La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Jesi, 6 aprile 20061 Regione Marche Documento Strategico Preliminare Programmazione Fondi Strutturali 2007-2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Jesi, 6 aprile 20061 Regione Marche Documento Strategico Preliminare Programmazione Fondi Strutturali 2007-2013."— Transcript della presentazione:

1 Jesi, 6 aprile Regione Marche Documento Strategico Preliminare Programmazione Fondi Strutturali

2 Jesi, 6 aprile Rilancio della Strategia di Lisbona DSPR Linee guida della commissione QSNP QSN DSRPO POR Documenti di Programmazione

3 Jesi, 6 aprile Struttura del DSR preliminare Analisi del contesto Punti di forza e di debolezza del sistema regionale Gli strumenti programmatici attuali (Doc.U.P., POR Obiettivo 3, FAS) Obiettivi

4 Jesi, 6 aprile Struttura del DSR preliminare Priorità di intervento Integrazione finanziaria e programmatica Struttura di governo dei POR (cabina reg.le di regia)

5 Jesi, 6 aprile Punti di forza del mercato del lavoro regionale Bassi tassi di disoccupazione Decremento della disoccupazione di lunga durata Aumento della quota di occupazione regolare Tassi di occupazione in crescita (tranne una lieve flessione tra il 2003 e il 2004) Elevati livelli di scolarizzazione giovanile

6 Jesi, 6 aprile Punti di debolezza del mercato del lavoro regionale Tasso di occupazione ancora lontano dallobiettivo comunitario del 70% (64%) Elevati tassi di disoccupazione della forza lavoro più scolarizzata Bassi tassi di attività e di occupazione degli over55 (anche se migliori delle medie nazionali) Divari di genere nei tassi di attività e di occupazione fortemente diminuiti nel corso degli ultimi 10 anni, ma ancora elevati (circa 18 punti percentuali) Scarso ricambio generazionale imprenditori Crisi settoriali (TAC, meccanica, legno) e territoriali (AP) Tassi di precarietà nel lavoro

7 Jesi, 6 aprile Obiettivi generali FSE Aumentare tassi di attività e di occupazione Ridurre i divari di genere e promuovere linclusione sociale Garantire unofferta formativa di qualità Promuovere ladattabilità dei lavoratori e delle imprese Completare le riforme di sistema avviate

8 Jesi, 6 aprile Priorità di intervento FSE Incrementare i tassi di attività e di occupazione Sostegno alloccupazione nelle crisi aziendali Sostegno allinserimento occupazionale (formazione, creazione di impresa, aiuti alle assunzioni) Interventi per garantire la qualità, la regolarità e la sicurezza nei luoghi di lavoro Potenziare il ruolo dei C.I.O.F.

9 Jesi, 6 aprile Priorità di intervento FSE Ridurre i divari di genere e promuovere linclusione Formazione e aiuti allinserimento occupazionale Misure di conciliazione (es. voucher di servizi) Incentivi alle imprese per la flessibilizzazione degli orari di lavoro Favorire linserimento lavorativo dei disabili

10 Jesi, 6 aprile Priorità di intervento FSE Garantire unofferta formativa di qualità Certificazione delle competenze degli operatori Programmazione di azioni formative in linea con i risultati che emergeranno dalle analisi dei fabbisogni Implementazione dellofferta formativa rivolta ai ragazzi al di sotto dei 18 anni di età (diritto- dovere e apprendistato) Potenziamento Centri Territoriali Permanenti (centri EDA)

11 Jesi, 6 aprile Priorità di intervento FSE Promuovere ladattabilità dei lavoratori e delle imprese Attivazione di percorsi formativi che favoriscano la diffusione della cultura di impresa e delle innovazioni Rinnovare le modalità organizzative dellofferta di formazione continua per agevolare la partecipazione ai corsi da parte dei lavoratori e degli imprenditori (es.voucher formativi individuali) Promuovere il raccordo con i Fondi Interprofessionali

12 Jesi, 6 aprile Priorità di intervento FSE Completare le riforme di sistema Borsa lavoro, libretto formativo, accreditamento delle agenzie, nuovi istituti dellapprendistato Certificazione dei crediti e delle competenze Riforma del sistema della formazione professionale di primo livello (durata dei percorsi, trasparenza delle qualifiche, standard formativi minimi)

13 Jesi, 6 aprile Tempi Maggio/Giugno 2006: Presentazione al Consiglio Regionale del DSRPO Settembre/Ottobre 2006: Stesura del POR Obiettivo e approvazione da parte della Giunta Regionale Ottobre/Novembre 2006: presentazione alla Commissione del nuovo POR Approvazione POR da parte della Comm. Europea: Aprile/Maggio 2007

14 Jesi, 6 aprile Risorse Risorse da bilancio comunitario per le aree obiettivo competitività regionale e occupazione: - 29,41% POR FSE Marche: da 288 a 203 meuro

15 Jesi, 6 aprile Disponibilità effettive: 3 variabili Modalità di riparto delle risorse (FSE+FESR) tra Regioni. Quota attuale Marche: 3,87%; quota suggerita dalla Commissione: 4,8% Modalità di ripartizione delle risorse tra FESR ed FSE Livelli di cofinanziamento nazionale e regionale

16 Jesi, 6 aprile Ipotesi finanziarie -24% Ipotesi ripartizione FSE-FESR Peso Regione Marche ,87% ,80% ,30%

17 Jesi, 6 aprile Ipotesi finanziarie con cofinanziamento immutato Ipotesi ripartizione FSE-FESR Peso Regione Marche ,87% ,80% ,30% %


Scaricare ppt "Jesi, 6 aprile 20061 Regione Marche Documento Strategico Preliminare Programmazione Fondi Strutturali 2007-2013."

Presentazioni simili


Annunci Google