La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

AUTORI COLLETTIVI IN SBN Materiali del corso catalogazione di base SBN, aprile-maggio 2008 a cura del Servizio Polo TSA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "AUTORI COLLETTIVI IN SBN Materiali del corso catalogazione di base SBN, aprile-maggio 2008 a cura del Servizio Polo TSA."— Transcript della presentazione:

1 AUTORI COLLETTIVI IN SBN Materiali del corso catalogazione di base SBN, aprile-maggio 2008 a cura del Servizio Polo TSA

2 2 FONTI Regole italiane di catalogazione per autori. – Roma : Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche, 1982 Guida alla catalogazione in SBN. Pubblicazioni monografiche, pubblicazioni in serie / Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche. – 2. ed. – Roma : Iccu, 1995 Manuale di regole di catalogazione per SBN / di Giuliana Sapori

3 3 FONTI Si è inoltre tenuta presente nellimpostazione del corso, per quanto in attesa di definitiva approvazione da parte della Commissione RICA istitutita dallIccu, la stesura di Regole italiane di catalogazione (REICA) : bozza complessiva, febbraio b2008.pdf?l=it b2008.pdf?l=it

4 4 GENERALITA SUGLI ENTI Per ente collettivo si intende qualsiasi organizzazione, istituzione, impresa o gruppo di persone, anche a carattere temporaneo od occasionale, che abbia un nome con il quale sia formalmente identificato. Sono enti collettivi: associazioni, istituti, fondazioni, accademie, organizzazioni internazionali, autorità politico- territoriali e loro organi, chiese, ordini religiosi, partiti politici, scuole, archivi, musei, industrie, ditte commerciali, congressi, conferenze, riunioni, commissioni e comitati, esposizioni, spedizioni scientifiche, ecc.

5 5 FORMA DELLINTESTAZIONE INTESTAZIONE PER ENTI COLLETTIVI Lintestazione uniforme per un ente è quella costantemente o prevalentemente adottata nelle sue pubblicazioni in lingua originale. Da eventuali varianti si fanno intestazioni di rinvio Biblioteca apostolica Vaticana x Biblioteca Vaticana

6 6 FORMA DELLINTESTAZIONE Il nome scelto per lintestazione uniforme può essere rappresentato anche da una sigla, acronimo o da altra espressione abbreviata. La forma abbreviata del nome è preferita, anche nel caso in cui appaia abitualmente unita al nome completo dellente, se lente è sicuramente meglio conosciuto con la sigla. In casi dubbi, si preferisce la forma estesa *Censis x *Centro *studi *investimenti *sociali ENI x *Ente *nazionale *idrocarburi *Formez x *Centro di *formazione e *studi per il *Mezzogiorno *Società *italiana di *economia *demografia e statistica x *SIEDS

7 7 FORMA DELLINTESTAZIONE Se un ente, sia a carattere nazionale che internazionale, si presenta con più nomi ufficiali in lingue diverse, si sceglie la forma italiana del nome. Se questa non esiste, si adotta la forma nella lingua più appropriata, tenuto conto del carattere dellente e della forma più frequentemente usata nelle sue pubblicazioni.

8 8 FORMA DELLINTESTAZIONE *Nazioni *Unite –x*United *Nations –X*Nations *Unies –X*Organizzazione delle *Nazioni *Unite –X*ONU –X*UNO *Commissione delle *Comunità *europee –X*Commission of the *European *Communities –X *Commission des *communautés *européennes –X*Comunità *europee : *Commissione

9 9 FORMA DELLINTESTAZIONE Nel nome dellente si omettono articoli iniziali, elementi iniziali o finali indicanti personalità giuridica, iniziali di prenomi, titoli di studio, professionali ed onorifici, termini indicanti privilegio o appartenenza, a meno che non siano indispensabili. Es. * Ente *Fiuggi non*Ente *Fiuggi *Smiley *public *librarynon *A. *K. *Smiley *public library *Teatro alla *Scala non*Ente *autonomo *teatro alla *Scala MA *Reale *mutua di *assicurazioni La *nuova *Italia

10 10 FORMA DELLINTESTAZIONE SPECIFICA DUSO SBN: Se lente si presenta alternativamente nello stesso arco di tempo nelle sue pubblicazioni con nomi diversi, si opera una scelta: Tra la forma del nome con denominazione particolare, per es.lintitolazione e quella senza intitolazione, ma con lindicazione della sede dellente, si preferisce questultima. Dalla forma non scelta si farà rinvio: *Universitat –x *Whilelm *Pieck *Universitat *Biblioteca *nazionale *centrale –xBiblioteca *nazionale *centrale *Vittorio Emanuele 2.

11 11 FORMA DELLINTESTAZIONE Se il nome dellente comprende normalmente lindicazione del luogo in cui ha sede, o dellambito territoriale di riferimento, questa si registra come qualificazione Se lindicazione del luogo figura occasionalmente si omette Il luogo si riporta anche come qualificazione per disambiguare enti omonimi che abbiano sede in località diverse

12 12 FORMA DELLINTESTAZIONE *Archivio di *Stato *Università degli *Studi *Santuario della *Madonna del *conforto *Accademia dei *concordi *Gabinetto *letterario *scientifico *G. B. Viesseux –X*Gabinetto *letterario *scientifico *G. B. Viesseux

13 13 FORMA DELLINTESTAZIONE ENTI GERARCHICI(G) Quando il nome di un ente non è sufficientemente distintivo se non unito al nome di un altro ente al quale è legato da un rapporto di subordinazione, lintestazione è costituita dal nome dellente sovraordinato seguito da quello dellente subordinato

14 14 FORMA DELLINTESTAZIONE * Università degli *studi : *Facoltà di *ingegneria (G) *Italia : *Presidenza della *Repubblica (G) X*Presidenza della *Repubblica italiana *Chiesa*cattolica*: Pontificia*commissione biblica (G) x*Pontificia *commissione *biblica

15 15 FORMA DELLINTESTAZIONE Un ente viene registrato in forma GERARCHIZZATA quando la sua denominazione non è sufficiente da sola ad identificarlo con chiarezza, in quanto costituita da termini generici o ricorrenti o che per definizione implicano subordinazione (ad es. settore, sezione, dipartimento, divisione, ripartizione, commissione, servizio, ufficio, facoltà…).

16 16 FORMA DELLINTESTAZIONE ESEMPI: *Banca d*Italia : *Servizio *studi *Università degli studi : *Dipartimento di *sociologia *Italia *nostra : *Sezione di *Bolzano *Istituto *superiore di *sanità : *Biblioteca *Confindustria : *Direzione *rapporti economici

17 17 FORMA DELLINTESTAZIONE In una successione gerarchica si prendono in considerazione i soli elementi necessari a identificare lente subordinato. *Università degli *studi : *Istituto di *filologia classica –X*Università degli *studi : *Facoltà di *lettere : Istituto di filologia classica

18 18 FORMA DELLINTESTAZIONE Lintestazione per un ente subordinato ha come base il suo nome se questo è sufficiente a identificarlo con chiarezza anche quando non accompagnato dallente sovraordinato *Commissione *italiana per la *oceanografia –X*Consiglio *nazionale delle *ricerche : *Commissione *italiana per la oceanografia –*Servizio *geologico *nazionale –X*Italia :*Servizio *geologico nazionale

19 19 FORMA DELLINTESTAZIONE AUTORITÀ POLITICO-TERRITORIALI Gli stati e le altre autorità territoriali si registrano preferibilmente sotto il nome geografico generalmente usato per indicarli. Si preferisce la denominazione completa o tradizionale dello Stato se essa è la più idonea a identificarlo in maniera univoca e corretta Il nome del territorio è dato in italiano, se questa forma è comunemente usata, altrimenti nella lingua del paese. Dalla denominazione dellente e dal nome del territorio nella lingua del paese si fa rinvio, se opportuno. *Francia x *France *Parigi *Lombardo-Veneto *Due Sicilie

20 20 FORMA DELLINTESTAZIONE *Italia –x*Repubblica *italiana –x*Regno d*Italia *San Marino x*Repubblica di *San *Marino *Lombardo-*Veneto x*Regno *Lombardo-*Veneto

21 21 FORMA DELLINTESTAZIONE La denominazione tradizionale dellente territoriale è però da preferire al nome del territorio interessato se essa è lunica, o comunque la più idonea ad identificarlo. Regno dItalia Repubblica italiana Il termine geografico Italia, contenuto nel nome dei due enti, indica un territorio molto più ampio di quello degli enti stessi e quindi non sarebbe appropriato

