La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Pontificia Università Lateranense Istituto pastorale Redemptor Hominis Introduzione alle scienze della comunicazione sociale Prof. Dario Edoardo Viganò

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Pontificia Università Lateranense Istituto pastorale Redemptor Hominis Introduzione alle scienze della comunicazione sociale Prof. Dario Edoardo Viganò"— Transcript della presentazione:

1 Pontificia Università Lateranense Istituto pastorale Redemptor Hominis Introduzione alle scienze della comunicazione sociale Prof. Dario Edoardo Viganò LEZIONE 7: Educazione mediale / 1° semestre / 3 ECTS

2 Due scuole di pensiero sulleducazione mediale: a)Considerata come ambito tematico della pedagogia. b)Rivendica alleducazione mediale una propria autonomia scientifica. Secondo approccio declina leducazione mediale in 2 direzioni: scienze delleducazione; scienze della comunicazione. EDUCAZIONE MEDIALE MEDIA EDUCATION Prof. Dario Edoardo Viganò

3 Leducazione mediale e i digital media. Rapporto tra questi media e i soggetti, sviluppato secondo alcuni schemi teorici: Determinista. Tradizionalista. Apocalittico. Ciascun approccio propone una ricetta educativa. EDUCAZIONE MEDIALE MEDIA EDUCATION Prof. Dario Edoardo Viganò

4 Rapporto sistemico tra la tecnologia, lindividuo e il sistema sociale. Sistema di relazioni a tre, di tipo bidirezionale. Media digitali si possono leggere sia in ottica sociale sia individuale. EDUCAZIONE MEDIALE MEDIA EDUCATION Prof. Dario Edoardo Viganò

5 Partendo dal modello sistemico, con i media digitali, si ipotizzano 5 scenari formativi, che presentano vantaggi e svantaggi: 1.Formare con i media digitali. 2.Formare ai media digitali. 3.Formare attraverso i media digitali. 4.Formare nei media digitali. 5.Formare sui media digitali. 5 MODI DI INTENDERE LEDUCAZIONE AI DIGITAL MEDIA Prof. Dario Edoardo Viganò

6 PRINCIPALI D. E. Viganò (a cura di), Dizionario della comunicazione, Carocci, Roma Approccio: P. C. Rivoltella, Educazione mediale, pp Ambito: F. Ceretti, Pedagogia dei media, pp APPROFONDIMENTI D. Felini, Pedagogia dei media, La Scuola, Brescia P. C. Rivoltella, Media education, Carocci, Roma D. E. Viganò (a cura di), Dizionario della comunicazione, Carocci, Roma Focus: A. Carenzio, Media education, pp A. Carenzio, Nuovi media per la formazione, pp RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI Prof. Dario Edoardo Viganò

7 Pontificia Università Lateranense Istituto pastorale Redemptor Hominis Introduzione alle scienze della comunicazione sociale Prof. Dario Edoardo Viganò LEZIONE 8: Etica e comunicazione / 1° semestre / 3 ECTS

8 Paradigmi filosofici Etica antica (Aristotele): definizione dellagire. Tradizione ebraico-cristiana: tematiche relative al dovere (con versioni laicizzare di tipo deontologico). Dopo Nietzsche: il problema del senso dellagire. Ripensare nozione di etica. Etiche applicate. ETICA E COMUNICAZIONE Prof. Dario Edoardo Viganò

9 Negli ambiti concreti di cui si occupano le etiche applicate emergono istanze che richiedono regole precise per lazione. Deontologia professionale, codici deontologici. I dovere indicati in tali codici divisi in 2 tipologie. Limiti dei codici deontologici, carenze sul piano applicativo. Letica della comunicazione è la disciplina che individua, approfondisce e giustifica quelle nozioni morali e quei principi di comportamento che sono allopera nellagire comunicativo, e che motiva allassunzione dei comportamenti da essa stabiliti (A. Fabris, Etica della comunicazione, in D. E. Viganò, Dizionario della comunicazione, Carocci, Roma 2009, p. 991). ETICA E COMUNICAZIONE Prof. Dario Edoardo Viganò

