La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LEGISLAZIONE ITALIANA ED EUROPEA NELLAMBITO DELLEUTANASIA E TESTAMENTO BIOLOGICO Giacomo De Mattei Irene Ferrari.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LEGISLAZIONE ITALIANA ED EUROPEA NELLAMBITO DELLEUTANASIA E TESTAMENTO BIOLOGICO Giacomo De Mattei Irene Ferrari."— Transcript della presentazione:

1 LEGISLAZIONE ITALIANA ED EUROPEA NELLAMBITO DELLEUTANASIA E TESTAMENTO BIOLOGICO Giacomo De Mattei Irene Ferrari

2 Italia ed Eutanasia Art 32 della Costituzione: La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.

3 L'eutanasia attiva è assimilabile all'omicidio volontario almeno 21 anni di reclusione (art. 575 c.p.) L'eutanasia attiva è assimilabile all'omicidio volontario almeno 21 anni di reclusione (art. 575 c.p.) In caso di consenso del malato Omicidio del consenziente, da 6 a 15 anni di reclusione (art. 579 c.p.) In caso di consenso del malato Omicidio del consenziente, da 6 a 15 anni di reclusione (art. 579 c.p.) Disposizioni relative a omicidio se: Disposizioni relative a omicidio se: 1.paziente è minorenne 2.presenza di infermità mentale o deficienza psichica (da altra infermità o abuso di sost. alcoliche o stupefacenti) 3.consenso paziente ottenuto con violenza, inganno, minaccia o suggestione

4 Anche il suicidio assistito è considerato un reato (art 580 c.p.): Anche il suicidio assistito è considerato un reato (art 580 c.p.): se si determina il suicidio o si rafforza laltrui proposito di suicidio se si determina il suicidio o si rafforza laltrui proposito di suicidio Aggravanti se paziente minorenne o infermo mentalmente/deficiente psichicamente Aggravanti se paziente minorenne o infermo mentalmente/deficiente psichicamente (se paziente minore di anni 14 o incapace di intendere e volere disposizioni relative a omicidio) (se paziente minore di anni 14 o incapace di intendere e volere disposizioni relative a omicidio) anni di reclusione se avviene il decesso anni di reclusione se causa unicamente lesione personale grave

5 Paesi Bassi ed Eutanasia Legge in vigore dal 1 aprile 2002 requisiti di accuratezza verificati dal medico: Legge in vigore dal 1 aprile 2002 requisiti di accuratezza verificati dal medico: paziente con almeno 16 anni paziente con almeno 16 anni richiesta libera e ben meditata del paziente richiesta libera e ben meditata del paziente sofferenza ineludibile e insopportabile sofferenza ineludibile e insopportabile paziente informato della situazione in cui si trova e delle sue prospettive consenso espresso e responsabile paziente informato della situazione in cui si trova e delle sue prospettive consenso espresso e responsabile non esiste altra soluzione ragionevole non esiste altra soluzione ragionevole consulto con almeno un altro medico che abbia dato il suo giudizio sui requisiti di accuratezza precedenti consulto con almeno un altro medico che abbia dato il suo giudizio sui requisiti di accuratezza precedenti

6 Paesi Bassi ed Eutanasia Art 293 punibilità dell'omicidio: chi intenzionalmente e dietro seria richiesta pone termine alla vita di un altro viene punito con una pena carceraria o pecuniaria chi intenzionalmente e dietro seria richiesta pone termine alla vita di un altro viene punito con una pena carceraria o pecuniaria il fatto non è punibile se è compiuto da un medico che soddisfi i requisiti di accuratezza il fatto non è punibile se è compiuto da un medico che soddisfi i requisiti di accuratezza Art 294 punibilità dell'istigazione e dell'assistenza al suicidio: chi istiga intenzionalmente o assiste un altro al suicidio viene punito con una pena carceraria (se avviene il decesso) chi istiga intenzionalmente o assiste un altro al suicidio viene punito con una pena carceraria (se avviene il decesso)

7 Resto dEuropa ed Eutanasia Belgio legge del 16 maggio 2002 Belgio legge del 16 maggio 2002 Lussemburgo dal 19 febbraio 2008 (eutanasia autorizzata per malati terminali e malattie incurabili, solo su richiesta ripetuta, consenso di due medici e commissione di esperti) Lussemburgo dal 19 febbraio 2008 (eutanasia autorizzata per malati terminali e malattie incurabili, solo su richiesta ripetuta, consenso di due medici e commissione di esperti) Germania e Svezia suicidio assistito non è reato Germania e Svezia suicidio assistito non è reato Svizzera clinica Dignitas (suicidio assistito) Svizzera clinica Dignitas (suicidio assistito)

8 Europa e Testamento biologico Francia legge del 22 aprile 2005: il soggetto maggiorenne può esprimere anticipatamente il suo orientamento riguardo le limitazioni o cessazioni di trattamenti medici nel caso in cui non avesse le facoltà per esprimersi (Direttive Anticipate non vincolanti per medico) Francia legge del 22 aprile 2005: il soggetto maggiorenne può esprimere anticipatamente il suo orientamento riguardo le limitazioni o cessazioni di trattamenti medici nel caso in cui non avesse le facoltà per esprimersi (Direttive Anticipate non vincolanti per medico) Germania legge del 18 giugno 2009: simile a legislazione francese, ma presenza di fiduciario tutelante le volontà dellinfermo (DA vincolanti) Germania legge del 18 giugno 2009: simile a legislazione francese, ma presenza di fiduciario tutelante le volontà dellinfermo (DA vincolanti) Inghilterra Mental Capacity Act (1 ottobre 2007) per direttive anticipate Inghilterra Mental Capacity Act (1 ottobre 2007) per direttive anticipate Olanda suicidio assistito Olanda suicidio assistito

