La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Catechesi 4 LINTERPRETAZIONE. 1. Questioni introduttive: la «parola» tra opera letteraria e testo biblico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Catechesi 4 LINTERPRETAZIONE. 1. Questioni introduttive: la «parola» tra opera letteraria e testo biblico."— Transcript della presentazione:

1 Catechesi 4 LINTERPRETAZIONE

2 1. Questioni introduttive: la «parola» tra opera letteraria e testo biblico

3 LINTERPRETAZIONE La parola racconta la propria nascita? … Risponderei che in ogni caso la parola rinvia a ciò che accade per mezzo di essa, piuttosto a ciò che è accaduto prima di essa. (P. B EAUCHAMP )

4 LINTERPRETAZIONE 1.Ogni testo letterario è un dono: comunicazione tra un mittente, lautore, e dei destinatari, i lettori; 2.Le Sacre Scritture sono dono di Dio: comunicazione tra Dio, autore principale, attraverso gli agiografi, autori secondari, e i destinatari; 3.Questa comunicazione rispetta le coordinate spazio-temporali: sia a partire dai contesti socio- culturali in cui nasce un determinato testo biblico sia a partire dai contesti socio-culturali delle diverse epoche storiche in cui il testo biblico viene recepito.

5 LINTERPRETAZIONE At 8,26 Un angelo del Signore parlò a Filippo e disse: «Àlzati e va verso il mezzogiorno, sulla strada che scende da Gerusalemme a Gaza; essa è deserta». 27 Egli si alzò e si mise in cammino, quandecco un Etìope, eunuco, funzionario di Candace, regina di Etiopia, amministratore di tutti i suoi tesori, che era venuto per il culto a Gerusalemme, 28 stava ritornando, seduto sul suo carro, e leggeva il profeta Isaia. 29 Disse allora lo Spirito a Filippo: «Va avanti e accòstati a quel carro».

6 LINTERPRETAZIONE 30 Filippo corse innanzi e, udito che leggeva il profeta Isaia, gli disse: «Capisci quello che stai leggendo?». 31 Egli rispose: «E come potrei capire, se nessuno mi guida?». E invitò Filippo a salire e a sedere accanto a lui. 32 Il passo della Scrittura che stava leggendo era questo: Come una pecora egli fu condotto al macello e come un agnello senza voce innanzi a chi lo tosa, così egli non apre la sua bocca. 33 Nella sua umiliazione il giudizio gli è stato negato, la sua discendenza chi potrà descriverla? Poiché è stata recisa dalla terra la sua vita.

7 LINTERPRETAZIONE 34 Rivolgendosi a Filippo, leunuco disse: «Ti prego, di quale persona il profeta dice questo? Di se stesso o di qualcun altro?». 35 Filippo, prendendo la parola e partendo da quel passo della Scrittura, annunciò a lui Gesù. 36 Proseguendo lungo la strada, giunsero dove cera dellacqua e leunuco disse: «Ecco, qui cè dellacqua; che cosa impedisce che io sia battezzato?». 38 Fece fermare il carro e scesero tutti e due nellacqua, Filippo e leunuco, ed egli lo battezzò. 39 Quando risalirono dallacqua, lo Spirito del Signore rapì Filippo e leunuco non lo vide più; e, pieno di gioia, proseguiva la sua strada.

8 LINTERPRETAZIONE 2. DV 12a: linterprete […] deve ricercare con attenzione che cosa gli agiografi abbiano veramente voluto dire

9 LINTERPRETAZIONE Poiché Dio nella sacra Scrittura ha parlato per mezzo di uomini alla maniera umana, l'interprete della sacra Scrittura, per capir bene ciò che egli ha voluto comunicarci, deve ricercare con attenzione che cosa gli agiografi abbiano veramente voluto dire e a Dio è piaciuto manifestare con le loro parole. Per ricavare l'intenzione degli agiografi, si deve tener conto fra l'altro anche dei generi letterari. La verità infatti viene diversamente proposta ed espressa in testi in vario modo storici, o profetici, o poetici, o anche in altri generi di espressione. È necessario dunque che l'interprete ricerchi il senso che l'agiografo in determinate circostanze, secondo la condizione del suo tempo e della sua cultura, per mezzo dei generi letterari allora in uso, intendeva esprimere ed ha di fatto espresso. Per comprendere infatti in maniera esatta ciò che l'autore sacro volle asserire nello scrivere, si deve far debita attenzione sia agli abituali e originali modi di sentire, di esprimersi e di raccontare vigenti ai tempi dell'agiografo, sia a quelli che nei vari luoghi erano allora in uso nei rapporti umani.

10 LINTERPRETAZIONE Senso letterale Senso più-che-letterale Sensus plenior I Sensi della Scrittura

11 LINTERPRETAZIONE Senso letterale Senso più-che-letterale Sensus plenior I Sensi della Scrittura

12 LINTERPRETAZIONE Pontificia Commissione Biblica,Linterpretazione della Bibbia nella Chiesa, p. 71. Il senso letterale della Scrittura è quello espresso direttamente dagli autori umani ispirati. Essendo frutto dellispirazione, questo senso è voluto anche da Dio, autore principale. Lo si discerne grazie a unanalisi precisa del testo, situato nel suo contesto letterario e storico. Senso letterale

13 LINTERPRETAZIONE Pontificia Commissione Biblica,Linterpretazione della Bibbia nella Chiesa, p. 71. autori umani ispirati. Il senso letterale della Scrittura è quello espresso direttamente dagli autori umani ispirati. Essendo frutto dellispirazione, questo senso è voluto anche da Dio, autore principale. Lo si discerne grazie a unanalisi precisa del testo, situato nel suo contesto letterario e storico. Senso letterale

