La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER"— Transcript della presentazione:

1 PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER
EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER Reti Informatiche – Internet Explorer e Outlook Express MODULO 7

2 CONCETTI E TERMINI Internet: sconfinata rete globale composta da più reti locali, collegate da un insieme comune di protocolli tecnici che consentono agli utenti di ciascuna rete di comunicare o di utilizzare i servizi su una qualsiasi qualsiasi delle reti collegate. Tra i servizi offerti su Internet si ricordano: FTP (File Transfer Procotol): set di convenzioni che consente un facile trasferimento di file tra computer. HTTP (Hyper Text Transfer Protocol): è il protocollo usato per la navigazione sul WWW che stabilisce le regole di comunicazione tra client e server. ISP (Internet Service Provider): azienda che fornisce il collegamento ad Internet.

3 CONCETTI E TERMINI URL (Uniform Resource Locator): metodo standard per indicare l’indirizzo logico di una risorsa Internet. Collegamento Ipertestuale: “anello di congiunzione” tra due pagine Web separate. Un indirizzo di un sito è formato da: Protocollo (HTTP, FTP, ecc.); Nome del server su cui la risorsa è memorizzata (dominio); Tipo di dominio, cioè un codice di due o tre lettere (dominio di primo livello TLD), che identifica la natura o la provenienza del sito. Esempi sono .it, .es, .de, .com, .net, .edu, .gov, ecc. Quindi un indirizzo è formato da:

4 CONCETTI E TERMINI Per visualizzare le pagine Web è necessario disporre di un programma di navigazione (browser). Il primo browser è stato Mosaic. Uno tra i più diffusi oggi è Internet Explorer (IE) prodotto dalla Microsoft. Si tratta di un programma che è possibile scaricare gratuitamente dal sito ufficiale della casa americana: Esistono anche altri browser, concorrenti di IE, anche se meno diffusi tra i quali citiamo: Netscape Navigator (www.netscape.com); Mozilla Firefox (www.mozilla.org); Opera (www.opera.com).

5 CONCETTI E TERMINI La comunicazione tra browser e server avviene in questo modo: Il browser richiede al server una pagina HTML; Il server recupera la pagina HTML e la invia al browser; Il browser richiede gli altri elementi contenuti nella pagina; Il server fornisce tali risorse al browser che si occupa di farle visualizzare all’utente.

6 CONCETTI E TERMINI I compiti del browser, dunque, sono:
Richiedere le risorse al server; Ricevere tali risorse; Visualizzarle. I file che il browser riceve sono HTML, GIF, JPEG, PDF, MPEG, MP3, ZIP, AIFF, ecc. Per ognuno di questi file l’utente può visualizzare il contenuto del file nel browser, salvarli sul disco, visualizzare il file con un plug-in.

7 CONCETTI E TERMINI Durante la navigazione il browser memorizza sul disco fisso del PC i cookie. Essi sono piccoli file di testo usati per identificare gli utenti per fini statistici, in modo da controllare quante volte uno stesso utente accede a quel sito, o per migliorare la navigazione all’interno di uno stesso sito. I cookie non possono rubare dati presenti sul PC né danneggiarlo, ma solo memorizzare i dati inseriti dall’utente in appositi spazi per la raccolta di informazioni detti form (modulo).

8 CONSIDERAZIONI SULLA SICUREZZA
Certificato digitale (Digital ID): è l’equivalente elettronico di un passaporto. È una credenziale, emessa da un’Autorità fiduciaria (CA), che un’organizzazione o un individuo può presentare per provare la propria identità. La CA prima di rilasciare il certificato verifica la veridicità dell’identità del richiedente e garantisce l’autenticità del sito Web. Crittografia: tecnica che ha lo scopo di rendere incomprensibile e inutilizzabile un messaggio a chi non ne è il legittimo destinatario. Si avvale di algoritmi matematici che trasformano il testo originale (testo in chiaro) in una sequenza di caratteri incomprensibili (testo cifrato) che possono essere decodificati solo dal destinatario.

9 CONSIDERAZIONI SULLA SICUREZZA
Virus informatici: programma, o parte di un programma, che riesce a replicare se stesso ed a compiere una serie di operazioni dannose. Le strategie mediante le quali i virus si diffondono sono due: il virus modifica o sostituisce un programma eseguibile o una sua parte (file con estensione .exe, .com, .dll) oppure un file di dati contenente istruzioni eseguibili (esempio file di Word ed Excel contenenti macro) in modo che quando il programma viene eseguito o il file di dati caricato, il virus sia attivato; Il virus modifica il boot sector di un dischetto o dell’hard disk in modo che quando il sistema viene avviato da quell’unità il virus sia caricato in memoria ed eseguito.

