La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Crisi del positivismo Bancarotta della scienza, 1895 Bancarotta della scienza, 1895 Rilancio del ruolo della filosofia (Bergson, Simmel, James,Weber, Labriola.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Crisi del positivismo Bancarotta della scienza, 1895 Bancarotta della scienza, 1895 Rilancio del ruolo della filosofia (Bergson, Simmel, James,Weber, Labriola."— Transcript della presentazione:

1 Crisi del positivismo Bancarotta della scienza, 1895 Bancarotta della scienza, 1895 Rilancio del ruolo della filosofia (Bergson, Simmel, James,Weber, Labriola e Croce) Rilancio del ruolo della filosofia (Bergson, Simmel, James,Weber, Labriola e Croce) Centralità della riflessione di Husserl (concetto dintenzionalità) Centralità della riflessione di Husserl (concetto dintenzionalità)

2 Intenzionalità Per Husserl (allievo di Brentano i cui corsi universitari frequentò anche Freud) la coscienza non è conoscibile in se stessa bensì in rapporto ai suoi oggetti: la coscienza è sempre coscienza di qualcosa

3 Prospettiva psicopatologica Dalla descrizione esteriore della malattia si passa alla analisi delle esperienze interiori vissute dal paziente. (Karl Jaspers, Psicopatologia generale, 1913)

4 La fenomenologia ha il compito di rendere presenti ed evidenti di per sé gli stati danimo che i malati vivono … Dato che non possiamo percepire direttamente gli stati psichici degli altri come percepiamo il loro stato fisico, si tratterà sempre e soltanto di unattualizzazione, di una partecipazione affettiva (Einfülung), di una comprensione per immedesimazione…

5 Dobbiamo lasciar da parte tutte le teorie che sono giunte fino a noi, tutte le costruzioni psicologiche, tutte le interpretazioni e i giudizi, e dobbiamo interessarci solo a ciò che possiamo comprendere distinguere e descrivere nella sua vera esistenza … Questa impostazione fenomenologica è uno sforzo continuo, è una proprietà che si deve acquisire superando sempre nuovi pregiudizi. (Jaspers, 1913)

6 La fenomenologia ha il compito di rendere presenti ed evidenti di per sé gli stati danimo che i malati vivono … dato che non possiamo mai percepire direttamente gli stati psichici degli altri come il loro stato fisico, si tratterà sempre e soltanto di unattualizzazione, di una partecipazione affettiva (Einfülung), di una comprensione… Jaspers, 1913

7 il ricercatore non è colui che ricerca con i puro intelletto, come una forma vuota nella quale si raccoglie tutto ciò che si piò apprendere del mondo esterno….deve esserci in lui come una immedesimazione nellaltro pari a quella dellattore che simmedesima nel personaggio pur restando se stesso Jaspers, 1913

8 Lincomprensibile psicosi Mentre per Jaspers è ancora possibile comprendere la vita psichica di pazienti, anche gravi, depressi o maniacali, in quanto i loro vissuti sono una esasperazione di fenomeni che appartengono alle esperienze universali degli esseri umani, i vissuti dello schizofrenico si sottraggono allimmedesimazione e risultano così spiegabili (non comprensibili).

9 Da Jaspers a Binswanger Cogliere nei vissuti e nelle manifestazioni dellaltro lessenza, la struttura della sua intera personalità Ludwig Binswanger, Sulla fenomenologia, 1923

10 Per antropoanalisi (Daseinsanalyse) intendiamo un tipo danalisi scientifica di carattere antropologico avente come oggetto lessenza dellessere delluomo. Sia la denominazione, sia i fondamenti filosofici derivano dalla analitica esistenziale di Heidegger, che ha posto in luce la struttura fondamentale dellesserci delluomo presentandone le articolazioni costitutive, cioè la struttura dellessere-nel-mondo.

11 Ripresa da Essere e tempo (1927) di Heiddeger Per Heidegger essere-nel-mondo equivale a trascendenza : è solo nella trascendenza, cioè nel progettarsi nel mondo e quindi nellandare oltre se stessi, nel superarsi, che si costituisce, da una parte, il mondo (che è ciò verso dove cè il progetto, la trascendenza) e, dallaltra parte, il sé, cioè luomo nella specifica individualità.