22 22 FORMA DELLINTESTAZIONE Al nome del territorio o alla denominazione tradizionale dellente territoriale si aggiunge tra parentesi una qualificazione, possibilmente in italiano, solo quando occorra distinguere autorità territoriali diverse che portino lo stesso nome. La qualificazione non è aggiunta per le autorità territoriali comunemente identificate con il nome del territorio Friuli *Venezia *Giulia (=Regione autonoma Friuli Venezia Giulia) Nelle amministrazioni delle città, si qualifica la provincia ma non il comune Palermo (= Comune di Palermo) Palermo

23 23 FORMA DELLINTESTAZIONE ORGANI DI ENTI TERRITORIALI Si considerano organi di enti territoriali gli enti, organi o uffici tramite i quali uno stato o altro ente territoriale esercita funzioni legislative, amministrative, giudiziarie, militari o diplomatiche. Per questo tipo di enti lintestazione è costituita dal nome dellente territoriale a cui lorgano appartiene (nella lingua adottata per l intestazione uniforme, di solito litaliano) seguito dal nome dellorgano stesso (nella lingua del paese, se accertabile)

24 24 FORMA DELLINTESTAZIONE ORGANI DI ENTI TERRITORIALI NON si considerano organi di enti territoriali, ai fini catalografici, gli enti istituiti o controllati da un ente territoriale che esercitano funzioni educative, culturali, scientifiche, tecniche… Es. scuole, università, biblioteche, archivi, musei, teatri, ospedali, aziende pubbliche *Biblioteca *comunale ( non si tratta di organo amminstrativo del Comune di Palermo!)

25 25 FORMA DELLINTESTAZIONE Gli organi legislativi, amministrativi, giudiziari, militari e diplomatici si intestano al loro nome (nella lingua originale), preceduto dallintestazione della relativa autorità territoriale espressa in italiano *Belgio : *Ministère de l*agricolture *Italia : *Camera dei *deputati

26 26 FORMA DELLINTESTAZIONE Un organo di unautorità territoriale che sia subordinato ad altro organo legislativo, amministrativo, ecc. si scheda sotto il proprio nome direttamente preceduto dal nome della relativa autorità territoriale. Se tuttavia il nome dellorgano di per sé indica subordinazione o è insufficiente ad identificarlo, si inserisce nellintestazione anche il nome dellorgano intermedio da cui dipende.

27 27 FORMA DELLINTESTAZIONE *Italia : *Direzione *generale dellistruzione universitaria –X*Italia : *Ministero della *pubblica istruzione : Direzione generale dellistruzione universitaria –X*Ministero della *pubblica *istruzione : *Direzione *generale dellistruzione universitaria.. *Italia : *Corte costituzionale : Biblioteca X*Italia : *Biblioteca della *Corte costituzionale

28 28 FORMA DELLINTESTAZIONE –*Stati *Uniti d*America : *Bureau of the *census X*Stati *Uniti d*America : *Department of *commerce : Bureau of the census –*Italia : *Bersaglieri : Reggimento X*Italia : *Esercito : *Bersaglieri : *Reggimento X*Bersaglieri : *Reggimento X*Reggimento *bersaglieri X*Terzo *bersaglieri

29 29 FORMA DELLINTESTAZIONE I nomi di enti che comprendono uno o più nomi di persona si registrano in forma diretta, in genere accompagnati da sigle o espressioni che indichino la natura giuridica dellente * Arnoldo *Mondadori *editore –X*Mondadori *editore –XMondadori, Arnoldo *F.*A. *Brockhaus X*Brockhaus X* Brockhaus, F.A. *Santana

30 30 FORMA DELL'INTESTAZIONE INTESTAZIONE: FORMA ACCETTATA E FORMA VARIANTE Per le intestazioni di uno stesso autore (personale o collettivo) si adotta sempre la stessa forma del nome (intestazione uniforme) (Forma accettata = Codice di controllo A). Si fanno rinvii (Forma variante = Codice di controllo R, codice di collegamento = 2) da: Altri nomi o forme del nome che figurino nelle pubblicazioni Elementi di un nome diversi da quello in prima posizione Sigle e forme ridotte Forme che comprendono lindicazione del luogo in cui lente ha sede Variazioni grafiche minori

31 31 FORMA DELL'INTESTAZIONE INTESTAZIONE: FORMA ACCETTATA E FORMA VARIANTE Solo per gli enti che cambiano denominazione nel tempo, si dovrebbe effettuare un legame di tipo VEDI ANCHE (Codice di collegamento 1) fra due forme accettate, ma nellattuale versione di Indice NON è consentito. Si consiglia di usare le note all'intestazione per indicare gli estremi temporali delle diverse forme della denominazione dell'ente. Si possono sviluppare i rinvii reciproci tra le forme accettate degli enti che abbiano cambiato la denominazione nel tempo in modalità solo in polo

32 32 FORMA DELL'INTESTAZIONE TIPI DI NOMI DI AUTORI In SBN gli autori rispondono ai seguenti tipi di nomi: A. Nome personale in forma diretta il cui gruppo principale è costituito da un solo elemento. B. Nome personale in forma diretta il cui gruppo principale è costituito da più elementi. C. Nome personale in forma inversa il cui gruppo principale è costituito da un solo elemento. D. Nome personale in forma inversa il cui gruppo principale è costituito da più elementi. E. Nome di ente. G. Nome di ente subordinato. R. Nome di ente a carattere temporaneo.

33 33 FORMA DELL'INTESTAZIONE PUNTEGGIATURA DA UTILIZZARE NELLA TRASCRIZIONE DEI NOMI DEGLI ENTI * Asterisco negli enti Serve per escludere elementi iniziali di una stringa (articoli) da non considerare per lordinamento alfabetico (Non seguito da spazio, preceduto da spazio salvo nel caso che segua un articolo con apostrofo, o a inizio di rigo). Per gli enti di tipo E: davanti ad ogni parola significativa (fino a 4). Per il primo sottoente: davanti ad ogni parola significativa (fino a 2). Niente sul secondo sottoente. Per parole significative si intendono tutte le parole esclusi gli articoli, le congiunzioni e le preposizioni semplici e articolate. Sono incluse le iniziali puntate. Es.: La *nuova *Italia *bibliografica N.B. Vi sono località per le quali l'articolo iniziale fa parte della denominazione, e in questo caso l'asterisco precede l'articolo, es. *L'Aquila, *La_Spezia MA Il *Cairo

34 34 FORMA DELL'INTESTAZIONE PUNTEGGIATURA DA UTILIZZARE NELLA TRASCRIZIONE DEI NOMI DEGLI ENTI _ Trattino sottostante Si mette fra il prefisso e il nome vero e proprio nella prima parola del gruppo principale del nome degli autori collettivi quando il prefisso devessere considerato unito alla parola che segue: le parole risultano compattate, non vale un carattere. Es. *La_Spezia Due punti fra spazi Per introdurre ciascun autore collettivo gerarchicamente inferiore nella trascrizione del nome degli autori collettivi di tipo G Es.*Italia : *Corte *costituzionale : Biblioteca

35 35 FORMA DELL'INTESTAZIONE PUNTEGGIATURA DA UTILIZZARE NELLA TRASCRIZIONE DEI NOMI DEGLI ENTI < Parentesi uncinate per le qualificazioni La parentesi aperta è preceduta ma non seguita da spazio. Al termine si chiude con parentesi uncinata seguita ma non preceduta da spazio. Es. La_Spezia SOTTOINTESTAZIONI DI ENTI. Es. *Italia : *Bersaglieri : Reggimento ENTI GENERICI (anche se seguiti da sottointestazioni). Es. *Università degli *studi : *Clinica *chirurgica SOTTOINTESTAZIONI DI ENTI CON VARIETA' DI SEDI. Es.*Italia : *Ambasciata

36 36 FORMA DELL'INTESTAZIONE PUNTEGGIATURA DA UTILIZZARE NELLA TRASCRIZIONE DEI NOMI DEGLI ENTI Ordine delle qualificazioni per gli enti di tipo R: –numero dordine (in cifre arabe + punto) –specificazione cronologica –qualificazione geografica –Es.: *Congresso *storico *calabrese Attenzione: lordine delle qualificazioni per questo tipo di ente differisce da quello riportato nelle RICA

37 37 FORMA DELL'INTESTAZIONE PUNTEGGIATURA DA UTILIZZARE NELLA TRASCRIZIONE DEI NOMI DEGLI ENTI Enti E, R: nomi di enti il cui gruppo principale, ai fini dellordinamento, è costituito da uno o più elementi ed il cui gruppo secondario è costituito da una o più qualificazioni Enti G: enti il cui nome non è abbastanza distintivo se non unito al nome di altro ente a cui sia legato da un rapporto di subordinazione o di altro genere. Il gruppo principale è costituito dallente gerarchicamente superiore, i gruppi secondari dalleventuale qualificazione dellente superiore, nonché dal nome o dai nomi degli enti gerarchicamente inferiori e dalle eventuali relative qualificazioni.

