La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Che cosè lAmore ? Dott. Roberto Cavaliere Psicologo www.maldamore.it © tutti i diritti riservati – E possibile lutilizzo o la pubblicazione previa richiesta.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Che cosè lAmore ? Dott. Roberto Cavaliere Psicologo www.maldamore.it © tutti i diritti riservati – E possibile lutilizzo o la pubblicazione previa richiesta."— Transcript della presentazione:

1 Che cosè lAmore ? Dott. Roberto Cavaliere Psicologo © tutti i diritti riservati – E possibile lutilizzo o la pubblicazione previa richiesta dautorizzazionewww.maldamore.it

2 Pochi concetti sono così vaghi e complessi come quello di Amore. La confusione è dimostrata anche dagli aspetti linguistici: con ununica parola (amore) indichiamo sentimenti e pulsioni che hanno caratteristiche e mete completamente differenti.

3

4 Amore esprime la felicità, la capacità delluomo di provare sentimenti ed emozioni, la componente affettiva (cultura) delluomo. Ma esprime anche la paura del futuro, la condizione mortale (natura) delluomo, contro la quale lunica difesa è la sessualità (generatività).

5 Poros (Ricchezza) partecipava al banchetto degli dei che festeggiavano la nascita di Afrodite. Alla fine della festa giunse Penia (Povertà), che meditando se contro le sue miserie le riuscisse di avere un figlio da Poros, si sdraiò accanto al dio ubriaco, giacque con lui e rimase incinta di Amore. Amore fu concepito lo stesso giorno in cui nacque Afrodite e ne divenne compagno e seguace. Platone, Convivio

6 Chi ama riamato si sente ricco, possessore del mondo intero e possessore del mondo intero e dellintera felicità, dellintera felicità, ma, nello stesso tempo, è povero, ma, nello stesso tempo, è povero, può soffrire non solo per la mancanza può soffrire non solo per la mancanza reale dellaltro, ma anche solo per il timore di perderlo. ma anche solo per il timore di perderlo.

7

8 Il sentimento che chiamiamo Amore è scisso in 2 componenti: la componente affettiva (culturale) connotata dalla tenerezza la componente erotica (naturale, istintiva) connotata dallaggressività. Lintegrazione tra le due componenti è tuttaltro che facile.

9 Esiste una sessualità intrisa di amore ed una che non ha nulla a che fare con esso, anzi che gli è addirittura antitetica, come lo stupro. Esiste una sessualità intrisa di amore ed una che non ha nulla a che fare con esso, anzi che gli è addirittura antitetica, come lo stupro. Vi sono anche forme di sessualità non violenta ma che sono comunque totalmente separate dallamore, come quella impersonale dellorgia. Vi sono anche forme di sessualità non violenta ma che sono comunque totalmente separate dallamore, come quella impersonale dellorgia.

10

11 Gli antropologi sono giunti alla conclusione che nella nostra specie cè una forte tendenza alla monogamia, allesclusività amorosa e sessuale. Gli antropologi sono giunti alla conclusione che nella nostra specie cè una forte tendenza alla monogamia, allesclusività amorosa e sessuale. Però, contemporaneamente, esiste sempre anche un certo grado di tendenza allinfedeltà coniugale, tanto nel sesso maschile che in quello femminile. Però, contemporaneamente, esiste sempre anche un certo grado di tendenza allinfedeltà coniugale, tanto nel sesso maschile che in quello femminile. I due impulsi non scompaiono mai e se ora prevale il primo, poi può prevalere il secondo e possono manifestarsi anche tutti e due insieme. I due impulsi non scompaiono mai e se ora prevale il primo, poi può prevalere il secondo e possono manifestarsi anche tutti e due insieme.

12 Esistono quindi in noi 2 tendenze, 2 desideri di base compresenti e contrastanti: uno che ci porta verso una persona particolare, unica, con cui stabiliamo un legame amoroso duraturo, uno che ci porta verso una persona particolare, unica, con cui stabiliamo un legame amoroso duraturo, un altro, che è un impulso esplorativo, che ci spinge a cercare rapporti con persone nuove e diverse. un altro, che è un impulso esplorativo, che ci spinge a cercare rapporti con persone nuove e diverse. Solo lINNAMORAMENTO esalta e fonde insieme il massimo della sessualità e il legame amoroso più forte. Solo lINNAMORAMENTO esalta e fonde insieme il massimo della sessualità e il legame amoroso più forte.