10 CONSIDERAZIONI SULLA SICUREZZA
Precauzioni per difendersi dai virus informatici: Utilizzare un antivirus e aggiornarlo molto frequentemente; Controllare tutti i floppy disk prima di eseguire il loro contenuto con l’antivirus; Controllare tutti i file e i programma scaricati da Internet. Con il termine firewall si intende un programma in grado di monitorare i dati in ingresso e in uscita dal proprio PC, e di bloccare operazioni non autorizzate. Lo scopo del firewall è di proteggere il proprio sistema informatico da accessi illegali da parte di intrusi.

11 AVVIARE INTERNET EXPLORER
Per avviare il browser ed entrare in Internet basta fare doppio clic sull’icona di Explorer presente sul Desktop, oppure clic sull’icona dell’avvio veloce presente sulla barra delle applicazioni, o ancora cliccando su Start – Programmi – Internet Explorer. Ovviamente il browser è in grado di leggere sia le pagine web presenti in Rete che le pagine Html presenti sul proprio computer. Nel browser è sempre presente, di solito al di sotto della barra dei menu e della barra degli strumenti, la barra degli indirizzi nella quale occorre scrivere l’indirizzo corrispondente alla pagina che si vuole visualizzare. Quando si clicca su un link, l’indirizzo della pagina corrispondente viene acquisito in modo automatico sulla barra stessa.

12 AVVIARE INTERNET EXPLORER
Se non si dispone di un collegamento permanente ad Internet aprendo Explorer viene visualizzata una finestra di dialogo che chiede se vogliamo connetterci o lavorare non in linea. Per connettersi premere su Connetti.

13 AVVIARE INTERNET EXPLORER
Naturalmente per navigare su Internet è necessario che sia stata configurata in precedenza la connessione di Accesso remoto. Per configurare una connessione di accesso remoto procedere così: Scegliere Start, Programmi, Accessori, Comunicazioni; Cliccare su Connessione guidata Internet per lanciare la creazione guidata; Dopo la prima finestra, alla richiesta del tipo di connessione selezionare l’opzione Connessione a Internet e andare Avanti; Indicare come avviene la connessione (modem, banda larga), quindi in successione dare un nome alla connessione per distinguerla da altre, indicare il numero di telefono del provider e il nome utente e la password da esso assegnati, quindi premere Fine.

14 INTERNET EXPLORER Digitando un indirizzo e premendo invio, il browser si collega al server e carica la Home Page del sito specificato. La Home contiene la presentazione del sito in oggetto e una specie di sommario (menu di navigazione) ricco di link attraverso cui visitare le altre pagine del sito o le pagine di altri siti collegati. I collegamenti presenti nelle pagine Web sono facilmente riconoscibili essendo colorati e sottolineati. Inoltre quando il puntatore del mouse ci passa sopra esso si trasforma in una mano con un indice puntato. I collegamenti possono essere rappresentati non solo da testo ma anche da immagini o altri oggetti. Se la pagina collegata non è presente sul server, o l’indirizzo digitato risulta errato viene visualizzato un messaggio di errore.

15 INTERNET EXPLORER Quando si avvia Internet Explorer viene aperta come pagina iniziale quella del sito del produttore o del provider con cui si è collegati per navigare. È possibile cambiare la pagina iniziale del browser scegliendo dal menu Strumenti la voce Opzioni e scegliere la scheda Generale se non appare già aperta. Nell’area Pagina iniziale nella casella indirizzo è contenuto l’indirizzo della pagina iniziale. Si può digitare un indirizzo manualmente oppure scegliere Pagina corrente per definire come pagina iniziale la pagina in quel momento visualizzata nel browser, Pagina predefinita per caricare la pagina Microsoft o Pagina vuota per non caricare alcuna pagina.

16 INTERNET EXPLORER

17 INTERNET EXPLORER Per richiamare in qualsiasi momento della navigazione la pagina iniziale basta cliccare sul pulsante raffigurante una casetta sulla barra degli strumenti. Se si vuole mantenere un documento visualizzato nel browser, ma contemporaneamente si vuole visualizzare un’altra pagina si può creare una nuova finestra cliccando su File e poi su Nuovo e quindi Finestra oppure premere in contemporanea i tasti Ctrl+N. Nella pagina creata viene caricata la pagina presente nella precedente finestra del browser, basta digitare nella barra degli indirizzi la pagina da raggiungere. Altro modo per visualizzare un documento in una nuova finestra del browser consiste nel premere con il tasto destro del mouse su un collegamento ipertestuale e selezionare Apri collegamento in un’altra finestra.

