionale Unitaria

2 Struttura della presentazione Innovazioni, principi e richieste Piani delle valutazioni Il sostegno del SNV Roma, 25 marzo 2009

3 Innovazioni e principi del QSN Valutazione ex post (o periodi precedenti) Domande circoscritte su argomenti controversi e rilevanti invece che su interi programmi Unitarietà: Domande sugli effetti congiunti di diverse azioni, da qualsiasi fonte finanziate Collaborazione intra- e inter-istituzionale Partecipazione dei partner istituzionali e sociali: Nella scelta di cosa valutare (e cosa no) Nellindividuare domande e nel condurre le valutazioni Utilizzazione delle valutazioni 25 marzo 2009

4 Innovazioni e principi del QSN Pubblicità dei Piani dei risultati delle valutazioni Modalità innovative: Valutazione interna Valutazione esterna (vari tipi) Autovalutazioni Sostegno alla qualità e presidio dellindipendenza Costruzione di capacità, metavalutazione e sostegno: Sistema Nazionale di Valutazione della Politica Regionale (UVAL, ISFOL-Struttura di valutazione FSE, INEA, Nuclei) Responsabilità delle amministrazioni 25 marzo 2009

5 Piani flessibili ed in evoluzione Flessibilità: –Finalizzati con un processo iterativo –Aggiornati periodicamente In questo periodo vanno rivisti –alla luce dei cambiamenti nei programmi (da sostenere con valutazioni fatte o da fare) –Per completare le parti non sviluppate –Alla luce delle esperienze e degli apprendimenti

6 I Piani delle valutazioni Strumento per: –Attuare le innovazioni –Organizzare la funzione di valutazione –Rendere noto (allinterno e allesterno) cosa si valuta e quando aspettarsi le valutazioni –Realizzare un effettivo partenariato interno ed esterno Trasferiti al SNV 33 Piani: –Tutte le Regioni e province autonome –Quasi tutte le Amministrazioni centrali, POIN e programmi

7 Piani delle valutazioni regionali sul web

8 Piani delle Amministrazioni centrali o di programmi disponibili sul web

9 I Responsabili dei Piani assicurano Che le esigenze di tutte le parti dellamministrazione siano prese in considerazione Che oggetti e domande di valutazione siano definiti in modo appropriato (non solo per fonte di finanziamento) Che le risorse (da FESR, FSE, FEASR, FAS e fondi propri) siano coordinate ed utilizzate al meglio Che non ci siano duplicazioni né buchi Un efficace rapporto con il partenariato istituzionale ed economico-sociale Divulgazione dei risultati delle valutazioni allesterno Utilizzazione interna dei risultati delle valutazioni 25 marzo 2009

10 I Responsabili dei Piani nelle Regioni 25 marzo 2009

11 I Responsabili dei Piani delle Amministrazioni centrali e dei Programmi

12 Valutazioni completate 4 valutazioni completate di cui si ha notizia: –Puglia (implementazione della rete unitaria della PA) –2 Basilicata (Val dAgri, finale Sviluppo rurale) –Emilia-Romagna (interventi nelle aree montane) Solo una già sul web (Puglia) Iniziative di divulgazione –Interne allamministrazione –Di discussione pubblica Mancano sicuramente molte 25 marzo 2009

13 Valutazioni in corso e in preparazione Solo circa 20 processi valutativi censiti finora presso 12 amministrazioni Progresso appare lento (erano 7 amministrazioni a novembre 2008) Solo parzialmente colte le opportunità offerte dalle innovazioni –Oggetto delle valutazioni –Interno/esterno –Reperimento dei valutatori esterni –Costruzione dei meccanismi di sostegno alla qualità ed indipendenza Ma necessarie ulteriori conoscenze 25 marzo 2009

14 Sostegno dal SNV Il SNV condurrà nelle prox settimane una ricognizione sulle valutazioni –Questionario inviato ai responsabili del Piano delle valutazioni –Necessario apporto di tutti –Tutte le valutazioni della politica regionale (in itinere ed ex post) dal 2006 –Risultati discussi il 13 maggio –Sulla base dei risultati, sostegno per le valutazioni Brevi documenti di chiarimento e strumenti (utilities) su –Valutazione interna/esterna –Meccanismi per assicurare qualità ed indipendenza –Autovalutazione 25 marzo 2009

15 Sostegno dal SNV Attività per sostenere lindividuazione ed elaborazione di domande di valutazione: –Questo seminario –Seminario per i Nuclei su esperienze più significative (Torino 28 maggio, organizzato da Nuclei Piemonte e Campania) –Utility sulle esperienze Incontri su valutazioni già concluse Sostegno individualizzato su richiesta Osservazione sui processi valutativi: –Costi delle valutazioni nel Feedback individualizzato (e riservato) sulle variazioni nei Piani delle valutazioni 25 marzo 2009

16 Sostegno dal SNV Diffusione di informazioni sui processi valutativi tramite: –Brevi relazioni tematiche –Sito del SNV (in costruzione) –Incontri Valutazioni pilota Percorso formativo con NUVAL: –7 incontri già realizzati, –1 incontro da realizzare –Pubblicazione Tutto questo portato a voi dal Gruppo di Lavoro del SNV: UVAL, ISFOL-Struttura Nazionale di Valutazione, INEA, Dip. Pari Opportunità, Nuclei (Lazio, Piemonte, Campania, Puglia, Sardegna, Molise, Abruzzo, Beni Culturali) 25 marzo 2009

17 GRAZIE 25 marzo 2009


Scaricare ppt "Roma, 25 marzo 2009 LA VALUTAZIONE DELLE POLITICHE DI SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE NEI PIANI DELLE VALUTAZIONI Laura Tagle UVAL-DPS-MISE Coordinamento."

Presentazioni simili


Annunci Google