38 38 FORMA DELL'INTESTAZIONE SEGNI DA USARE ; Punto e virgola fra spazi nelle intestazioni Preceduto e seguito da spazio. Si usa davanti a: QUALIFICAZIONI SUCCESSIVE ALLA PRIMA di persone o di enti all'interno delle parentesi uncinate. Es. - Trattino di unione non preceduto né seguito da spazio, viene utilizzato come è trovato nella trascrizione dei nomi degli autori e per separare specificazioni cronologiche Es. *Concilio *Vaticano

39 39 FORMA DELL'INTESTAZIONE SEGNI DA USARE In caso di presenza di caratteri non alfanumerici (simboli, segni matematici e simili) nel nome di un ente verra implementata una forma variante contenente lequivalente verbale nella lingua dellintestazione. Es. *Olivetti & *C. ENTE E IN FORMA ACCETTATA *Olivetti e *C. FORMA RINVIATA

40 40 FORMA DELL'INTESTAZIONE CARATTERI MAIUSCOLI E MINUSCOLI AUTORI COLLETTIVI Negli autori enti in genere è maiuscola l'iniziale della sola prima parola dell'ente, a meno che nell'ente: a) siano compresi nomi propri di persone o di luogo. Es.*Raccolta *amici di *Manzù b) vi siano parole di lingue che prescrivono la maiuscola in modo tassativo (ad es. i sostantivi in tedesco, in inglese e in latino gli aggettivi derivati da nomi propri). Es. *Internationale *Gesellschaft für *Urologie c) se è ricordato un altro ente in relazione all'intestazione, sarà maiuscola anche l'iniziale di tale ente. Es.*Mostra del *manoscritto e del *libro *antico della Biblioteca comunale di Ortona. Le sigle e gli acronimi scrivono come si presentano. Es *FIAT *RAI *Euratom *C.E.E.

41 41 FORMA DELL'INTESTAZIONE ENTI COLLETTIVI TIPO E Sono maiuscole le iniziali delle parole essenziali di stati. Es.*Stati *Uniti d'*America *Santa *Sede *Province *Unite Ma: *Stato *pontificio *Sacro *romano *impero E' maiuscola l'iniziale della parola Stato. Es. *Archivio di *Stato E' maiuscola l'iniziale del nome particolare delle biblioteche o dell'ente al quale sono annesse. Es. *Biblioteca *Vallicelliana

42 42 FORMA DELL'INTESTAZIONE ENTI COLLETTIVI TIPO G Oltre ai casi indicati sopra, è maiuscola l'iniziale della prima parola di ogni sottointestazione. Es.*Università degli *studi : *Facoltà di *ingegneria *Italia : *Bersaglieri : Reggimento ENTI COLLETTIVI TIPO R Oltre ai casi indicati sopra. Es. *Congresso *mondiale di *sociologia *Congrès *Benjamin *Constant *Concilio *vaticano è maiuscola l'iniziale della prima parola indicante l'argomento di un congresso il cui nome comincia con espressioni del tipo: "convegno su", "congresso sul tema" ecc, nelle varie lingue (v. par. ). Es. *Tavola *rotonda I *musei *ferroviari in Italia e in Europa

43 43 FORMA DELL'INTESTAZIONE Esempi di nomi di tipo E *Archivio di *Stato *Università degli *studi *Fiat Il *Cairo *LAquila

44 44 FORMA DELL'INTESTAZIONE Esempi di nomi di tipo R *Congresso *storico *calabrese *Esposizione *internazionale della *medaglia *contemporanea *Concilio *Vaticano

45 45 FORMA DELL'INTESTAZIONE Esempi di nomi di tipo G *Francia : *Consulat *Università degli *studi : *Facoltà di *lettere *Italia : *Corte *Costituzionale : Biblioteca *Sardegna : *Assessorato *agricoltura e foreste

46 46 CHIAVE CAUTUN AUTORI COLLETTIVI Calcolata automaticamente dal sistema, costituita in base allalgoritmo I primi due caratteri della prima parola significativa, preceduta da asterisco Il primo carattere delle quattro parole successive, che precedano la punteggiatura di qualificazione < oppure quella di introduzione del primo ente gerarchicamente inferiore :

47 47 Stringa di ordinamento autori collettivi Codice tipo nome Chiave Auteur EL1EL2EL3EL4EL5 E1.parola significativa dellente 2.parola significativa 3. parola significativa 4. parola significativa 1.qualificazione2.qualificazione R1.parola significativa dellente temporaneo 2.parola significativa 3. parola significativa 4. parola significativa 1.qualificazione2.qualificazione G1. parola significativa del 1. ente della sequenza gerarchica 2. parola significativa 3. parola significativa 4. parola significativa Qualificazione del primo ente 1. e 2. parola significativa del 1.ente gerarchicamente Inferiore (3 + 3 caratteri)

48 48 Stringa di ordinamento autori collettivi Autori E *Università degli *Studi Chiave CAUTUN: UNDS ( ) Stringa di ordinamento: AUTEUR EL1 EL2 EL3 EL4 EL5 UNIVERSITA STUDI GENOVA

49 49 Stringa di ordinamento autori collettivi Autori R *Convegno di *studi sul *folklore *padano Chiave CAUTUN: CODSSF ( ) Stringa di ordinamento: AUTEUR EL1 EL2 EL3 EL4 EL5 CONVEGNO STUDI FOLKLO PADANO 1962 MODENA

50 50 Stringa di ordinamento autori collettivi Autori G *Università degli *studi : *Facoltà di *lettere Chiave CAUTUN: UNDS ( ) Stringa di ordinamento: AUTEUR EL1 EL2 EL3 EL4 EL5 UNIVERSITA STUDI ROMA FACLET

51 51 Stringa di ordinamento autori collettivi Autori G *Roma : *Assessorato per i *beni culturali : Ufficio studi Chiave CAUTUN: RO ( ) Stringa di ordinamento: AUTEUR EL1 EL2 EL3 EL4 EL5 ROMA PROVIN ASSBEN

52 52 Stringa raffinamento autori G (diversa da quella di ordinamento!) EL1EL2EL3EL4EL5 6 caratteri caratteri Qualificazione del 1. ente della gerarchia Chiave CAUTUN del 1. ente gerar- chicamente Inferiore Qualificazione del 1. ente ge- rarchicamente inferiore Chiave CAUTUN del 2. ente gerar- chicamente inferiore Chiave CAUTUN del 3. ente gerar- chicamente inferiore

53 53 Stringa di raffinamento degli autori collettivi di tipo G Autori G (=ENTI GERARCHICI) *Stati *Uniti d*America : *Embassy Chiave CAUTUN: STUDA ( ) Stringa di raffinamento (diversa da quella di ordinamento!) EL1 EL2 EL3 EL4 EL5 EM BERLIN

54 54 Stringa di raffinamento degli autori collettivi di tipo G Autori G (=ENTI GERARCHICI) *Italia : *Stato *maggiore dellesercito : Ufficio storico : Biblioteca Chiave CAUTUN: IT ( ) Stringa di raffinamento (diversa da quella di ordinamento!) EL1 EL2 EL3 EL4 EL5 STMDE UFS BI

55 55 Stringa di raffinamento degli autori collettivi di tipo G Autori G (=ENTI GERARCHICI) *Roma : *Assessorato per i *beni culturali : Ufficio studi Chiave CAUTUN: RO ( ) Stringa di raffinamento (diversa da quella di ordinamento!) EL1 EL2 EL3 EL4 EL5 PROVIN ASPIBC UFS

56 56 FONTI PER IL CONTROLLO AUTORI IN RETE CATALOGHI BIBLIOTECHE NAZIONALI Catalogo Bib. nazionale Firenze Catalogo Library of Congress Catalogo Lobrary of Congress Authority file Catalogo Britsh Library Bibliografia nazionale francese Biblioteche nazionali tedesche (Leipzig + Frankfurt) Catalogo collettivo biblioteche austriache Catalogo Bibl. nazionale spagnola Cobiss interfaccia inglese (Catalogo Bib. nazionale slovena) Catalogo Bib. nazionale croata Catalogo Bib. nazionale serba Catalogo Biblioteca Nazionale olandese