18 Internet Explorer: motori di ricerca
È ovviamente impossibile conoscere tutti i siti esistenti nel Web. Per tale motivo esistono i motori di ricerca, che facilitano enormemente la ricerca di dati e informazioni. In pratica, un motore di ricerca è un programma che da una parte è collegato continuamente con i server di tutta la rete per aggiornare siti e contenuti, e dall’altra ha un’interfaccia con la quale interagisce con l’utente. La pagina iniziale di un motore di ricerca è rappresentata da una maschera nella quale inserire una o più parole da cercare e da un pulsante con il quale dare via alla ricerca.

19 Internet Explorer: motori di ricerca
In realtà i motori di ricerca possono funzionare in due diversi modi: Ricerca per parole chiave (esempi: Altavista, Google, Lycos); Ricerca per struttura ad indice (es.: Yahoo!, Virgilio). La ricerca per parola chiave viene effettuata da un programma che monitora in continuo la rete e fornisce come risultato l’indirizzo delle pagine Web contenenti il termine inserito dall’utente. I motori strutturati ad indice presentano un elenco di categorie e sottocategorie a cui può appartenere la ricerca che si vuole effettuare, all’interno di queste categorie viene poi effettuata la ricerca per parole chiave. Questo vuol dire che le pagine web siano prima catalogate per categorie: tale lavoro viene fatto da persone umane, questo è il motivo per cui le pagine negli indici (o directory) sono in numero inferiore a quelle rintracciabili dagli altri motori.

20 Internet Explorer: barre degli strumenti
Internet Explorer è dotato, come altri software, di una barra degli strumenti. Se non è visualizzata scegliere dal menu Visualizza la sottovoce barre degli strumenti e selezionare Pulsanti standard. Il pulsante Aggiorna, o il tasto F5, permette di ricaricare un documento qualora non sia stato visualizzato completamente (ad esempio per l’interruzione della connessione). Aggiorna ha anche lo scopo di visualizzare la versione aggiornata di una pagina, ciò è molto utile quando si visitano siti aggiornati “minuto per minuto”. Per interrompere il caricamento di una pagina bisogna cliccare sul pulsante Termina sulla barra degli strumenti, oppure scegliere dal menù Visualizza la voce Termina.

21 Internet Explorer: barre degli strumenti
Per tornare alla pagina precedente basta cliccare sul pulsante Indietro sulla barra degli strumenti. La freccia accanto al pulsante permette di vedere una delle ultime nove pagine visitate nella sessione corrente. Allo stesso modo, per tornare alla pagina successiva basta usare il pulsante Avanti. Se si vuole aiuto si può ricorrere alla guida di Explorer premendo F1 o scegliendo Sommario e Indice dal menù ?.

22 Internet Explorer: barre degli strumenti
Nel menù Visualizza sotto la voce Barre degli strumenti si può scegliere quali pulsanti visualizzare. Tra di essi vi sono: Pulsanti standard, di cui fanno parte i pulsanti Avanti e Indietro, Termina, Aggiorna, Pagina iniziale, Preferiti, Cerca, Cronologia, Posta, Stampa, Modifica; Barra degli indirizzi: che contiene la casella indirizzo nella quale digitare l’URL delle pagine che desideri caricare; Collegamenti: visualizza una barra contenente una serie di collegamenti predefiniti. La voce Barra di stato nel menù Visualizza permette di visualizzare o nascondere la barra di stato che contiene informazioni sugli oggetti selezionati o le operazioni in corso.

23 Internet Explorer: barre degli strumenti
Sempre sotto il menù Visualizza sono presenti i seguenti comandi: Vai a: permette di scegliere la pagina da visualizzare tra quelle visitate e di andare avanti o indietro; Carattere e Codifica: tramite i quali si stabilisce la grandezza e la lingua del carattere delle pagine Web; HTML: che consente di visualizzare il codice HTML della pagina presente in quel momento nel browser; Schermo intero, che permette di vedere la pagina a tutto schermo nascondendo temporaneamente la barra dei menù e la barra degli indirizzi.

24 Internet Explorer: personalizzare le barre
È inoltre possibile personalizzare la barra dei pulsanti standard, aggiungendo o rimuovendo alcuni pulsanti. Cliccando su Visualizza – Barre degli strumenti – Personalizza si apre una finestra di dialogo che permette oltre che inserire i pulsanti disponibili (sulla sinistra) e di rimuovere quelli presenti (sulla destra) anche di impostare la grandezza dei pulsanti.

