La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giovanni Pascoli nacque a San Mauro di Romagna il 31 dicembre 1855. La morte del padre per mano sconosciuta, lo portò a scrivere poesie. Pascoli si.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giovanni Pascoli nacque a San Mauro di Romagna il 31 dicembre 1855. La morte del padre per mano sconosciuta, lo portò a scrivere poesie. Pascoli si."— Transcript della presentazione:

1

2

3 Giovanni Pascoli nacque a San Mauro di Romagna il 31 dicembre La morte del padre per mano sconosciuta, lo portò a scrivere poesie. Pascoli si laureò in Lettere alluniversità di Bologna. Successivamente partecipò ad alcuni movimenti contro il governo. Poi lavorò prima nei licei e dopo nelle università. Nel 1905 prese il posto di Carducci allUniversità di Bologna.

4 Visse in questa città fino alla sua morte (1912). Nel frattempo, quando aveva del tempo libero, si rifugiava a Castelvecchio di Barga, nella casa dove vivevano le sue sorelle Ida e Maria.

5

6 Tra le più famose: Il lampo Fides X Agosto La cavalla storna La mia sera poesie ispirate al mondo classico latino e greco. poesie scritte in latino.

7 Nella torre il silenzio era già alto. Sussurravano i pioppi del Rio Salto. Parola onomatopeicaPersonificazione Nella Torre era già calata la notte. Si muovevano (per il vento) i Pioppi del Rio salto. I cavalli normanni alle lor poste frangean la biada con rumor di croste. Metafora I cavalli normanni stavano nelle loro stalle, masticavano la biada facendo rumore. Là in fondo la cavalla era, selvaggia nata tra i pini su la salsa spiaggia; Là in fondo cera la cavalla, selvaggia, nata tra la pineta sulla salata spiaggia; che nelle froge aveva del mar gli spruzzi ancor, e gli urli negli orecchi aguzzi. Metafora Enjambement che nelle narici aveva ancora gli spruzzi dell acqua e le urla nelle orecchie. Con su la greppia un gomito, da essa era mia madre; e le dicea sommessa Enjambement Sulla sua schiena mia madre aveva appoggiato il gomito e le diceva a bassa voce:

8 <>. ANAFoRAANAFoRA Contrapposizione Tu che ti senti scossa per la morte di mio marito, tu ora obbedisci a Giovanni. Tu che hai nel cuore la spiaggia spoglia, tu ora obbedisci alla sua voce di bambino.

9 Pascoli dopo una serie di disgrazie familiari, cercò di scoprire il mistero della vita, cioè ciò che spinge luomo a soffrire e cercare un po di calma nelle piccole cose della vita quotidiana; per questo, il poeta diceva che in ogni persona vive un fanciullino, al quale tutte le cose del mondo appaiono nuove e sa cogliere i segreti delluomo e della natura. Infatti, nelle sue poesie, le cose comuni e quotidiane e la natura, acquistano un importante valore simbolico. LINGUAGGIO Il linguaggio di Pascoli è una ricerca della suggestione musicale, che attraverso onomatopee, versi e strofe brevi e semplici, rime facili, descrive le sensazioni del poeta. Accanto al linguaggio poetico, compaiono frasi e parole di uso quotidiano.

10


Scaricare ppt "Giovanni Pascoli nacque a San Mauro di Romagna il 31 dicembre 1855. La morte del padre per mano sconosciuta, lo portò a scrivere poesie. Pascoli si."

Presentazioni simili


Annunci Google