9 Situazione Italiana Corte di Cassazione sentenza del 16 ottobre 2007: se il malato giace da anni in stato vegetativo permanente ed è tenuto artificialmente in vita mediante un sondino nasogastrico che provvede a nutrizione ed idratazione, su richiesta del tutore, il giudice può autorizzare la disattivazione di tale presidio, unicamente in presenza dei seguenti presupposti: Corte di Cassazione sentenza del 16 ottobre 2007: se il malato giace da anni in stato vegetativo permanente ed è tenuto artificialmente in vita mediante un sondino nasogastrico che provvede a nutrizione ed idratazione, su richiesta del tutore, il giudice può autorizzare la disattivazione di tale presidio, unicamente in presenza dei seguenti presupposti: 1.stato vegetativo giudicato, in base ad un rigoroso apprezzamento clinico, irreversibile e non vi sia alcun fondamento medico che lasci supporre un recupero 2.elementi di prova chiari della volontà del paziente medesimo

10 Convenzione di Oviedo sulla Biomedicina del 4 aprile 1997 Art 9: le volontà del paziente, espresse precedentemente ad un intervento, saranno tenute in considerazione anche in mancato recupero dello stato di coscienza Convenzione di Oviedo sulla Biomedicina del 4 aprile 1997 Art 9: le volontà del paziente, espresse precedentemente ad un intervento, saranno tenute in considerazione anche in mancato recupero dello stato di coscienza Comitato nazionale di Bioetica (8 dicembre 2003) I medici sono tenuti a prendere in considerazione le direttive anticipate espresse dal paziente Comitato nazionale di Bioetica (8 dicembre 2003) I medici sono tenuti a prendere in considerazione le direttive anticipate espresse dal paziente Codice di Deontologia Medica 2006: Codice di Deontologia Medica 2006: 1.Art 35 è necessario per ogni trattamento il consenso informato del paziente, non è consentito alcun trattamento medico contro la volontà della persona. Il medico deve intervenire nei confronti del paziente incapace, nel rispetto della dignità della persona, evitando ogni accanimento terapeutico 2.Art 38 Il medico, se il paziente non è in grado di esprimere la propria volontà, deve tener conto nelle proprie scelte dellorientamento manifestato dallinfermo stesso in modo certo e documentato

11 Disegno di legge Marino (PD) Tutela della vita umana che non può essere lasciata alla discrezionalità dei giudici Tutela della vita umana che non può essere lasciata alla discrezionalità dei giudici Vietato interrompere nutrizione e idratazione artificiale, atto considerato una forma particolarmente crudele di «abbandono» della persona Vietato interrompere nutrizione e idratazione artificiale, atto considerato una forma particolarmente crudele di «abbandono» della persona Linstallazione con atto chirurgico invasivo di ausili tecnici per le funzioni vitali è considerato come atto terapeutico che il paziente può rifiutare Linstallazione con atto chirurgico invasivo di ausili tecnici per le funzioni vitali è considerato come atto terapeutico che il paziente può rifiutare Eutanasia e suicidio assistito sono illegali e perseguite penalmente Eutanasia e suicidio assistito sono illegali e perseguite penalmente

12 Disegno di legge Calabrò (PDL) Divieto di eutanasia e accanimento terapeutico Divieto di eutanasia e accanimento terapeutico Idratazione e alimentazione artificiale non sono considerati trattamenti terapeutici, quindi non sono rifiutabili Idratazione e alimentazione artificiale non sono considerati trattamenti terapeutici, quindi non sono rifiutabili Consenso informato e alleanza terapeutica Consenso informato e alleanza terapeutica Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT), attraverso le quali il dichiarante esprime il proprio orientamento circa i trattamenti medico-sanitari e di fine vita, in previsione di una futura perdita della capacità di intendere e di volere Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT), attraverso le quali il dichiarante esprime il proprio orientamento circa i trattamenti medico-sanitari e di fine vita, in previsione di una futura perdita della capacità di intendere e di volere DAT redatta in forma scritta da persona maggiorenne, in capacità di intendere e volere, accolta da notaio, ha validità di tre anni DAT redatta in forma scritta da persona maggiorenne, in capacità di intendere e volere, accolta da notaio, ha validità di tre anni

13 Prevede la nomina di un fiduciario che, assieme al medico curante, si impegna a tutelare le volontà del paziente Prevede la nomina di un fiduciario che, assieme al medico curante, si impegna a tutelare le volontà del paziente Possibilità di disattendere le DAT se non corrispondano più agli sviluppi delle conoscenze tecnico-scientifiche e terapeutiche Possibilità di disattendere le DAT se non corrispondano più agli sviluppi delle conoscenze tecnico-scientifiche e terapeutiche In caso di controversia tra fiduciario e medico curante, la questione è sottoposta alla valutazione di un collegio di medici In caso di controversia tra fiduciario e medico curante, la questione è sottoposta alla valutazione di un collegio di medici Prevista listituzione di un registro delle DAT nellambito di un archivio unico nazionale informatico consultabile da notai, autorità giudiziarie e dirigenti sanitari e medici curanti Prevista listituzione di un registro delle DAT nellambito di un archivio unico nazionale informatico consultabile da notai, autorità giudiziarie e dirigenti sanitari e medici curanti

14 GRAZIE PER LATTENZIONE!!!


Scaricare ppt "LEGISLAZIONE ITALIANA ED EUROPEA NELLAMBITO DELLEUTANASIA E TESTAMENTO BIOLOGICO Giacomo De Mattei Irene Ferrari."

Presentazioni simili


Annunci Google