La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giovani e comunicazione Alessandro Rosina

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giovani e comunicazione Alessandro Rosina"— Transcript della presentazione:

1 Giovani e comunicazione Alessandro Rosina

2 2 INTRODUZIONE Le nuove generazioni, loro condizioni e aspettative, il rapporto (problematico?) con la famiglia, la società, il mercato del lavoro, la politica, la Chiesa. a)Tema di grande interesse (sociale, economico, politico) b) Mancanza di adeguati strumenti di conoscenza.

3 3 IL PROGETTO GIOVANI

4 4 PROGETTO GIOVANI ISTITUTO TONIOLO Punti di forza a) Ampia numerosità campionaria (9000 giovani) Solidità analisi, possibilità di focus mirati su segmenti sociali e ambiti territoriali specifici. b) Impianto longitudinale ( > x 5 anni) Si seguono i percorsi di vita nel tempo: indispensabile per studiare una realtà complessa e in continuo cambiamento. c) Flessibilità modulare Approfondimenti tematici, adattamento ad esigenze conoscitive. d) Combinazione con indagini qualitative sul territorio d) Competenze multidisciplinari Università Cattolica Economia, sociologia, psicologia, demografia, ecc. e) Partner operativi: IPSOS, Laboratorio di statistica applicata

5 5 Limpianto metodologico (rilevazione panel) consente di raccogliere dati cruciali per andare oltre la statica e limitata rappresentazione fornita dagli usuali indicatori. Raccogliere in modo dinamico informazioni sui nuovi rischi e le nuove opportunità che incontrano le nuove generazioni Tipo di rilevazione: metodologia mista CATI (Computer-assisted telephones interviewing) CAWI (Computer aided web interviewing) Il questionario è sul web, lintervistato accede alla pagina e risponde autonomamente alle domande che appaiono sullo schermo.

6 6 Obiettivi: capire chi sono i Millennials (desideri, aspettative, specificità, fragilità) sondare le difficoltà, gli ostacoli che incontrano, ma anche mettere in luce gli aspetti positivi da incoraggiare. Conoscenza scientifica Indicazioni a famiglie, educatori, giovani stessi Policies (livello nazionale e territoriale)

7 7 PRINCIPALI TEMI SONDATI Valori, aspettative, progetti di vita Percorso formativo e lavorativo Fasi della transizione alla vita adulta Rapporto con la famiglia Partecipazione sociale e politica Fiducia nelle istituzioni Percezione della Chiesa Ambiente, sviluppo sostenibile, nuove tecnologie. OSSERVATORIO CONTINUO Analisi - Piano di comunicazione - Momenti di confronto Rapporto annuale (scientifico e divulgativo) …

8 8 Approfondimento (su sottocampione rappresentativo a livello nazionale) GIOVANI E COMUNICAZIONE

9 9 Millennials: Confident, Connected, open to Change Pienamente nativi digitali (adolescenti nellera di internet, cellulari, ecc.) Cresciuti con idea di essere costantemente e istantaneamente connessi con ogni parte del mondo. Identità generazionale legata al rapporto con nuove tecnologie. Più propensi a far rete, più partecipativi, rapporto peer to peer (prima generazione di cittadini 2.0? Informazione, interazione, innovazione)

10 10 Approfondimento Indagine Toniolo su giovani e comunicazione Rapporto giovani particolarmente adatto per sondare luso del web e impatto nuove tecnologie sulle nuove generazioni. Quantità Intensità della fruizione dellinformazione (quanto sui mezzi tradizionali e quanto attraverso nuove tecnologie). Qualità Grado di affidabilità attribuita alle notizie contenute nei diversi mezzi di comunicazione. Impatto Quale la capacità dei vari mezzi di agire sulla formazione delle idee politiche? Effetto sostituzione o integrazione?

11 11 Prima di esaminare i dati dellIndagine sugli under 30 Inquadramento su tutta la popolazione (dati Istat). USO INTERNET Gerneralizzato e in linea con la media europea per gli under 30 (oltre l85% di uso tra i ventenni). Minoritario nella popolazione più matura (< 50% tra gli over 55) e inferiore alla media europea (sotto di oltre 5 punti). ATTIVITA SVOLTE (negli ultimi 3 mesi) Posta elettronica: circa 8 su 10 Lettura di quotidiani online: poco più di 1 su 2 (idem servizi online) Postare opinioni e commenti: 1 su 3 (idem e-commerce)

12 12 QUANTITA (intensità fruizione) Fruizione su web (giornali online) molto ampia e diffusa Quasi ormai su livelli dei telegiornali (fruiti passivamente in casa) E su livelli doppi rispetto al cartaceo. Percentuale di uso più di una volta a settimana

13 13 Tendenze: rispetto a 3 anni prima (età 25-29) più crescita informazione online (da 1 su 2 a 8 su 10!!!) che diminuzione cartaceo (sceso a 1 su 3). In vista superamento web sui tg. Fruizione attiva: Discutere sui social network o rilanciare su twitter notizie lette su quotidiano o sentite nei tg è una cosa che fa il 73% dei giovani. Blog personale (11%) usato dalla metà anche per discutere temi di attualità.

14 14 QUALITA (affidabilità percepita) Giornali online e cartacei sono considerati le fonti più credibili. Giornali online ancor più valutati da chi ha titolo elevato (più in grado di discriminare, anche tra ampia offerta su web). Grado di affidabilità (% voto 8 o più)

15 15 IMPATTO (su idee politiche) Influenza su formazione opinioni politiche: spiccano i giornali online e siti di informazione tg batte carta stampata (minor influenza anche per minor fruizione) molto più bassa influenza esercitata dai social network. Grado di influenza (% di chi indica abbastanza o molto)

16 16 Importanza e ruolo nuove tecnologie Nuove generazioni su ruolo positivo delle nuove tecnologie: Molto convinte importanza come strumento di informazione. Moderatamente su aumento consapevolezza e partecipazione. Critiche su capacità di produrre vero rinnovamento e incidere su processi decisionali del paese. Accordo sulle seguenti affermazioni sulle nuove tecnologie (% voti 8+)

17 17 Cittadini 2.0? IN SINTESI: Uso web molto elevato (in linea con coetanei europei e molto maggiore rispetto over 50). Tra chi usa web molta più multimedialità e interazione Oltre la metà lo usa anche per servizi online Crescita informazione online esponenziale negli ultimi anni (più che compensativa: maggiore rispetto riduzione altre fonti) Informazione online sta superando anche i tg: web principale fonte Considerati affidabili giornali online Oltre due su tre non fruiscono passivamente, ma rilanciano e discutono su web le notizie di maggiore interesse Fortemente convinti ruolo positivo delle nuove tecnologie su possibilità di informarsi e a creare maggior consapevolezza Più critici rispetto alla capacità di produrre attraverso il web vero rinnovamento e incedere sui processi decisionali.

18 18


Scaricare ppt "Giovani e comunicazione Alessandro Rosina"

Presentazioni simili


Annunci Google