10 Quattro modelli, paradigmi, di etica della comunicazione: modello naturale; modello del principio dialogico; modello retorico (audience); modello dellutilitarismo; modello della comunità della comunicazione. Non sono opzioni indifferenti. MODELLI DI ETICA DELLA COMUNICAZIONE Prof. Dario Edoardo Viganò

11 Tutti i modelli analizzati fanno emergere il problema del senso: Quale motivazione spinge a comunicare in un modo piuttosto che in un altro? Perché comunicare bene? La risposta a tali domande è possibile solo se teniamo insieme: il riconoscimento dellistanza etica; lidea di un comunicare inteso come creazione di uno spazio comune; tutto questo non come un dato di fatto, ma come qualcosa collegato a una possibilità. MODELLI DI ETICA IL PROBLEMA DEL SENSO Prof. Dario Edoardo Viganò

12 Ambiti dellapproccio etico: Etica del giornalismo. Etica della televisione. Etica delle nuove tecnologie. Etica della comunicazione ambientale. Etica della comunicazione pubblica. Etica della comunicazione pubblicitaria. MODELLI DI ETICA IL PROBLEMA DEL SENSO Prof. Dario Edoardo Viganò

13 PRINCIPALI D. E. Viganò (a cura di), Dizionario della comunicazione, Carocci, Roma Approccio: A. Fabris, Etica della comunicazione, pp APPROFONDIMENTI K. O. Apel, Etica della comunicazione, Jaca Book, Milano 1992; G. Di Biase, Comunicare bene, Vita & Pensiero, Milano A. Fabris, Etica della comunicazione, Carocci, Roma 2006; G. Gili, La violenza televisiva, Carocci, Roma J. Habermas, Teorie dellagire comunicativo, Il Mulino, Bologna R. Stella, Media ed etica, Donzelli, Roma D. E. Viganò (a cura di), Dizionario della comunicazione, Carocci, Roma Approccio completo: A. Fabris, Etica della comunicazione, pp RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI Prof. Dario Edoardo Viganò

14 Pontificia Università Lateranense Istituto pastorale Redemptor Hominis Introduzione alle scienze della comunicazione sociale Prof. Dario Edoardo Viganò LEZIONE 9: Comunicazione e politica / 1° semestre / 3 ECTS

15 Rapporto comunicazione e politica ha origini lontane, ma si sviluppa propriamente con la nascita dello Stato democratico. Alcuni decenni fa, forme di comunicazione politica dominate da un rapporto comunicativo lineare. Relazione fra leader politici e cittadini di tipo top-down. Sviluppo dei media elettrici/elettronici. Influenza sulla società, sui comportamenti elettorali e sulla partecipazione politica. Studiosi hanno individuato 3 grandi linee di tendenza. COMUNICAZIONE E POLITICA Prof. Dario Edoardo Viganò

16 Interrelazione fra sistema politico, media e pubblico trasforma la logica comunicativa da unidirezionale a multidimensionale. Due filoni interpretativi sulla comunicazione politica: 1.Processo che comprende tutte le forme di comunicazione, comprese quelle interpersonali. 2.Concetto di intenzionalità comunicativa. COMUNICAZIONE E POLITICA Prof. Dario Edoardo Viganò

17 Elementi della comunicazione politica. Relazioni tra società e sistema politico. Concetti di sfera pubblica e di opinione pubblica (J. Habermas), ma anche di spazio pubblico (H. Arendt). G. Mazzoleni delinea due modelli di comunicazione politica: Modello pubblicistico-dialogico. Modello mediatico. ELEMENTI E MODELLI Prof. Dario Edoardo Viganò

18 Comunicazione politica e Communication Research. Primi riconoscimenti scientifici a partire dagli anni 50, acquisendo poi uno statuto di disciplinare, accademico. Anni 80 studi di D. D. Nimmo e K. R. Sanders. Anni 90 sviluppo degli studi di comunicazione politica. Studio di J. G. Blumler, D. Dayan, D. Walton: 8 elementi che sostanziano i filoni scientifici della comunicazione politica. G. Mazzoleni, 3 fasi di sviluppo della comunicazione politica. STATUTO DISCIPLINARE E ACCADEMICO Prof. Dario Edoardo Viganò