57 57 STRUMENTI DI CONTROLLO PER AUTORI COLLETTIVI ITALIANI RETROSPETTIVI: *Guida delle regioni d'Italia : annuario di informazioni politiche amministrative economiche culturali turistiche / Roma : Societa italiana per lo studio dei problemi regionali, °1971!-. - v. ; 28 cm. ((Annuale. - E' costituita da due parti: 1. La nazione, Le regioni. - Cessa nel 1998? *Guida Monaci. - Roma : [s. n.]. - v. ; 18 cm. ((Annuale. - Il sottotit. varia cm. - Contenuto: , [1] Indice alfabetico dei nomi, [2] Indice delle categorie e località; 1983, [1] Categorico, [2] Indici per voci categoriche e località, [3] Indici chi sono nelle attività Pubblicata dal 2005 insieme con: La *guida Monaci del sistema Italia / Roma : Guida Monaci, stampa CD-ROM ; 12 cm. ((Annuale. - Requisiti di sistema: PC Pentium 2 64 MB RAM, Pentium MB RAM, Pentium MB RAM; Win 98SE/NT4(SP3)/200(SP4)/XP(SP1); internet explorer 6 o superiore; lettore 16x; scheda video SVGA 800x600 a colori. - Tit. dell'etichetta. - Pubbl. con l'edizione cartacea La *guida Monaci del sistema Italia / Roma : Guida Monaci, [2005]-. - v. : ill. ; 30 cm. ((Annuale. - Contenuto: Macrosettore 1, A-C; 2, E-T Banca dati ad accesso on-line ad abbonamento:

58 58 STRUMENTI DI CONTROLLO PER AUTORI COLLETTIVI Per istituzioni culturali internazionali: The *world of learning London : Europa, v. ; 29 cm. ((Annuale. Dal 2006 continua con: The *Europa world of learning London ; New York : Routledge, v. ; 29 cm. ((Annuale. - 1: International organizations. Afghanistan-Myanmar; 2: Namibia-Zimbabwe, Index

59 59 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI OPERE DI CARATTERE AMMINISTRATIVO, NORMATIVO O DOCUMENTARIO E INTELLETTUALE Gli enti collettivi si considerano autori con responsabilità principale (1) di quelle opere di carattere amministrativo, normativo, documentario o intellettuale che per la loro natura siano necessariamente espressione della loro attività. Sono opere del genere predetto anche quelle relative alle loro risorse (es. cataloghi di volumi).

60 60 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI Atti e documenti di carattere normativo o amministrativo attraverso cui gli enti regolano, esplicano o registrano la propria attività. Statuti Regolamenti Leggi e decreti Ordinanze Circolari Deliberazioni, sentenze, atti giudiziari Verbali, bilanci, rendiconti

61 61 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI *Italia (E) [Codice di resp. 1] *Costituzione della Repubblica italiana ed. del ventennale della Repubblica. - [S.l. : s.n.], stampa 1967 (Roma : Visigalli-Pasetti) p. ; 19 cm. [Pubblicazione che contiene la costituzione di un'autorità politico-territoriale] *Roma (E) [Codice di resp. 1] *Raccolta dei regolamenti comunali. - Roma : Litostampa Nomentana, p. ; 21 cm. *ENI (E) [Codice di resp. 1] *Leggi istitutiva e statuto / Ente nazionale idrocarburi. - Roma : ENI, 1970,. 67 p. ; 22 cm.

62 62 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI Pubblicazioni in cui gli enti riferiscono sulla propria organizzazione, compiti, programmi, attività. *Comitato *regionale per la *programmazione *economica dell'Umbria (E) [Codice di resp. 1] L'*insediamento e l'avvio dell'attività del Comitato regionale per la programmazione economica dell'Umbria / Comitato regionale per la programmazione economica dell'Umbria. - Roma : Istituto poligrafico dello Stato, p. ; 24 cm. [La pubblicazione contiene atti e documenti ufficiali]

63 63 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI Cataloghi di fondi o raccolte degli enti *Discoteca di *Stato (E) [Codice di resp. 1] *Archivio etnico linguistico-musicale : catalogo 1970 / Discoteca di Stato ed. - [Roma] : Presidenza del Consiglio dei ministri, Servizi informazioni e proprietà letteraria artistica e scientifica, [1970?] p. ; 22 cm. ((In cop.: Catalogo delle registrazioni. [Catalogo di una raccolta dell'ente]

64 64 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI Opere di carattere documentario o informativo diffuse dallente riguardo alla propria attività, quali: Liste di prodotti e servizi connessi con lattività dellente Indirizzari, elenchi di membri o soci Cataloghi di prodotti, servizi, pubblicazioni Opuscoli e guide informative

65 65 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI *Unione *tipografico *editrice *torinese (E) [Codice di resp. 1] Un *secolo di vita della Unione tipografico- editrice torinese : Torino : UTET, XXXIX, 686 p., [1] c. di tav. : ritr. ; 24 cm. [Catalogo delle pubblicazioni della casa editrice, preceduto da una breve introduzione storica]

66 66 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI Programmi, dichiarazioni, rapporti e relazioni nelle quali sia espressa la posizione ufficiale dellente riguardo a determinati argomenti NB: Non si assegna lintestazione principale allente se questo declina esplicitamente la responsabilità per il contenuto dellopera o se questa appare incerta

67 67 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI *Comitato di *liberazione *nazionale per la *Liguria (E) [Codice di resp. 1] *Documenti del C.L.N. per la Liguria ed. / a cura dell'Istituto storico della resistenza in Liguria. - Roma : [s.n.], 1968 (Roma : Società grafica romana) p. : ill. ; 25 cm. i.s.: *Istituto *storico della *resistenza in *Liguria (E) [Codice di resp. 3] [La pubblicazione contiene le deliberazioni e gli atti di propaganda del Comitato di liberazione nazionale per la Liguria, preceduti da alcune relazioni sulla storia dell'attività del Comitato]

68 68 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI Studi, ricerche, statistiche ed altre produzioni intellettuali che, pur non avendo carattere strettamento ufficiale o documentario, siano il risultato del lavoro collettivo dellente, o di cui lente abbia assunto formalmente la responsabilità *Centro *studi *marxisti (E) [Codice di resp. 1] *Leninismo e rivoluzione socialista / Centro studi marxisti. - Bari : De Donato, c p. ; 21 cm. (*Ideologia e società) [Legame M1C] [La ricerca è il risultato del lavoro collettivo dell'ente, il cui nome figura in formale evidenza sul frontespizio]

69 69 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI Rapporti e lavori di comitati, commissioni e gruppi di studio. *Comitato di *studio dei *problemi della *scuola e dell'università italiana (E) [Codice di resp. 1] I *laureati in Italia / Comitato di studio dei problemi della scuola e dell'università italiana. - Bologna : Il mulino, c p. ; 21 cm. (*Problemi della società italiana ; 28) [Legame M1C] [L'opera è il risultato dei lavori di un ente, il cui nome figura in formale evidenza sul frontespizio]

70 70 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI REDATTORE DI OPERA DI ENTE COLLETTIVO Se un'opera, che ha come autore un ente collettivo, risulta sottoscritta o emanata in suo nome da una persona che rappresenta lente (presidente,governatore,direttore,segreta rio,amministratore,relatore, responsabile,ecc.), questa è considerata autore subordinato (con codice di responsabilità 3)

71 71 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI *Italia : *Corte di *cassazione (G) [Codice di resp. 1] *Discorso per l'inaugurazione dell'anno giudiziario 1968 / pronunciato il 9 gennaio 1968 nell'Assemblea generale della Corte suprema di cassazione [da] Nicola Reale. - Roma : Arte della stampa, [1968?] p. ; 24 cm. i.s.: Reale, Nicola (C) [Codice di resp. 3] RINVIO "VEDI" fra: *Italia : *Corte di *cassazione (G) e *Corte di *cassazione (E); *Corte *suprema di *cassazione (E); *Italia : *Corte *suprema di cassazione (G) [Opera di un ente collettivo, organo di un'autorità politico- territoriale, che risulta prodotta in suo nome da una persona]

72 72 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI *Committee of*inquiry into the *teaching of *mathematics in *schools (E)[Codice di resp. 1] *Mathematics counts : report of the Committe of inquiry into the teaching of mathematics in schools under the chairmanship of W. H. Cockcroft i.s.:Cockcroft, W. H. (C) [Codice di resp. 3]

73 73 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI OPERE CHE NON HANNO COME INTESTAZIONE PRINCIPALE ENTI COLLETTIVI ENTI COLLETTIVI NON DIRETTAMENTE RESPONSABILI, O NON IN EVIDENZA Se non si tratta di opera che per sua natura sia necessariamente espressione dell'attività di un ente, o di opera di carattere intellettuale che si presenti espressamente e formalmente come manifestazione del suo pensiero collettivo o risultato della sua attività, o comunque se la paternità dell'ente non appare sicura, l'opera ha come intestazione principale l'autore personale o il titolo secondo le norme generali. Se l'ente figura sul frontespizio, il suo nome sarà collegato con il titolo con il codice di responsabilità 3. A seconda del tipo di responsabilità, lente figurerà in area 1 o nel campo delle note (responsabilità 3)

