La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La poesia epica. Le origini del genere epico Il genere epico è diffuso in tutta la tradizione letteraria mondiale. LIliade e lOdissea sono i primi poemi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La poesia epica. Le origini del genere epico Il genere epico è diffuso in tutta la tradizione letteraria mondiale. LIliade e lOdissea sono i primi poemi."— Transcript della presentazione:

1 La poesia epica

2 Le origini del genere epico Il genere epico è diffuso in tutta la tradizione letteraria mondiale. LIliade e lOdissea sono i primi poemi epici di cui si abbia conoscenza. Da sempre è considerato il genere letterario più elevato, nel quale una cultura si riconosce, perché descrive e rappresenta i valori più significativi di un popolo.

3 Elementi strutturali Ampiezza del componimento; Rappresentazione oggettiva; Carattere narrativo, anche se in forma poetica; Argomenti avventurosi; Esaltazione delleroismo; Presenza del soprannaturale (divino o magico); Linguaggio elevato

4 Elementi strutturali Struttura con strofe Recitati da giullari itineranti accompagnati dal suono della viola; Diffusi nelle corti e nelle piazze.

5 Elementi strutturali Un altro elemento fondamentale dellepica cavalleresca è che si bas su un nucleo di fatti storici, dunque realmente avvenuti. I fatti vengono rielaborati in chiave mitica, cioè esaltando gli aspetti che vengono ritenuti fondativi della propria stirpe o civiltà.

6 Le chansons de geste Tra lXI e il XIII secolo, in Francia vengono composti circa settanta poemi in lingua doïl.

7 Chansons de geste In esse si rispecchia il mondo feudale: spirito guerriero, la prodezza, il culto dellonore, la fedeltà dei vassalli, lamore per la propria terra.

8 CICLO CAROLINGIO CICLO BRETONE Chansons de geste

9 Il ciclo carolingio Molte sono le opere che narrano dei paladini di Carlo Magno in lotta con i saraceni. Largomento è trattato in modo duro, con toni di forte opposizione: pare infatti che il più antico testo del ciclo risalga al 1080, poco prima della Prima Crociata ( )

10 La chanson de Roland Allinterno di questo ciclo spicca per antichità e bellezza la Chanson de Roland, di cui possediamo il codice oxfordiano del XII secolo.

11 La chanson de Roland Lepisodio attorno a cui gira lintera narrazione è tratto dalle biografie ufficiali di Carlo Magno: il 15 agosto 778 la retroguardia dellesercito dellimperatore fu attaccato da un manipolo di baschi mentre tornavano da una missione in Spagna. Qui, al passo di Roncisvalle, morì il duca di Bretagna Orlando.

12 La chanson de Roland Ma nella narrazione epica i baschi diventano mori saraceni di Spagna e lepisodio viene inserito nella guerra santa fra mondo arabo e mondo cristiano di cui Carlo Magno era difensore.

13 La chanson de Roland Orlando diventa un martire della fede, è un eroe ed è contemporaneamente santo. Bene contro male Tematiche e simboli numerici cristiani Oggetti prodigiosi e fantastici: Durendal

14 Lideale cortese

15 Cortesia deriva da Corte. Si fa quindi innanzitutto riferimento allaristocrazia nobiliare e cavalleresca, fondata su basi militari. Inoltre, con la Prima Crociata trova anche un nuovo slancio davventura e deroismo guerriero.

16 La corte La cultura del Duecento trova il proprio centro di irradiazione nelle corti signorili. Qui si elabora un costume raffinato e aristocratico che comprende anche la produzione e la diffusione della letteratura, sia a scopo di intrattenimento sia per offrire unimmagine persuasiva del livello di civiltà raggiunto.

17 Lideale cortese Questa classe cerca di mantenersi distinta e chiusa rispetto alle altre, per far questo elabora un ideale di vita più elevato.

18 Lideale cortese Lideale cavalleresco è fondato su una intreccio di qualità morali ed estetiche, che si compongono con la primitiva esaltazione della prodezza guerriera.

19 Lideale cortese Virtù feudali: disprezzo del pericolo, del dolore, della morte, brama donore e di gloria, fedeltà al proprio signore Virtù morali dei classici antichi: tenacia, magnaminità, dominio di sé, temperanza Virtù cristiane: difesa della fede, generosità verso il vinto, protezione degli indifesi.