25 Internet Explorer: la cronologia
Per rivedere le pagine e i siti visitati negli ultimi giorni o nelle ultime settimane cliccare sul pulsante Cronologia sulla barra degli strumenti. Dalla barra Cronologia scegliere una settimana o un giorno e fare clic su una cartella di un sito web per visualizzare le singole pagine. Per nascondere la barra premere di nuovo sul pulsante Cronologia. L’elenco degli ultimi siti visitati è visibile anche usando la freccia rivolta verso il basso alla fine della casella degli indirizzi. Per modificare il numero di giorni durante i quali le pagine vengono conservate nella cartella Cronologia basta selezionare la voce Opzioni Internet dal menù Strumenti, quindi fare clic sulla scheda Generale e specificare il numero di giorni nella casella apposita. La voce Cancella Cronologia permette di eliminare le voci dalla barra degli indirizzi.

26 Internet Explorer Gli elementi che compongono le pagine Web dei siti visitati vengono salvati dal browser automaticamente in una cartella temporanea, un’area di memorizzazione definita cache. La quantità massima di spazio da destinare alla cache può essere definita cliccando nella finestra del browser sul menu Strumenti, scegliendo la voce Opzioni Internet e premendo il pulsante Impostazioni. Nella finestra che si apre si deve indicare la quantità di MB da occupare.

27 Internet Explorer: i preferiti
Con la funzione Preferiti è possibile creare un elenco di siti di maggiore interesse e visitarli in ogni momento senza digitarne l’indirizzo. Per inserire una pagine nei Preferiti selezionare il comando Aggiungi a Preferiti dal menù Preferiti, oppure premere il pulsante Preferiti per aprire la barra laterale Preferiti e quindi premere Aggiungi. La finestra che si apre indica il nome della pagina che si sta per aggiungere e premendo il pulsante Crea in si può scegliere la cartella in cui aggiungere il segnalibro, poi premere OK.

28 Internet Explorer: organizzare i preferiti
Al fine di rendere i Preferiti un elenco ordinato è opportuno creare cartelle e sottocartelle. Per farlo premere il comando Organizza Preferiti sotto il menù Preferiti. Nella finestra che appare è possibile creare una nuova cartella, rinominarla, spostarla o cancellarla. Per spostare un segnalibro già esistente selezionarlo e scegliere Sposta nella cartella, quindi selezionare la cartella di destinazione e confermare. Per eliminare un segnalibro selezionarlo e premere Elimina o Canc sulla tastiera.

29 Internet Explorer: salvare da pagine Web
Per prelevare un testo presente su una pagina web basta selezionarlo e scegliere dal menù che si apre cliccando col tasto destro del mouse la voce copia, oppure premere Ctrl+C, quindi aprire il documento di destinazione e incollare il testo mediante il pulsante Incolla o premendo Ctrl+V. La stessa procedura può essere eseguita per copiare e incollare le immagini presenti in una pagina. È anche possibile navigare senza visualizzare le immagini. Per disabilitare la visualizzazione delle immagini basta cliccare sul menù Strumenti, la voce Opzioni Internet e scegliere la scheda Avanzate nella finestra che appare, quindi deselezionare la casella di controllo a fianco della voce Mostra immagini e premere OK. Così facendo le pagine saranno visualizzate senza immagini e al loro posto sarà segnalata la loro collocazione. Per vedere ogni singola immagine basta cliccare con il tasto destro sul relativo segnaposto e scegliere Mostra immagine.

30 Internet Explorer: salvare pagine web
È possibile salvare le pagine Web, in modo da visualizzarle anche quando non connessi in Rete. Per salvare una pagina basta cliccare su File – Salva con nome. Appare la finestra di dialogo Salva con nome. dalla lista a discesa Salva come è possibile scegliere tra i diversi formati: Pagina Web completa (*.htm, *.html): la pagina web viene salvata completamente, aggiungendo una cartella secondaria in cui sono presenti gli elementi grafici che la compongono; Pagina Web solo HTML (*.html, *.html): viene salvata solo la parte testuale della pagina, senza gli elementi grafici; Archivio Web, file unico (*.mht): viene salvata la pagina in un file unico, comprensivo degli elementi grafici, senza creare la cartella secondaria; File di testo (*.txt): la pagina viene salvata come file contenente solo testo senza formattazione e attributi

31 Internet Explorer: salvare le immagini
Per salvare un’immagine inserita in una pagina Web visualizzata sul browser basta posizionarsi col puntatore del mouse su di essa e cliccare con il tasto destro del mouse. Quindi scegliere la voce Salva immagine con nome e indicare dove salvare il file.