19 Comunicazione politica e comunicazione elettorale. Ruolo della Campagna permanente (Permanent Campaigning). G. Mazzoleni individua 5 modelli di relazione fra sistema mediale e sistema politico: 1.modello avversativo; 2.modello del collateralismo; 3.modello dello scambio; 4.modello della competizione; 5.modello del mercato. MODELLI DI INTERAZIONE TRA MEDIA/POLITICA Prof. Dario Edoardo Viganò

20 PRINCIPALI D. E. Viganò (a cura di), Dizionario della comunicazione, Carocci, Roma Approccio: M. Sorice, Comunicazione e politica, pp APPROFONDIMENTI G. Mazzoleni, La comunicazione politica, Il Mulino, Bologna M. Sorice, La comunicazione politica, Carocci, Roma M. Wolf, Gli effetti sociali dei media, Bompiani, Milano D. E. Viganò (a cura di), Dizionario della comunicazione, Carocci, Roma Ambito: G. Gili, Opinione pubblica, pp E. De Blasio, Marketing politico, pp RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI Prof. Dario Edoardo Viganò

21 Pontificia Università Lateranense Istituto pastorale Redemptor Hominis Introduzione alle scienze della comunicazione sociale Prof. Dario Edoardo Viganò LEZIONE 10: Chiesa e comunicazione - prima parte / 1° semestre / 3 ECTS

22 Guerra Fredda USA-URSS Negli USA: Muore in un attentato John F. Kennedy. Guerra in Vietnam. NellURSS si registra un cambio politico: Destituzione di Nikita Kruscev e ascesa di Leonid Breznev. Periodo di entusiasmo economico. Movimenti di protesta e di affermazione dei diritti. Guerra per la supremazia nello spazio. Sbarco sulla Luna. Cultura di massa, affermazione TV e ripercussioni sul cinema. CHIESA E MEDIA ANNI 60 Prof. Dario Edoardo Viganò

23 Scenario italiano: Governo di centro-sinistra, DC-PSI. LItalia vive una stagione di boom economico. Ripresa economica e affermazione del ceto medio. Consumi di massa, accesso a beni come lautomobile, il televisore ed elettrodomestici. Stagione doro del Cinema italiano. Cresce la centralità della TV: la Rai e il regime di monopolio: Importante ruolo pedagogico, educativo della Rai. CHIESA E MEDIA ANNI 60 Prof. Dario Edoardo Viganò

24 Papa Giovanni XXIII e Papa Paolo VI. Concilio Ecumenico Vaticano II ( ). Una Chiesa dal volto missionario e comunionale, una Chiesa del dialogo. Una volontà di ricercare un dialogo anche con i lontani. Il Vangelo secondo Matteo di Pier Paolo Pasolini. Decreto conciliare Inter Mirifica. Istituzione delle Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali. CHIESA E MEDIA ANNI 60 Prof. Dario Edoardo Viganò

25 Chiesa italiana: passi importanti nellambito dellinformazione. Federazione Italiana Settimanali Cattolici (1966). Nascita del quotidiano Avvenire (1968). Successo di pubblico nelle sale cinematografiche parrocchiali, riunite in associazione cattolica (ACEC). Numerosi schermi parrocchiali, la metà degli schermi cinematografici del Paese. Successo del cineforum. CHIESA E MEDIA ANNI 60 Prof. Dario Edoardo Viganò

26 La carica positiva degli anni 60 si esaurisce. USA e URSS affrontano difficoltà economiche e politiche: crisi energetico-petrolifera; instabilità nel Medio Oriente; conclusione della guerra in Vietnam. Presidente USA Richard Nixon è coinvolto nello scandalo Watergate. CHIESA E MEDIA ANNI 70 Prof. Dario Edoardo Viganò

27 Scenario italiano: Anni difficili, anni di piombo: Terrorismo, assassinio di Aldo Moro nel I partiti di massa perdono autorevolezza. Grandi cambiamenti nella società, nel tessuto familiare. Liberalizzazione del sistema radiotelevisivo (sentenze della Corte costituzionale). Far west delletere, network e TV commerciale. Crisi del cinema. CHIESA E MEDIA ANNI 70 Prof. Dario Edoardo Viganò