74 74 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI ESEMPI Vanini, Federico (C) [codice di resp. 1] L'*interconnessione dell'energia elettrica / Federico Vanini. - Roma : CNEN, c [10], 171 p., 10 c. di tav. : ill. in parte color. ; 22 cm. ((In testa al front.: Comitato nazionale energia nucleare. (*Serie studi economici) [Legame M1C] i.s.: *CNEN (E) [Codice di resp. 3] RINVIO "VEDI" fra: *CNEN (E) e *Comitato *nazionale *energia Lente ha promosso, curato e patrocinato lopera, ma senza assumersene piena responsabilità

75 75 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI Estensori, redattori e curatori Alle persone che hanno steso, redatto o curato unopera che ha lintestazione principale a un ente si assegna unintestazione secondaria se sono indicati nelle fonti (obbligatoria fino a tre)

76 76 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI ESEMPI *Biblioteca *Medicea *Laurenziana (E) [codice di resp. 1] Le *cinquecentine della Biblioteca Medicea laurenziana di Firenze / a cura di Sara Centi. – Roma : Istituto poligrafico e Zecca dello Stato, 2002 i.s.: Senti, Sara (C) [Codice di resp. 3]

77 77 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI CONGRESSI, CONFERENZE, RIUNIONI Congressi, conferenze, riunioni ecc. sono enti a carattere temporaneo e come tali si considerano autori delle loro pubblicazioni, per le quali valgono le stesse norme di catalogazione degli enti in genere. Ma poiché tali pubblicazioni hanno una grande varietà di presentazione, è opportuno riassumere i criteri per la scelta dellintestazione secondo la casistica più frequente.

78 78 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI ENTI TEMPORANEI (codice R) Ai fini catalografici, si intende un congresso, unesposizione o una manifestazione che si svolga in un periodo di tempo definito, e che si presenti con un nome formale che lo identifichi nelle publicazioni relative (atti e relazioni per i congressi, cataloghi per le esposizioni)

79 79 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI Requisiti di un nome che identifica un ente temporaneo: 1)Deve essere un sostantivo che indica il tipo di evento + termini che fanno riferimento al tema trattato 2) Fra le due componenti deve sussistere un legame grammaticale Es –Convegno di studi sugli archivi futuristi –Convegno internazionale su: Problemi e prospettive della nutrizione enterale –Congresso internazionale dellanimazione: Turismo società cultura

80 80 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI Requisiti di un nome che identifica un ente temporaneo (…) 3) Eventuale numero ordinale 4) Eventuale indicazione cronologica 5) Eventuale indicazione di luogo Es. *Mostra *internazionale d*arte *cinematografica <60. ; 2003 ; Venezia)

81 81 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI CONGRESSI CON NOME FORMALE (ENTI A CARATTERE TEMPORANEO) Gli atti di congressi, conferenze e riunioni hanno come intestazione principale il nome formale con il quale tali enti sono identificati. Perché si possa utilizzare tale intestazione, occorre che il congresso si presenti sul frontespizio con il nome ufficiale contenente sia lindicazione delloggetto del congresso, sia una parola che esprima il concetto di congresso ed eventualmente luogo e data. Se la pubblicazione contiene due o tre congressi, lintestazione ufficiale del secondo e del terzo, sarà collegata con il titolo con codice di responsabilità 2.

82 82 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI CONGRESSI, CONFERENZE, RIUNIONI Congressi tenuti in più sedi: se le sedi sono due, i luoghi si scrivono entrambi separati da virgola; se sono più di tre, si scrive il primo seguito da virgola e da etc. Se un congresso ha come oggetto una persona, il suo nome è utilizzato come accesso secondario (legame autore, Codice di responsabilità 3) solo se vi è loccasione di una celebrazione. Riguardo al contenuto, un congresso si identifica come tale anche se contiene le sole relazioni (non una scelta), purché pubblicate ufficialmente, cioè a cura di chi ha promosso il congresso, anche se mancano i saluti, le conclusioni, le comunicazioni, le discussioni. Si intesta alla voce congresso anche il solo opuscolo che rechi il programma del congresso stesso.

83 83 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI ESEMPI: *Congresso *europeo di *cardiologia (R) [Codice di resp. 1] *3. Congresso europeo di cardiologia : Palazzo dei congressi, E.U.R., Roma settembre [S.l. : s.n., 1960?] (Roma : A. Staderini) p. : ill., 2 c. ripieg. ; 21 cm. ((Testi in francese, inglese, italiano, tedesco. i.s.: *Terzo Congresso europeo di cardiologia... [Legame M8D per il titolo che inizia con il numero in forma sciolta] RINVIO "VEDI" fra: *Congresso *europeo di *cardiologia (R) e *Congrès *européen de *cardiologie (R); *European *congress of *cardiology (R), *Europäischer *Kardiologenkongress (R)

84 84 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI CONGRESSI SENZA NOME FORMALE SUL FRONTESPIZIO Se il nome del congresso manca o se non figura sul frontespizio (ad es. è sul controfrontespizio o sul retro del frontespizio), lintestazione principale è il titolo. Se il nome ufficiale del congresso compare nella pubblicazione, può essere oggetto di un accesso secondario (legame autore, Codice di responsabilità 3) Se manca il nome formale ma la pubblicazione ha un titolo proprio preceduto con minor rilievo tipografico dalle parole congresso, convegno internazionale ecc., tali espressioni, se non collegate grammaticalmente con il titolo proprio, vengono trattate come primo complemento del titolo ricorrendo al riordinamento degli elementi.

85 85 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI ESEMPI: *Spettroscopia molecolare : convegno tenuto a Roma, gennaio 1967 / [a cura del] Consiglio nazionale delle ricerche e Fondazione "F. Giordani". - Roma : CNR, p. ; 26 cm. (*Corsi e seminari di chimica ; 14) [Legame M1C] i.s.: 1) *Consiglio *nazionale delle *ricerche (E); 2) *Fondazione *F. *Giordani (E) [Codice di resp. 3] [Il nome formale manca]

86 86 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI CONGRESSO SU... CONVEGNO SUL TEMA... SONO NOMI FORMALI (ENTI A CARATTERE TEMPORANEO) Congressi che si presentino sul frontespizio con un titolo preceduto da "Congresso su" "Tavola rotonda" "Convegno sul tema...", ecc. nelle varie lingue, hanno come intestazione ufficiale il nome del congresso, togliendo le eventuali virgolette ed ogni punteggiatura, purché ciò non implichi il riordinamento degli elementi. Nella descrizione si mantengono invece le eventuali virgolette o i due punti grammaticali (seguiti da spazio, trattandosi di punteggiatura non convenzionale). Sia nellintestazione che nella descrizione è maiuscola liniziale del nome effettivo del congresso, anche se si tratta di un articolo. Un accesso sarà creato a partire dalla parte essenziale del titolo (legame con il titolo di natura D, Codice 8).

87 87 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI ESEMPI: *Convegno *nazionale sul *tema *Esperienze e proposte di educazione pediatrica: un contributo per lattuazione della riforma sanitaria (R) [Codice di resp. 1] *Atti del Convegno nazionale sul tema: Esperienze e proposte di educazione pediatrica: un contributo per lattuazione della riforma sanitaria : Torino, 25 febbraio Roma : Il pensiero scientifico, p. ; 24 cm. i.s.: *Esperienze e proposte di educazione pediatrica [Legame M8D per il titolo significativo] N.B.: Viene costruito lente temporaneo con resp.1 anche se lespressione che indica il tema del congresso ha particolare risalto grafico N.B.: Una frase del tipo: "Atti del congresso tenuto a... sul tema..." non viene considerata nome formale del congresso.