32 Internet Explorer: scaricare software
Analoga procedura va seguita quando si scaricano dei programmi da siti Internet. Dopo aver cliccato sul collegamento apposito (download now, scarica ora, ecc.) compare una finestra che chiede se eseguire il file o salvare il file. Cliccando su Salva si sceglie la posizione in cui memorizzare il programma.

33 Internet Explorer: stampare le pagine
Selezionando la voce Stampa dal menù File, appare la finestra di dialogo Stampa, simile a quella delle altre applicazioni di Office, che permette di definire quante copie stampare, se stampare tutte le pagine del documento o solo la pagina corrente, o solo quelle selezionate o un intervallo di esse.

34 Internet Explorer: stampare le pagine
Il riquadro stampante permette di scegliere la stampante da utilizzare. Se non si dispone di una stampante si può stampare il documento su un file, selezionando la casella di controllo Stampa su file. Premendo OK si apre una finestra di dialogo che permette di selezionare la cartella e l’unità di destinazione, e il nome al quale verrà data estensione .prn Nel riquadro Stampa frame sono presenti tre pulsanti: Come visualizzato su schermo: la pagina anche se divisa in frame viene stampata su un unico file come visualizzata sullo schermo; Solo il frame selezionato: stampa la pagina contenuta nel frame sul quale si è posizionati nel momento di lanciare la stampa; Tutti i frame individualmente: stampa ogni pagina contenuta in un frame su fogli separati.

35 Internet Explorer: stampare le pagine
Per visualizzare sullo schermo come verrà stampato il documento che si sta visualizzando selezionare il comando Anteprima di stampa dal menù File. Per modificare la grandezza di visualizzazione usare i pulsanti Zoom indietro e Zoom avanti. Per uscire dall’anteprima premere Esc o cliccare sul pulsante Chiudi. Selezionando Imposta pagina dal menù File si possono modificare le impostazioni predefinite della pagina. L’area Foglio consente di impostare le dimensioni dal menù a tendina. Intestazioni e piè di pagina permettono di inserire testo che verrà visualizzato in testa o in calce al documento.

36 POSTA ELETTRONICA La posta elettronica ( ) rappresenta la connessione personale che un utente ha su Internet. Essa fornisce la possibilità di scambiare in modo rapido comunicazioni private tra individui. Ogni utente ha un indirizzo composta da un nome utente e dal nome del provider Internet che fornisce il servizio. Le due parti sono separate da un (chiocciola) che ha il significato di at (presso). Un esempio di indirizzo è: Vantaggi della posta elettronica sono: Basso costo; Velocità; Affidabilità e riservatezza; Facilitazione del lavoro di gruppo. Flessibilità;

37 POSTA ELETTRONICA Esiste un insieme di regole denominato Netiquette (galateo della rete) che ogni utente deve rispettare per un corretto utilizzo dei servizi Internet. Alcune regole di Netiquette riguardanti l’ sono: Scrivere in minuscolo, in quanto il maiuscolo equivale a gridare; Specificare sempre ed in modo significativo l’oggetto (Subject) dell’ che si invia; Evitare di inviare per informazioni riservate, password, numeri di carte di credito, ecc. visto che i messaggi sono soggetti ad essere intercettati da persone non autorizzate; Limitare la lunghezza del messaggio. Specie se si risponde ad un messaggio (Reply) riportando il testo del messaggio originale, è opportuno lasciare solo le parti rilevanti per la risposta; Qualora si facciano delle battute è meglio associarle ad uno smiley; Firmare il messaggio, magari usando una firma elettronica detta Signature che riporta le informazioni rilevanti del mittente.

38 POSTA ELETTRONICA La posta elettronica è diventata il mezzo di diffusione primario dei virus. Per cui è bene: Fare attenzione ai nomi degli allegati ricevuti, ed eliminare subito quelli con doppia estensione (es.: ciao.txt.vbs); Diffidare se si riceve un file eseguibile (.exe) in allegato ad un messaggio e non fare mai doppio clic su di esso; Fare attenzione agli allegati inattesi ricevuti anche da mittenti fidati, in quanto se il mittente è infetto è probabile che il messaggio sia partito a sua insaputa; Se si riceve un messaggio allarmistico su nuovi virus scoperti e si viene invitati a spedire tale messaggio a tutti i conoscenti non considerarlo, probabilmente si tratta di un Hoax virus.