13

14 Abbraccio per il soggetto il gesto dellabbraccio amoroso sembra realizzare, per un momento, il sogno di ununione totale con lessere amato. In questo gesto tutto rimane sospeso: il tempo, la legge, la proibizione: niente si esaurisce, niente si desidera: tutti i desideri sono aboliti perché sembrano definitivamente appagati. In questo gesto tutto rimane sospeso: il tempo, la legge, la proibizione: niente si esaurisce, niente si desidera: tutti i desideri sono aboliti perché sembrano definitivamente appagati. Tuttavia, nel mezzo di questo abbraccio infantile, immancabilmente, il genitale si fa sentire; esso viene a spezzare lindistinta sensualità dellabbraccio incestuoso; la logica del desiderio si mette in marcia, riemerge il voler prendere, ladulto si sovrappone al bambino. Tuttavia, nel mezzo di questo abbraccio infantile, immancabilmente, il genitale si fa sentire; esso viene a spezzare lindistinta sensualità dellabbraccio incestuoso; la logica del desiderio si mette in marcia, riemerge il voler prendere, ladulto si sovrappone al bambino.

15 Attesa Tumulto dangoscia suscitato dallattesa dellessere amato in seguito a piccolissimi ritardi (appuntamenti, telefonate…) Tumulto dangoscia suscitato dallattesa dellessere amato in seguito a piccolissimi ritardi (appuntamenti, telefonate…) Lattesa è un incantesimo: io ho avuto lordine di non muovermi. Lattesa di una telefonata si va così intessendo di una rete di piccoli divieti, allinfinito, fino alla vergogna: proibisco a me stesso di uscire dalla stanza, di andare al gabinetto, addirittura di telefonare (per non tenere occupato lapparecchio) Lattesa è un incantesimo: io ho avuto lordine di non muovermi. Lattesa di una telefonata si va così intessendo di una rete di piccoli divieti, allinfinito, fino alla vergogna: proibisco a me stesso di uscire dalla stanza, di andare al gabinetto, addirittura di telefonare (per non tenere occupato lapparecchio)

16 Sono innamorato? Si, poiché sto aspettando. Laltro,invece, non aspetta mai. Talvolta, ho voglia di giocare a quello che non aspetta; cerco allora di tenermi occupato, di arrivare in ritardo; ma a questo gioco io perdo sempre: qualunque cosa io faccia, mi ritrovo sempre sfaccendato, o per meglio dire, in anticipo. La fatale identità dellinnamorato non è altro che: io sono quello che aspetta.

17 ANGOSCIA DAMORE seconda di tale o talaltra circostanza, il soggetto amoroso si sente trascinato dalla paura di un pericolo, di una ferita, di un abbandono, di un improvviso cambiamento – sentimento che egli esprime con la parola angoscia… seconda di tale o talaltra circostanza, il soggetto amoroso si sente trascinato dalla paura di un pericolo, di una ferita, di un abbandono, di un improvviso cambiamento – sentimento che egli esprime con la parola angoscia… Lo psicotico vive nel timore del crollo. Ma la paura clinica del crollo è la paura d'un crollo che è già stato subito… e vi sono dei momenti in cui un paziente ha bisogno che gli si dica che il crollo la cui paura mina la sua vita è già avvenuto. Lo stesso avviene, a quanto sembra, per l'angoscia d'amore: essa è la paura di una perdita che è già avvenuta, sin dall'inizio dell'amore, sin dal momento in cui sono stato stregato. Bisognerebbe che qualcuno potesse dirmi: Non essere più angosciato, tu l'hai già perduto(a). Lo psicotico vive nel timore del crollo. Ma la paura clinica del crollo è la paura d'un crollo che è già stato subito… e vi sono dei momenti in cui un paziente ha bisogno che gli si dica che il crollo la cui paura mina la sua vita è già avvenuto. Lo stesso avviene, a quanto sembra, per l'angoscia d'amore: essa è la paura di una perdita che è già avvenuta, sin dall'inizio dell'amore, sin dal momento in cui sono stato stregato. Bisognerebbe che qualcuno potesse dirmi: Non essere più angosciato, tu l'hai già perduto(a).

18 Riferimenti letterari I miti greci, R. Graves, I miti greci, R. Graves, Simposio, Platone. Simposio, Platone. I dolori del giovane Werther, J.W.Goethe, I dolori del giovane Werther, J.W.Goethe, Frammenti di un discorso amoroso, R. Bartes, Frammenti di un discorso amoroso, R. Bartes, 1977.

19


Scaricare ppt "Che cosè lAmore ? Dott. Roberto Cavaliere Psicologo www.maldamore.it © tutti i diritti riservati – E possibile lutilizzo o la pubblicazione previa richiesta."

Presentazioni simili


Annunci Google