88 88 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI CONGRESSI ORGANIZZATI DA ENTI Congressi, conferenze e riunioni tenuti periodicamente o comunque organizzati o promossi da un ente a carattere permanente, se hanno anche un nome formale del congresso, hanno come intestazione principale tale nome (enti a carattere temporaneo). Il nome dellente viene collegato al titolo con il codice di responsabilità 3

89 89 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI ESEMPI: *Conferenza *agraria *nazionale (R) [Codice di resp. 1] *2. Conferenza agraria nazionale : Bari, marzo [S.1. : s.n., 1970?] (Roma : Iter) p. ; 30 cm. ((In testa al front.: Partito comunista italiano. i. s.: *Partito *comunista *italiano (E) [Codice di resp. 3] i. s.: *Seconda conferenza agraria nazionale... [Legame M8D per il titolo che inizia con il numero in forma sciolta] RINVIO "VEDI" fra: *Partito *comunista *italiano ( E ) e *P.C.I. ( E ) [La conferenza ha un nome formale con il quale è identificata sul frontespizio]

90 90 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI Quando il congresso è indicato con unespressione generica, e il nome del congresso non è identificante se non in unione con quello dellente a carattere permanente, il NOME DELLENTE è considerato intestazione principale (Codice di responsabilità 1). *Association *Guillaume *Budé (E) [Codice di resp. 1] *Congrès de Lion : actes du congrès [8-13 septembre 1958]. - Paris : Les belles lettres, p. ; 21 cm. ((In testa al front.: Association Guillaume Budé. [Il nome del congresso è identificante solo in unione con quello dellente che lo ha tenuto]

91 91 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI RAPPORTO GENERICO TRA ENTI E CONGRESSI Quando il rapporto fra lente a carattere permanente e il congresso è espresso più genericamente e vi è quindi incertezza nella scelta dellintestazione principale tra il nome dellente e il titolo, si darà la preferenza allente se il congresso fa parte di una serie numerata e lindicazione si trova sul frontespizio; al titolo nel caso contrario.

92 92 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI ESEMPI: Unione *giuristi *cattolici *italiani (E) [codice di resp. 1] *Indissolubilità del matrimonio e referendum popolare : (dichiarazione e relazioni del 20. convegno nazionale di studio) / Unione giuristi cattolici italiani. - Roma : Giuffrè, p. ; 24 cm. (*Quaderni di Iustitia ; 21) [Legame M1C] [Il nome dellente e lindicazione del congresso non sono uniti in una espressione formale; la presenza del numero dordine fa preferire nella scelta dellintestazione il nome dellente]

93 93 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI PUBBLICAZIONI CHE NON SONO ATTI UFFICIALI DI CONGRESSI Pubblicazioni che non siano atti ufficiali di un congresso, ma che ne ripropongano gli stessi contributi, hanno come intestazione principale il titolo. Se il congresso si presenta con una denominazione ufficiale (enti a carattere temporaneo), può essere creato un accesso con codice di responsabilità 3. PUBBLICAZIONI CHE SONO CONTRIBUTI PARZIALI DI CONGRESSI Pubblicazioni che rappresentino contributi parziali di un congresso non hanno come intestazione principale il nome ufficiale del congresso, né un accesso secondario da tale nome.

94 94 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI MOSTRE ED ESPOSIZIONI Mostre, esposizioni, ecc. sono enti a carattere temporaneo. Come per i congressi è opportuno raggruppare le norme per la scelta dell'intestazione secondo la casistica più frequente. Mostre tenute in più luoghi: se i luoghi sono due, si scrivono entrambi separati da una virgola; se sono più di due, si scrive il primo seguito da una virgola e da etc.

95 95 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI MOSTRE CON NOME FORMALE (ENTI A CARATTERE TEMPORANEO) I cataloghi e le pubblicazioni in genere di esposizioni, mostre, ecc. hanno come intestazione principale il nome formale con il quale tali enti sono identificati sul frontespizio. *Esposizione *internazionale della *medaglia *contemporanea (R) [Codice di resp. 1] *Esposizione internazionale della medaglia contemporanea : 18 settembre-8 ottobre 1961, Palazzo Braschi, Roma. - [S.l. : s.n., 1961?] (Roma : Tip. della Pace) p., 74 c. di tav. : ill. ; 21 cm. [L'esposizione ha un nome formale]

96 96 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI MOSTRE SENZA NOME FORMALE Se il nome formale manca, la pubblicazione ha come intestazione principale il titolo. Si intende che manchi il nome formale anche quando al titolo vero e proprio segue un'espressione che può avere le apparenze di un nome formale, ma in realtà è solo una ulteriore informazione sul titolo da far precedere dal segno dei due punti nella descrizione. In caso di incertezza si darà la preferenza all'intestazione-titolo. Al nome della mostra (enti a carattere temporaneo), se figura in posizione di nota sul frontespizio, oppure nelle pagine complementari, si crea un accesso secondario (Codice di responsabilità 3).

97 97 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI ESEMPI: *Due secoli di pittura murale a Prato : mostra di affreschi, sinopie e graffiti dei secoli 14. e 15. : Prato, Palazzo pretorio, settembre-novembre 1969 / [catalogo a cura di Giuseppe Marchini]. - Prato : Azienda autonoma di turismo di Prato, stampa p. : ill. ; 24 cm. i.s.: Marchini, Giuseppe (C) [Codice di resp. 3] [Il nome della mostra, che ha la funzione di spiegare il titolo, non può essere considerato formale]

98 98 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI MOSTRE ALLESTITE DA ENTI Mostre allestite da un ente nel suo ambito e con proprio materiale (biblioteca, istituto, galleria, museo, ecc.) che però abbiano un nome formale di esposizione sul frontespizio (enti a carattere temporaneo), hanno come intestazione principale questo nome (Codice di responsabilità 1), con accesso secondario dall'ente (Codice di responsabilità 3). Esposizioni senza nomi formali hanno come intestazioni principali i nomi degli enti (Codice di responsabilità 1) se lesposizione è espressamente dedicata a presentare le raccolte dellente. Se l'ente è solo curatore di una mostra e manca il nome formale dell'esposizione, l'intestazione principale è il titolo, con eventuale accesso secondario per l'ente che risulti realmente curatore dell'allestimento (Codice di responsabilità 3).

99 99 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI ESEMPI: *Incunaboli italiani : mostra allestita in occasione della 30. sessione del Consiglio della FIAB/IFLA : Roma, settembre 1964 / [a cura di Alberto Tinto]. - Roma : De Luca, p. ; 20 cm. ((In testa al front.: Biblioteca Vallicelliana. i.s.: 1) Tinto, Alberto (C); 2) *Biblioteca *Vallicelliana (E) [Codice di resp. 3] [Mostra allestita con materiale di varia provenienza presso la Biblioteca Vallicelliana]

100 100 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI MOSTRE DEDICATE AD UN SINGOLO ARTISTA Esposizioni dedicate ad un singolo artista NON hanno come intestazione principale il suo nome, a cui viene intestato comunque un accesso secondario (legame autore, Codice di responsabilità 3). *Mostra *antologica dell'*opera di *Renato Guttuso (R) [Codice di resp. 1] *Catalogo della Mostra antologica dell'opera di Renato Guttuso realizzata dalla Assemblea regionale siciliana : Palermo, Palazzo dei Normanni 13 febbraio-14 marzo 1971 / testi di Leonardo Sciascia, Franco Russoli, Franco Grasso. - Palermo : Industrie riunite editoriali siciliane, , [8] p. : ill. ; 24 cm. i.s.: 1) Guttuso, Renato (C); 2) Sciascia, Leonardo (C); 3) Russoli, Franco (C); 4) Grasso, Franco (C) [Codice di resp. 3] [La mostra ha un nome formale]

101 101 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORI COLLETTIVI MOSTRE: MAI INTESTATE ALL'AUTORE DEL CATALOGO L'autore del catalogo, anche se presentato sul frontespizio con particolare rilievo, costituisce accesso secondario (Codice di responsabilità 3) "*Mostra di *Nicolò *dell'*Abate (R) [Codice di resp. 1] *Mostra di Nicolò dell'Abate : Bologna, Palazzo dell'Archiginnasio, l settembre-20 ottobre 1969 / catalogo critico a cura di Sylvie M. Béguin. - Bologna : Alfa, stampa p., 56 c. di tav. : ill. ; 21 cm. ((In testa al front.: Associazione per le arti Francesco Francia. i.s.: 1) Dell'Abate, Nicolò (C); 2) Béguin, Sylvie M. (C); 3) *Associazione per le *arti *Francesco *Francia (E) [Codice di resp. 3]

102 102 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI COSTITUZIONI, CODICI, LEGGI, ATTI DI GOVERNO, ECC. LEGGI E REGOLAMENTI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI Le costituzioni, i codici, le leggi, gli atti dei governi, i decreti, le ordinanze, i regolamenti, ecc. hanno come intestazione principale il nome del relativo Stato o altra autorità politica o territoriale. *Italia (E) [Codice di resp. 1] *Costituzione della Repubblica italiana ed. del ventennale della Repubblica. - [S.l. : s.n.], stampa 1967 (Roma : Visigalli-Pasetti) p. ; l9 cm.