39 POSTA ELETTRONICA La diffusione di Internet ha permesso la trasmissione di documenti informatici per via telematica. Un documento informatico è la rappresentazione informatica di atti, fatti, dati giuridicamente rilevanti. I documenti devono essere scambiati tenendo conto di quattro caratteristiche fondamentali: Riservatezza: i documenti devono essere accessibili solo a mittente e destinatario; Integrità: i documenti non devono subire alterazioni durante lo scambio; Autenticità: i documenti devono provenire effettivamente dal mittente; Non ripudiabilità: chi trasmette (o riceve) non può negare di aver trasmesso (o ricevuto) il documento.

40 Avviare Outlook Express
Per gestire la posta elettronica sul proprio PC è necessario un programma apposito ( client). Uno di questi è Microsoft Outlook Express, attivabile tramite il menù Start. Prima di usarlo è necessario configurare Outlook Express ossia indicare un account di posta da gestire. Gli elementi necessari per la configurazione sono: L’indirizzo di posta (es.: Il nome utente (es.:mariorossi); La password per entrare nella casella; L’indirizzo del Server POP3 per il servizio di posta in arrivo; L’indirizzo del Server SMTP per la posta in partenza. Gli ultimi due elementi sono forniti dal Provider al momento della creazione della casella di posta e variano a seconda del provider scelto. Se al momento della registrazione non se ne è presa nota è possibile recuperarli tramite un motore di ricerca (es. Google).

41 Configurare Outlook Express
La configurazione di Outlook Express prevede i seguenti passi: Dal menù Strumenti scegliere Account; Nella finestra che si apre scegliere la scheda Posta elettronica; Premere il pulsante Aggiungi, quindi selezionare Posta elettronica; Partirà una creazione guidata che richiederà informazioni quali il nome che sarà visualizzato nel campo mittente dai destinatari delle nostre , l’indirizzo di posta da usare per inviare e ricevere i messaggi, il server di posta in arrivo e in uscita, il nome account e la password fornita dal Provider. Terminata la procedura premere Fine e poi Chiudi.

42 Configurare Outlook Express
Usando la procedura prima indicata è possibile con Outlook Express gestire più caselle di posta elettronica. In questo caso per ricevere i messaggi delle diverse caselle basta premere il pulsante Invia/Ricevi sulla barra degli strumenti, e selezionare la casella di posta della quale si vogliono ricevere i messaggi. Per uscire da Outlook Express selezionare Esci dal menù File, oppure fare clic sul pulsante in alto a destra o fare doppio clic sull’icona di Outlook Express sulla barra del titolo in alto a sinistra. Se più persone utilizzano Outlook è possibile assicurare una certa riservatezza mediante l’uso dell’identità. Per farlo cliccare sulla voce Outlook Express all’inizio dell’elenco delle cartelle. Viene caricata l’identità per la quale saranno scaricati i messaggi. Per cambiarla premere Identità a destra della finestra e quindi selezionare Cambia identità, scegliendo l’identità con la quale si vuole operare

43 Outlook Express I messaggi sono archiviati in cartelle e possono essere successivamente visualizzati selezionando la cartella di appartenenza. Le principali cartelle sono: Posta in arrivo: contiene i messaggi ricevuti; Posta inviata: contiene una copia dei messaggi inviati; Posta in uscita: contiene i messaggi che aspettano di essere inviati quando si effettuerà un collegamento ad Internet; Posta eliminata: contiene le cancellate e non eliminate definitivamente; Bozze: contiene i messaggi che sono stati scritti, salvati e non spediti. Quando ci si posiziona su una cartella viene mostrato sulla destra i messaggi in essa contenuti. Se il messaggio non è stato letto è presente il simbolo di una busta chiusa, e l’intestazione del messaggio è in grassetto.

44 Outlook Express: il layout
La voce Layout dal menù Visualizza permette di nascondere o mostrare l’elenco delle cartelle, l’elenco dei contatti, la barra di stato, la barra degli strumenti, la barra delle visualizzazioni, la barra di Outlook. Più in basso è invece possibile scegliere se visualizzare o meno l’anteprima dei messaggi.

45 Outlook Express: guida in linea
Nel caso si voglia usufruire di un aiuto si può ricorrere alla Guida premendo F1 o scegliendo Sommario e Indice dal menù ?. Come per i programmi di Office si apre una finestra con tre schede Sommario, Indice e Cerca.