12 Ma perché affliggere il lettore con queste cose tanto complicate?.... Perché con la dottrina dellessere-nel- mondo come trascendenza è stato eliminato alla base il cancro che minava tutte le psicologie: la dottrina della scissione del mondo in oggetto e soggetto … essere-nel-mondo significa sempre essere nel mondo con i miei simili…anche le psicosi possono essere colte e studiate in base alla struttura dellessere-nel-mondo.

13 Quantunque ognuno venga al mondo in una situazione ben determinata che naturalmente lo condiziona, allessenza della vita umana appartiene langosciosa possibilità di dover liberamente progettare e costruire la propria vita, il proprio mondo, il proprio sé. Ciò significa che a ogni esistenza corrisponde un particolare progetto di mondo più o meno libero, più o meno autentico, più o meno libero.

14 Nella psichiatria fenomenologica luomo non è una cosa nel mondo secondo il modello delle scienze naturali ma quellessere originariamente intenzionato a un mondo che ciascuno struttura secondo sue modalità.

15 Sotto questo profilo diciamo che nelle malattie mentali, che restano malattie del cervello dal punto di vista medico- clinico, si rendono palesi particolari declinazioni della struttura fondamentale o modale dellessere- nel-mondo come trascendenza e delle sue articolazioni

16 Autenticità: un nuovo valore? Il progetto di mondo dello psicotico è nato e dominato dalla coartazione piuttosto che dalla libertà. Tale progetto è però comprensibile, ha una sua logica/struttura interna: un principio organizzatore, una norma (impronta) a cui tutto (affettività, pensiero,linguaggio) sottosta.

17 Eugène Minkowski Il ruolo fondamentale della temporalità vissuta (anziché il progetto di mondo, Binswanger) Il tempo vissuto, 1933

18 Nella malattia mentale ciò che si altera originariamente in senso patologico è il tempo della vita interiore (durata bergsoniana), il tempo vissuto. Prima di ricollocare i fatti psicologici nella logica temporale del tempo oggettivo, occorre lasciare che essi si manifestino come espressione di un modo abnorme di vivere il tempo

19 Come per Binswanger esistono vari modi di essere-nel-mondo, per Minkowski esistono vari modi di vivere la temporalità. Nel corso della sua analisi delle patologie mentali Minkowski individua delle figure temporali: fenomeni originari che non solo si svolgono nel tempo ma che contengono il tempo in se stessi. Nel corso della sua analisi delle patologie mentali Minkowski individua delle figure temporali: fenomeni originari che non solo si svolgono nel tempo ma che contengono il tempo in se stessi. ricordo desiderio speranza attesa preghiera

20 Evoluzione delle idee psicopatologiche due centri dinteresse: due centri dinteresse: isteria e demenza precoce isteria e demenza precoce (Charcot, Freud) (Morel, Kraepelin, Bleuler) Clinica neurologica/manicomi Nevrosi psiconevrosi/psicosi

21 Evoluzione delle idee psicopatologiche Avvento della psicopatologia affettiva a partire dallisteria (dallidea del disturbo (dallidea del disturbo al conflitto/complesso rimosso)

22 Evoluzione delle idee psicopatologiche Nel campo delle psicosi: ridimensionamento del concetto di demenza a partire dalla demenza precoce la schizofrenia (Bleuler) contatto affettivo (interazione tra persona e ambiente)

23 Evoluzione delle idee psicopatologiche Il rapporto con la realtà (in termini affettivi – vissuto - più che cognitivi) nei confronti della quale lindividuo viene globalmente a collocarsi diviene un criterio fondamentale per la valutazione del malato.

24 Anni Trenta Psicoanalisi Psicoanalisi Psichiatria fenomenologica Psichiatria fenomenologica Scoperta terapie somatiche (insulinoterapia, cardiazolteraia, elettroshock) Scoperta terapie somatiche (insulinoterapia, cardiazolteraia, elettroshock)

25 Anni Trenta Psicoanalisi Psicoanalisi Psichiatria fenomenologica Psichiatria fenomenologica Scoperta terapie somatiche (insulinoterapia, cardiazolteraia, elettroshock) Scoperta terapie somatiche (insulinoterapia, cardiazolteraia, elettroshock)


Scaricare ppt "Crisi del positivismo Bancarotta della scienza, 1895 Bancarotta della scienza, 1895 Rilancio del ruolo della filosofia (Bergson, Simmel, James,Weber, Labriola."

Presentazioni simili


Annunci Google