103 103 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI AUTORITA' POLITICO-TERRITORIALI: LEGGI E REGOLAMENTI DI UNA AUTORITA' PER UN'ALTRA Una costituzione,uno statuto o altro regolamento hanno come intestazione principale il nome dellente a cui si riferiscono, anche se sono emanati o approvati da unente diverso o da unautorità superiore, tranne che non sia scopo evidente della pubblicazione presentare gli atti dell'autorità che ha emanato il documento. Si crea un accesso secondario per l'autorità che non è stata scelta come intestazione principale.

104 104 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI ESEMPI: *Canada (E) [Codice di resp. 1] La *Costituzione canadese / a cura di Paolo Ruggeri Laderchi. - Firenze : Sansoni, stampa p. ; 17 cm. ((Contiene gli atti legislativi del governo britannico con i quali si fonda la costituzione canadese. (*Testi e documenti costituzionali ; 39) [Legame M1C] i.s.: 1) *Gran *Bretagna (E); 2) Ruggeri Laderchi, Paolo (D) [Codice di resp. 3] [La costituzione è emanata da uno stato, la Gran Bretagna, diverso da quello a cui si riferisce]

105 105 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI AUTORITA' POLITICO-TERRITORIALI: LEGGI E REGOLAMENTI DI UNA AUTORITA' PER PIU' DI UNALTRA Un documento legislativo che regola più autorità territoriali ha come intestazione principale l'autorità che lo ha emanato, con accesso secondario per l'autorità nominata per prima (Codice di responsabilità 3), se diversa da essa.

106 106 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI ESEMPI. Italia (E) [Codice di resp. 1] *Ordinamento doganale della Tripolitania e della Cirenaica / [a cura del] Ministero delle colonie. - Roma : G. Bertero, p. ; 27 cm. i.s.: 1) *Tripolitania (E); 2) *Cirenaica (E); 3) *Italia : *Ministero delle *colonie (G) [Codice di resp. 3] RINVIO "VEDI" fra: *Italia : *Ministero delle *colonie (G) e *Ministero delle *colonie (E) [Legge dello Stato italiano approvata con R.D. 18 marzo 1915, n. 402, che si attua in due territori]

107 107 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI AUTORITA' POLITICO-TERRITORIALI: RACCOLTE DI LEGGI E REGOLAMENTI DI UNA AUTORITA' PER PIU' DI UNA Raccolte di documenti legislativi riferentisi a più autorità territoriali, ma emanati da un'unica autorità hanno come intestazione principale il nome di questa autorità. *Italia (E) [Codice di resp. 1] *Statuti regionali: Piemonte, Lombardia, Veneto, Liguria, Emilia- Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Molise, Campania, Puglie, Basilicata, pubblicati nella Gazzetta ufficiale n. 148 del 14 giugno 1971, suppl. ord. - Roma : Stamperia nazionale, p. ; 21 cm. (*Collezione legislativa ; 116) [Legame M1C]

108 108 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI AUTORITA' POLITICO-TERRITORIALI: DOCUMENTI LEGISLATIVI DI UNA AUTORITA' LOCALE (regione, provincia, comune, ecc.) accompagnati da leggi dello Stato o di altra autorità superiore hanno come intestazione principale il nome dell'autorità locale, con accesso secondario (Codice di responsabilità 3) per l'autorità superiore. *Sicilia (E) [Codice di resp. 1] *Codice delle leggi della Regione siciliana : giurisprudenza e bibliografia / [a cura di] Salvatore Villari [e] Gaspare La Barbera ed. - Milano : Giuffrè, VII, 1493 p. ; 17 cm. i.s.: 1) Villari, Salvatore (C); 2) La_Barbera, Gaspare (C) [Codice di resp. 3] ; 3) Italia [Codice di resp. 3] [La pubblicazione contiene: Costituzione, leggi e decreti dello Stato, leggi e decreti della Regione]

109 109 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI AUTORITA' POLITICO-TERRITORIALI: ATTI DI GOVERNO DI UNA PERSONA Atti di governo di una persona hanno come intestazione principale il nome dell'autorità in nome della quale vengono emanati, con accesso secondario (Codice di responsabilità 3) per la persona. Tutte le opere che non abbiano carattere ufficiale, hanno come intestazione principale il nome della persona. *Italia (E) [Codice di resp. 1] *Dichiarazioni programmatiche di governo : luglio 1963 / Giovanni Leone. - Roma : Spes centrale, [1963?] p. ; 17 cm. (*Documenti ; 55) [Legame M1C] i.s.: Leone, Giovanni (C) [Codice di resp. 3]

110 110 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI DOCUMENTI LEGISLATIVI CON COMMENTI Documenti legislativi accompagnati da note, commenti e simili, hanno come intestazione principale il nome dell'autorità politico- territoriale o l'intestazione del commento, a seconda che l'oggetto principale della pubblicazione sia l'opera base o il commento. Si crea un accesso secondario (Codice di responsabilità 3) per l'intestazione che non è stata scelta come principale. Un'opera anche di dottrina che contenga testi di legge ha come intestazione principale il suo autore. Se i testi di legge sono consistenti e con carattere di completezza, si potranno creare dei collegamenti fra la loro intestazione e il titolo dell'opera, oppure si potrà darne notizia nelle note di contenuto aggiunto, se non sono menzionati sul frontespizio.

111 111 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI ESEMPI: *Commentario del Codice civile / a cura di Antonio Scialoja e Giuseppe Branca. - Bologna : Zanichelli ; Roma : Soc. ed. del Foro italiano. - v. ; 25 cm. ((Con il testo del codice. i.s.: 1) Scialoja, Antonio (C); 2) Branca, Giuseppe (C) [Codice di resp. 3] Secondo livello legame MlM/M51M: *Libro primo : *Delle persone e della famiglia. Terzo livello legame MlM/M51M con il secondo livello: Galgano, Francesco (C) [Codice di resp. 1] *Delle persone giuridiche : Disposizioni generali, Delle associazioni e delle fondazioni : Art. 11­35 / Francesco Galgano. - Bologna : Zanichelli ; Roma : Soc. ed. del Foro italiano, XXII, 407 p. ; 25 cm.

112 112 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI ESEMPI : *Italia (E) [Codice di resp. 1] La Costituzione della repubblica italiana / annotata articolo per articolo da Giuseppe Biscottini. – Milano : CETIM, 1951 i.s.: Biscottini, Giuseppe [Codice di resp.3]

113 113 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI LAVORI PREPARATORI DI LEGGI I documenti che precedono leggi (lavori preparatori di codici, progetti di legge, ecc.) hanno come intestazione principale il nome della persona o dell'ente che li ha preparati o, se manca il nome formale dell'ente, il titolo secondo le norme generali. Genoviva, Francesco (C) [Codice di resp. 1] *Progetti di riforma dei codici di rito / Francesco Genoviva. - Roma : Casa ed. del Mondo giudiziario, p. ; 24 cm.

114 114 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI CIRCOLARI Le circolari hanno come intestazione principale l'ente che le ha emanate, ad es., un ministero. Raccolte di circolari di più enti hanno come intestazione principale il titolo, con eventuale intestazione secondaria per l'ente prevalente e il raccoglitore. Se però si tratta di una raccolta di circolari di più ministeri, l'intestazione principale è quella dello Stato a cui i ministeri fanno capo, con eventuale intestazione secondaria (Codice di responsabilità 3) per il ministero prevalente e il raccoglitore.

115 115 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI TRATTATI E CONVENZIONI INTERNAZIONALI FRA DUE O TRE STATI I trattati e le convenzioni internazionali conclusi fra due o tre stati o organismi internazionali hanno come intestazione principale il nome del paese contraente che è nominato per primo, con accessi secondari per l'altra o le altre due parti (responsabilità alternativa, codice di responsabilità 2). Se il trattato è noto con un nome tradizionale (titolo di raggruppamento), anche da questo nome si crea un accesso secondario.

116 116 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI ESEMPI: Comunità *economica *europea (E) [Codice di resp. 1] *Accordo commerciale tra la Comunità economica europea e il governo imperiale dell'Iran. - [S.l. : s.n., 1963?]. - 9 p. ; 22 cm. i.s.: *Iran (E) [Codice di resp. 2] RINVIO "VEDI" fra: *Comunità *economica *europea (E) e *CEE (E)

117 117 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI TRATTATI E CONVENZIONI INTERNAZIONALI FRA PIU' DI TRE STATI I trattati e le convenzioni internazionali conclusi tra più di tre stati o organismi internazionali hanno come intestazione principale il titolo, e accessi secondari (Codice di responsabilità 3) per lo stato primo nominato e per l'Italia quando vi abbia parte.