46 Outlook Express: leggere i messaggi
Per aprire e leggere un messaggio posizionarsi nella cartella che lo contiene e selezionarlo con un clic. Il suo contenuto verrà visualizzato nel riquadro di anteprima (se attivato). Se lo si vuole visualizzare nella sua finestra fare doppio clic sul messaggio. Per aprire più messaggi contemporaneamente basta selezionarli e scegliere Apri dal menù File. Se i messaggi non sono consecutivi premere sul primo e poi tenendo premuto Ctrl cliccare sugli altri. Un punto esclamativo nella colonna di sinistra indica che al messaggio è stata assegnata priorità alta, una freccia blu verso il basso indica invece priorità bassa. Una graffetta sulla seconda colonna indica che il messaggio possiede dei file allegati.

47 Outlook Express: mostrare i messaggi
Nella parte sinistra della finestra di Outlook Express è presente la voce Cartelle locali che mostra un riassunto delle cartelle dell’archivio. Per modificare la visualizzazione dei messaggi si utilizza il sottomenù Visualizzazione corrente dal menù Visualizza che contiene le voci: Mostra tutti i messaggi, Nascondi i messaggi già letti, Nascondi i messaggi già letti o ignorati (per visualizzare solo i messaggi di newsgroup da leggere).

48 Outlook Express: rispondere ai messaggi
Per rispondere ad un messaggio ricevuto aprire il messaggio e premere il pulsante Rispondi al mittente sulla barra degli strumenti. Si apre una nuova finestra in cui la casella A: e quella Oggetto sono già compilati. Basta digitare il testo e premere Invia. Il messaggio sarà inviato solo al mittente del messaggio a cui si risponde. Se si vuole che la risposta sia spedita a tutti i destinatari del messaggio originale e non solo al mittente premere il pulsante Rispondi a tutti. In entrambi i casi il messaggio originale appare nell’area messaggio preceduto da una linea verticale. Se si vuole evitare scegliere Opzioni dal menù Strumenti e nella scheda Invio disabilitare la casella Includi messaggi nelle risposte.

49 Outlook Express: scrivere un messaggio
Per creare un messaggio: Cliccare su Crea messaggio sulla barra degli strumenti, o su Nuovo Messaggio dal menù File; Inserire l’indirizzo del destinatario, gli indirizzi di eventuali destinatari in Copia conoscenza o Copia conoscenza nascosta; Inserire l’oggetto del messaggio e il testo del messaggio; Quando pronto per inviarlo premere su Invia. Per inviare un messaggio contemporaneamente a più persone digitare i loro indirizzi uno dopo l’altro separati da virgola o da punto e virgola, oppure cliccare sul simbolo della Rubrica vicino al campo A: Se non si vuole inviare il messaggio immediatamente scegliere Salva dal menù File in modo da salvarlo nella cartella Bozze, da dove aprirlo e inviarlo in un secondo momento.

50 Outlook Express: scrivere un messaggio
Per inviare un messaggio in Copia conoscenza a un secondo destinatario digitare il suo indirizzo nella casella Cc: oppure far ricorso al simbolo della Rubrica vicino al campo Cc: nell’elenco visualizzato selezionare il destinatario e premere il pulsante Cc: Per inviare una Copia conoscenza nascosta digitare l’indirizzo nella casella Ccn: o fare ricorso come sopra al simbolo della Rubrica. Per analizzare il testo del messaggio tramite un controllo ortografico selezionare Controllo ortografico dal menù Strumenti o l’omonimo pulsante sulla barra degli strumenti. Per allegare un file al messaggio selezionare Allegato dal menù Inserisci o premere il pulsante Allega sulla barra degli strumenti. Nella finestra che si apre individuare il file da allegare e premere OK.

51 Outlook Express: scrivere un messaggio
Un messaggio ricevuto può essere inoltrato ad un altro destinatario, invece di riscriverlo o stamparlo. Per inoltrare un messaggio premere Inoltra sulla barra degli strumenti, inserire l’indirizzo del destinatario nella casella A: e premere Invia. Per contrassegnare un messaggio come urgente dal menù Messaggio della finestra Nuovo messaggio scegliere Imposta priorità e selezionare Alta. Nell’intestazione del messaggio appare un punto esclamativo. Se il messaggio ha poca importanza si può attribuire priorità Bassa. In tal caso l’intestazione del messaggio sarà preceduta da una freccia blu verso il basso.

52 Outlook Express: la rubrica
La rubrica è un archivio che contiene i contatti di posta elettronica. Per aprirla premere il tasto Rubrica sulla barra degli strumenti. Essa si presenta divisa in due parti. A sinistra c’è l’elenco delle cartelle che formano l’archivio, a destra l’elenco dei contatti presenti nella cartella selezionata in quel momento.