20

21 Lamore cortese Tanto più la vita cavalleresca viene affinandosi, tanto più viene elaborato e coltivato nellarte e nella vita un nuovo ideale damore. Lamore è presentato come un superiore principio che educa e affina, stimolo alla perfezione delluomo, alla conquista della cortesia. Anzi ideale cortese cavalleresco e ideale amoroso diventano quasi la stessa cosa.

22 Il culto dellamore Fonte dogni bene e bellezza; Ogni atto turpe è tradimento della dama; È premio a se stesso: la vera gioia sta nellintensità del desiderio, prima che nel possesso;

23 Il culto dellamore Ha un elaboratissimo galateo, che riflette quello dellomaggio feudale: Fedeltà assoluta; Lealtà piena; Saper celare la propria passione agli altri; Essere il suo vassallo.

24 Lamore cortese Questo amore nasce fuori dalle leggi morali costituite: non è amore coniugale e non corrisponde alla reale condizione sociale della donna.

25 Romanzi Cavallereschi

26 Argomento Nascono dallincontro tra la lirica provenzale e il patrimonio di leggende e racconti delle corti del Nord Il ciclo bretone ( romanzi ambientati in Bretagna alla corte di Re Artù). Inoltre moltissimi racconti narrano della vicenda di Tristano e Isotta

27 Il Ciclo bretone ha come tema le avventure di re Artù e dei suoi cavalieri della Tavola Rotonda. Il testo più antico che possediamo è il "Roman di Brut" di Wace(1155).

28 La leggenda di RE ARTU Avalon IL GRAAL La Cornovaglia Narrativa cavalleresca del XII sec Gli autori

29 Le origini della leggenda di re Artù sono oscure, tanto che alcuni dubitano che questo personaggio sia realmente esistito. Probabilmente visse all'inizio del VI secolo e fu un capo militare britannico che si oppose agli Angli conquistatori in difesa dei Celti locali. Re Artu

30 ARTU, figlio segreto di RE Pendragon, affidato al Mago Merlino, cresce come un ragazzo qualunque in un villaggio sino a quando giovinetto estrae la spada Excalibur dalla roccia in cui era conficcata Limpresa lo consacra re del suo popolo e gli assicura la fedeltà dei cavalieri La Storia

31 Merlino è protagonista di storie dellincanto e del mistero. In possesso di arti magiche e di virtù profetiche, Merlino è artefice della grandezza di Artù. Nonostante i suoi poteri sarà vittima della maga Viviana di cui è perdutamente innamorato Merlino

32

33

34

35 Lancillotto è il perfetto cavaliere valente nelle armi e innamorato senza speranza della regina Ginevra, moglie di Artù In seguito alla morte del re, Ginevra si ritira in convento e Lancillotto diventa eremita I cavalieri

36 Chrétien de Troyes Fu il più grande poeta in lingua romanza, ovviamente prima di Dante. Di tutti i suoi componimenti sono rimasti cinque romanzi, in versi ottonari, con rima baciata Erec et Enide, Cligès, Lancillotto, Ivano, Perceval.

37 Perceval e la ricerca del Graal

38 La leggenda del Sacro Graal ha inizio nell'anno 63 d.C. quando Giuseppe dArimatea, discepolo di Gesù, lasciò la Terra Santa per una missione segreta; dopo un lungo e pericoloso viaggio raggiunse attraverso uno stretto estuario ad est dell'Inghilterra la sua destinazione, Glastonbury Tor, l'isola di Vetro, con sé aveva portato un prezioso tesoro: una coppa contenente il sangue di Gesù Cristo, il Santo Graal La leggenda del Sacro Graal ha inizio nell'anno 63 d.C. quando Giuseppe dArimatea, discepolo di Gesù, lasciò la Terra Santa per una missione segreta; dopo un lungo e pericoloso viaggio raggiunse attraverso uno stretto estuario ad est dell'Inghilterra la sua destinazione, Glastonbury Tor, l'isola di Vetro, con sé aveva portato un prezioso tesoro: una coppa contenente il sangue di Gesù Cristo, il Santo Graal.

39 Letimologia della parola Graal, è il termine gradalis che significa recipiente, vaso, coppa o piatto cavo. Il Graal venne collegato allultima cena di Cristo come il calice in cui Cristo consacrò il vino e il piatto da cui venne mangiato l agnello pasquale.


Scaricare ppt "La poesia epica. Le origini del genere epico Il genere epico è diffuso in tutta la tradizione letteraria mondiale. LIliade e lOdissea sono i primi poemi."

Presentazioni simili


Annunci Google