28 Istruzione pastorale Communio et progressio (1971). Periodo difficile per il pontificato di Paolo VI. Nel 1978 viene eletto papa Karol Wojtyla, dopo il breve pontificato di Albino Luciani. Lettera enciclica Redemptor hominis (1979). Chiesa italiana avvia una strategia di comunicazione: Ampliamento del Servizio Informazioni Settimanali (SIS). Coordinamento prime esperienze TV in ambito ecclesiale. CHIESA E MEDIA ANNI 70 Prof. Dario Edoardo Viganò

29 PRINCIPALI D. E. Viganò, La Chiesa nel tempo dei media, Edizioni OCD, Roma D. E. Viganò, La Musa impara a digitare, Lateran University Press, Roma APPROFONDIMENTI D. E. Viganò (a cura di), Dizionario della comunicazione, Carocci, Roma Approccio: D. E. Viganò, Teologia della comunicazione, pp Ambito: M. Ure, Chiesa e media nella società dellinformazione, pp Focus: M. Sozzi, Communio et progressio, pp L. Gentili, I media cattolici, pp M. Carroggio, Ufficio stampa ecclesiale, pp P. Ortoleva, Mediastoria, Net, Milano RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI Prof. Dario Edoardo Viganò

30 Pontificia Università Lateranense Istituto pastorale Redemptor Hominis Introduzione alle scienze della comunicazione sociale Prof. Dario Edoardo Viganò LEZIONE 11: Chiesa e comunicazione - seconda parte / 1° semestre / 3 ECTS

31 USA, new era repubblicana, presidenza Regan. Nuova linea politico-economica. Dollaro dominante. Stato americano in deficit a causa dei costi militari. URSS, Gorbacev alla guida del PCUS (1985). Riforme per sostenere un sistema al collasso. I punti chiave: Glasnost. Perestroika. ARPANET diventa una Rete di comunicazione fra computer, anche per uso civile. La IBM lancia il primo personal computer e diventa elettrodomestico grazie alla Apple-Macintosh. CHIESA E MEDIA ANNI 80 Prof. Dario Edoardo Viganò

32 Scenario italiano: Falso boom economico. Crisi di credibilità per la classe politica, nuova ondata di scandali. Duopolio tra Rai e il gruppo commerciale Fininvest (Mediaset negli anni Novanta). Cinema italiano vive un periodo di forte recessione. CHIESA E MEDIA ANNI 80 Prof. Dario Edoardo Viganò

33 Primo decennio di Giovanni Paolo II. Nasce il Centro Televisivo Vaticano (1983). Pubblicazione di documenti di notevole rilievo. Chiesa italiana: attenzione particolare ai media, agli aspetti comunicativi. Convegno ecclesiale di Loreto (1985). Nascita del Consorzio Radiotelevisioni Libere Locali (1981), Deciso rilancio della Sala della Comunità (1982). SIR, Servizio per lInformazione Religiosa (1988). CHIESA E MEDIA ANNI 80 Prof. Dario Edoardo Viganò

34 Caduta del blocco sovietico. LURSS implode: Fallisce il tentativo di Gorbacev. Boris Eltsin diviene il Presidente della Repubblica russa. USA vincitori della Guerra Fredda sotto la presidenza di Bush: Prima guerra in Iraq. Nel 1992 viene eletto Bill Clinton. Paese in una fase positiva. Nel 1990 fenomeno Internet. Nasce Google nel Sviluppo della telefonia mobile. Nasce il telefono cellulare. Diffusione dei sistemi Microsoft, successo del PC IBM compatibile. CHIESA E MEDIA ANNI 90 Prof. Dario Edoardo Viganò

35 Scenario italiano Crisi politica, istituzionale e giudiziaria: Scandalo di Tangentopoli. Finisce la Prima Repubblica. Scompare la Democrazia Cristiana. Lotta della Stato alla mafia: Uccisione dei magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Sviluppo nel campo dei media e delle comunicazioni: Nasce la TV satellitare. Diffusione di Internet. CHIESA E MEDIA ANNI 90 Prof. Dario Edoardo Viganò

36 Pontificato di Papa Wojtyla. Ruolo dei media, Lettera enciclica Redemptoris Missio (1990). Potenziamento Centro Televisivo Vaticano e presenza cattolica online. Chiesa italiana: Progetto culturale orientato in senso cristiano. Polo emittenza radiotelevisiva dei cattolici: Sat2000/TV2000 e Circuito radiofonico InBlu. Nasce il sistema 8xmille. Lettere pastorali del card. Carlo M. Martini. Nota pastorale La Sala della Comunità (1999). CHIESA E MEDIA ANNI 90 Prof. Dario Edoardo Viganò