53 Outlook Express: la rubrica
Per aggiungere una voce premere Nuovo e scegliere Nuovo contatto. Nella finestra che si apre inserire le informazioni relative e premere OK. È possibile anche raggruppare un certo numero di indirizzi in una lista di distribuzione in modo da inviare uno stesso messaggio a tutti coloro che fanno parte della lista. Per farlo aprire la Rubrica quindi: Premere il pulsante Nuovo e scegliere Nuovo gruppo dal sottomenù che appare; Nella casella Nome gruppo digitare il nome della lista; Cliccare su Seleziona e nella finestra Seleziona i membri del gruppo scegliere i nomi dei contatti nell’area di sinistra e premere Seleziona per portarli nell’area Membri; Al termine premere OK.

54 Outlook Express: la rubrica
Per aggiungere un nuovo contatto, in un secondo tempo, aprire la Rubrica e selezionare il gruppo creato, quindi cliccare due volte su di esso oppure scegliere Proprietà dal menù che si apre cliccando con il tasto destro del mouse. Quindi premere il pulsante Seleziona e aggiungere il nuovo contatto come fatto in precedenza per la creazione della lista. Per eliminare un contatto dalla lista aprire la Rubrica e il gruppo interessato, quindi dall’elenco membri del gruppo selezionare il contatto da eliminare e premere Rimuovi oppure cliccare con il tasto destro del mouse sul contatto e scegliere Rimuovi.

55 Outlook Express: la rubrica
Per aggiungere in automatico alla rubrica i destinatari di posta dal menù Strumenti selezionare Opzioni, quindi scegliere la scheda Invio e abilitare la casella Aggiungi automaticamente i destinatari delle risposte alla rubrica. Per aggiungere i mittenti dei messaggi che si ricevono alla rubrica basta selezionare il nome del mittente da aggiungere e usando il tasto destro del mouse scegliere il comando Aggiungi il mittente alla rubrica.

56 Outlook Express: organizzare i messaggi
Per cercare un particolare messaggio, si può avviare la ricerca premendo il pulsante Trova sulla barra degli strumenti oppure selezionare Messaggio dal sottomenù Trova del menù Modifica o premere i tasti Ctrl+Maiusc+F oppure premere il tasto destro del mouse dopo aver selezionato una cartella e scegliere Trova. Apparirà la finestra Trova messaggio. In essa inserire i criteri di ricerca voluti e premere Trova.

57 Outlook Express: organizzare i messaggi
Per creare in outlook Express una cartella che contenga determinati messaggi posizionarsi nella cartella all’interno della quale la si vuole creare e scegliere Cartella dal sottomenù Nuovo del menù File, oppure scegliere Nuova cartella dopo aver cliccato con il tasto destro del mouse. Nella finestra che si apre inserire il nome della cartella, scegliere la cartella all’interno della quale creare la nuova cartella e premere OK.

58 Outlook Express: organizzare i messaggi
I messaggi ricevuti possono essere ordinati facendo clic sulle intestazioni di colonna. In base alla colonna cliccata i messaggi saranno in ordine crescente o decrescente: l’ordine può essere alfabetico, di tempo, di maggioranza o minoranza a seconda del contenuto della colonna selezionata. Si può anche fare clic con il tasto destro sull’intestazione di una colonna e scegliere Ordine crescente oppure Ordine decrescente. Per eliminare un messaggio selezionarlo e premere Canc, oppure il pulsante Elimina o trascinarlo nella cartella Posta eliminata. Da qui i messaggi possono ancora essere recuperati, riportandoli nella cartella Posta in arrivo. Per eliminare definitivamente tutti i messaggi in Posta eliminata dal menù Modifica scegliere Svuota cartella Posta eliminata.

59 Outlook Express: stampare i messaggi
Outlook Express non prevede l’anteprima di stampa. Per visualizzare le opzioni di stampa di un messaggio, selezionare Stampa dal menù File, in modo da far apparire la finestra di dialogo Stampa. Sarà possibile indicare se stampare Tutto il messaggio, oppure una Selezione di esso, o solo la Pagina corrente per stampare la pagina sulla quale si è posizionati, o ancora soltanto alcune Pagine immettendo il loro numero nella casella a fianco della voce Pagine. Per stampare più copie di uno stesso messaggio digitare nella casella Numero di copie il numero che si desidera.


Scaricare ppt "PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER"

Presentazioni simili


Annunci Google