14 LINTERPRETAZIONE Un autore potrebbe scrivere un libro di proprio pugno, come molto probabilmente ha fatto lautore di Lc-At; Un autore potrebbe dettare un libro o una lettera a uno scrivano che trascrive testualmente, per es. Terzo (Rm 16,22); Un autore potrebbe fornire le idee e alcune affermazioni a un altro che scriverebbe lopera, per es. Pt; Una persona poteva essere considerata «autore» di unopera, se questa veniva scritta da discepoli il cui pensiero era orientato sia dalle parole dette in passato dal maestro che dal suo spirito, per es. Gv; In senso più ampio, qualcuno potrebbe essere considerato autore di unopera, se questa è stata scritta nellambito della tradizione letteraria che ha reso famoso questo personaggio, per es. Mosè, Davide Salomone in riferimento al Pentateuco, ai Salmi, ai libri sapienziali.

15 LINTERPRETAZIONE Pontificia Commissione Biblica,Linterpretazione della Bibbia nella Chiesa, p. 71. espresso direttamente Il senso letterale della Scrittura è quello espresso direttamente dagli autori umani ispirati. Essendo frutto dellispirazione, questo senso è voluto anche da Dio, autore principale. Lo si discerne grazie a unanalisi precisa del testo, situato nel suo contesto letterario e storico. Senso letterale

16 LINTERPRETAZIONE GENERI LETTERARI generi letterari Sono detti generi letterari quelle forme stilistiche e tipi di testo ricorrenti, in base ai quali si possono classificare formalmente tutte le opere letterarie diverse tra loro, in base alla loro situazione dorigine, a certe caratteristiche costanti di forma, di contenuto, di ambientazione, in base alla loro funzione e scopo, al loro ruolo strategico allinterno del discorso.

17 LINTERPRETAZIONE GENERI LETTERARI I testi in forma poetica i poemi damore, le benedizioni, i canti di ringraziamento, le suppliche, le lamentazioni, gli inni di lode, gli oracoli profetici, la dossologia, il canto epico, i salmi. I testi in prosa documenti di carattere storico, legislativo, narrazioni didattiche, lettere, i discorsi profetici; i racconti, apocalisse, i codici domestici, lelenco dei doveri e delle virtù.

18 LINTERPRETAZIONE Senso letterale Senso più-che-letterale Sensus plenior I Sensi della Scrittura

19 LINTERPRETAZIONE Senso letterale Senso più-che-letterale Sensus plenior I Sensi della Scrittura

20 LINTERPRETAZIONE Pontificia Commissione Biblica,Linterpretazione della Bibbia nella Chiesa, p. 73. Come regola generale, possiamo definire il senso spirituale, compreso secondo la fede cristiana, il senso espresso dai testi biblici quando vengono letti sotto linflusso dello Spirito Santo nel contesto del mistero pasquale di Cristo e della vita nuova che ne risulta. Questo contesto esiste effettivamente. Il Nuovo Testamento riconosce in esso il compimento delle Scritture. È perciò normale rileggere le Scritture alla luce di questo nuovo contesto, quello della vita nello Spirito. Sensi più-che-letterali

21 LINTERPRETAZIONE Sensi più-che-letterali Sap Profeti NT: Is 7,14/Mt 1,23 Canti del servo di JHWH in Is/ (Lc 24,26) Sal 22 /(Mt 27, ).

22 LINTERPRETAZIONE Sensi più-che-letterali Littera gesta docet, quid credas allegoria; moralis quid agas, quid speres anagogia. Agostino di Danimarca

23 LINTERPRETAZIONE Sensi più-che-letterali Littera gesta docet, quid credas allegoria; moralis quid agas, quid speres anagogia. Agostino di Danimarca 1.Senso letterale 2.Senso allegorico o tipologico o cristologico 3.Senso morale o antropologico 4.Senso anagogico o escatologico

24 LINTERPRETAZIONE Senso allegorico-tipologico-cristologico Lallegoria ____________________________________ senso superiore ____________________________________ testo

25 LINTERPRETAZIONE Senso allegorico-tipologico-cristologico La tipologia typos antitypos __________?___________________________?_____________________

26 LINTERPRETAZIONE Senso morale-antropologico Non si tratta tanto di fare delle moralizzazioni superficiali del testo biblico, ma cogliere il senso che la Scrittura dà alla vita cristiana del credente

27 LINTERPRETAZIONE Senso anagogico-escatologico Speculativo-dottrinale Contemplativa

28 LINTERPRETAZIONE Sensi più-che-letterali Littera gesta docet, quid credas allegoria; moralis quid agas, quid speres anagogia. Agostino di Danimarca Senso letteraleCittà giudaica Senso allegoricoChiesa di Cristo Senso moraleLanima umana Senso anagogicoLa città celeste GERUSALEMME

29 LINTERPRETAZIONE Senso letterale Senso più-che-letterale Sensus plenior I Sensi della Scrittura

30 LINTERPRETAZIONE Senso letterale Senso più-che-letterale Sensus plenior I Sensi della Scrittura

31 LINTERPRETAZIONE Pontificia Commissione Biblica, Linterpretazione della Bibbia nella Chiesa, p. 76. Un senso più profondo del testo, voluto da Dio, ma non chiaramente espresso dallautore umano. Se ne scopre lesistenza in un testo biblico quando viene studiato alla luce di altri testi biblici che lo utilizzano o nel suo rapporto con lo sviluppo interno della rivelazione. Sensus plenior

32


Scaricare ppt "Catechesi 4 LINTERPRETAZIONE. 1. Questioni introduttive: la «parola» tra opera letteraria e testo biblico."

Presentazioni simili


Annunci Google