La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Mario Ambel, Criteri e strumenti di osservazione, (auto) valutazione e documentazione materiali su www.memorbalia.itwww.memorbalia.it.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Mario Ambel, Criteri e strumenti di osservazione, (auto) valutazione e documentazione materiali su www.memorbalia.itwww.memorbalia.it."— Transcript della presentazione:

1 Mario Ambel, Criteri e strumenti di osservazione, (auto) valutazione e documentazione materiali su

2 Mario Ambel, Criteri e strumenti di osservazione, (auto) valutazione e documentazione La valutazione: ambiti e livelli ( e i rischi della confusione) Esempi (di educazione linguistica): due verifiche dei livelli di uscita/ingresso un questionario di autovalutazione della scrittura criteri per la correzione delle attività di scrittura Osservazione e valutazione dei processi di apprendimento: strumenti Un presupposto ineludibile: unidea di competenza (e di obiettivi) La valutazione: oggetti e metodi

3 VALUTAZIONE singolo aggregazioni (classe/gruppi) scuolasistema PROCESSOPRODOTTO ESITI dellinsegnamento/apprendimento monitoraggio e autovalutazione di istituto osservazione e valutazione dei processi di insegnamento/apprendimento monitoraggio e valutazione di sistema © ambel 2003 Indagini sui livelli alfabetici e culturali della popolazione

4 vs VALUTAZIONE singolo aggregazioni (classe/gruppi) scuolasistema PROCESSOPRODOTTO ESITI internaesterna livelli di apprendimento individualmente raggiunti standard di prestazione socialmente richiesti individualea campione personaleanonima soggettivaoggettiva relativaassoluta standard organica alla progettazione formativa e didattica indipendente dalla progettazione formativa e didattica competenze obiettivi di apprendimento prestazioni in contestoprove decontestualizzate >qualitativa >quantitativa © ambel 2003

5 Nella valutazione confondere oggetti, criteri, metodologie è non solo diseducativo, ma professionalmente inaccettabile e socialmente pericoloso.

6 Il concetto di competenza: abilità/atteggiamenti/prestazioni/ contesti Una competenza è data dall insieme integrato di abilità, conoscenze e atteggiamenti che un soggetto in determinati contesti reali utilizzando materiali e strumenti mette in atto, realizzando una prestazione consapevole finalizzata al raggiungimento di uno scopo © ambel 2004

7 CO RE L L MA contesto reale atteggiamenti/motivazioni/disponibilità attività cognitive e operative / abilità oggetti testi / documenti / strumenti Nella vita di relazione essere interessato a… avere necessità di… ricavare, raccogliere informazioni da quotidiano su norme per sapere per agire contesti di riferimento situazionali scopi obiettivo competenza esempi prestazione Nella realtà della vita quotidiana ricava informazioni da fonti diverse su un argomento in parte noto, relativo a contesti interpersonali e sociali, per informarsi, incrementare il proprio bagaglio di conoscenze sullargomento o per orientare le proprie scelte. Il concetto di competenza: un modello generativo per definire obiettivi relativi a competenze

8 PRESTAZIONE DESCRITTORI Cerca, trova e usa un numero telefonico sullelenco Applica lettura adeguata agli indicatori alfabetici posti in alto a dx o sn sulle pagine Conosce lalfabeto Individuata la pagina, applica lettura adeguata per individuare nominativo e successivamente il numero Sa consultare e usare repertori di informazioni alfanumeriche per ricavare dati … Obiettivi e competenze: un esempio... COMPETENZA

9 competenze obiettivi di apprendimento DIARIO DI BORDO VERIFICHE FORMATIVE SOMMATIVE PORTFOLIO PROFILO CONCLUSIVI ESAMI CERTIFICAZIONE dellallievo PROCESSO ESITI osservazione e valutazione dei processi di apprendimento PARZIALI DOCUMENTAZIONE © ambel 2003