118 118 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI ESEMPI: *Agreement between the governments of Great Britain, Belgium, France, Italy, Japan, the United States of America, Brazil... regarding the distribution of the Dawes annuities, signed at Paris, january 14, Luogo : editore, Pagine ; formato. i.s.: 1) *Gran *Bretagna (E); 2) *Italia (E) [Codice di resp. 3] MA: *Comunità *economica *europea (E) [Codice di resp. 1] *Trattato che istituisce la Comunità economica europea. - Roma : Associazione nazionale commercianti in ferro, acciai, metalli, ferramenta e affini, rottami, pref p. ; 17 cm. RINVIO "VEDI" fra: *Comunità *economica *europea (E) e *CEE (E) [Trattato fra sei paesi che istituiscono una diversa autorità]

119 119 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI ATTI DI ORGANI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Gli atti e le pubblicazioni ufficiali degli organi legislativi, amministrativi, giudiziari, militari e diplomatici, attraverso i quali uno stato o altra autorità territoriale esercita le sue funzioni, hanno come intestazione principale il nome di tali organi. Qualora tali pubblicazioni siano firmate da una persona in qualità di funzionario o rappresentante dellorgano, si crea un accesso secondario (Codice di responsabilità 3) per il nome di questa persona, purché sia in evidenza sul frontespizio.

120 120 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI ESEMPI: *Italia : *Assemblea *costituente (G) [Codice di resp. 1] Gli *atti dellAssemblea costituente sullart. 7 : (con il testo dei Patti lateranensi e il discorso del Croce al Senato) / a cura di Aldo Capitini e Pietro Lacaita. - Manduria ; Perugia : Lacaita, p., 1 c. di tav. : ill. ; 22 cm. (*Uomini e cose della nuova Italia ; 7) [Legame M1C] i.s.: 1) *Santa *Sede (E); 2) Croce, Benedetto (C); 3) Capitini, Aldo (C); 4) Lacaita, Pietro (C) [Codice di resp. 3] RINVIO "VEDI" fra: *Italia : *Assemblea *costituente (G) e *Assemblea *costituente (E)

121 121 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI PUBBLICAZIONI UFFICIALI Pubblicazioni ufficiali di ministeri, amministrazioni pubbliche e loro uffici. *Italia : *Ministero dell*agricoltura e delle foreste (G) [Codice di resp. 1] *Piano quinquennale di sviluppo dellagricoltura : relazione al Parlamento sul secondo periodo di attuazione (fino al 30 giugno 1963) / Ministero dellagricoltura e delle foreste. - Roma : [s.n.], VIII, 207 p. ; 29 cm. RINVIO "VEDI" fra: *Italia : *Ministero dell*agricoltura e delle foreste (G) e *Ministero dell*agricoltura e delle *foreste (E)

122 122 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI ESEMPI: *Francia : *Ministère des *affaires étrangères (G) [Codice di resp. 1] *Libro giallo francese : documenti diplomatici relativi agli eventi e ai negoziati che hanno preceduto linizio delle ostilità tra la Germania da un lato e la Polonia, la Gran Bretagna e la Francia dallaltro : testo integrale del Libro giallo pubblicato dal Ministero degli affari esteri della Repubblica francese. - Roma : Edizioni romane, [1939?] p. ; 26 cm. i.s.: *Livre jaune [Natura A codice 9, collegato con Francia... con Codice di resp. 1] RINVIO "VEDI" fra: *Francia : *Ministère des *affaires étrangères (G) e *Ministère des *affaires *étrangères (E)

123 123 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI ESEMPI: *Sardegna : *Assessorato *industria e commercio (G) [Codice di resp. 1] *Compendio statistico della Regione sarda, / Regione autonoma della Sardegna, Assessorato industria e commercio. - [S.l. : s.n., dopo il 1963] (Roma : F. Failli). - XIV, 221 p., [16] c. di tav. : ill. color. ; 24 cm. RINVIO "VEDI" fra: *Sardegna : *Assessorato *industria e commercio (G) e *Assessorato *industria e *commercio (E) RINVIO "VEDI" fra: *Sardegna (E) e *Regione *sarda (E); *Regione *autonoma della *Sardegna (E)

124 124 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI ATTI E DOCUMENTI GIUDIZIARI Atti e documenti giudiziari, come atti di accusa, citazioni, dichiarazioni di voto di un giudice, singole sentenze e decisioni, raccolte generali e particolari di sentenze, massime, ecc. di una corte o di un tribunale. *Italia : *Tribunale (G) [Codice di resp. 1] *Citazione Ferreri c. Sanna Solinas / R. Tribunale civile e penale di Roma. - [S.l. : s.n., 1915] (Roma : Le massime). - 9 p. ; 29 cm. RINVIO "VEDI" fra: *Italia : *Tribunale (G) e *Tribunale *civile e *penale (E)

125 125 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI AUTORITA' POLITICO- TERRITORIALI DOCUMENTI DIPLOMATICI Documenti diplomatici di ambasciate, legazioni e consolati presentati come pubblicazioni ufficiali. *Gran *Bretagna : *Embassy (G) [Codice di resp. 1] *Despatches from His Majestys ambassador at Berlin respecting an official German organization for influencing the press of other countries presented to both houses of Parliament by command of His Majesty September London : Harrison, p. ; 25 cm. ((Tit. della cop. - In testa alla cop.: Miscellaneous n. 9 (1914). RINVIO "VEDI" fra: *Gran *Bretagna : *Embassy (G) e *British *embassy (E)

126 126 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI CHIESE CHIESA *CATTOLICA (E) per pubblicazioni di carattere ufficiale che riguardano la missione spirituale della Chiesa, quali libri liturgici, catechismi, breviari

127 127 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI CHIESE *Chiesa *cattolica (E) [Codice di resp. 1] Breviario romano per i fedeli : latino-italiano / a cura di Antonio Mistorigo. – Vicenza : L. Favero, stampa – 1421 p. : ill. ; 16 cm. i.s.:Mistorigo, Antonio (Codice di resp. 3)

128 128 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI CHIESE SANTA *SEDE (E) per le pubblicazioni delle sacre congregazioni, tribunali, nunziature, delegazioni apostoliche e altri organismi della Curia romana per trattati e concordati in cui la Chiesa è soggetto di diritto internazionale

129 129 SCELTA DELL'INTESTAZIONE PUBBLICAZIONI DI CHIESE *Santa *sede (E) [Codice di resp. 1] La *soluzione della questione romana nelle convenzioni lateranensi sottoscritte il giorno 11 febbraio – Roma : Tip. Poliglotta vaticana, 1929 i.s.:*Italia [E] (Codice di resp. 2) [Contiene il Trattato e il Concordato tra la Santa Sede e lItalia]

130 130 AVVERTENZE E CONSIGLI AUTORI FORMALMENTE SCORRETTI –NON *Universitat *Rostock, *Fachbereich Informatik (E) –NON*Universitat *Rostock : Fachbereich Mathematik (E) –BENSI *Universitat : *Fachbereich *Mathematik (G)

131 131 AVVERTENZE E CONSIGLI AUTORI FORMALMENTE SCORRETTI –NON *University of *London BENSI *University –NON *Pontificia Universidad catolica del Peru, *Departamento de ciencias BENSI *Pontificia *Universidad *catolica del *Perù : *Departemento de *ciencias

132 132 AVVERTENZE E CONSIGLI Da catalogazione, in inserimento legame TITOLO – AUTORE, è consigliabile lavorare in parallelo su unaltra sessione Sebina di ricerca da CATSBN F2 AUTORI impostando una ricerca per troncamento Limitandosi a digitare la stringa precisa dellautore da immissione legami, cè il rischio di non individuare un autore già presente ma in forma leggermente diversa. Infatti, SOLO in impostazione legame TITOLO-AUTORE il programma ricerca lautore in base alla precisa stringa autore inserita, includendo le chiavi di ordinamento e raffinamento calcolate in automatico da SBN, e non è in grado di proporre come simile un autore già esistente se inserito in modo difforme

133 133 AVVERTENZE E CONSIGLI La ricerca per stringa non dà risultati mirati e precisi nel caso della ricerca degli enti gerarchici (G) in quanto si ferma al segno di separazione fra ente principale ed ente subordinato : Conviene ricercare un ente gerarchico attraverso una delle interfacce dellopac Indice per parola chiave del campo autore oppure per lista autore

134 134 Indirizzi opac Indice: http ://www.internetculturale.it/moduli/opac/opac.jsp oppure:


Scaricare ppt "AUTORI COLLETTIVI IN SBN Materiali del corso catalogazione di base SBN, aprile-maggio 2008 a cura del Servizio Polo TSA."

Presentazioni simili


Annunci Google