37 PRINCIPALI D. E. Viganò, La Chiesa nel tempo dei media, Edizioni OCD, Roma D. E. Viganò, La Musa impara a digitare, Lateran University Press, Roma APPROFONDIMENTI D. E. Viganò (a cura di), Dizionario della comunicazione, Carocci, Roma Approccio: D. E. Viganò, Teologia della comunicazione, pp Ambito: C. Giuliodori, Direttorio sulle comunicazioni sociali Comunicazione e Missione, pp A. Bourlot, Il religioso nei media, pp F. Bonini, Progetto culturale orientato in senso cristiano, pp Focus: D. E. Viganò, Sale della comunità, pp P. Ortoleva, Mediastoria, Net, Milano RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI Prof. Dario Edoardo Viganò

38 Pontificia Università Lateranense Istituto pastorale Redemptor Hominis Introduzione alle scienze della comunicazione sociale Prof. Dario Edoardo Viganò LEZIONE 12: Chiesa e comunicazione - terza parte / 1° semestre / 3 ECTS

39 Perdita di uno stabile equilibrio politico mondiale. Attentati dell11 settembre 2001 negli Stati Uniti: violazione dei simboli della supremazia e sicurezza americana, dellOccidente. Il terrorismo compie un inquietante salto di qualità, passando da entità locale a minaccia globale. Guerre in Afganistan e Iraq. Globalizzazione, rivoluzioni introdotte dai media. Nuove tecnologie sempre più piccole e convergenti. CHIESA E MEDIA ANNI 2000 Prof. Dario Edoardo Viganò

40 Sostanziale bipolarsimo politico in Italia. Sviluppo della TV satellitare con Sky Italia. Avvio TV Digitale terrestre. CHIESA E MEDIA ANNI 2000 Prof. Dario Edoardo Viganò

41 Muore Giovanni Paolo II. Viene eletto Papa Benedetto XVI (2005). Impegno della Santa Sede verso le nuove tecnologie: Messaggio 43ª Giornata Mondiale Comunicazioni Sociali: Nuove tecnologie, nuove relazioni. Presenza sui Digital media: Da The Vatican Channel su YouTube a News.va. CHIESA E MEDIA ANNI 2000 Prof. Dario Edoardo Viganò

42 Chiesa italiana, pubblicazione Orientamenti pastorali: Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia (2001). Educare alla vita buona del Vangelo (2010). Pubblicazione del Direttorio Comunicazione e Missione (2004). Si moltiplicano le iniziative sui media: Coordinamento dei webmaster cattolici. Convegno Parabole mediatiche (2002). Convegno Testimoni Digitali (2010). CHIESA E MEDIA ANNI 2000 Prof. Dario Edoardo Viganò

43 La sfida educativa per il decennio Tre nodi problematici dinanzi al panorama comunicativo: prospettiva antropologica; prospettiva ontologica; prospettiva epistemologica. SFIDA EDUCATIVA E NODI PROBLEMATICI Prof. Dario Edoardo Viganò

44 PRINCIPALI D. E. Viganò, La Chiesa nel tempo dei media, Edizioni OCD, Roma D. E. Viganò, La Musa impara a digitare, Lateran University Press, Roma APPROFONDIMENTI D. E. Viganò (a cura di), Dizionario della comunicazione, Carocci, Roma Approccio: D. E. Viganò, Teologia della comunicazione, pp Ambito: C. Giuliodori, Direttorio sulle comunicazioni sociali Comunicazione e Missione, pp A. Bourlot, Il religioso nei media, pp F. Bonini, Progetto culturale orientato in senso cristiano, pp Focus: A. Bianchi, Lanimatore della cultura e della comunicazione, pp P. Ortoleva, Mediastoria, Net, Milano RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI Prof. Dario Edoardo Viganò


Scaricare ppt "Pontificia Università Lateranense Istituto pastorale Redemptor Hominis Introduzione alle scienze della comunicazione sociale Prof. Dario Edoardo Viganò"

Presentazioni simili


Annunci Google