10 All'inizio dei tempi una popolazione nomade di cacciatori decise si stabilirsi lungo le sponde del fiume Nilo, in seguito la popolazione imparò ad utilizzare il fertile limo depositato dal fiume e in seguito, da cacciatori diventarono coltivatori. Le elezioni non da sempre sono state frequentate da maschi e femmine, ad un tempo erano frequentate solo dai maschi poiché si credeva fossero più forti e più importanti della figura femminile. Mazzini nacque a Genova e vive con sua madre. Mazzini era molto intelligente e un giorno sbarcarono a Genova, delle persone che erano in esilio. Nel 1942 Cristoforo Colombo parti da Palos con tre caravelle per andare nelle indie. Dopo mesi di viaggio i passeggeri morivano di malattie e quindi i passeggeri fecero un patto con Cristoforo Colombo Se non troviamo le indie entro tre giorni noi ti uccidiamo. Gli uomini primitivi scoprirono la pietra e poi la pietra focaia così inventarono il fuoco ma oggi si usano le pietre ma i fiammiferi, gli accendini e anche il forno a gas Ero andata in colonia a Fenils quando le animatrici ci raccontarono che dentro il forte di Fenils c'erano dei fantasmi. Io ed alcune bambine andammo a vedere dentro il forte e, quando il nostro prete tornò dal retro del forte, sentimmo un U,u u u u u u! Mi piacerebbe che sulle pareti della nostra aula ci fossero: - dei cartelloni realizzati insieme tra noi alunni su argomenti che stiamo trattando in classe o fatti di cronache Prova dingresso di scrittura 1 media

11 Questionario di riflessione e autovalutazione al termine della 1 media

12 Indice di soddisfazione di alcune procedure di elaborazione testuale

13 Indice di gradimento di alcune tipologie testuali

14

15

16 Criteri per la correzione e valutazione della produzione scritta Correttezza ortografica e morfosintattica Scelta delle parole e dello stile Scelta e significatività dei contenuti Organizzazione del testo Coerenza con la consegna, il tipo di testo e il contesto

17 Valutazioni differenziate Valutazioni mediamente basse Valutazioni differenziate Valutazioni mediamente buone

18 A1- Comprensione locale e lineare di dati espliciti A2 - Comprensione locale e confronto di dati espliciti non solo contigui B1 - Comprensione locale di dati impliciti per inferenza interna B2 - Comprensione locale di dati impliciti per inferenza esterna C1 - Comprensione globale (testuale) di significati e dati espliciti C2 - Comprensione locale o globale di tipo integrativo e interpretativo D1 - Analisi, valutazione e interpretazione di elementi interni o esterni al testo, sulla base di criteri dati o posseduti D2 - Analisi, valutazione e interpretazione in rapporto al contesto storico e culturale © Ambel - Cidi Torino, dal Kit di riflessione critica sulla valutazione dei processi di Livelli di (progressiva difficoltà della ) comprensione A1- Comprensione locale e lineare di dati espliciti A2 - Comprensione locale e confronto di dati espliciti non solo contigui B1 - Comprensione locale di dati impliciti per inferenza interna B2 - Comprensione locale di dati impliciti per inferenza esterna C1 - Comprensione globale (testuale) di significati e dati espliciti C2 - Comprensione locale o globale di tipo integrativo e interpretativo D1 - Analisi, valutazione e interpretazione di elementi interni o esterni al testo, sulla base di criteri dati o posseduti D2 - Analisi, valutazione e interpretazione in rapporto al contesto storico e culturale

19 Tipologia delle risposte e livelli di ri-scrittura del testo (in rapporto al tipo di domanda) a. Riconoscimento e trascrizione letterale di parti di testo b. Riconoscimento o scelta fra parafrasi o risposte date c. Stesura o completamento di risposte sotto forma di parafrasi parziali o globali d. Stesura di sintesi o di rappresentazioni globali o parziali

20 Valutazione della comprensione

21 Una cattiva gestione della valutazione induce (gli allievi, come le scuole o i sistemi) alla peggiore delle degenerazioni diseducative: lavorare solo per superare le prove!


Scaricare ppt "Mario Ambel, Criteri e strumenti di osservazione, (auto) valutazione e documentazione materiali su www.memorbalia.itwww.memorbalia.it."

Presentazioni simili


Annunci Google